Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 05-01-2005, 09.06.12   #1
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
psicopatologia della lite quotidiana

ultimamente frequento diversi forum, su ognuno d questi c sono almeno un paio d discussioni accese, accendo la tv, e c sono dei talk show dove qlkno litiga, cambio canale, e.. ke succede? litigano anke un paio d politici ... c sara' mica qlk spiegazione psicobiogenetica per questo?
insomma tutti diciamo di cercare la serenita', tutti c lamentiamo dei guai d ogno giorno, c lamentiamo per il tempo, senza andare a guardare alle catastrofi (sarebbe irriverente tirarle in ballo in questa sede(magari se ne puo' approfittare per mandare un sms )) ke puo' provocare
ma allora perke' siamo sempre pronti a infilarci in altri guai ke non portano assolutamente serenita'?
se ho mal di testa, nn mi do' mica anke una martellata su un dito no'? o potrebbe essere un modo per nn sentire il mal d testa?
insomma esiste una spiegazione per questa condotta illogica?
La_viandante is offline  
Vecchio 05-01-2005, 15.29.59   #2
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Ho notato anche io questo fenomeno e non so spiegarmelo se non come un modo di reagire alle tante reazioni esterne che non ci piacciono.
Passiamo da un sentire notizie di crimini o di sciagure o di guerre, forse in maniera anche un po' ossessiva, che va oltre la notizia stessa, a quelle che sono le nostre incertezze e mancanza di realizzazione personale, ad un intorno che sembrerebbe tutto solo in salita.
A questo sembra non ci sia un'alternativa valida, visto che la tv ci prospetta, abbinati alle notizie catastrofiche, spettacoli che spingono più ad un atteggiamento demenziale-passivo che non ad una sana reazione vitale (questo senza entrare ad analizzare il perchè ciò avviene, guardo solo quelle che sono le sollecitazioni a cui siamo sottoposti senza entrare in merito al perchè).
Se questo lo uniamo al fatto che, tutto sommato, ci eravamo abituati ad una 'vita comoda' e di benessere e che pochi si stavano rendendo conto che questa resa dei conti stava inesorabilmente avanzando, viene fuori una 'non preparazione' ad affrontare le difficoltà che ci troviamo di fronte ora.
Da qui una reazione genericamente tendente all'aggressività.

In un certo senso sembra veramente che diventi il darsi una martellata sul dito per non prendere atto del mal di testa.
E' illogico gettare altra legna sul fuoco, anzichè provare a spegnere l'incendio con un po' d'acqua...eppure questo è quello che avviene più di frequente...

ops...tutto è questa fuorchè una spiegazione...
quella non te la so dare...
rodi is offline  
Vecchio 05-01-2005, 15.37.52   #3
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking ideuzza...

mancanza di umiltà?

solitudine?

herzog
herzog is offline  
Vecchio 05-01-2005, 15.48.49   #4
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
forse...ma anche abbinate alla mancanza di quel minimo di istinto di conservazione che ci spinga a renderci conto di esasperare tali situazioni...
di solito quando sputiamo sempre addosso al nostro vicino quello prima o poi si scoccia e se ne va da un'altra parte...
non sembrerebbe un buon sistema per essere meno soli...
per l'umiltà...può essere...bisognerebbe vedere se quella manifestata qui è la stessa che si mette nella vita di tutti i giorni...o se non è una reazione ad una quotidianità frustrante...
sinceramente non lo so...
rodi is offline  
Vecchio 05-01-2005, 15.59.43   #5
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking solitari...

Il solitario spesso (non sempre) difetta di umiltà...e dalla sua scarsa umiltà deriva la sua solitudine...volere un mondo a propria immagine e somiglianza porta sovente a questo tipo di accidenti (maledetta realtà, così umile, così sporca, così, in apparenza, sciocca...eppure...così forte; parecchi dei ci hanno provato, con scarsi risultati...) ...mentre chi ha veramente voglia di comunicare, di capire e di farsi capire, impegnandosi in questo con umiltà, (più di) qualche speranziella, a mio giudizio, ce l'ha...altrimenti, è vero, si casca nella frustrazione quotidiana, per poi scaricarla su chi (così ci sembra) non ci capisce
Herzog
P.S.: poi internet, sia chiaro, non penso sia affatto il luogo migliore per capirsi e, soprattutto, comprendersi....anzi
herzog is offline  
Vecchio 05-01-2005, 16.21.17   #6
iStantaNea
...?
 
 
Data registrazione: 07-12-2004
Messaggi: 117
beh alla fine se tutto andrebbe bene nella vita, se non ci fosse mai qualche discussione, qualche litigio, qualche battibecco (insomma chiamalo come vuoi) che vita sarebbe?! Noiosa no?!
iStantaNea is offline  
Vecchio 05-01-2005, 16.24.04   #7
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
su internet possiamo comunicare solo senza usare tutti gli strumenti che ci sono stati dati, sicuramente non vediamo chi ci sta di fronte, ne i suoi atteggiamenti, ne le sue espressioni...
però se ci pensi è affascinante anche questo...
è un po' come provare a scrivere con la mano con la quale non siamo abituati a farlo...
e poi in sostanza credo dipenda anche dal nostro atteggiamento mentale...
e anche fuori da internet è più facile trovare 'gente di passaggio' che non persone con cui stabilire un contatto più profondo o più comunicativo...
rodi is offline  
Vecchio 05-01-2005, 17.15.11   #8
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
c riflettevo dopo ke in un paio d queste discussioni ne ero io la protagonista, e mentre replicavo sentivo ke la cosa era veramente demenziale, ma vedo ke capita anke ad altra gente
cioe' e' un vizio molto diffuso tra le piu' disparate estrazioni sociali, le eta', insomma la lite e' veramente democratica, colpisce tutti indistintamente,
x herzog... cosa intendi per umilta'? perke' spesso vedo ke nn sempre paga, anzi piu' si e' umili piu' si soccombe, nn mi sembra una virtu' ke al momento possa avere qlk genere d credibilita', anzi in certi casi addirittura piu' una persona si fa pecora piu' l'altro diventa lupo, bisognerebbe metterla come materia d studi alle elementari forse, magari imparandone teoria e pratica tt quanti da piccoli puo' servire a qlksa,

x rodi

Citazione:
abbinate alla mancanza di quel minimo di istinto di conservazione che ci spinga a renderci conto di esasperare tali situazioni...


hai centrato il punto ke io nn vedevo .. l'istinto d conservazione, xo' la sua la mancanza.. uhm nn mi convince, perke' nn possiamo esserne tutti privi,
no no c deve essere una spiegazione logica
istantanea suggerisce come alternativa alla noia eheh mi sembra anke questo un buon punto d vista, ma... il problema e' ke le occasioni d scontro o d impegnare le energie nelle avversita' , di mancanza d serenita', nn mancano mai, il mio quesito era, nonostante gia' i guai c siano e in assenza d noia perke' aggiungere anke altri motivi di stress
un'altra cosa ke penso , proprio per la diffusione d questa abitudine, e' ke ... ma nn e' ke sara' ke ne siamo talmente immersi in un continuo d lotte liti bombardati da immagini violente ke questo e' il nostro nuovo normale modo di comunicare?
La_viandante is offline  
Vecchio 05-01-2005, 18.21.21   #9
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking umiltà...

x herzog... cosa intendi per umilta'? perke' spesso vedo ke nn sempre paga, anzi piu' si e' umili piu' si soccombe, nn mi sembra una virtu' ke al momento possa avere qlk genere d credibilita', anzi in certi casi addirittura piu' una persona si fa pecora piu' l'altro diventa lupo, bisognerebbe metterla come materia d studi alle elementari forse, magari imparandone teoria e pratica tt quanti da piccoli puo' servire a qlksa


Cara isty, per umiltà intendo - un po' letterariamente, forse - la consapevolezza dei propri limiti (anche, per quanto "colti" si possa essere), accompagnata dal rifiuto di ogni forma di spocchia, di desiderio di prevaricazione e prepotenza...insomma, una modestia nei modi, pur se abbinata alla coscienza delle proprie doti e conoscenze...è un modo di porsi verso (e non di imporsi sugli) altri...il che non significa essere disposti a farsi umiliare (la dignità ci impone dei paletti che non dobbiamo superare e consentire che siano superati)...penso che più si è colti (e non parlo di me), più si hanno responsabilità verso chi ne sa di meno, più cose si sanno, più è nostro dovere farci capire dagli altri (non amo i linguaggi per iniziati...ogni concetto, anche il più difficile, si può cercare di esprimerlo in modo semplice...il che non significa, sia chiaro, sciatteria nel linguaggio...però)...
Herzog
herzog is offline  
Vecchio 05-01-2005, 18.22.45   #10
herzog
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-12-2004
Messaggi: 404
Talking scusami, viandante...

Scusami viandante, era a te che replicavo, non a istantanea (scusami anche tu)....Herzog
herzog is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it