Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 09-07-2005, 13.42.19   #21
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Ovviamente scherzavo, piuttosto che prete divento nazi-fascista. Almeno i nazisti hanno tirato fuori il lato bestiale dell'uomo,qualcosa di biofilo c'era, anche se un po' grezzo. Tra i due estremi di necrofilia meglio Hitler al Papa. Dite quello che volete ma io la penso così, e non penso cambierò idea facilmente.
Ma l'uomo riuscirà mai ad essere equilibrato, e a non farsi attrarre dagli estremi? Poi si creano gli squilibri, e quando si cerca di riequilibrare la situazione! Boomm! Salta sempre qualche testa..
sisrahtac is offline  
Vecchio 09-07-2005, 14.14.11   #22
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Cmq, tutta questa necrofilia che spesso e volentieri s'impossessa degli uomini, da dove nasce? Sentiamo, sentiamo...
sisrahtac is offline  
Vecchio 10-07-2005, 09.51.36   #23
Adele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-05-2005
Messaggi: 72
"Ovviamente scherzavo, piuttosto che prete divento nazi-fascista. Almeno i nazisti hanno tirato fuori il lato bestiale dell'uomo,qualcosa di biofilo c'era, anche se un po' grezzo. Tra i due estremi di necrofilia meglio Hitler al Papa. Dite quello che volete ma io la penso così, e non penso cambierò idea facilmente.
Ma l'uomo riuscirà mai ad essere equilibrato, e a non farsi attrarre dagli estremi? Poi si creano gli squilibri, e quando si cerca di riequilibrare la situazione! Boomm! Salta sempre qualche testa.."

Mi dispiace Catharsis che tu abbia generalizzato troppo gli esempi che per giunta non sono miei ma di Fromm. A dire la verità, in questo momento, non sono del tutto sicura che il papa citato da Fromm fosse proprio Giovanni Paolo II ma a questo punto poco importa. Il Papa sotto accusa ha lottato per favorire il dialogo, per abbattere muri tra religioni,tra ideologie politiche, per difendere la vita in tutte le sue manifestazioni... ed è qui che risiede la biofilia e la sua esperienza personale su questo lo testimonia. Ora una cosa è la biofilia, un'altra è l'essere nel giusto. Non voglio esaltare e difendere la memoria del papa, dal momento che non sono cattolica e che critico, come penso faccia pure tu, gli atteggiamenti falsi e bigotti da qualunque parte provengano ( e soprattutto dalla chiesa). Ma se devo essere coerente con ma stessa, una critica devo farla anche a te, mio caro Catharsis
( fermo restando che se vorrai potrai ricambiare il favore ): un errore logico molto grave è confondere "qualcuno" con "tutti", Fromm( ma a questo punto anche io) ha elencato un Papa come esempio di biofilia, non la categoria della chiesa come sistema. trasformare una persona con tutto il suo bagaglio di esperienze personali e di vita, con la sua individualità e particolarità, in una categoria ( la chiesa)questo si che è un gesto necrofilo equivale a trasformare ciò che è vivo ( l'essere umano concreto) in ciò che è morto ( il sistema ) e perché si fa questo? per poter controllare e giudicare meglio. Sei passato dal Papa citato alla critica al sistema ecclesistico, forse avresti dovuto leggere il mio intervento con maggiore elasticità mentale, invece ti sei ingarbugliato nei tuoi preconcetti senza centrare il punto: la mia non era l'apologia della chiesa ( ti ripeto che non sono cattolica) ma semmai la constatazione che qualcuno, indipendentemente dall'abito indossato o dal potere posseduto abbia lottato per tutelare la vita, per quel che riguarda i mezzi cosa vuoi che ti dica? Di certo il capo della cristianità non poteva appoggiare la nostre posizioni! Non ci si deve irrigidire nelle proprie convinzioni altrimenti non si vede il bello delle cose, in fondo il dialogo consiste proprio in questo: essere disposti ad ascoltare e comprendere l'altro, e giudicarlo alla luce di ciò che egli realmente è e non della categoria cui appartiene Per quel che riguarda la tua identificazione con Hitler, la prendo solo come una provocazione. Nel lato bestiale delle persone ( inteso come nazifascismo) non c'è nulla di biofilo.
Buona domenica e baci
Adele is offline  
Vecchio 10-07-2005, 12.59.53   #24
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Baci, baci. Ogni tanto m'inceppo nei miei preconcetti. D'altronde sono un nevrotico sulla via della redenzione, abbiate pietà se ogni tanto m'irrigidisco.
sisrahtac is offline  
Vecchio 10-07-2005, 15.16.20   #25
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Adele
[B A dire la verità, in questo momento, non sono del tutto sicura che il papa citato da Fromm fosse proprio Giovanni Paolo II [/b]

Lo escludo nel modo più assoluto, visto che "Psicanalisi dell'amore - Necrofilia e biofilia nell'uomo" è stato scritto nel 1964!! Forse papa Giovanni?
Fragola is offline  
Vecchio 10-07-2005, 16.01.55   #26
Adele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-05-2005
Messaggi: 72
Credo proprio abbia ragione tu Fragola. Ti ringrazio e baci
Adele is offline  
Vecchio 10-07-2005, 16.18.09   #27
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Catharsis
Il Papa, capo del cattolicesimo, che propaganda la castità, non mi si venga a dire che è biofilo. La chiesa è una "morte bianca". Mentre Hitler rappresenta il lato provocatorio della morte nei vari Papi io ci vedo il lato seduttivo, il Cristo in croce è il simbolo primo della seduttività della morte. E' questo l'inganno che va smascherato!

Cat, Fromm non è nemmeno cattolico. Parlava di una persona che casualmente era anche un papa, papa Giovanni XXIII, non dei papi. Anche io non vedo l'aspetto biofilo particolarmente esaltato nella figura di Giovanni Paolo II. La biofilia è Eros. Non in senso strettamente sessuale, ma nel senso di stretta adesione alla vita.
Fragola is offline  
Vecchio 10-07-2005, 16.21.47   #28
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
Citazione:
La biofilia è Eros

E il Tantra cos'è, necrofilia??? Oppure.....???








ps: cmq profonda !!!
neman1 is offline  
Vecchio 10-07-2005, 16.36.37   #29
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da neman1
E il Tantra cos'è, necrofilia??? Oppure.....???


Non conosco approfonditamente il Tantra, ma credo che come tutte le vie, per seguirla veramente occorra proprio una bella dose di eros. La Passione non è la stessa cosa delle "passioni". Ci sono passioni che ti portano via, che ti fanno perdere le coordinate. E c'è la Passione (Eros) che è una immensa fonte di energia vitale. Che è l'energia vitale. Quello che mi viene spontaneo chiedere è a cosa serve seguire una via. Si pratica il Tantra o la meditazione o altro, perchè? Capita perfino che chi pratica perda di vista la motivazione profonda. Ma io credo (per me almeno è così) che lo scopo di qualsiasi via sia imparare a vivere con gusto. Pienamente, con passione, entusiasmo e amore per la vita. Succede che per vivere pienamente la Passione occorra esercitare il non attaccamento alle passioni. Ma per quanto a parole sembri assurdo, secondo me non lo è.

Ultima modifica di Fragola : 10-07-2005 alle ore 16.42.27.
Fragola is offline  
Vecchio 13-07-2005, 19.04.29   #30
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
Hmmm,


C'è qualcosa di cristiano in ciò che dici, ma sto riflettendo:

L'eros non lo abbino alla passione ma alla scintila che la fa divampare. Lo associo a qualcosa tanto primordiale quanto infantile ( e non per la rappresentazione fanciulesca di Cupido), simile al momento prima del Big Bang. La passione viene dopo secondo le mie concezioni.
La mia domanda appunto, nasce dal dubbio per l'associare l'eros all'amore per la vita e non all'esistenza che comprenderebbe sia la vita che la morte. Il tantra, per quello che ne ho capito, lo colloco in questo punto, aldilà di entrambe. In pratica volevo sapere se concepire gl'entrambi pendeva verso la necrofilia, o bisogna essere 'assolutisti' nella biofilia.







Ps: Sono d'accordo con parecchie cose scritte da Visechi in questo thread
neman1 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it