Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 26-07-2005, 18.05.14   #11
Lord Kellian
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-07-2005
Messaggi: 348
Ma stai tentando, per la seconda volta, di prendermi per il culo?
Lord Kellian is offline  
Vecchio 26-07-2005, 18.14.54   #12
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Talking ordunque

Come si fa ad imparare attraverso le emozioni?
Bella domanda, sono io che cerco risposte!

Cmq. la maggior parte delle persone comunica prevalentemente (se non esclusivamente) con la testa mettendo a tacere il cuore, sede dei sentimenti e delle emozioni. Osservando infatti la mimica facciale, il linguaggio del corpo, lo stile di comunicazione e di comportamento sociale ci si rende immediatamente conto del facile trionfo della testa sul cuore, del predominio schiacciante della razionalità sulle emozioni, evidentemente soffocate perché ritenute scomode se non addirittura ingombranti.

La presenza di buoni livelli di consapevolezza emotiva si traduce in buon dialogo con se stessi che rappresenta il primo passo per rispettare le proprie esigenze e i propri bisogni quando si compiono le scelte quotidiane anche piuttosto importanti.
Gli individui dotati di buona "consapevolezza di sé" non tendono a reprimere i loro vissuti emotivi, che continuerebbero ugualmente a produrre i loro effetti ma, al contrario, fanno il primo passo verso la gestione efficace delle proprie emozioni mediante un'attribuzione di significato a ciò che gli accade, resa possibile dalla mediazione operata dal linguaggio con cui definiamo quello che proviamo.

Questa condotta è positiva perché rispetta il bisogno naturale presente in tutti noi di dare un senso alle nostre esperienze e ai nostri vissuti.

L'autoconsapevolezza inoltre, comportando la capacità di riconoscere precocemente i segnali fisiologici che accompagnano un'emozione, risulta fondamentale soprattutto per far fronte a condizioni emotive più intense, come ad esempio l'ansia, in quanto permette di imparare il ricorso precoce a tecniche di rilassamento come "il controllo del respiro" e il "biofeedback". Essa è inoltre determinante per prevenire disturbi psicosomatici di varia natura, come mal di testa, tensioni muscolari, tachicardia, che spesso affidano al corpo il compito di dire le emozioni non espresse utilizzando il sintomo.

Capisco che è un bel lavorare, ma se sei andato dall’analista qualcosa avrai pur capito di te nò?

dev’essere stato Goleman ad istruire i “tagliateste” hai presente? Quelli che segano le gambe (meglio le teste) nelle selezioni del personale da assumere.
tammy is offline  
Vecchio 26-07-2005, 18.43.14   #13
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
...e' molto facile essere razionali, essere governati soltanto dalla logica, dalla testa...ma tutto questo ti blocca interiormente...ti crea problemi di relazione, di rapporto con gli altri...con te stesso, ...per me bisogna far fluire le emozioni che proviamo dentro di noi, non aver paura di essere se stessi....seguire la nostra sfera piu' intima....
Ciao
Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 26-07-2005, 18.43.56   #14
Lord Kellian
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-07-2005
Messaggi: 348
Ecco per ora sono al livello della consapevolezza. Dall'analista sono migliorato molto, ma non perché ho imparato delle tecniche. Ero veramente in una situazione disperata... Comunque il discorso sarebbe lungo e dobbiamo parlare d'altro.

Secondo me la maggior parte delle persone proprio la testa non la usa. Come sottoindendi tu, se non ho capito male, non ha la benché minima idea di cosa sia la consapevolezza. Secondo me però, agisce solo con la volontà e con l'istinto, mascherando, proprio perché sconosciute, le emozioni e i sentimenti dietro a motivazioni razionali, che infatti se sottoposte a un minimo di logica deduttiva, cadono improvvisamente.

La logica non è per forza fredda. E' giusto dire che le "emozioni, evidentemente soffocate (sono) ritenute scomode se non addirittura ingombranti." Secondo me, questo è ancora l'ideale astratto dell'uomo che non deve chiedere mai. Ma in realtà le emzioni e i sentimenti continuano ad agire nell'inconscio, perché sono il nostro substrato fisico-percettivo primario.
Lord Kellian is offline  
Vecchio 26-07-2005, 18.57.02   #15
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Razionalità... razionalità... razionalità... non provi sconcerto..posso..avere il tuo deserto?

Secondo me chi dice di essere una persona razionale o è un ipocrita o è un povero di spirito. Poi magari mi sbaglio...
sisrahtac is offline  
Vecchio 26-07-2005, 19.04.27   #16
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
L'analisi....sono stata in analisi, classica analisi froidiana...molti anni fa'....ti distrugge ma ti fa rinascere, ti fa soffire ma ti fa conoscere anche il piacere....mi ha insegnato a vivere le mie emozioni, a non controllarle....a lasciarmi andare...a non avere paura...
Ciao
Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 26-07-2005, 19.06.35   #17
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Gli analisti sono dei sadici...infatti mi ci vedrei bene...
sisrahtac is offline  
Vecchio 26-07-2005, 19.09.42   #18
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Gli analisti....li amo!
Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 26-07-2005, 19.22.56   #19
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Question vabbè

differenza tra emozioni e sentimenti è già stata data nell'altra discussione sulla logica delle emozioni..... o qualcosa del genere.

Dunque le emozioni sono così classate:
rabbia - ansia - paura - gelosia - gioia - imbarazzo - disprezzo

A parte la gioia, che andrebbe fatta defluire più spesso, per tutte le altre non vedo come il loro "lasciamole defluire" sia un bene, nel senso, defluire verso gli altri.
Se mi viene un attacco d'ira e la lascio defluire, probabile ammazzi qualcuno, con la gelosia non si scherza, anche questa è un brutt'affare se morbosa, ecc.ecc.


Quindi il controllo delle emozioni (vedi sopra) è a mio modo di vedere sano!
Si tratta di capire cosa proviamo in uno stato emozionale e come gestirlo per il nostro benessere in primis e per la salvaguardia della specie in secondus

buon appetito a tutti

Cath......lo sai che sei.... simpatico.....
tammy is offline  
Vecchio 26-07-2005, 19.31.16   #20
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Le emozioni vanno indirizzate, non bloccate. Se le blocchi ti gonfi come un palloncino finchè non esplodi. Se le indirizzi, beh...male che vada diventi dipendente nei confronti di ciò che fa da scarico alle tue emozioni... ...se poi riesci a farle esplodere senza saltare in aria, che dire, sei diventato un bravo artificiere!
sisrahtac is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it