Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 22-09-2005, 04.00.34   #1
gegen
Ospite
 
Data registrazione: 20-09-2005
Messaggi: 11
Influenza dello spazio (urbanismo,architettura) sull'uomo..

Ordunque.. oibò..
che questo sia un argomento importante, lo dimostrano bene le celle di deprivazione sensoriale..

infondo lo spazio è più o meno tutto
senza spazio non può rimanere che il tempo..

le leggi son nate per regolare gli uomini?
NO!
per regolare gli spazi, e i rapporti tra gli uomini entro i loro spazi comuni..

inizialmente il branco d'uomini era di 6 7 persone..
servivan leggi?
c'era una gerarchia, senza potesse esserci dittatura..
(situazione troppo instabile perche uno potesse permettersi di non comodare a più persone del suo stesso branco..)
poi... con l'agricoltura.... aglomerati piu grandi, piu eveni e eventualità da gestire...
e così..

forse più che lo spazio è la demografia ad influenzar... ma questa a sua volta comunque influenzata dallo spazio..

comunque
m'è stato consigliato di studiar jean PIAGET.. riguardo lo spazio..

qualcuno ha qualcosa da raccontarmi riguardo l'uno o l'altro?
gegen is offline  
Vecchio 23-09-2005, 00.31.19   #2
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Ho lavorato per un periodo in un progetto per giovanissimi a rischio di delinquenza.

La zona dove abitavano questi ragazzi era fra le più degradate e grigie che abbia mai visto; riflettevo spesso sul fatto di come l'ambiente influenzi l'umore, e oltre al fatto (importante) che il quartiere era a rischio, provavo una tristezza infinita mentre ero lì. Non c'era niente di bello da vedere, anche le giornate di sole erano offuscate.
Mi chiedevo se già i luoghi dell'infanzia non fossero già una condanna a una vita con minori possibilità di scelta.

Ci sono luoghi "poveri" dove questo non accade, hanno una loro bellezza intrinseca che li rende vivibili, dove si prova il gusto di uscire e correre in una piazza.
Spesso sono luoghi antichi, dove la mancanza di risorse paradossalmente li ha conservati in sintonia con la terra sulla quale sono stati costruiti.

E ci sono anche luoghi altamente industrializzati o turistici dove l'ordine estetico o la bellezza naturale sono stati svenduti al miglior offerente.

Per questo sono convinta che chi rovina esteticamente un luogo è colpevole anche solo per uno sguardo che passa di lì per caso, e la cosa mi fa sempre arrabbiare: per me è un disturbo pubblico.
cannella is offline  
Vecchio 23-09-2005, 00.49.12   #3
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Citazione:
Messaggio originale inviato da cannella
...

E ci sono anche luoghi altamente industrializzati o turistici dove l'ordine estetico o la bellezza naturale sono stati svenduti al miglior offerente.

Per questo sono convinta che chi rovina esteticamente un luogo è colpevole anche solo per uno sguardo che passa di lì per caso, e la cosa mi fa sempre arrabbiare: per me è un disturbo pubblico. [/b]

e ci sono anche luoghi costruiti ex-novo, autorizzati dalla giunta, premiati anche...
come il Corviale di Roma...
salvo rendersi conto a posteriori che, oltre ad essere esteticamente discutibile (ma questa è la parte opinabile), ha cambiato il clima della zona perchè blocca i venti...e le impollinazioni...
offre angoli mal illuminati in cui si possono stiuprare le donne con facilità, ma anche rubare i soldi al classico vecchietto...
ha dei bellissimi 'cannocchiali' verso il cielo (leggi chiostrine aperte su cui aprono i ballatoi di distribuzione) che non hanno accesso dal piano terra, per cui se ci cade dentro qualcosa ci si deve calare dentro per poterla raccogliere...

sono convinta che la qualità del costruito e della divisione degli spazi influisca sulla qualità della vita...

certo è che l'edificio è anche influenzato dall'uso che i fruitori ne fanno...ma se si parte da una concezione ed impostazione scorretta avrà la capacità di influire negativamente su qualsiasi utente, anche se dotato della migliore buona volontà per un uso corretto...
rodi is offline  
Vecchio 23-09-2005, 12.04.38   #4
gegen
Ospite
 
Data registrazione: 20-09-2005
Messaggi: 11
eh cannella.. c'è chi lavora in un asilo a venezia, mi han raccontato, e proprio non vuole trasferirsi d'andare a mestre a lavorare, anche se gliel'han richiesto.. perchè, a mestre... I BAMBINI sono diversi...
gegen is offline  
Vecchio 23-09-2005, 23.47.02   #5
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
capisco quella persona: se fossi commessa in una ferramenta, troverei che chiodi belli come a Venezia non se ne trovano da nessuna parte
cannella is offline  
Vecchio 15-10-2005, 11.42.44   #6
dafne81x
Ospite
 
Data registrazione: 14-10-2005
Messaggi: 22
Un classicone è Kevin Lynch, L'immagine della città, Marsilio editori.
dafne81x is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it