Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 23-09-2005, 22.31.07   #11
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
1) imprudenza, negligenza, imperizia
2)[...]
3) respoinsabilità conseguente a una azione [...]
4) azione che produce un effetto ["negativo"].
sisrahtac is offline  
Vecchio 24-09-2005, 08.49.20   #12
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Sono sempre stata piu' istintiva e intuitiva che razionale...quindi ho sempre preferito muovermi piu' che stare immobile...in questo momento della mia vita forse prevale la razionalita', ma non mi piace, perche' forse questa razionalita' sta bloccando una parte di me che prima avrebbe fatto un salto...ma, forse, lo fara' lo stesso per non essere poi presa dai rimpianti



Vani
Vaniglia is offline  
Vecchio 26-09-2005, 22.08.17   #13
Chimera
Ospite abituale
 
L'avatar di Chimera
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 337
Anche io voto la modalità Kamikazze.

Agisci come credi sia giusto ed il rimorso non esiste.
Puoi sbagliare ma se hai agito seguendo il tuo curoe non avrai rimorso. Al massimo sarai afflitto epr un fallimento. Come un calciatore che dopo una sconfitta non ha rimorso di aver iniziato a giocare a calcio ma gli dispiace aver perso.

Il Rimpianto per qualcosa che non è stato fatto per non aver ascoltato il proprio cuore invece è pesantissimo e non si lava via.
Chimera is offline  
Vecchio 26-09-2005, 23.53.53   #14
ObyWan
Tamagochi
 
L'avatar di ObyWan
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 151
rimorsi e rimpianti

Subito grazie per le delucidazioni ....

per VanLag: E' stato il miglior affare della mia vita... peccato non averci pensato prima (e questo potrebbe essere un rimpianto)

Sul rimorso secondo me c'è da fare una riflessione sulla sua effettiva esistenza, in base a ciò che si apprende dopo l'evento che può generarlo: Se non conosco le conseguenze di una mia azione, seppur nefaste, il rimorso non compare, non esiste. Se invece vengo a conoscenza delle conseguenze generate, allora il rimorso assale, aggredisce ... ma è il risultato di un'assunzione di colpa per qualcosa che, al momento dell'evento, evidentemente non si conosceva ancora.

Allora mi domando: Il rimorso è frutto di una logica conseguenza ad un'azione (e credo di no, poichè volontariamente nessuno, credo, intende provare rimorso) o dall'illogica associazione di eventi reali e presunti?

Mi spiego meglio: L'evento reale è quello, ad esempio, di aver chiesto ad un amico di andare a comperare il pane per la cena. La conseguenza di questo è che l'amico è stato cilindrato da una macchina.

Il rimorso per essersi dimenticati di comperare il pane ed aver mandato l'amico da cosa è generato?

Dalla consapevolezza che l'amico sarebbe morto (non credo) o dall'irrazionale assunzione di colpa per non aver fatto qualcosa (cosa poi?) assumendosi la responsabilità dell'accaduto?
ObyWan is offline  
Vecchio 27-09-2005, 09.13.10   #15
camelia
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-08-2004
Messaggi: 57
Personalmente il rimpianto ...penso sia lacerante.....il rimorso ...anche quello ....ma vale provare....tentare....se il tentativo va a vuoto...che dire....è esperienza...e come tale ci permetterà di crescere.
camelia is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it