Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 30-09-2005, 15.00.25   #31
winged_red_tear
Ospite abituale
 
L'avatar di winged_red_tear
 
Data registrazione: 21-04-2005
Messaggi: 132
Citazione:
Sai Giuliano mi domandavo qual'è invece L'Amore che non ti lascia perplesso. Quale, quello che ti lascia estatico. Me lo domandavo perchè tu giustamente hai detto:

Questo "Amore" inteso come droga alienante mi lascia perplesso

questa tua frase mi ha permesso di riflettere sul fatto
che quello che oggi chiamo "Amore per la Vita" con un po' di enfasi devo ammettere, ieri lo chiamavo, amore per l'Acido, poi per l'Eroina e infine per la Cocaina semplicemente per il fatto che queste sostanze mi hanno aiutato in modo rapido a trovare quello che già era mio. Certo che riprovare le stesse sensazioni servendosi solo esclusivamente delle proprie forze costa si meno soldi, ma costa fatica, bestemmie e molto tempo a differenza dei pochi secondi di una pera di coca o di eroina o della qualche decina di minuti di attesa con gli acidi.

La mia frase:

Citazione:
Questo "Amore" inteso come droga alienante mi lascia perplesso

l'ho scritta quasi senza pensarci. Io sono giovane (molto giovane) e questo famoso Amore non l'ho mai conosciuto, o meglio lo sto cominciando a scoprire adesso con paura; la paura per una cosa sconosciuta di cui si parla tanto bene quanto male, ma sono curioso.

L'amore che mi presentano i miei coetanei, non so definirlo, non si riesce a capire cos'è! Così come le droghe non si sa più come definirle, non sappiamo più cosa sono!

Io non so se provando amore TROVO o PERDO me stesso e tutti dicono tutto e non si capisce mai nulla.

L'amato/a può essere un Mezzo per migliorare noi stessi, completarci, elevarci. Altri lo intendono come una piacevole droga con cui consumiamo la nostra importantissima eppure così banale esistenza.
winged_red_tear is offline  
Vecchio 30-09-2005, 18.35.00   #32
Richard
Ospite
 
Data registrazione: 17-07-2005
Messaggi: 32
Può sembrare strano ma c'è modo e modo di assumere droghe, così come c'è modo e modo di farsi fuori una bottiglia quale che sia.
Purtroppo quando si è dentro alla dipendenza, non ci si accorge di come la stessa ci condiziona la vita propria e quella di chi ci stà vicino.
Soluzioni? Smettere per un po', tanto quanto basta per avere la mente lucida da vedere il tutto sotto un punto di vista "normale". Dico normale dato che per molti solo sotto l'effetto di sostanze si è normali.
Il paragone della situazione di Calissano con quella della Moss non regge, in quanto la seconda non ha fatto male a nessuno e non ha consumato in pubblico. Se ha rovinato qualcuno, solo se stessa e i soldi ed i contratti che ha perso sono suoi e di nessun'altro. Ovvio che essendo un esempio per molte ragazzine che sognano la carriera di modella, vedere come si può finire non sia educativo ma mi sembra come se fosse un segreto di pulcinella che nell'ambiente della moda poche sono quelle che rimangono pulite. Parlano solo della coca che si tirava, ma l'alkohol? Rimarrà un tabù, nonostante ci siano più morti d'alkohol che di polveri, cristalli, e per ultima mariuana.
A chi si ritiene coinvolto da questa problematica, consiglio di fare attenzione a non cambiare dipendenza cioè smettere con una per iniziare con l'altra anche se meno dannosa. Bisogna cercare l'origine della voglia che ti prende, analizzare i motivi di questi minuti di labilità. E' difficile dire sempre nò, ma ogni tanto bisogna saperlo pure fare: questa potrebbe diventare la via per rinforzare la propria volontà. Dopotutto non si può avere tutto nella vita.
Richard is offline  
Vecchio 30-09-2005, 18.54.32   #33
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da winged_red_tear
La mia frase:



l'ho scritta quasi senza pensarci. Io sono giovane (molto giovane) e questo famoso Amore non l'ho mai conosciuto, o meglio lo sto cominciando a scoprire adesso con paura; la paura per una cosa sconosciuta di cui si parla tanto bene quanto male, ma sono curioso.

L'amore che mi presentano i miei coetanei, non so definirlo, non si riesce a capire cos'è! Così come le droghe non si sa più come definirle, non sappiamo più cosa sono!

Io non so se provando amore TROVO o PERDO me stesso e tutti dicono tutto e non si capisce mai nulla.

L'amato/a può essere un Mezzo per migliorare noi stessi, completarci, elevarci. Altri lo intendono come una piacevole droga con cui consumiamo la nostra importantissima eppure così banale esistenza.

Giuliano avrebbe risposto così con la tua stessa straordinaria sensibiltà. Grazie di cuore per quello che hai saputo regalare con queste tue parole. Io credo fermamente che qualsiasi sia la tua giovane età tu non abbia alcun bisogno che qualcuno ti presenti l'amore. Sei tu che lo presenti agli altri. Fai la Tua strada, nulla di male ti potrà capitare.

Ultima modifica di nicola185 : 30-09-2005 alle ore 18.55.49.
nicola185 is offline  
Vecchio 30-09-2005, 19.56.44   #34
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Messaggio originale inviato da winged_red_tear
Questo "Amore" inteso come droga alienante mi lascia perplesso

Se questo riferimento e' alla frase che ho scritto...intendevo semplicemente dire che dovremmo cercare di amare di piu' noi stessi per non rimanere intrappolati in qualsiasi tipo di droga....lo so che e' difficile parlarne per chi non ha vissuto questa esperienza, pero' ho frequentato un ragazzo che sniffava coca e faceva di tutto per ottenerla....quindi l'ho vissuta da esterna ma non estranea, anzi, ...e ho cercato di aiutarlo in tutti i modi



Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 30-09-2005, 20.30.40   #35
winged_red_tear
Ospite abituale
 
L'avatar di winged_red_tear
 
Data registrazione: 21-04-2005
Messaggi: 132
Citazione:
Giuliano avrebbe risposto così con la tua stessa straordinaria sensibiltà. Grazie di cuore per quello che hai saputo regalare con queste tue parole. Io credo fermamente che qualsiasi sia la tua giovane età tu non abbia alcun bisogno che qualcuno ti presenti l'amore. Sei tu che lo presenti agli altri. Fai la Tua strada, nulla di male ti potrà capitare.


Non posso altro che riservarti un sincero GRAZIE per questo incoraggiamento

In realtà ho un certo egoismo che mi avrebbe comunque impedito di vedere l'amore con occhi altrui. Lo voglio scoprire Io e valutare Io e decidere indipendemente da tutti se piace o meno.
Inoltre non credo abbia tanto senso presentare il mio tipo di Amore ad altri.

Salutami il mio sosia Giuliano. Deduco che sia una persona che ama se stesso e la vita e la vuole vivere con intensità e secondo la sua volontà, magari talvolta andando contro altri e contro se stesso

Citazione:
Se questo riferimento e' alla frase che ho scritto...intendevo semplicemente dire che dovremmo cercare di amare di piu' noi stessi per non rimanere intrappolati in qualsiasi tipo di droga

AMARSI è la cosa più importante (per me almeno). Se non mi amassi che vivrei a fare? Per gli altri? Non credo di essere capace...

IO MI AMO. PERCHE? PERCHE SONO IO, NON HO BISOGNO DI UNA GIUSTIFICAZIONE PER AMARMI. MI ODIASSE IL MONDO INTERO, MI ODIASSE DIO, IO MI AMERO SEMPRE PER IL PURO E SEMPLICE FATTO CHE SONO IO E IO MI METTO AL DI SOPRA DI TUTTO.
------------------------------------------------------------------------------------

Concludo questa doppia risposta con una frase famosa di A. Rimbaud:

"Quando hai 16 anni non fai veramente sul serio"

Ultima modifica di winged_red_tear : 30-09-2005 alle ore 20.33.23.
winged_red_tear is offline  
Vecchio 30-09-2005, 20.50.49   #36
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
AMARSI è la cosa più importante (per me almeno). Se non mi amassi che vivrei a fare? Per gli altri? Non credo di essere capace...

IO MI AMO. PERCHE? PERCHE SONO IO, NON HO BISOGNO DI UNA GIUSTIFICAZIONE PER AMARMI. MI ODIASSE IL MONDO INTERO, MI ODIASSE DIO, IO MI AMERO SEMPRE PER IL PURO E SEMPLICE FATTO CHE SONO IO E IO MI METTO AL DI SOPRA DI TUTTO.
------------------------------------------------------------------------------------

Concludo questa doppia risposta con una frase famosa di A. Rimbaud:

"Quando hai 16 anni non fai veramente sul serio"


....meglio amarsi che odiarsi...forse e' importante anche saper amare



Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 30-09-2005, 22.10.41   #37
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
Io sono giovane (molto giovane) e questo famoso Amore non l'ho mai conosciuto, o meglio lo sto cominciando a scoprire adesso con paura; la paura per una cosa sconosciuta di cui si parla tanto bene quanto male, ma sono curioso


se ti va bene è come l'eroina...vai al settimo cielo se ti va male sei cone in astinenza......

La maturità ti fa riconoscere in tutto l'amore e l'amore è facilmente riconoscibile in te se hai speso bene la tua vita intendo....non è un monito e quello che dopo l'adolescenza io non faccio che augurarmi sperando di non aver capito male ....altrimenti che tristezza....

Per ogniuno è diverso ma per tutti...soprattutto per i piu' sfortunati quelli a cui non è stato destinato nulla, deve esserci un amore supremo...forse non nei canoni conosciuti...ma deve esistere comunque...io spero......

Kim is offline  
Vecchio 01-10-2005, 14.44.20   #38
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Vaniglia
AMARSI è la cosa più importante (per me almeno). Se non mi amassi che vivrei a fare? Per gli altri? Non credo di essere capace...

IO MI AMO. PERCHE? PERCHE SONO IO, NON HO BISOGNO DI UNA GIUSTIFICAZIONE PER AMARMI. MI ODIASSE IL MONDO INTERO, MI ODIASSE DIO, IO MI AMERO SEMPRE PER IL PURO E SEMPLICE FATTO CHE SONO IO E IO MI METTO AL DI SOPRA DI TUTTO.
------------------------------------------------------------------------------------

Concludo questa doppia risposta con una frase famosa di A. Rimbaud:

"Quando hai 16 anni non fai veramente sul serio"


....meglio amarsi che odiarsi...forse e' importante anche saper amare



Vaniglia


Amare non è da tutti ... amare non vuol dire fare i seri vuol dire amare e basta ... non si fa ne sul serio ne per gioco... si fa e basta ...
chissa come mai non tutti riescono ad amare ...
e a pensarci la soluzione migliore per uscire dall'uso della droga è quello di amare ,.... forse ...
bomber is offline  
Vecchio 01-10-2005, 16.16.46   #39
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Messaggio originale inviato da bomber
Amare non è da tutti ... amare non vuol dire fare i seri vuol dire amare e basta ... non si fa ne sul serio ne per gioco... si fa e basta ...
chissa come mai non tutti riescono ad amare ...
e a pensarci la soluzione migliore per uscire dall'uso della droga è quello di amare ,.... forse ...


e a pensarci la soluzione migliore per usicre dalla droga e' quello di amare

Vani
Vaniglia is offline  
Vecchio 16-10-2005, 14.27.06   #40
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Riprendendo il discorso

Dato il prezzo è sempre stata definita la droga dei ricchi ... infatti Gianni Agnelli era abbastanza risaputo che facesse uso di questa sostanza e così è stato per il nipote Lapo che erò per questo suo vizio si è ritrovato fra la vita è la morte cosa ne pensate di questo uso indiscrimnati che ne fanno i personaggi ricchi e famosi ... ma allora neppure loro sono così felici se devono usare la coca ....
bomber is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it