Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 10-10-2005, 20.55.17   #1
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
La musicoterapia per malattie vascolari

La musica fa bene al cuore
Soprattutto le pause fra un brano e l'altro aiutano a rilassarsi


L'istruzione musicale può essere molto salubre per il cuore. Lo suggerisce uno studio di prossima pubblicazione sulla rivista "Heart" che mostra come siano il tempo e il ritmo dei brani - più che il loro stile - a combattere maggiormente lo stress. Luciano Bernardi dell'Università di Pavia, Peter Sleight dell'Università di Oxford e colleghi hanno esaminato diversi aspetti della respirazione e della circolazione in 24 giovani volontari, maschi e femmine, prima e durante l'ascolto di brevi brani musicali. Metà dei partecipanti erano musicisti che suonavano uno strumento da almeno sette anni, mentre gli altri non avevano ricevuto alcun tipo di istruzione musicale.
Ogni partecipante ha ascoltato brevi sequenze di differenti tipi di musica in ordine casuale: raga (musica classica indiana), Beethoven, Vivaldi, Red Hot Chili Peppers, techno music e musica dodecafonica. I brani più "veloci" e i ritmi più complessi hanno accelerato la respirazione e la circolazione, indipendentemente dallo stile o dal genere musicale: la musica di Vivaldi e la techno music, per esempio, hanno avuto il medesimo impatto. Più rapido era il ritmo della musica, maggiore era il grado di sollecitazione fisiologica. I brani più lenti e meditativi, invece, hanno avuto l'effetto opposto: la musica raga è stata quella che ha provocato il maggior rallentamento del battito cardiaco.
Durante le pause fra un brano e l'altro, curiosamente, tutti gli indicatori fisiologici sono scesi al di sotto di quelli registrati prima che i partecipanti cominciassero l'esperimento.

Questo effetto si è verificato a prescindere dagli stili musicali o dalle preferenze dei soggetti, ma è risultato più marcato per i musicisti, che sono addestrati a sincronizzare il proprio respiro con le frasi musicali.
Secondo gli autori, l'ascolto passivo di musica induce diversi livelli di sollecitazione che dipendono dal tempo musicale dei brani, con i ritmi più lenti e le pause che inducono un maggior senso di calma.
Tale realtà potrebbe risultare utile nella prevenzione di malattie cardiache e colpi apoplettici.
Altri studi avevano già rivelato che la musica può ridurre lo stress, migliorare le prestazioni atletiche, facilitare i movimenti nei pazienti con disturbi neurologici e persino aumentare la produzione di latte da parte delle mucche.
07.10.2005
© 1999 - 2005 Le Scienze S.p.A
##########
E' interessante?

Alessandro D'Angelo
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 12-10-2005, 19.21.25   #2
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
ALESSANDRO DI QUESTA MUSICA TERAPIA NE' HO SENTITO PARLARE.SECONDO ME NON HA MOLTO EFETTO,UNA PERSONA NON PUO'RILASARSI CON UN BRANO DI VIVALDI.MA OGNUNO SCEGLIE LA MUSICA CHE GRADISCE. ALLORA SI CHE SI RILASSA.
iudichetta is offline  
Vecchio 12-10-2005, 19.27.53   #3
Salin
Ospite
 
L'avatar di Salin
 
Data registrazione: 11-10-2005
Messaggi: 35
Wink

Io saprò dirvi tra qualche mese, quando inizierà il corso di musicoterapia a cui mi sono iscritta.
Comunque chi ne ha frequentato uno afferma di averne trovato grande beneficio.
Salin is offline  
Vecchio 12-10-2005, 20.07.34   #4
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Ognuno ha la sua musica

Gentili amici,

ognuno ha la sua specifica musica come ha uno specifico DNA.
Per esempio a me mi facevano bene alcune musiche orientali.
Certamente per altri Mozart, per altri Vivaldi.
Certamente, sono curioso di sapere come la nostra collega di Forum potrà verificare di persona.
Poi, poichè sono un curioso, mi piacerà conoscere se queste musiche cambiano con il giro delle sfere celeste (pianeti) sul nostro io.

Cari saluti e a presto.

Alessandro D'Angelo7

alessandro.dangelo@fastwebnet. it
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 13-10-2005, 19.22.58   #5
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
ALESSANDRO NON CI CREDO CHE LA MUSICA FA' RILASSARE. SE IO ASCOLTEREI UN TIPO DI MUSICA, CHE LORO DICONO CHE TI FA' RILASSARE, SE NON MI PIACE, MI FA' SOLO INNERVOSIRE.
iudichetta is offline  
Vecchio 13-10-2005, 20.10.47   #6
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Cara amica,


tu scrivi giustamente:
<<... UN TIPO DI MUSICA, CHE LORO DICONO CHE TI FA' RILASSARE, SE NON MI PIACE, MI FA' SOLO INNERVOSIRE.>>.

Certo,
se lo "dicono loro...",

lo dobbiamo dire NOI, e noi soltanto. Questo vale per ogni

malattia.

Il miglior medico siamo noi stessi, specialmente quando conosciamo...

Saluti da
Ale
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 15-10-2005, 11.16.47   #7
dafne81x
Ospite
 
Data registrazione: 14-10-2005
Messaggi: 22
Citazione:
Messaggio originale inviato da iudichetta
ALESSANDRO NON CI CREDO CHE LA MUSICA FA' RILASSARE. SE IO ASCOLTEREI UN TIPO DI MUSICA, CHE LORO DICONO CHE TI FA' RILASSARE, SE NON MI PIACE, MI FA' SOLO INNERVOSIRE.

Ti fa innervosire perchè è imposta da altri, ma se riuscissi ad ascoltare senza pensare al fatto che è suggerita da altri magari potresti scoprire che il tuo cuore si allinea ai battiti della musica. E degli altri non te ne fregherebbe nulla. Dicendo invece "loro dicono ti fa rilassare" è come essere dipendente dagli altri, no?
dafne81x is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it