Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 02-09-2002, 01.22.47   #1
Cora
Ospite
 
L'avatar di Cora
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 9
Morte di un amico

Oggi ho saputo della morte di un amico, aveva 20 anni, e la causa è stato un incidente stradale.
E' sempre una cosa assurda venire a conoscenza di notizie simili, io non me ne rendo ancora conto che è successo davvero.
20 anni, vi rendete conto, una vita davanti e tanti progetti da costruire e portare a termine. E invece niente, tutto finito nell'arco di qualche minuto, il tempo di un lampo, e poi più niente.
A che è servito vivere per soli 20 anni?
Qual'è stato lo scopo?
E adesso?
E dopo?
Perchè avere tanti dubbi, tante incazzature col mondo, tante delusioni, tanta tristezza, tanta gioia, tanto impegno nel lavoro se poi è questa la fine?
Perchè?
Per cosa?
Per chi?
E alle persone che invece rimangono, cosa si può dire per alleviare questo immenso dolore?
C'è parola capace di lenire questa immensa sofferenza?
Cora is offline  
Vecchio 02-09-2002, 19.25.02   #2
serun
Ospite
 
Data registrazione: 28-07-2002
Messaggi: 5
No, Cora, non credo che esistano parole simili, ma credo che ogni vita serva a qualcosa, indipendentemente dalla sua durata e dalla sua conclusione e che ogni morte sia atroce in se.
Per chi, per cosa, ti domandi? non credo che nessuno possa risponderti, io non ci provo nemmeno. Posso solo provare a mandarti un saluto pieno di comprensione e solidarietà.
serun is offline  
Vecchio 02-09-2002, 19.57.54   #3
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
...Cora...

Avevo un cugino, una persona davvero speciale. Parlava molto poco, ma quando lo faceva diceva cose di grande spessore... anche nelle battute di spirito. Undici anni fa un incidente in moto lo ha portato via dai suoi affetti. Aveva 26 anni.
L'ho sognato poco tempo dopo la sua morte , un sogno dolcissimo in cui mi salutava e mi rassicurava che stava bene, e poi si allontanava da me.
Superato il periodo in cui il lutto è fresco e bruciante, mi sono resa conto di una cosa che può sembrare assurda: mi sono resa conto che la sua vita, nonostante la giovane età, era già arrivata ad un punto di conclusione. Aveva una saggezza innata, una serenità divertita ma distaccata. Quasi non sembrava appartenere a questa terra. Non so... forse pare assurdo che dica quello che sto per dire, ma a volte lo sento ancora vicino, con la sua risata tranquilla e il suo sguardo vivo e brillante.
Ti abbraccio con forza, Cora.
Ygramul is offline  
Vecchio 03-09-2002, 09.22.02   #4
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
carissima cora

la morte è un angelo che ci accompagna ogni giorno della nostra vita ... e nn sai quando decide di smettere di camminarti affianco e preferisce portarti via con se .... ecco perchè ... ecco perchè ogni giorno deve essere speciale, ecco perchè ogni momento vale la pena di essere vissuto .. e ancora ecco perchè tante lacrime tanto dolore tanta gioia e felicità e poi ancora tristezza nella nostra vita ... solo per arrivare preparati il più possibile al gran passo ... in qualsiasi maniera tu la veda ... se nn ci fosse niente allora davvero questa vita la dovremmo godere finchè possiamo ... e se qualcosa c'è allo stesso modo cerchiamo di amarci e rispettare la nostra natura!

Spero di aver risposto a qualche tua domanda ... per quanto riguarda cosa dire a chi ha perso un proprio caro ... ti posso solo dare un consiglio (per esperienza personale) ascolta e nn cercare parole da dire .. stai li e aspetta che il dolore diventi un bel ricordo della persona andata via ... ci vorrà molto molto tempo ... forse troppo ... ma nn c'è nessuna parola che possa sostituire una persona!

kri is offline  
Vecchio 04-09-2002, 00.01.12   #5
Cora
Ospite
 
L'avatar di Cora
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 9
Sinceramente grazie a tutti.
Oggi c'è stato il funerale, non sono nemmeno riuscita a dire la parola condoglianze, se aprivo bocca sarei scoppiata, per non parlare in che stato d'animo erano i genitori.
La vita ti da le cose belle con il contagocce e quelle brutte ti arrivano a secchiate ghiacciate.
Ancora grazie.
Cora is offline  
Vecchio 10-09-2002, 14.41.01   #6
Ombra
Ospite abituale
 
L'avatar di Ombra
 
Data registrazione: 09-09-2002
Messaggi: 78
Carissima Cora,
proprio poco fa parlavo con un collega del mio migliore amico che alcuni anni fa morì giovanissimo in un incidente con la moto.
Sono entrato in forum ed ho trovato il tuo messaggio...
Si prova rabbia, senso di ingiustizia, abbandono e tante ma tante altre sensazioni... il dolore vero è una ferita, il sangue sono le lacrime, prima o poi il sangue diventa crosta e le lacrime finiscono, ma la cicatrice rimane sempre. Si può non pensarci per molto tempo, ma poi basta una parola o una frase in un forum ed ecco che di nuovo il dito tocca la cicatrice. Per chi crede c'è la consolazione di sapere la persona amata nella Luce di Dio, per chi crede e per chi non crede c'è comunque una vita da vivere al meglio, anche per rispetto di chi non c'è più e che ci vorrebbe vedere sempre felici. Ti abbraccio con affetto.
Ombra is offline  
Vecchio 13-09-2002, 16.09.35   #7
neverforever
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 70
e che cosa dire ad una donna il cui marito a soli 36 anni, il febbraio scorso, si è tolto la vita, impiccandosi? e che cosa dire alla sua bambina di 8 anni? come guardarle negli occhi senza pensare che forse è anche un po' colpa mia se lui oggi non è + con loro? io, che per lui ero + importante di quanto potessi immaginare, anche solo x il fatto che mi vedeva come una sorta di ancora di salvezza. Senza chiedermi aiuto, nelle ultime settimane era a me che cercava di aggrapparsi disperatamente. L'ultima cosa che gli dissi fu "stai su, mi raccomando". Poi x 3 giorni non l'ho sentito, non mi ha + chiamata. Il 20 febbraio quello strano sms del suo collega "appena puoi chiamami". Mi sono preoccupata, il cell. di G. era sempre spento, strano... Ero sempre + preoccupata, allora decisi di chiamare l'ospedale del suo paese, forse era stato male, forse un collasso. "Lei è una parente?" "no" risposi. "no, non c'è nessuno qua di nome... ". Ero felicissima. Ho pensato "allora non sta male, forse è a casa ma non può rispondere x qualche motivo". E intanto pensavo "G., mi dispiace tanto di non averti voluto vedere nei giorni scorsi, non vedo l'ora di vederti e di abbracciarti, ovunque tu sia, a casa o in ospedale". Pochi minuti dopo sn riuscita a contattare il suo collega. "Cos'è successo?" gli ho chiesto. "Perché il suo cell. è spento?".

"E' morto."

Il tempo si è fermato in quell'istante. Il cuore batteva forte, sembrava tutto irreale.

"Come... è morto?" ho sibilato. "Cos'è successo?". Lui non sapeva come dirmelo. Poi ha detto piano "si è tolto la vita, si è impiccato".

Troppo tardi per chiedergli scusa, per riabbracciarlo, x dirgli qualsiasi cosa. Quanto male ha fatto a sé stesso!
Perché non ci siamo accorti di quanto stesse morendo dentro, lentamente, giorno dopo giorno? Perché?

Avete ragione, per quanto il tempo passi, per quanto riesca a pensare anche ad altro che non soltanto a lui ed ogni volta che vedo una bambina mi sembra di vedere la sua, per quanto il passare dei giorni allontani sempre + da me ciò che è successo, so che dentro di me rimarrà sempre una ferita che non si rimarginerà mai completamente.
neverforever is offline  
Vecchio 13-09-2002, 16.36.23   #8
Ombra
Ospite abituale
 
L'avatar di Ombra
 
Data registrazione: 09-09-2002
Messaggi: 78
Per neverforever

L'unica cosa che posso dirti è NON SENTIRTI IN COLPA.
Devi chiederti se gli volevi bene e presumo che la risposta sia "si", se hai cercato di aiutarlo e anche qui penso sia ancora "si", visto che ti considerava un'ancora di salvezza...
Per tre giorni non l'hai sentito, ma quante altre volte sarà capitato che non lo sentivi per qualche giorno?
Purtroppo quel tuo amico ha fatto un gesto disperato, lasciando dietro se un grande dolore... ora, oltre al dolore che provi, non aggiungere anche i sensi di colpa.
Un pensiero alla moglie e alla figlia che restano senza di lui, non credo ci siano parole che possano consolarli, se puoi stai vicina a loro. Spero che la tua ferita cicatrizzi presto.
Ombra is offline  
Vecchio 23-09-2002, 10.06.08   #9
Gigi
Ospite abituale
 
L'avatar di Gigi
 
Data registrazione: 11-04-2002
Messaggi: 91
A proposito di amici:
AUGURI LORE
oggi compiresti 36 anni.
Gigi is offline  
Vecchio 24-09-2002, 09.59.51   #10
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
In ritardo...(chiedo perdono)...ma a Lorenzo gli auguri li voglio fare anche io... ovunque tu sia dolce fanciullo...

per ricordarti....

La notte porta segnali d'amore
che vengono captati da chi come me
ha il cuore aperto!
Segnali fitti come tele di ragno che mi avvolgono.
Lascia che anche io mandi i miei impulsi
affinchè possa espugnare il tuo cuore
e renderlo parte di me!
Questo è il mio pensiero
limpido e chiaro
come il sentimento che ci lega
per la vita
Lorenzo L.


e non solo per la vita....
continuerai a vivere nel cuore di coloro che ti hanno voluto bene.

per GG: non avermene per la poesia..era sua, l'ha dedicata a me in uno dei peggiori momenti della sua vita, gli ho voluto bene anche io nonostante la situazione...
deirdre is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it