Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 16-10-2005, 16.57.13   #1
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
La comunicazione

Comunicare e' comprendere e essere compresi...



Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 16-10-2005, 17.38.07   #2
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
OGGI VIVIAMO UN UN MONDO FRENETICO DOVE OGNUNO BADA SOLO A Sè STESSO. ANCHE L'ESSERE UMANO HA BISOGNO DI COMUNICARE. SPESSO QUESTI VALORI SI PERDONO. ECCO PERCHE' SPESSE VOLTE SI CI RIFUGGIA NELLA DROGA,, OPPURE SI COMETTONO DELITTI. FORSE DOBBIAMO BADARE DI PIU' A CERTI VALORI.
iudichetta is offline  
Vecchio 16-10-2005, 18.29.11   #3
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Re: La comunicazione

Citazione:
Messaggio originale inviato da Vaniglia
Comunicare e' comprendere e essere compresi...



Vaniglia



la comunicazione avviene quando una persona vuole esprimere un idea, concetto, pensiero ad un altra persona .... non esiste la comunicazione con una sola persona .... si comunica solo quando ci sono due persone ...
essere compresi non è necessaario per la comunicazione ... indubbiamenete è necessario invece un ricevente che può comprendere o fraintendere....
bomber is offline  
Vecchio 16-10-2005, 18.35.42   #4
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Re: Re: La comunicazione

Messaggio originale inviato da bomber
la comunicazione avviene quando una persona vuole esprimere un idea, concetto, pensiero ad un altra persona .... non esiste la comunicazione con una sola persona .... si comunica solo quando ci sono due persone ...
essere compresi non è necessaario per la comunicazione ... indubbiamenete è necessario invece un ricevente che può comprendere o fraintendere....

Volevo modificare l'argomento, ma non sono riuscita a farlo nei 20 minuti disponibili...volevo riferirmi alla comunicazione virtuale...e hai colto nel segno...ai fraintendimenti che spesso si avvertono in questo tipo di comunicazione



Vani
Vaniglia is offline  
Vecchio 17-10-2005, 00.10.52   #5
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Re: Re: Re: La comunicazione

Citazione:
Messaggio originale inviato da Vaniglia
comunicazione virtuale...ai fraintendimenti

Importante è l'assenza di tono vocale dell'emittente.
Il tono di voce comunica molto le intenzioni (ironia, rabbia, presa in giro, simpatia eccetera) della comunicazione. Nella parola scritta questo tono non si sente.
Ma ciò nonostante, il lettore (ditemi se sbaglio), nel leggere mentalmente il testo non può fare a meno di associarvi un tono di voce. E questo tono di voce può essere un qualsiasi tono di voce, con quasliasi inflessione sentimentale. E ogni tono di voce è attribuito in modo soggettivo dal lettore. Nel tono di voce traspaiono le intenzioni (almeno quelle evidenti) dell'emittente. Il lettore quindi attribuisce soggetivamente delle intenzioni allo scrivente. Queste intenzioni non sono attribuite del tutto arbitrariamente, perchè alcune parole sono associabili più facilmente a certi contenuti affettivi, ad esempio un "ciao, come stai? Mi sei mancata molto" porta il lettore ad associarvi il tono che sarebbe adeguato a dette parole in un contesto dialogico. Ovviamente l'adeguatezza dipende dalle esperienze del soggetto. Ad esempio, a dette parole, una persona che frequenta osterie abitualmente, potrebbe associare scene vissute di vita mondana, educata, e magari ipocrita. Un'altro, più borghese, potrebbe riconoscervi amicizia eccetera.
Diversi tipi di tono di voce\sentimento attribuito provocano interpretazioni molto diverse e reazioni.

Ultima modifica di r.rubin : 17-10-2005 alle ore 00.13.16.
r.rubin is offline  
Vecchio 17-10-2005, 02.12.25   #6
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Re: Re: Re: La comunicazione

Citazione:
Messaggio originale inviato da Vaniglia
Messaggio originale inviato da bomber
la comunicazione avviene quando una persona vuole esprimere un idea, concetto, pensiero ad un altra persona .... non esiste la comunicazione con una sola persona .... si comunica solo quando ci sono due persone ...
essere compresi non è necessaario per la comunicazione ... indubbiamenete è necessario invece un ricevente che può comprendere o fraintendere....

Volevo modificare l'argomento, ma non sono riuscita a farlo nei 20 minuti disponibili...volevo riferirmi alla comunicazione virtuale...e hai colto nel segno...ai fraintendimenti che spesso si avvertono in questo tipo di comunicazione



Vani




ovviamente i fraintendimenti so maggiori perche si hanno delle vie di comprensione che sono ridotte ...infatti in un certo senso abbiamo solo la possibilità di comunicare tramite il verbale che nel nostro caso è solo la scrittura ....
bomber is offline  
Vecchio 17-10-2005, 13.13.10   #7
Chimera
Ospite abituale
 
L'avatar di Chimera
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 337
Per questo esistono le emoticon.

In occidente danno un senso di scarsa profesionalità, non puoi scrivere una lettera ufficiale con le emoticon.

In asia la cosa è differente.

Il gapponese a forme gramamticali e suffissi che danno un certo ordine al tono. Leggermente più comlessi del nostro.

Il cinese invece in forma scritta prevede proprio "idegrammi" che indicano l'intonaizone della frase. Non so se avvete mai notato i sottotitoli in cinese. Scrivono parecchio per dire poco.

Sacrificano velocità ed efficienza per avere un livello di comunicazione in più.

Questo accande nei registri di comunicazione generici mentre in cambito commerciale o militare la lingua diventa molto stringata.
Chimera is offline  
Vecchio 17-10-2005, 20.59.43   #8
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Chimera
Per questo esistono le emoticon.

In occidente danno un senso di scarsa profesionalità, non puoi scrivere una lettera ufficiale con le emoticon.

In asia la cosa è differente.

Il gapponese a forme gramamticali e suffissi che danno un certo ordine al tono. Leggermente più comlessi del nostro.

Il cinese invece in forma scritta prevede proprio "idegrammi" che indicano l'intonaizone della frase. Non so se avvete mai notato i sottotitoli in cinese. Scrivono parecchio per dire poco.

Sacrificano velocità ed efficienza per avere un livello di comunicazione in più.

Questo accande nei registri di comunicazione generici mentre in cambito commerciale o militare la lingua diventa molto stringata.






l'emocion supliscono solo in parte quello che uno vuol dire ... in effetti anche se sono teoricamente rappresentanti delle emozioni sono sempre cmq atti volontari per cui riferito alla comunicazione sono ritenuti come comunicazione verbale ...per cui volontaria quella involontaria invece è ridottissimaaaa.....
bomber is offline  
Vecchio 17-10-2005, 23.40.18   #9
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
è importante anche l'uso della punteggiatura

L'ispettore si lamenta con il maestro che la scolaresca non sa usare bene le virgole e i due punti e il maestro si giustifica dicendo :
"Ma io non credo proprio che abbiano una grande importanza!".

L'ispettore prende un gesso e scrive alla lavagna:
"Il maestro dice: l'ispettore e' un cretino!"

e il maestro confuso dice:
"No, io non volevo dire..." al che l'ispettore gli dice indicandogli la lavagna "Guardi adesso!" e il maestro legge :
"Il maestro, dice l'ispettore, e' un cretino!"

Bomber, cosa intendi per comunicazione invisibile?

Ecco trovo utile la scrittura per "comunicare": è un ripasso generale di grammatica, per tutti

Ultima modifica di tammy : 17-10-2005 alle ore 23.45.29.
tammy is offline  
Vecchio 18-10-2005, 08.42.15   #10
Chimera
Ospite abituale
 
L'avatar di Chimera
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 337
@Tammy:
Quella è semantica non intonazione.
Si può dire anche con altre parole, non è indispensabile la punteggiatura.
Il maestro diche che l'isteppore è un cretino.
Secondo il maestro l'ispettore è un cretino.


Ma l'ispettore lo sta dicendo in tono sarcastico? Accusatorio? Scherzoso? Minaccioso?

Con la punteggiatura non lo puoi rendere. La lingua cinese ha ideogrammi che indcano il tono, e questo può dirlo.

Lo si può scrivere nel caso d racconti in terza eprsona:
L'ispettore dice con tono accusatorio...
In prima persona no. Bisogna fare giri di parole o esplicare il proprio stato d'animo rendendolo palese nel contesto.

@bomber:
Sono più difficili da vedere ma segnali involontari ci sono anche nella scrittura... quella a mano.
Gli studiosi di calligrafia sono in grado di leggere questi segnali nella maggior parte dei casi.
Chimera is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it