Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 23-10-2005, 18.30.05   #1
A new brand day
Ospite
 
Data registrazione: 23-10-2005
Messaggi: 19
Il destino del SuperIo

Salve a tutti...

è il primo messaggio che scrivo in questo forum ( aparte quello di presentazioni!)...Ringrazio in anticipo tutti quelli che vorranno darmi il benvenuto!

Ho una domanda da fare...forse si tratta di una domanda destinata agli "addetti ai lavori"...ad ogni modo, mi interssa l'opinione di chiunque vorrà dirmi la sua!!!

Ecco il caso...
Una situazione di particolare disagio emotivo che ho vissuto quando ero piccolo, mi ha costretto a mettermi in mano ad "un principe del foro" (= SuperIo) costosissimo che mi ha promesso la vittoria della causa, a patto che io (= il bambino che è in tutti noi)facessi tutto quello che diceva lui...
Ebbene, questa causa è durata quasi una trentina d'anni...Alla fine non l'ho vinta (come lui ha detto che sarebbe successo)...in realtà, non l'ho neanche persa: si è prescritta (per la serie, chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato!)...
Oggi, non ho più i problemi che avevo quando assunsi questo avvocato: ovviamente non perché lui li abbia risolti...ma perchè sono riuscito a sopravvivere oltre la loro fine...
Il mio problema odierno è che devo recuperare tanto tempo ed affetto perso verso me stesso...
Io (= l'Io cosciente di Freud) sarei un po' diffidente verso questo avvocato che si propone di nuovo come aiuto...

E siamo alla domanda:
Secondo voi...Una volta che si è arrivati a sgamare l'inadeguatezza delle soluzioni imposte dal SuperIo, bisogna:
A) attaccare il SuperIo tout-court (per la serie, prendo a calci nel c*** il SuperIo)... e puntare alla sua smantellazione!
B) cercare di utilizzare lo spessore conquistato dall'Io per fornire al SuperIo nuovo materiale, più adatto alle condizioni attuali di vita (il qui ed ora, per intenderci) ...materiale che lui imporrà al sistema "IO", nell'esercizio della sua funzione...

in altri termini ed in sintesi...
È possibile vivere senza il SuperIo...è sano puntare alla sua eliminazione? (Freud diceva che è impossibile fare a meno di lui: è un male inevitabile!)

Attendo fiducioso il vostro contributo...
Renato
A new brand day is offline  
Vecchio 23-10-2005, 20.03.16   #2
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Re: Il destino del SuperIo

ciao renato, ben arrivato!

non so cosa intendi per "addetti ai lavori"....io non sono una psicologa nè tantomeno un avvocato,se ti riferisci a questo.

non mi trovi super ferrata sull'argomento e prima di intervenire in qualsiasi modo volevo chiederti qualche chiarimento.
non capisco bene se in qualche modo cerchi consiglio sul continuare o meno la causa legale...o se ne fai solo un discorso psicologico di io e super io.
mi è sembrato che in qualche modo tu proietti sul tuo ex avvocato la funzione del tuo super io (in genere freud la collega alla figura paterna, o quanto meno al nucleo familiare, non a un sistema giudiziario)e sinceramente non so se sia "corretto" (cioè, non fraintendermi,la nostra psiche va dove vuole, non so se si può parlare di scorrettezza, forse di squilibrio).

credo che il tuo post non sia del tutto chiaro, forse devi dare qualche elemento in più, o porre un problema alla volta. Anche perchè mi sembra di percepire che hai passato qualcosa di brutto, non vorrei trovarmi a sparare boiate su una situazione che magari brucia ancora.
un bacio
odissea is offline  
Vecchio 23-10-2005, 20.35.36   #3
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Re: Il destino del SuperIo

Citazione:
Messaggio originale inviato da A new brand day
Salve a tutti...

È possibile vivere senza il SuperIo...è sano puntare alla sua eliminazione? (Freud diceva che è impossibile fare a meno di lui: è un male inevitabile!)

Attendo fiducioso il vostro contributo...
Renato

Ciao Renato,

...il super io rappresenta il giudizio, la nostra parte genitoriale, i sensi di colpa....e affiora per bloccarti ma non lo puoi eliminare...puoi mantenere un equilibrio tra io e super io...questo e' sano...



Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 23-10-2005, 21.01.39   #4
A new brand day
Ospite
 
Data registrazione: 23-10-2005
Messaggi: 19
precisazione

Ciao Odissea,

anzitutto grazie per la tua "cautela"...
In effetti sì, sto passando un brutto periodo...per la precisione, ne sono "quasi sufficientemente fuori" (notare il "calibro" con cui misuro la mia situazione!)...in ogni caso, ne sono abbastanza fuori da non rischiare di essere ferito dalle "boiate" come le hai chiamate tu...Quindi, non avere paura, e spara pure...!

Per quanto riguarda la mia domanda...Forse ho usato una forma metaforica in modo troppo disinvolto...Chiedo scusa, e vedo di chiarire...
Non c'è nessuna "causa" e nessun "avvocato-principe del foro"...
Nella mia metafora:
- la "causa" è la condizione difficile, in cui mi sono trovato a crescere (la mia vita fino qualche anno fa!)
- l'"avvocato" è il mio SuperIo, che mi ha comandato per tutti questi anni, imponendomi un atteggiamento spiccatamente narcisista che ha depredato ogni energia nel mio animo e ha impedito al mio vero "io" di esprimersi...
...Dopo un lungo periodo di introspezione, sono riuscito a ricostruire la situazione passata nella mia infanzia e, per questa via, sono riuscito a capire che molte delle cose che sentivo di "dover fare" erano in realtà adeguate ad un periodo che io sentivo ancora come presente, ma che tuttavia era passato da un pezzo...
Fino al raggiungimento di questa consapevolezza, però, il mio SuperIo ha continuato ad impormi la necessità di compiere quei comportamenti...E avrebbe continuato all'infinito, se il mio "IO" non avesse recuperato dal subconscio la verità trascorsa e non l'avesse paragonata alla condizione attuale, scoprendo così che non era affatto vero che io "dovevo" fare certe cose!
Da qui la fine del poter del SuperIo...

Ora io non vorrei fare outing più di quanto non abbia in realtà appena fatto (involontariamente!)...Anche perchè parto dal presupposto che a voi ve ne può fregare fino ad un certo punto di tutto ciò!
Perdoonate quindi la digressione personale: mi serviva per riproporre la domanda in un contesto di maggiore chiarezza...E quindi:

Ora che non mi fido del più del mio SuperIo (in pratica: ogni volta che sento di "dover fare qualcosa", stacco la corrente, ovvero mi rifiuto di agire) non avverto più quel senso del dovere che fino ad ieri mi permetteva di organizzare il mio tempo, e mi dava sicurezza...
La domanda è dunque:

A) sostituire gli imperativi categorici del Super Io con nuovi e più attuali imperativi, ripristinando un sistema di vita già vissuto, che viene però così attualizzato al "qui e ora"...

B) Tentare il colpaccio e abbattere definitivamente il "SuperIo", provando così a "liberarmi" dal senso del dovere imposto e provando a trasferire l'esigenza di sicurezza nell'IO (che del resto è stato capace di ribellarsi al superIo e di sgamare le sua incompetenza = non attualità!)...Seguendo in qualche modo il trascendente di alcune filosofie orientali (la cosa, ci tengo a precisarlo, non mi affascina affatto!)

Spero di essere riuscito a chiarire la cosa...
...in caso contrario...chiedere pure!
A new brand day is offline  
Vecchio 23-10-2005, 21.24.52   #5
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
ma pensa te!

mamma mia, sono talmente abituata a sentire la sequenza minori - tribunale - causa - che vado avanti come un cavallo col paraocchi!
ho bisogno di una pausa e di uno strizza cervelli.

scusssssaaaaaa......

mi rileggo tutto con calma....mi bevo un bicchiere di rosso, fumo una cicca, e attacco il cervello al resto del corpo....che è meglio!

odissea is offline  
Vecchio 24-10-2005, 19.15.02   #6
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
ciao renato, come va?

da quanto mi risulta non puoi mirare alla soluzione numero due...come dice vaniglia.

sono indiscreta se ti chiedo in che senso il tuo super-io ti spingeva ad un atteggiamento narcisista?
come definisci un comportamento narcisista?

la mia è curiosità, se non ti va di rispondere....no problem.

odissea is offline  
Vecchio 25-10-2005, 04.12.11   #7
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Re: precisazione

Citazione:
Messaggio originale inviato da A new brand day
[...]in pratica: ogni volta che sento di "dover fare qualcosa", stacco la corrente, ovvero mi rifiuto di agire) non avverto più quel senso del dovere che fino ad ieri mi permetteva di organizzare il mio tempo, e mi dava sicurezza...
[...]

Stacca la corrente!
E lentamente la tua natura verrà tranquillamente a galla!
Non c'è alcun bisogno di forzare le cose:
l'organizzazione "studiata"
è agire con una testa pesante, una corazza che soffoca!

Se osserverai con calma.. verranno fuori tanti personaggi..
ognuno di questi è una possibilità.. solo scelte.. solo "esterno",
solo "maschere".. La serenità e la gioia sono la "pelle" più vicina al tuo Essere!

Nessuna Guerra!
Nessun vinto e nessun vincitore: solo giochi della mente infinita..
Dentro e dietro.. ci sei Tu!



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 25-10-2005, 11.51.39   #8
camelia
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-08-2004
Messaggi: 57
diciamo che forse non sono un'addetta...direi proprio di no...ma una ragazza con problematiche simili...il superIo come lo intendo io...è la mia parte genitoriale....
ho sempre avuto un metro di paragone altisimo...irraggiungibile.... ..anche io devo imparare a volermi bene......come fare...penso che ogni sconfitta non è altro il fatto che sono un essere umano......una meravigliosa creatura......liberarsi...cred o non sia possibile fino in fondo......ma tenerlo a bada con la personalità adulta si.......per adulto siintende colui che si rende consciente dei pregiudizi inculcati dalla famiglia.......la ricerca dell'Io......senza sensi di colpa.....l'amore di sè.........ti aiuterà....a distinguere.....la deformazione della realtà in cui a volte ci indirizza il superIO...l'esperienza potrà portare ad un equilibrio tra l'io e il superio tramite la consapevolezza......

io penso sia questo.....
ma bada...anche io .....ho tanti dubbi....... a volte mi perdo.....
camelia is offline  
Vecchio 25-10-2005, 11.53.04   #9
camelia
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-08-2004
Messaggi: 57
ASCOLTATI..................... ..E' IL MODO MIGLIORE PER CONOSCERTI...NELA TUA INTEREZZA......IL RESTO SPESSO VIENE DA SE'.............LE VOCI LE SENTI...LE SAPRAI RICONOSCERE.......
camelia is offline  
Vecchio 25-10-2005, 12.00.07   #10
A new brand day
Ospite
 
Data registrazione: 23-10-2005
Messaggi: 19
Grazie

Volevo ringraziare tutti quanti stanno intervenendo con il loro contributo...Ascolto, grato, il vostro punto di vista, la vostra esperienza...

Ora sono al lavoro e non posso trattenermi qui...Ma mi riprometto di intervenire presto rispondendo a chi ha chiesto e chiedendo a mia volta a chi ha esposto il suo pensiero...

Grazie ancora...
Renato
A new brand day is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it