Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 16-02-2006, 11.29.41   #1
QuietStorm
Ospite
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 11
Questa strana vita...delusioni famigliari

Ciao gente,

Ho bisogno di parlare, forse...boh...forse ho bisogno di stare zitto con me stesso...forse vorrei che nulla fosse mai esistito, ma allo stesso tempo so, che amo tutto ciò che ho, intorno a me...

Quando ero piccolo, ma giusto in tempo per cominciare a capire cosa mi succede intorno ho subito il divorzio dei miei...oggi...a distanza di 22 anni (non ho 22 anni) da quel giorno, mi rendo conto che mi porto dentro gli strascichi di quell'evento e che mi ha fatto più male di quello che credessi...
Mio padre è assente, in fondo è stato lui a dirmi che per lui potevo anche non esistere ed io da quel giorno ho cancellato la parola padre dalla mia mente.
Che padreè un padre che c'è ma non esiste?Non si preoccupa, non sostiene...che se ne frega?

Beh problema superato, tanto faccio da me...

Due anni fa ho incontrato la donna della mia vita, è fantastica, ha tutto quello che vorrei che avesse, stiamo davvero bene insieme, viviamo insieme e tra i quotidiani problemini sul lavoro o altro che abbiamo tutti la mia vita va avanti...

L'unica persona che però mi sto perdendo è mia madre; decisa a sostenere che la mia vita è sbagliata, decisa a vedermi come il ragazzino di 12 anni, decisa a dettare regole e non capire che ormai non le sento da parecchi anni...
La persona che vorrei che fosse felice per me, per le scelte che faccio, è l'unica persona negativa, l'unica persona che non vuole partecipare alla mia gioia di vivere.

Lei mi deve riempire di negatività, deve sempre lanciare frecciatine come per dire che ciò che mi ha insegnato non è servito a nulla...affermazioni senza fondamento alcuno visto che ho una vita regolare, sicuramente frenetica e piena ma cmq piena di valori e serenità...

Ho come la sensazione che mia madre ha visto il mio andare a vivere da solo come una sorta di "mancato rispetto" nei suoi confronti, non so come spiegare questa sensazione ma non capisco, perchè lei continua ad essere l'UNICA persona che non vuole partecipare alla mia positività, perchè deve cercare problemi li dove non ce ne sono e anche se ci fossero...sono quelli che abbiamo tutti, nel nostro quotidiano...

Mi sto perdendo anche mia madre, la cosa mi dispiace enormemente, ma forse è il corso della vita; forse sono destinato a non poter avere una vita famigliare normale...

Il mese scorso è nato ad un mio amico il primo figlio: lui vivie con la sua ragazza, non sono ancora sposati...e mia madre era felicissima per lui.

Perchè non può essere felice per me? Perchè devo sempre dividermi e non posso vivere una vita famigliare serena?

Ultima modifica di QuietStorm : 16-02-2006 alle ore 11.32.21.
QuietStorm is offline  
Vecchio 16-02-2006, 12.24.06   #2
QuietStorm
Ospite
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 11
Potrei avere, se vi va, qualche opinione, esperienza, parere?
QuietStorm is offline  
Vecchio 16-02-2006, 12.32.41   #3
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Talking ehi!

calma! l'hai appena postato dai tempo di leggere

Hai rassicurato tua madre sull'affetto che provi per Lei? Le hai detto tutte le cose che hai scritto, qui, a Lei?
Andando a vivere da solo è molto probabile che si sia sentita abbandonata per la seconda volta, dagli un pò di tempo, ma soprattutto parlale. E' importante la tua indipendenza, ma Lei ha solo visto un figlio che se ne andava e forse non era pronta nè a comprenderlo nè tantomeno ad accettarlo.

ciao!
tammy is offline  
Vecchio 16-02-2006, 13.02.01   #4
QuietStorm
Ospite
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 11
Si, hanno avuto anche parecchi scontri. Quando mia madre ha capito che andavo a vivere da solo, ha cominciato ad avere un atteggiamento negativo e distruttivo.

Un anno fa ci siamo chiariti, almeno credevo.

Tuttora non riesco a fare con lei un dialogo rilassante, spensierato. Deve sempre parlare e far notare come sono difficili le cose, come l'amore vero non esiste...ecc...ecc..ecc....dop o 20 minuti con lei mi viene voglia di tagliarmi le vene o buttarmi giù dalla finestra...
Un alone di negatività e frecciatine che la mia fidanzata ha giustamente deciso di non voler sopportare per cui loro due si ignorano.
Ma sarà così per sempre perchè a distanza di due anni mia madre non da il minimo accenno a voler che le cose cambino.
Spesso si rivolge a me in signolare quando è OVVIO che dovrebbe rivolgersi a noi inplurale come una coppia.

Tutte le persone intorno a me, si sono accorte di come sto bene...solo lei continua ad insistere sulle sue idee.
E' ovvio che nulla è rose e fiori ma è la vita...ed è così per tutti.

Manca una coerenza conquello che dice e fa: lei è andata a vivere a sola 19 anni e loda tutti quelli che fanno il passo presto e non condivide i trentenni a casa della mamma...è felice per il mio amico che ha un figlio e vive da solo...ma per me no...

Ok, condivido quello che dici ma siamo ad un livello pazzesco...due anni!!

Per me non esiete prendere un caffe con lei, fare 4 chiacchiere...perchè dopo 10 minuti porta i discorsi su frecciatine e negatività che mi viene voglia di non esserci mai andato.

Io le dico di stare bene e lei mi dice che non è vero, che devo vedere le cose dal suo punto di vista...e quando le chiedo un esempio, non me lo sa dare...
Trovo inoltre questo suo continuo disaccordo anche poco rispettuoso per la mia coppia in quanto noi ci amiamo e abbiamo una vita serena...e sinceramente non permetto a nessuno di rovinare un rapporto come il mio...

Lei diceva sempre che voleva solo il mio bene, e quando trovo il mio bene...che fa? ne resta fuori...
Oggi l'ennesima disussione...mia sorella ha fatto una bravata (una sciocchezza) e la reazione di mia madre? invece di mettersi a ridere:"eh, ma io la lascio fare, che mi frega, tanto ormai ho imparato nella mia vita che quello che dai non serve a niente, che poi tanto la gente fa come gli apre...ecc...ecc...ecc"

E' frustrante! Sta rovinando il nostro rapporto per niente...non so cosa fare....le ho provate tutte...
QuietStorm is offline  
Vecchio 16-02-2006, 13.28.08   #5
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Forse tua madre non riconosce nemmeno a sé stessa di avere nei tuoi confronti un istinto di protezione troppo forte e non si permette di "lasciarti andare".

E' capitato anche a una mia amica .. persona estremamente in gamba e per professione abituata a risolvere problemi gravissimi nei giovani; poi una volta alle prese con la figlia adolescente non sapeva più come comportarsi.
"Non capisco" mi diceva "hai presente la storia della sarta che indossa abiti scuciti?" si sentiva così.

Infatti quando si è coinvolti in un rapporto famigliare affettivo subentrano una serie di sentimenti a volte difficili da governare e da comprendere; il contrasto fra i propri principi di base (l'indipendenza come cosa sana e giusta) va a scontrarsi con un vissuto personale che viene proiettato sui propri cari.

La soluzione potrebbe essere la mediazione di un'altra persona della quale tua madre ha stima e fiducia, che l'aiuti a ragionare e a porsi nei tuoi confronti in maniera più equilibrata.

Come tu già sottilinei, i problemi nella vita esistono, ma rinunciare a vivere non è la soluzione; inoltre spesso l'ottimismo ha un effetto boomerang positivo.
cannella is offline  
Vecchio 16-02-2006, 13.35.55   #6
Melany
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 422
Intanto Ciao e benvenuto, dato che ho visto che ti sei appena iscritto.
Per quanto riguarda tua madre, secondo me, non devi solo aspettarti che lei capisca te, ma devi anche cercare tu di capire lei. Non ho esperienze di divorzi in famiglia, ho avuto solo qualche amica con i genitori divorziati. Devi comprendere che se tu sei traumatizzato dal divorzio dei tuoi, lei lo è ancora più di te ed è ovvio che adesso è piena di negatività su tutto ciò che ha a che fare con l'amore e con la famiglia.
Evidentemente anche lei credeva che fra lei e tuo padre fosse vero amore e invece è finito tutto e adesso, a mio avviso, magari ha ricollegato nella sua testa che se ha avuto dei momenti felici con lui era solo una sua illusione. Per questo ogni volta lei trova qualcosa di negativo nella tua storia, perchè secondo me lei si è messa in testa che è tutto solo un'apparenza di felicità e dietro c'è immancabilmente qualcosa di negativo. Non è più in grado di discernere tra la vera felicità e l'illusione della felicità e pensa che è tutto falso. Poi c'è il fatto che sei andato via di casa, sicuramente lei avrà sofferto più di quanto lascia intravedere, stanne pur certo.
Se poi sei andato via perchè hai trovato un nuovo amore, magari lei vedrà in questo amore la causa del tuo allontanamento e magari inconsciamente pensa che se tu e la tua donna vi lasciate magari torni da lei e lei non sarebbe più sola. Comunque sia, devi capire che lei è traumatizzata e il suo comportamento ha dietro un malessere interiore e sicuramente ci sono anche episodi negativi tra lei e tuo padre che tu nemmeno sai. Non mi sembra la strada giusta che la tua ragazza e lei si ignorino, così sarà solo peggio, lei si convincerà che la tua ragazza ti ha portato via da lei e la vedrà come una specie di rivale. Dovreste invece tutti e due cercare di farle capire che il suo ruolo di madre è unico e nessuno potra mai sostituirsi a lei e la tua ragazza non prenderà mai il suo posto.


Ultima modifica di Melany : 16-02-2006 alle ore 13.38.19.
Melany is offline  
Vecchio 16-02-2006, 13.37.41   #7
QuietStorm
Ospite
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 11
Grazie delle tue parole...

ma a lei l'ottimismo manca completamente. E' tutto nero.
L'amore non esiste, tutti sono persone finte e inaffidabili...

Per di più, sai come sarebbe bello che lei magari raccontasse ai parenti o amici:"eh si, ora abita da solo, ha un bel lavoro...una casa la centro..."

Abitiamo a 10 minuti di machina!!!!!!!

No...non si può, si deve dire solo il negativo, solo cose che chi non mi vede da molto, crede che faccio ci sa quale sbagli...
Non ho influenza sulle persone che lei stima, e fondamentalente credo, che lei non stimi più nessuno. Nemmeno suo marito. Sa tutto lei, sempre lei la omniscente, i pareri degli altri sono cose futili e la verità suprema ce l'ha solo lei...
Come si può ragionare con una persona così?

Basterebbe solo essere un pò più sereni e passare 15 minuti facendo 4 chiacchiere inutili e spensierate...
Invece no, non si può, io non posso avere una famiglia normale...e nemmeno se glilo chiedo perfavore, si, sono arrivato anche a questo...l'ho pregata di essere felice per me, nemmeno questo posso avere...

"ma perchè dovrei essere felice per te...tu non ti rendi conto..." e attacca le prediche e negatività...
Sta mattina mi sono incazzato, le ho fatto capire chiaro e tondo che lei è l'unica persona che vede sta negatività, l'unica che non è felice per quello che mi succede...

Mi ha attacato il telefono infaccia, dopo 5 minuti di silenzio...

Non credo di volerla richiamare...
QuietStorm is offline  
Vecchio 16-02-2006, 13.43.55   #8
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Eppure sarebbe il momento giusto per farlo: come te, si starà torturando con un sacco di domande.

Potresti ributtarle la palla: chiederle secondo lei cosa dovresti fare tu per essere felice.

Ascoltala davvero, senza ribattere, in modo che si sfoghi, o forse ti dirà. "Non lo so".

Potresti anche chiederle una soluzione perchè voi andiate d'accordo, può darsi che arrivi a capire, facendosi lei stessa delle domande.

Non mancare di dirle, se puoi, che le vuoi bene.
cannella is offline  
Vecchio 16-02-2006, 13.54.24   #9
percaso
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-01-2006
Messaggi: 41
madre

sono una madre come tante, credimi amiamo le nostre creature con una violenza che non ha confronti e non possiamo accettare l'idea di commettere errori nei loro confronti.
Invece sbagliamo spesso, e il dramma è che sbagliamo prorpio per eccesso di amore.
Posso garantirti che l'arte di essere madre non è stata ancora inventata!!!!
L'unico consiglio che sento di darti è quello di non condannare ma cercare di comprendere e di tenere sempre vivo il dialogo.
Non stancarti!!!!!
percaso is offline  
Vecchio 16-02-2006, 13.54.36   #10
QuietStorm
Ospite
 
Data registrazione: 16-02-2006
Messaggi: 11
Cara Melany,

hai detto una cosa come se la dicessi io:"Per questo ogni volta lei trova qualcosa di negativo nella tua storia, perchè secondo me lei si è messa in testa che è tutto solo un'apparenza di felicità e dietro c'è immancabilmente qualcosa di negativo. Non è più in grado di discernere tra la vera felicità e l'illusione della felicità e pensa che è tutto falso. "

Hai completamentre ragione, è esattamente questa la sensazione, anzi, è questo il fatto!

La mia donna ci ha provato ma sai, anche lei non ha condizioni famigliari delle migliori, è una persona che assorbe la negatività degli altri come una spugna e poi sta male...ed è ovvio, che dopo un pò, di continue frecciate e offese indirette (ma ben chiare) ha preferito non frequentarla.
Immagino che sta passando la voglia a me di vederla per quanto mi butta giù...

Io capisco tutto, so che per lei è stata dura ma posso pagare io le conseguenze? Perchè io non posso fare la mia vita serenamente e magari credere che il vero amore esiste?
Magari non è così, beh si, si sa no come vanno le cose...ma se non ci credi, come fai a viverlo a pieno?

La mia vita è stata molto turbata, ora ho trovato un equilibrio, sto bene, sono sereno...e voglio che così sia....

Come posso farel capire che va tutto bene?

Al momento, di fatti, vedo solo la rottura.
QuietStorm is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it