Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 10-03-2006, 10.41.31   #11
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
[quote]Messaggio originale inviato da Orsaminore

ciao orsaminore..perché non orsamaggiore?
ti vedi poco importante?

cmq..il senso della solitudine é un fatto cosmico secondo me che a livelli diversi di intensità ci fa soffrire tutti. Ciò che forse é importante per te adesso é che più che sola ti senti isolata dalle cose che ami fare,dalle persone che ami frequentare, dalle carezze prima del dono del tuo corpo, dall'unione esclusiva che dovrebbe esistere tra una donna ed il suo compagno.

Molte persone non capiscono bene che nel rapporto a due le due anime devono congiungersi. Non confondersi ma fondersi, e creare una nuova entità nella quale le due voci coesistono alla pari senza perdere i propri dettagli ma arricchendoli semmai reciprocamente.

Invece spesso uno dei due rimane ancorato col cordone omelicale alla famiglia di origine e così il nuovo nucleo non si forma e si vive male.

Adesso forse tu e lui dovreste allontanarvi da tutti e ritrovarvi, gli occhi negli occhi, le carezze per riscoprirvi e rassicurarvi a vicenda, ed in un secondo tempo, tra un mese, un anno..non so..rientrare nel mondo con maggiore sicurezza l'uno nell'altra.

Il motivo per cui tu stai male é che forse ti senti poco protetta da lui quando siete nella di lui famiglia,no? E questo perché non ti senti sicura della forza unificante del tuo rapporto con lui, altrimenti senza problemi porteresti tutto dentro di te e lo renderesti bello come sei tu interiormente.

La donna porta in sé, e trasforma in sé, e crea.

Anche l'uomo crea, ma non riesce sempre a portare in sé; la sua natura lo porta fuori di sé.

Quando tu sari maturata in te stessa ed il tuo rapporto con lui sarà più forte, più sicuro, allora tornerai nel mondo e te lo godrai.

Spero di non essere stata pesante e ti mando un saluto.
feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 10-03-2006, 10.43.02   #12
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
bellissima descrizione feng.
complimenti.
in effetti la "sento" così
turaz is offline  
Vecchio 10-03-2006, 11.05.31   #13
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
bellissima descrizione feng.
complimenti.
in effetti la "sento" così
---------------------

grazie turaz
feng qi is offline  
Vecchio 10-03-2006, 11.41.39   #14
Orsaminore
Ospite
 
Data registrazione: 21-02-2006
Messaggi: 34
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
Ti pongo una domanda:
tu sei così perchè sei cresciuta in una famiglia con questo tipo di "libertà" oppure è una "tua" visione della cosa libera da "influenze"?
amore incondizionato

ciao turaz, sì, la mia famiglia è così, ci vogliamo un sacco bene ma non ci "assilliamo" a vicenda
Orsaminore is offline  
Vecchio 10-03-2006, 11.47.58   #15
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
appunto... quindi tu come lui sei influenzata dall'ambiente in cui sei vissuta.
Pertanto da questo punto di vista siete "uguali".
ora dovete "creare" un'entità comune in cui "mixare" le due diverse "abitudini".
Ma non viverlo come un "peso".
perchè il vostro amore NON è il rapporto che ognuno di voi ha con i propri genitori.
AMORE= accettarsi totalmente.
tu sei sicura di "accettare totalmente" lui?
E cosa c'entra il suo rapporto con i suoi con il vostro AMORE?
Nulla...
turaz is offline  
Vecchio 10-03-2006, 11.52.42   #16
Orsaminore
Ospite
 
Data registrazione: 21-02-2006
Messaggi: 34
[quote]Messaggio originale inviato da feng qi
Citazione:
Messaggio originale inviato da Orsaminore

ciao orsaminore..perché non orsamaggiore?
ti vedi poco importante?

cmq..il senso della solitudine é un fatto cosmico secondo me che a livelli diversi di intensità ci fa soffrire tutti. Ciò che forse é importante per te adesso é che più che sola ti senti isolata dalle cose che ami fare,dalle persone che ami frequentare, dalle carezze prima del dono del tuo corpo, dall'unione esclusiva che dovrebbe esistere tra una donna ed il suo compagno.

Molte persone non capiscono bene che nel rapporto a due le due anime devono congiungersi. Non confondersi ma fondersi, e creare una nuova entità nella quale le due voci coesistono alla pari senza perdere i propri dettagli ma arricchendoli semmai reciprocamente.

Invece spesso uno dei due rimane ancorato col cordone omelicale alla famiglia di origine e così il nuovo nucleo non si forma e si vive male.

Adesso forse tu e lui dovreste allontanarvi da tutti e ritrovarvi, gli occhi negli occhi, le carezze per riscoprirvi e rassicurarvi a vicenda, ed in un secondo tempo, tra un mese, un anno..non so..rientrare nel mondo con maggiore sicurezza l'uno nell'altra.

Il motivo per cui tu stai male é che forse ti senti poco protetta da lui quando siete nella di lui famiglia,no? E questo perché non ti senti sicura della forza unificante del tuo rapporto con lui, altrimenti senza problemi porteresti tutto dentro di te e lo renderesti bello come sei tu interiormente.

La donna porta in sé, e trasforma in sé, e crea.

Anche l'uomo crea, ma non riesce sempre a portare in sé; la sua natura lo porta fuori di sé.

Quando tu sari maturata in te stessa ed il tuo rapporto con lui sarà più forte, più sicuro, allora tornerai nel mondo e te lo godrai.

Spero di non essere stata pesante e ti mando un saluto.
feng qi

Non sei stata affatto pesante, anzi, penso tu abbia espresso dei concetti in modo splendido

ho scelto orsaminore (orsa x il mio carattere solitario) perchè orsamaggiore mi sapeva di "presunzione" e non volevo apparire tale, sono un pò timida

quello che volevo capire era se lui mi capisse (scusa il gioco di parole); sì, mi sentivo sola in mezzo alla sua famiglia perchè sentivo anche lui distante e mi sentivo un'estranea;
ora mi dice che ha capito e che non insisterà più nel chiedermi di partecipare alle "riunioni familiari" (pranzi, etc).
spero sia vero.

spero ache che abbia capito che non c'è nulla di strano a richiedere "tempo" prima di fare certe cose, visto la normale (credo) diversità di "tempi di reazione" fra uomo e donna, soprattutto dopo tanto che si sta assieme, credo sia normale non avere la passione sconvolgente dei primi mesi.... o no? (e poi forse ho scoperto che ci sono anche cause legate all'uso di contraccettivi orali, quindi fisiche)

cmq dopo avere parlato e straparlato, mi sono liberata da un enorme peso e mi sento di nuovo vicina a lui.
speriamo che duri

grazie
Orsaminore is offline  
Vecchio 14-03-2006, 12.25.12   #17
Ostrica
Ospite
 
L'avatar di Ostrica
 
Data registrazione: 01-03-2006
Messaggi: 15
... il matrimonio

Io sono stata sposata .... ora non più ma la mia idea di matrimonio e di unione è racchiusa in questa poesia che io trovo splendida

Il Matrimonio
Voi siete nati insieme, e insieme starete per sempre.
Voi sarete insieme quando le bianche ali della morte disperderanno i vostri giorni.
Sì, insieme anche nella tacita memoria di Dio.
Ma vi siano spazi nella vostra unione,
e fate che i celesti venti danzino tra voi.

Amatevi reciprocamente, ma non fate dell'amore un laccio:
Lasciate piuttosto che vi sia un mare in moto
tra le sponde delle vostre anime.
Riempa ognuno la coppa dell'altro,
ma non bevete da una coppa sola.
Scambiatevi il pane,
ma non mangiate dalla stessa pagnotta.
Cantate e danzate e siate gioiosi insieme,
ma che ognuno di voi resti solo,
così come le corde di un liuto son sole benchè vibrino della stessa musica.

Datevi il cuore,
ma l'uno non sia in custodia dell'altro.
Poichè solo la mano della Vita può contenere entrambi i cuori.
E restate uniti, benchè non troppo vicini insieme,
poichè le colonne del tempio restano tra loro distanti,
e la quercia e il cipresso non crescono l'una all'ombra dell'altro.

Kahlil Gibran

Non è facile stare insieme, non è facile dividere e condividere, te lo auguro e infondo lo auguro anche a me stessa anche se ora non ho nessuno da poter amare in questo modo.


Sono concorde su ciò che ti hanno detto... guarda dentro te stessa e cerca la tua verità... quella solo tu la puoi conoscere.
Ostrica is offline  
Vecchio 14-03-2006, 16.12.50   #18
Orsaminore
Ospite
 
Data registrazione: 21-02-2006
Messaggi: 34
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
appunto... quindi tu come lui sei influenzata dall'ambiente in cui sei vissuta.
Pertanto da questo punto di vista siete "uguali".
ora dovete "creare" un'entità comune in cui "mixare" le due diverse "abitudini".
Ma non viverlo come un "peso".
perchè il vostro amore NON è il rapporto che ognuno di voi ha con i propri genitori.
AMORE= accettarsi totalmente.
tu sei sicura di "accettare totalmente" lui?
E cosa c'entra il suo rapporto con i suoi con il vostro AMORE?
Nulla...

è vero, ma il mio modo di vivere il rapporto con i miei però non è andato ad intaccare lui in prima persona.
Nel senso che se io sono cresciuta con il motto "vivi e lascia vivere" (un pò sintetico, ma è + o meno così), lui è sempre stato libero di non essere presente quando io volevo stare un pò con loro, senza dovere sentirsi dire "ma sforzati un pò, e perchè non vieni, e cosa devi fare"... cosa che invece è sempre successa a me e mi ha sempre infastidita.
Ho sempre insistito dicendogli che come io accetto il suo rapporto con la sua famiglia senza ridire, nel senso che è libero di frequentarli quanto gli pare (basta che non obblighi me a farlo!) mi sembra giusto lui accetti il mio modo di vedere le cose.
Il rapporto con la famiglia c'entra con il nostro amore quando con esso interferisce, come è successo troppe volte fino ad oggi. Io avrei voluto non c'entrasse nulla, ma è inevitabile...
Sembra che ora si sia aperto uno spiraglio, forse ha capito....
Orsaminore is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it