Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 20-04-2006, 06.47.04   #11
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Merci pour tes jolis mots..

Sempre così dolce Monica3
klee is offline  
Vecchio 20-04-2006, 09.02.40   #12
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Lavorando con malati dementi ho sviluppato un sistema per arrivare ad un contatto. Durante l'incontro di gruppo ho scelto foto di soggetti che giudico simbolici e significativi anche per gente minorata intellettualmente, come fra l'altro la CASA e la MADRE. E' impressionante la reazione emozionale e le fantasie che suscitano questi soggetti a quanto pare primordiali in ogni essere umano gia' dalla prima infanzia.
hava is offline  
Vecchio 21-04-2006, 00.03.48   #13
ellea
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 05-08-2005
Messaggi: 77
Io misuro me stessa sulle trasformazioni che compie la mia casa. Era la casa dei miei e avrebbe dovuto diventare la mia casa.Rischiavo di rimanere in eterno "figlia", custode del museo oppure dovevo cambiare i connotati a me e alla casa.

Venduti i mobili,buttato via oggetti, vestiti, libri,e tinto le pareti, tutto con grande fatica, tutto con grande lentezza...ma senza mai arretrare.Alla fase destruens è seguita quella difficile della costruzione, di cercare e trovare e definire uno stile.Lunghe pause di distrazione in cui la vita e i suoi impegni portano altrove sono seguite da improvvisi e frenetici momenti di ripresa, in cui i lavori in corso, da anni, riprendono e chissà se mai avranno fine.
ellea is offline  
Vecchio 21-04-2006, 00.18.10   #14
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Citazione:
Messaggio originale inviato da ellea
Io misuro me stessa sulle trasformazioni che compie la mia casa. Era la casa dei miei e avrebbe dovuto diventare la mia casa.Rischiavo di rimanere in eterno "figlia", custode del museo oppure dovevo cambiare i connotati a me e alla casa.

Venduti i mobili,buttato via oggetti, vestiti, libri,e tinto le pareti, tutto con grande fatica, tutto con grande lentezza...ma senza mai arretrare.Alla fase destruens è seguita quella difficile della costruzione, di cercare e trovare e definire uno stile.Lunghe pause di distrazione in cui la vita e i suoi impegni portano altrove sono seguite da improvvisi e frenetici momenti di ripresa, in cui i lavori in corso, da anni, riprendono e chissà se mai avranno fine.


Interessante questo parallelo fra la continuata costruzione di se stessi e quella della casa.
hava is offline  
Vecchio 21-04-2006, 20.15.49   #15
Adele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-05-2005
Messaggi: 72
ho un pessimo ricordo della casa nella quale ho trascorso i miei primi 26 anni. Ho desiderato per anni di scappare dalla realtà nella quale vivevo, e l'ho fatto con gioia. Sono andata via e ho ricostruito altrove la mia vita, vivo in un appartamento che adoro, che sento mio e conduco una vita molto più tranquilla e gratificante. Della mia vecchia casa mi sono completamente disinteressata,i miei l'hanno venduta ma, fosse stato per me, sarebbe potuta bruciare. Eppure nei miei sogni quella casa c'è sempre, ci sono io, talvolta nel mio attuale presente, che mi giro per quelle stanze e agisco come se vivessi ancora lì. In quei casi realizzo che quella casa, dal punto di vista onirico, rappresenta me stessa e tutto il mio cammino di vita, dalle esperienze negative, dalle quali sono dolorosamente sfuggita a quelle attuali, con alti e bassi.
Adele is offline  
Vecchio 21-04-2006, 20.57.17   #16
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Citazione:
Messaggio originale inviato da Adele
......
Eppure nei miei sogni quella casa c'è sempre, ci sono io, talvolta nel mio attuale presente, che mi giro per quelle stanze e agisco come se vivessi ancora lì. In quei casi realizzo che quella casa, dal punto di vista onirico, rappresenta me stessa e tutto il mio cammino di vita, dalle esperienze negative, dalle quali sono dolorosamente sfuggita a quelle attuali, con alti e bassi.

Anche a me, sai, capita spesso di sognare la casa dove ho vissuto con la mia famiglia d'origine?

So, come ha detto Adele, che quella casa rappresenta ancora un punto di riferimento della mia vita attuale, segnalandomi i momenti meno buoni, nei quali nn sono contenta di me stessa, e quelli in cui sono più soddisfatta.
Ciao!
Patri15 is offline  
Vecchio 22-04-2006, 01.42.55   #17
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
Casa dolce casa , per piccina che tu sia ti voglio tutta mia.....

Molto interessante avervi letto , mi unisco perció a dire anche la mia. Una casa vecchia o nuova é lo "status simbol" per antonomasia , parla di noi , all'attento osservatore spiega chi siamo , come siamo , il nostro modo di vivere , limiti , pregi e difetti. Da incostante che sono ho avuto molte case , molti cambiamenti , mi sono sbizzarito negli aspetti ma rispettando sempre gli stili , o il classico , o il classico rustica , mai il moderno , troppo freddo , litigate da morire con la moglie , ma ho un estro riconosciuto e negli ultimi venti anni la casa vacanze , ben 7 , me le sono sventrate e rifatte diversamente tutte le volte. I particolari sono importantissimi , il piatto , il sofá , il quadro, il letto , insomma vi auguro di godervi la vostra casa , anche solo una stanza puó suscitare l'invidia dei vostri amici , curate il buon gusto , ma il vostro gusto , non ascoltate consigli da nessuno , sará la vostra casa solo ascoltando il vostro sentimento , esattamente quello che vi trasmette un quadro , una poltrona , un bicchiere , mai andare per acqusti con amici o parenti , la casa per amarla deve essere come un parto , gestita e completata con calma , in casa nostra , é vero! , siamo tutti sovrani. P.S. i miei cambi sono stati dovuti non a capricci , ma a lucrose vendite , i soldi sono irresistibili.........

Ultima modifica di svirgola : 22-04-2006 alle ore 01.44.35.
svirgola is offline  
Vecchio 23-04-2006, 08.08.20   #18
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da ellea
Io misuro me stessa sulle trasformazioni che compie la mia casa.

Idem! Da sempre lavoro sul significato delle mie trasformazioni interiori con quelle che sembrano essere superficiali riguardo alla casa.. Secondo me le due cose sono strettamente legate,
leggere l'una è comprendere l'altra!
Così il disordine ha una propria necessità di vita all'interno nella mente, ugualmente l'ordine più austero, parimenti una situazione di buon compromesso tra i due..!
I colori, le forme, la disposizione, ogni cosa ha un suo significato simbolico che trova in noi la sua necessità di vita! Tutto avviene in gran lunga a livello inconscio ma con un buon esercizio d'ascolto può venire ad essere incontro conscio del nostro stato mentale-emozionale di quel momento della nostra vita nteriore dove la casa riveste appieno il simbolo-significato di noi stessi con noi stessi e verso gli altri!

Tant'è che tentare un ordine "imposto" alla casa non facilita la trasformazione all'interno di noi perché va verso una costrizione che è lontana da una crescita mirata all'ascolto profondo delle nostre esigenze più profonde.. Così l'"ordine" esteriore è strettamente in rapporto col nostro "ordine"interno!
Ogni simbolo abbracciato, amato, scelto o mantenuto al di fuori ha il suo corrispettivo all'interno del nostro essere, della nostra mente.. !

Anche il modo in cui svolgiamo un'azione all'interno della nostra casa dice veramente molto su chi più profondamente siamo in quel momento..!

Ed anche quelle "scelte" che sembrano "utili, necessarie e scontate" non sono che percorsi ben ragionati ad un livello più inconscio del nostro essere!!



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 24-04-2006, 12.38.18   #19
Rosario
Ospite
 
Data registrazione: 20-04-2006
Messaggi: 3
Non c' e' niente che renda un bambino piu' felice dell' amore che sente tra i suoi genitori.
Oggi,ho una moglie che mi adora.Il bambino ,Romano di 8 anni,non e' nato da me.Il padre spari' nel nulla appena seppe che stava arrivando.
Romano mi adora.Gli brillano gli occhi.Per lui sono il padre migliore del mondo.
Io ringrazio la vita.Perche' dopo aver sofferto da bambino in silenzio per le liti dei miei genitori nella loro bella casa,dopo 35 anni mi sono finalmente ritrovato una casa tutta mia:
l'amore,il nostro amore.
Romano e' felice di vederci in armonia.Se raramente capita di essere un po' nervosi,ci chiede se stiamo litigando.Lo rassicuriamo subito e torniamo piu' calmi.
Adesso sta arrivando Laura(a Giugno/Luglio).
La accoglieremo nella nostra casa con tanto amore .
Rosario is offline  
Vecchio 24-04-2006, 12.48.22   #20
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Il simbolo è ciò che unisce; la casa è ciò che unisce il nucleo familiare.. il connettivo della famiglia...

Ultima modifica di sisrahtac : 24-04-2006 alle ore 12.53.40.
sisrahtac is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it