Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 15-05-2006, 16.02.31   #11
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob

Tu riesci a controllarti? Sei così sicura di riuscire a farlo?

Pensaci bene.

Riusciresti a resistere per esempio, trovando un portafoglio con un migliaiao di euro, e restituirlo al proprietario?

Oppure Resistere dall'andare con un bellissimo ragazzo (se sei donna) che ti ha inesorabilmente sedotto e affascinato nonostante questo sia un pregiudicato, che sta organizzando un altro delle sue rapine che potrebbero compromettere anche te?

Oppure semplicemente resistere alla tentazione di mangiare quel bellissimo vassoio di cannoli pieni di crema che ti ha portato la nonna, nonostante ti sei proposta di rimanere a dieta?

Riusciresti a resistere alla tremenda tentazione della curiosita? (riguardo qualsiasi cosa)

Oppure durante uno spettacolo, un Discorso importante di fronte ad un pubblico o qualsiasi altra cosa, riusciresti a dominare la tua paura? A controlarla per non farti Tradire?

Di fronte ad un serpente il cui morso è fatale riusciresti a rimanere immobile e controllare la tua paura, oppure scapperesti rischiando la morte?

Si potrebbero fare altre centinaia di migliaia di esempi.
E in qualcuno di questi prima o poi, riscontrerai le tue debolezze.

Le emozioni tradiscono la ragione. La ragione tradisce le emozioni. Entrambi sono in conflitto, e la società in cui viviamo enfatizza questa battaglia eterna.

Inoltre L'uomo cambia. Fra uno, due o dieci anni farai cose che oggi non avresti nemmeno immaginato di fare.
Magari cose che oggi ti fanno ribrezzo, cose che odi, che non faresti mai. (oppure il contrario).

In conclusione NON hai l'effettivo controllo del tuo corpo.
Si, lo gestisci, e a volte sembra che esso risponda bene ai tuoi ordini, ma in realtà non sempre è così.

Se non vi è controllo non vi è sicurezza, senza sicurezza non vi è fiducia.

Inoltre il mondo è dominato dal caso, che inevitabilmente e la forma più violenta di NON controllo.

Il sistema è fuori controllo. A volte possiamo intuirne lo scopo, possiamo indirizzare meglio le nostre azioni, ma ricordiamo dentro di noi sempre una cosa: Potrebbe non andare come avevamo previsto nonostante tutto. Ed è proprio questo che ci dinstingue da Dio; la possibilità di fallire.


Fidatevi nella vostra vita. E ricordate che nonostante state sbagliando, farete una buona azione sia per voi che per l'altro.

Non capisco perchè dovrei controllarmi.... specie il tuo primo esempio.... trovare un portafogli, xkè dovrei fare la cosa giusta??
Il mio controllo potrebbe indurmi a fare l'inverso.......
e sì, tra 10 anni potre ritrovarmi a fare cose che odio o ke oggi mi fanno specie, ma sempre xkè io ho seguito un percorso che IO ancora, IO ho scelto di percorrere.... ed son sempre IO a commere quelle azioni che prima potevano infastidirmi....
Per mia scelta!
Quello del "caso" credo sia un discorso a parte....
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 15-05-2006, 16.31.17   #12
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Re: Re: Re: Chi si fida di se stesso può anche fidarsi degli altri

Citazione:
Messaggio originale inviato da Darkina
Ops, io sono in quel modo...ma non penso di essere cinica nè di comportarmi in quel modo con il prossimo. E' che c'ho battuto la testa diverse volte arrivando, purtroppo ma mi dispiace dirlo, che la cattiveria del prossimo è incommensurabile. C'è un modo per fidarsi di più?

e la tua?
se vi è si intende non lo è?
turaz is offline  
Vecchio 15-05-2006, 22.02.09   #13
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Penso Klee che tu abbia senza ombra di dubbio centrato il bersaglio!

Sono assolutamente d'accordo: "Sono persone cui, in un modo o nell’altro, è mancata un’atmosfera d’amore." e come scrive Catharsis "chi ha poca fiducia in sé difficilmente lo ammetterà perché appunto non lo ammette a se stesso"



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 16-05-2006, 10.27.46   #14
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Il non controllo del proprio corpo si traduce in un unica frase:

Sapere che si sta facendo l'azione sbagliata, ma non riuscire ad impedirsi di farla.

Sapere che l'azione è dubbia, e non optare per la soluzione migliore.

Ecco come ci freghiamo da soli, e perchè non possiamo fidarci di noi stessi.


Inutile negare. Chiunque di noi nel passato ha fatto un azione che riteneva sbagliata, ma spinto dalle emozioni ( o al contrario dalla ragione) l'ha effettuata comunque a volte subendone pesanti risultati.


Il bello della vita è anche questo: Fregarsi da soli e rimarcare sui propri errori, per imparare, e accquisire esperienza.
alessiob is offline  
Vecchio 16-05-2006, 11.00.07   #15
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
per alessio.

in linea generale sono d'accordo con te, ma la vita non è così lineare.....o almeno la mia, ma ho il sospetto che valga un po' per tutti.

Quando la ragione e "l'etica" ti dicono una cosa e i tuoi sentimenti un'altra?
Quando fai la cosa più giusta (qualunque essa sia) e invece che venirne premiato, rimani fregato per qualche motivo?
La vita non è giusta (che frase banale): non è detto che a una buona condotta segua un premio, ed a una cattiva condotta ne seguano pesanti conseguenze.
A volte va così, ma a volte no: "i cattivi"non sempre pagano; a volte i "buoni" pagano per loro.

Oddio sta a vedere che sono cinica pure io?

Per Darkina:
Non so che dirti....se non che a volte nel prossimo la cattiveria è incommensurabile; a volte nel prossimo c'è una disponibilità, un affetto, una bontà altrettanto incommensurabile.

Si vive male pensandola come la pensi tu, molto male, è una sofferenza.
Se posso permettermi un consiglio, forse inopportuno perchè non ti conosco, cerca di essere meno intransigente verso te stessa e verso gli altri: è concesso sbagliare, su questo mondo.
E' concesso anche perdonare, ed essere perdonati.....se il rapporto di amicizia ne vale la pena.
odissea is offline  
Vecchio 16-05-2006, 15.39.49   #16
Darkina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-05-2005
Messaggi: 110
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
Per Darkina:
Non so che dirti....se non che a volte nel prossimo la cattiveria è incommensurabile; a volte nel prossimo c'è una disponibilità, un affetto, una bontà altrettanto incommensurabile.

Si vive male pensandola come la pensi tu, molto male, è una sofferenza.
Se posso permettermi un consiglio, forse inopportuno perchè non ti conosco, cerca di essere meno intransigente verso te stessa e verso gli altri: è concesso sbagliare, su questo mondo.
E' concesso anche perdonare, ed essere perdonati.....se il rapporto di amicizia ne vale la pena.

Certo, io sono sempre la prima a perdonare...ma non ho mai ricevuto perdono da parte degli altri, neanche se l'amicizia era abbastanza solida e duratura.
E' proprio questo il problema: ho sbagliato tante volte, ci sono caduta troppe volte, mi sono fidata troppo degli altri...e qual è il risultato? Amicizie che duravano dall'infanzia finite, ragazzi che se ne sono andati tutte le volte che cominciavo a provare sentimenti per loro...
Vivere così non è una sofferenza...anzi è il modo migliore per non incappare in altri guai, per non farsi prendere in giro e per non farsi mettere i piedi in testa..
Darkina is offline  
Vecchio 16-05-2006, 18.36.22   #17
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob
Il non controllo del proprio corpo si traduce in un unica frase:

Sapere che si sta facendo l'azione sbagliata, ma non riuscire ad impedirsi di farla.

Sapere che l'azione è dubbia, e non optare per la soluzione migliore.

Mal'azione giusta per chi?
Se compio un'azione la compio perchè la reputo il meglio per me!!!
Perchè così mi fa comodo.....

Non sono per niente d'accordo con ciò che dici, lo trovo assurdo... ma ognuno ha la sua opinione....
In ogni caso ragionaci un attimo, faccio un esempio banalissimo, ok?
Mi viene detto da una persona a me cara di non fare una cosa, io compio quell'azione perchè ho scelto a prescindere da tutto così, e l'ho compiuta per MIA SCELTA, dopo no di certo mi sentirò in colpa perchè sarò sempre consapevole della mia scelta....
Perchè durante la vita si impara a mettere tutto su di una bilancia... su un piatto la posta in gioco, le conseguenze di quell'azione... e sull'altro il piacere che se ne ricava...
Se il piacere scende e quindi pesa di più delle conseguenze IO opto per COMPIERE QUELL'AZIONE CHE REPUTO MIGLIORE PER ME.... Per tanto ho avuto controllo!

Tu non credi sia così???
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 16-05-2006, 20.26.47   #18
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
MocassinoH2O scrive:"Mal'azione giusta per chi?
Se compio un'azione la compio perchè la reputo il meglio per me!!!
Perchè così mi fa comodo.....

Non sono per niente d'accordo con ciò che dici, lo trovo assurdo... ma ognuno ha la sua opinione....
In ogni caso ragionaci un attimo, faccio un esempio banalissimo, ok?
Mi viene detto da una persona a me cara di non fare una cosa, io compio quell'azione perchè ho scelto a prescindere da tutto così, e l'ho compiuta per MIA SCELTA, dopo no di certo mi sentirò in colpa perchè sarò sempre consapevole della mia scelta....
Perchè durante la vita si impara a mettere tutto su di una bilancia... su un piatto la posta in gioco, le conseguenze di quell'azione... e sull'altro il piacere che se ne ricava...
Se il piacere scende e quindi pesa di più delle conseguenze IO opto per COMPIERE QUELL'AZIONE CHE REPUTO MIGLIORE PER ME.... Per tanto ho avuto controllo!

Tu non credi sia così???"


Ok, credo che intavoleremo una piacevole discussione riguardante La fiducia come concetto generico e come concetto relativo a se e agli altri.

Forse alla fine di queste discussioni entrambi ne avremo ricavato qualcosa, oppure non saranno servite a nulla

analizziamo la tua prima affermazione: "Se compio un'azione la compio perchè la reputo il meglio per me!!!"

Dunque tu scegli sempre la soluzione che reputi il meglio per te. Quindi se in montagna incontri una vipera velenosa che ti scivola lungo il braccio rimarrai immobile aspettando che se ne vada perchè sai che non ti morderà dato che resterai ferma.....Peccato che la tua paura ti fa decidere invece di saltare in aria per lo spavento e scappare il più lontano possibile, mettendo a serio rischio la tua vita.

Supponedno che tu sia scappata (cosa assolutamente possibile) In questo caso hai scelto la soluzione migliore?
Io non credo proprio. Credo anzi che tu abbia scelto la peggiore, ma non perchè sei stupida o altro, semplicemente perchè non hai avuto il controllo di te stessa. Non hai controllato le tue emozioni.

Altro esempio: Finalmente dopo anni che cerchi di sedurre un ragazzo di cui ti sei perdutamente innamorata lui accetta il tuo invito di passare una notte assieme a te.
Andate in un campo, con una coperta e li inevitabilmente l'istinto sessuale prende il sopravvento. Però lui ti avverte di non avere il preservativo, e nemmeno tu lo possiedi.
Domani mattina lui partirà in vacanza per un mese....
Devi scegliere se rinunciare o farlo comunque rischiando.

Non ti conosco personalmente, ma credo che tu sceglieresti di rischiare, e comunque questo è irrilevante poichè molti sceglierebbero di rischiare e questo basta affinchè l'esempio sia valido.

Dopo quattro mesi scopri di avere un figlio che ne tu ne lui volevate e abortisci.

Ecco un altro esempio di non controllo. Magari ti eri sempre proposta di non commerrete cavolate di questo genere ma è accaduto e non ti sei potuta fidare di te stessa.
Questa è la scelta migliore? L'aborto? Non credo. Credo invece che sia stata l'emozione a ingannarti.

Aspetto i tuoi commenti prima di continuare. (anche i commenti di chiunque voglia intevenire.
alessiob is offline  
Vecchio 16-05-2006, 20.35.08   #19
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Dio.. che esempi!!!
Ho trovato qualcuno che mi batte!!

Ehm.. hai preso ispirazione da Beautiful???



Gyta

Ultima modifica di gyta : 16-05-2006 alle ore 20.39.57.
gyta is offline  
Vecchio 16-05-2006, 20.46.05   #20
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob



Ok, credo che intavoleremo una piacevole discussione riguardante La fiducia come concetto generico e come concetto relativo a se e agli altri.

Forse alla fine di queste discussioni entrambi ne avremo ricavato qualcosa, oppure non saranno servite a nulla

analizziamo la tua prima affermazione: "Se compio un'azione la compio perchè la reputo il meglio per me!!!"

Dunque tu scegli sempre la soluzione che reputi il meglio per te. Quindi se in montagna incontri una vipera velenosa che ti scivola lungo il braccio rimarrai immobile aspettando che se ne vada perchè sai che non ti morderà dato che resterai ferma.....Peccato che la tua paura ti fa decidere invece di saltare in aria per lo spavento e scappare il più lontano possibile, mettendo a serio rischio la tua vita.

Supponedno che tu sia scappata (cosa assolutamente possibile) In questo caso hai scelto la soluzione migliore?
Io non credo proprio. Credo anzi che tu abbia scelto la peggiore, ma non perchè sei stupida o altro, semplicemente perchè non hai avuto il controllo di te stessa. Non hai controllato le tue emozioni.

Altro esempio: Finalmente dopo anni che cerchi di sedurre un ragazzo di cui ti sei perdutamente innamorata lui accetta il tuo invito di passare una notte assieme a te.
Andate in un campo, con una coperta e li inevitabilmente l'istinto sessuale prende il sopravvento. Però lui ti avverte di non avere il preservativo, e nemmeno tu lo possiedi.
Domani mattina lui partirà in vacanza per un mese....
Devi scegliere se rinunciare o farlo comunque rischiando.

Non ti conosco personalmente, ma credo che tu sceglieresti di rischiare, e comunque questo è irrilevante poichè molti sceglierebbero di rischiare e questo basta affinchè l'esempio sia valido.

Dopo quattro mesi scopri di avere un figlio che ne tu ne lui volevate e abortisci.

Ecco un altro esempio di non controllo. Magari ti eri sempre proposta di non commerrete cavolate di questo genere ma è accaduto e non ti sei potuta fidare di te stessa.
Questa è la scelta migliore? L'aborto? Non credo. Credo invece che sia stata l'emozione a ingannarti.

Aspetto i tuoi commenti prima di continuare. (anche i commenti di chiunque voglia intevenire.

I tuoi esempi sono FABULOSI!!!
Non vorrei sfatare un mito, quello del rischiare e magari farlo senza precauzioni, ma a me è capitata una situazione così, naturalmente in circostanze diverse e ho rifiutato... e alla fine si è optato per il sesso orale, mmmh... x l'esempio di una vipera.... qsto è più calzante anke se improbabile... credo ke il meglio per me non sarebbe nè di rimanere immonile nè di scappare ma stringerla per la testa e scaraventarla lontano, i serpenti come anke i coccodrilli hanno una legatura mandibola/mascella molto debole quindi nn risulterebbe difficile... credo ke riuscirei a farlo...
Forse è la presunzione che mi fa parlare xò....
in fin fine... ciò che voglio dirti è che ci sono sempre e dico SEMPRE altre alternative.... che molti a volte "presi dalla foga" (quindi dall'emozioni) nn riusciamo a vedere....
Ma ci sono..... ed io son certa che ogni essere umano in un modo o in un'altro PUO' trovare un equilibrio tra le due sfere (emotiva e razionale) ed esser padrone delle sue azioni optando per quella migliore per se!

eh eh... ed ora cosa mi dici?!?!

Ultima modifica di MocassinoH2O : 16-05-2006 alle ore 20.47.22.
MocassinoH2O is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it