Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 16-05-2006, 16.55.09   #21
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: Re: Re: dolore è piacere?

Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
teorie trite e ritrite, nella realtà, frequentando gente che pratica bondage, nava shibari ecc.. ho compreso che dipende dal fattore sudditanza psicologica, esser comandati da una persona che ci attrae e ci obbliga a fare ciò che desidera, la punizione in sé....sono qualcosa di particolarmente coinvolgente, ma è un gioco...ripeto, se sfocia in violenza gratuita allora è da classificarsi come patologia del comportamento e va curata ma esiste una netta e chiara differenza tra questi due "modi". Non facciamo di tutta l'erba un fascio ed in special modo prima di dare definizioni in stile CSI proviamo a parlarne con chi queste pratiche conosce.

In realtà, deirdre, io credo che il vero enigna del masochismo sia fuori dai giochi codificati. Sia nelle relazioni sado-maoschiste "vere" e credo che la lettura di monica sia, in molti casi, vera.
Prendi il classico marito che picchia la moglie. Ora, in una relazione "sana", la prima volta che succede (non parlo di un mezzo ceffone in un momento di rabbia, parlo di botte!) lei se ne va punto e basta. Ma quante sono le donne che il quella situazione ci rimangono? E che se poi riescono ad andarsene se ne trovano uno uguale? Perchè? Cosa c'è sotto questa coazione a ripetere? Non è un discorso semplice e credo non sia il discorso che voleva fare mocassino, quindi non sono entrata nel merito dell'atteggiamento psicologico della vittima (consapevole o inconsapevole). Ma c'è. Anche nel gioco, c'è qualcosa che spinge ad uno ruolo ivece che all'altro. E qualcosa che spinge al gioco stesso. Certo, è coinvolgente! Ma non per tutti.
Ora, in quel campo non ho esperienze dirette e nemmeno indirette, quindi non pretendo di dare letture. Ma penso che si potrebbe fare.
Lo so, non è un intervento chiaro ... magari ci torno...

Fragola is offline  
Vecchio 16-05-2006, 18.25.56   #22
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Sì, infatti Fragola non volevo incanalare la discussione in quel discorso lì... ma.... da cosa nasce cosa.... quindi.......... tranquilla!!!

Grazie Monica 3 per il tuo intervento.... ci speravo in un tuo parere nella discussione!

Poi.........

Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
teorie trite e ritrite, nella realtà, frequentando gente che pratica bondage, nava shibari ecc.. ho compreso che dipende dal fattore sudditanza psicologica, esser comandati da una persona che ci attrae e ci obbliga a fare ciò che desidera, la punizione in sé....sono qualcosa di particolarmente coinvolgente, ma è un gioco...ripeto, se sfocia in violenza gratuita allora è da classificarsi come patologia del comportamento e va curata ma esiste una netta e chiara differenza tra questi due "modi". Non facciamo di tutta l'erba un fascio ed in special modo prima di dare definizioni in stile CSI proviamo a parlarne con chi queste pratiche conosce.

Deirdre puoi dirmi per favore qualcosina in più riguardo il "fattore sudditanza psicologica".....
Ci terrei ad avere un quadro completo, ho letto molto in materia ma ovviamente mi si sono creati miei concetti e miei "non-giudizi" e... ripeto... ci tengo ad avere più punti di vista così da allargare ancor di più le mie vedute!!!
grazie...
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 17-05-2006, 16.28.20   #23
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Mh... in attesa di una più grande delucidazione da deirdre o cmq in attesa di altri pareri di chiunque voglia intervenire chiedo.......

Chi mette le stelline in "valutazione" e... xkè qui... e... non so, ancora mi sento nuova del forum quindi....
Per favore mi spiegate?
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 17-05-2006, 16.31.52   #24
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Approfitto dell'o.t che se scopro chi è perde la mia stima..per quanto gli o le possa interessare..
sisrahtac is offline  
Vecchio 17-05-2006, 23.05.31   #25
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
x catharsis wow... x delle stelline qlcno può perdere di stima?
Vebèh non importa.... cmq....

Tornando all'argomento.... In Italia, a roma e poi a padova c'è stata la giornata del Bondage.... e pare che noi italiani, cioè il nostro paese ha strappato il primato dell'arte del Bondage ai Giapponesi!!!
Abbiamo un bel primato!!!
Durante le manifestazioni ci sono state delle vere e proprie dimostrazioni.... che carino!
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 18-05-2006, 11.09.15   #26
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Re: Re: Re: Re: dolore è piacere?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
In realtà, deirdre, io credo che il vero enigna del masochismo sia fuori dai giochi codificati. Sia nelle relazioni sado-maoschiste "vere" e credo che la lettura di monica sia, in molti casi, vera.
Prendi il classico marito che picchia la moglie. Ora, in una relazione "sana", la prima volta che succede (non parlo di un mezzo ceffone in un momento di rabbia, parlo di botte!) lei se ne va punto e basta. Ma quante sono le donne che il quella situazione ci rimangono? E che se poi riescono ad andarsene se ne trovano uno uguale? Perchè? Cosa c'è sotto questa coazione a ripetere? Non è un discorso semplice e credo non sia il discorso che voleva fare mocassino, quindi non sono entrata nel merito dell'atteggiamento psicologico della vittima (consapevole o inconsapevole). Ma c'è. Anche nel gioco, c'è qualcosa che spinge ad uno ruolo ivece che all'altro. E qualcosa che spinge al gioco stesso. Certo, è coinvolgente! Ma non per tutti.
Ora, in quel campo non ho esperienze dirette e nemmeno indirette, quindi non pretendo di dare letture. Ma penso che si potrebbe fare.
Lo so, non è un intervento chiaro ... magari ci torno...

Ciao Fragola, non nego che possa esser vera la questione sollevata come molte altre ipotisi che gli analisti d'ogni sorta potrebbero esporre, quel che io intendo dire è altro. Si parla di dolore e piacere non di abusi e l'esempio che tu hai esposto calza alla perfezione la seconda ipotesi. Ripeto, io credo che il gioco debba rimanere tale e non per questo chi pratica tali atti deve sentirsi una sorta di psicopatico, poi, ovvio, esiste la patologia che però è ben altra cosa e si discosta dal gioco per motivi, fini, scopi e sensazioni. Un uomo che trova giusto e prova piacere nel colpire la moglie non gioca, il suo fine è dissimile dalle "regole bondage". Questo intendevo dire...
deirdre is offline  
Vecchio 18-05-2006, 11.17.33   #27
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Messaggio originale inviato da MocassinoH2O
Sì, infatti Fragola non volevo incanalare la discussione in quel discorso lì... ma.... da cosa nasce cosa.... quindi.......... tranquilla!!!

Grazie Monica 3 per il tuo intervento.... ci speravo in un tuo parere nella discussione!

Poi.........



Deirdre puoi dirmi per favore qualcosina in più riguardo il "fattore sudditanza psicologica".....
Ci terrei ad avere un quadro completo, ho letto molto in materia ma ovviamente mi si sono creati miei concetti e miei "non-giudizi" e... ripeto... ci tengo ad avere più punti di vista così da allargare ancor di più le mie vedute!!!
grazie...
Ciao, io posso dirti ciò che si prova in una situazione di quel tipo, il piacere che nasce dall'obbligo di dover fare, dire, agie e pensare come qualcuno comanda (in tal caso il Master). Posso garantirti che la sensazione d'eccitamento, d'impotenza (poiché sei costretto consapevolmente) portano talune persone a solleticare i propri sensi al punto tale d'arrivare a paragonare il tutto ad un orgasmo in piena regola. Sensazioni forti , possiamo chiamarle. Ci sono persone predisposte in questo senso ma come ancor prima citavo...non tutte sono psicopatiche, aggressive con manie di frustrazione ed autolesionismo.
Vedi, conosco un Master e lui mi disse... Non badare a ciò che vedi in rete esposto come Bondage, il vero bondage non è quello truculento con sangue, buchi, spilli, aghi ecc... Bensì è molto simile alla teoria che accompagna la tecnica nipponica (Nava Shibari - antica arte usata dai samurai per legare i nemici poi col tempo traslata nell'aspetto esotico)...
Non so dire se fosse questo che volevi sentirti dire, non so neppure quali siano le idee che hai maturato in merito a questo argomento.. se vuoi possimao mettere a confronto ciò che tu pensi con quanto io ho provato smak
deirdre is offline  
Vecchio 18-05-2006, 15.25.17   #28
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
ho avuto qualche esperienza con "l'arte del bondage" e credo che in gergo il "ruolo" che ha coperto la mia persona è stato il "buttom" o cmq ero (uso il termine impropriamente) il bondage (dall'anglosassone "schiavo"), il sottomesso...
Mhh dall'idea che mi son fatta vedo in maniera distinta il bondage e il vero e proprio sadomaso....
quest'ultima la vedo una pratica piuttosto..... corpulenta....
e, se sapete rispondermi, di effettivo che differenza c'è tra queste due pratiche?

Deirdre, cosa ti ha spinto a praticare bondage?
Che bisogni percepivi?
E' nato da te o dal tuo Master?
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 19-05-2006, 21.56.05   #29
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Oltre bende, corde e funi..........
Ci sono altri strumenti adatti per il bondage?

Mi sento un po'........ ottusa, mi spiegate secondo voi, perchè il sadomaso è liberatorio?

I meccanismi mentali.....

sembra qusi un controsenso....
Percepiamo il nostro stato di "schiavo" in vera "liberazione"... e per di più le punizioni corporali, il dolore fisico che ci viene inflitto per una nostra disubbidienza è....... gradificante ....... ma come lo è ogni gesto del nostro "padrone" "signore" nei nostri riguardi.....

Perchè ci sentiamo liberi in "schivitù"?
Solo perchè sappiamo di nn dover decidere nulla? Di essere in mani altrue?
Perchè???

.......

Illuminatemi... ditemi la vostra!
Datemi risposte, vi prego!


MocassinoH2O is offline  
Vecchio 21-05-2006, 01.45.03   #30
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: Re: Re: Re: Re: dolore è piacere?

Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
Ciao Fragola, non nego che possa esser vera la questione sollevata come molte altre ipotisi che gli analisti d'ogni sorta potrebbero esporre, quel che io intendo dire è altro. Si parla di dolore e piacere non di abusi e l'esempio che tu hai esposto calza alla perfezione la seconda ipotesi. Ripeto, io credo che il gioco debba rimanere tale e non per questo chi pratica tali atti deve sentirsi una sorta di psicopatico, poi, ovvio, esiste la patologia che però è ben altra cosa e si discosta dal gioco per motivi, fini, scopi e sensazioni. Un uomo che trova giusto e prova piacere nel colpire la moglie non gioca, il suo fine è dissimile dalle "regole bondage". Questo intendevo dire...

Sì, avevo capito. Parliamo di due situazioni diverse. Quelli che tu chiami abusi, a volte avvengono con reciproca, sebbene non molto consapevole, complicità. Per questo le chiamo relazioni sado-masochiste. E psicologicamente parlando ci sarebbe anche da discutere a lungo su quanto la vittima sia vittima e sul potere della vittima. Perchè spesso è la vittima a condurre il gioco, anche se non sempre ne è consapevole. Però di questo ho già scritto a lungo in altre discussioni.
Il gioco codificato potrebbe benissimo avere le stesse basi psicologiche, ma la messa in atto è diversa proprio perchè ci sono delle regole, un patto, una ritualizzazione (l'importanza psichica della ritualizzazione è immensa!) e non ultima, una scelta consapevole. Se si pensa al valore terapeutico che hanno le drammatizzazioni, le teatralizzazioni! A me fa venire proprio in mente la "messa in scena" in un contesto almeno un po' protetto, di qualcosa che, se non contenuto dal contesto, potrebbe diventare distruttivo. Altri invece mettono in atto e basta. Ma per mettere in atto un vero (e per vero intendo fuori dalle regole) rapporto sado-masochista, occorre comunque la complicità di tutti e due.

Non ho mai detto che chi ama questi giochi (quelli codificati) è psicopatico. Ma credo che nessuno lo abbia detto. Anche dire potrebbe dipendere dall'aver interiorizzato durante l'infanzia situazioni di sudditanza psicologica non è affatto come dire che si è psicopatici. Comunque ritengo molto probabile che ci siano motivazioni psicologiche anche la passione per questi giochi. Ci sono motivazioni psicologiche perfino per i gusti culinari!!! Ma il confine tra "salute" e patologia è sempre molto mobile. Se una persona sta bene e non fa male (male sul serio, intendo) a nessuno, chi ha il diritto di dire che è malata? Se invece si sente legata al gioco da una coazione interiore, allora magari lo dice lei stessa. Non certo io!


Però, visto che questo è un forum, di psicologia, non posso fare a meno di dire che anche nel gioco esiste una componente di pericolo. Credo che non sia raro che si possa generare una certa dipendenza dal gioco stesso, simile a quella per il gioco d'azzardo. Non tutti coloro che giocano d'azzardo diventano dipendenti, ma alcuni sì. La stessa cosa può accadere in queste situazioni. Proprio per il grande coinvolgimento che provocano, si può instaurare la tendenza a "giocare al rialzo". Mi dirai che questo può accadere anche con il sesso ... "normale" (passami il termine, è solo per distinguere). E' vero, esistono gli erotomani. Ma credo che queste situazioni possano essere un po' più "a rischio". Non sempre e per tutti, chiaramente. Come in tutte le cose, dipende! Dipende dall'equilibirio di ogni singola persona.
Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it