Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 07-06-2006, 16.18.56   #11
ammina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2006
Messaggi: 58
mi rendo conto che il problema è molto complesso...penso che la cosa piu importante che potresti fare è stare piu calma..cercare di trasmettergli la calma..mi spiego..se quando lui ti esponi cosa prova tu reagisci come se fosse un problema enorme questo diventerà per lui un problema enorme..
io non ho mai avuto problemi del genere,però tutti nella vita abbiamo momenti di grande confusione...quando questa confusione suscita panico anche negli altri è ancora peggio..
ho un amico che ha detto ai suoi che era gay ed è successo un finimondo in casa,si sono rovinati la vita lui e i suoi a vicenda per un anno finchè a lui è stato diagnosticato un cancro..e allora dicevano "ecco..queste sono le cose gravi..."...capirlo prima....
sii serena con lui visto che i suoi genitori non lo sanno fare.
ammina is offline  
Vecchio 07-06-2006, 16.40.48   #12
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
grazie ammina.

mi sembra di essere un'attrice (comica o drammatica, devo ancora capirlo). Quando parlo con lui è come se mi calassi in una parte: sono calmissima, sorrido, lo guardo serenamente negli occhi, con più dolcezza possibile.
Quando con un tono quasi spaventato mi ha detto "ho paura di diventare trans", sono stata io a dirgli che l'importante è che faccia chiarezza dentro di sè, trans o non trans, l'importante è che capisca e esprima la sua natura.
A parole sono bravissima, imbattibile.
Ma appena resto sola e posso rilassarmi mi viene una gran agitazione....e anche un po' di sconforto.
Forse sbagli perchè vorrei risposte certe ed immediate....sapere subito "di che morte devo morire" ma non si può.
odissea is offline  
Vecchio 07-06-2006, 17.46.44   #13
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
abbandonati all'IO senza "forzature" mentali.
questo è il mio consiglio

ciao
turaz is offline  
Vecchio 07-06-2006, 18.59.41   #14
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383

Se ha acquisito consapevolezza così presto sono portato a credere sia piuttosto sveglio e tutt'altro che sprovveduto. Il fatto che sia molto effemminato o ami il travestitismo non significa nulla. Di gay così ce ne sono a dozzine. Tra l'altro ci sono pure parecchi eterosessuali che amano travestirsi.

Detto questo (e qui forse ti arrabbierai), se posso capire e comprendere i tuoi legittimi turbamenti, capisco meno il linguaggio e certi toni che usi, che suonano alle mie orecchie un po' offensivi e denigranti verso quello che può essere il suo mondo (gli amanti frustrati, l'arcigay covo di disturbati che traviano le persone). Sei sempre molto secca e tagliente nei tuoi giudizi senza possibilità d'appello.
Se è stato con quei due forse qualcosa di buono dovrà pur avercelo trovato non trovi?
Sull'arcigay penso che tu sappia molto poco delle attività che svolge. Gli arcigay sono fatti di volontari generosi che, al di là degli atteggiamenti esteriori (simpatici o irritanti), si espongono e lottano in prima linea per i diritti di tutti anche di quelli che stanno nell'ombra e non si curano certo di traviare la gente. Anzi spesso c'è molta più sensibilità ed empatia nelle persone apparentemente superficiali che in tante facce serie che fanno bei discorsi, ma sono nel cuore false.

Come coadiuvànte ti consiglio l'ottimo film
TRANSAMERICA
bside is offline  
Vecchio 08-06-2006, 11.47.42   #15
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
QUOTE]Messaggio originale inviato da bside

Se ha acquisito consapevolezza così presto sono portato a credere sia piuttosto sveglio e tutt'altro che sprovveduto. Il fatto che sia molto effemminato o ami il travestitismo non significa nulla. Di gay così ce ne sono a dozzine. Tra l'altro ci sono pure parecchi eterosessuali che amano travestirsi.

Detto questo (e qui forse ti arrabbierai), se posso capire e comprendere i tuoi legittimi turbamenti, capisco meno il linguaggio e certi toni che usi, che suonano alle mie orecchie un po' offensivi e denigranti verso quello che può essere il suo mondo (gli amanti frustrati, l'arcigay covo di disturbati che traviano le persone). Sei sempre molto secca e tagliente nei tuoi giudizi senza possibilità d'appello.
Se è stato con quei due forse qualcosa di buono dovrà pur avercelo trovato non trovi?
Sull'arcigay penso che tu sappia molto poco delle attività che svolge. Gli arcigay sono fatti di volontari generosi che, al di là degli atteggiamenti esteriori (simpatici o irritanti), si espongono e lottano in prima linea per i diritti di tutti anche di quelli che stanno nell'ombra e non si curano certo di traviare la gente. Anzi spesso c'è molta più sensibilità ed empatia nelle persone apparentemente superficiali che in tante facce serie che fanno bei discorsi, ma sono nel cuore false.

Come coadiuvànte ti consiglio l'ottimo film
TRANSAMERICA
[/quote]

mi dispiace bside, mi rendo conto che sono acida e tagliente.....scusa. Non sono in grado neanche di arrabbiarmi, posso solo deprimermi.
E' che non sono in grado di gestirla questa cosa. E' più grande di me, non sono in grado di comprenderla, di accettarla fino in fondo.
All'inizio ho pensato di farcela. Sono stata la sua confidente,la sua amica, la sua mamma, ho cercato in tutti i modi possibili di sostenerlo, dargli sicurezza, non farlo sentire in nessun modo "sbagliato". Ho fatto una fatica che non so nemmeno descrivere quando ha fatto il suo coming out. Ho cercato di tenerla insieme questa famiglia,ma niente, abbiamo trovato un muro nei nostri genitori. Mia mamma si è ammalata.
Non ho mai desitito però, e ho sempre sostenuto mio fratello e le sue scelte a spada tratta; mi è costato il rapporto con mio padre e mia madre, ma non ha importanza, so che ho fatto bene e che prima o poi questo rapporto lo recupererò.

Adesso mi trovo davanti una persona che non riconosco più. Sarà anche l'età.....gli adolescenti sono così.
prima di tutto questo, ero una di quelle persone che tutto ciò che è diverso è bello, così, per principio. Adesso so che il mondo gay non è rose e fiori. Bside....non puoi dirmi il contrario.
L'arcigay della mia città, e ribadisco, della mia città, l'ho frequentato, ci ho fatto degli incontri, e non mi è piaciuto. Non ne conosco di altre città.Che ti devo dire? che è stato bello? Ora, se mio fratello ci vuole andare io non glielo impedisco, ma di sicuro non sarò io a suggerirgli di farlo.
Forse sbaglio a parlarne qui che non è un ambiente opportuno, rischio di screditare tutto il variegato mondo omosessuale, e non è assolutamente mia intenzione. Cristo santo, mio fratello e uno dei miei migliori amici sono gay, ed è porpio quest'ultimo a mettermi spesso in guardia su chi e come frequenta mio fratello.
In merito alle due persone che ha frequentato, certo che ci avrà trovato qualcosa di buono: è proprio questo che mi preoccupa.
odissea is offline  
Vecchio 08-06-2006, 11.55.11   #16
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
abbandonati all'IO senza "forzature" mentali.
questo è il mio consiglio

ciao

turaz grazie, ma in nella condizione in cui sono capire quale sia Io e quale siano forzature mentali è proprio un bel problema!
odissea is offline  
Vecchio 08-06-2006, 17.23.07   #17
ammina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-05-2006
Messaggi: 58
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
grazie ammina.


Forse sbagli perchè vorrei risposte certe ed immediate....sapere subito "di che morte devo morire" ma non si può.

non lo sai nemmeno per te che vita vivrai e di che morte morirai..
forse per fortuna non lo sappiamo,la vita riserva molte sorprese..
percepisco il tuo grande affetto per lui..a maggior ragione lo sta percependo lui..penso che questo sia la certezza più preziosa che gli puoi dare..continua a volergli bene,le altre risposte sse le cercherà lui..
ammina is offline  
Vecchio 08-06-2006, 20.07.12   #18
bside
Ospite abituale
 
L'avatar di bside
 
Data registrazione: 09-09-2005
Messaggi: 383
D'accordo, sarà difficile da accettare, ma non colpevolizziamolo di colpe che non ha perché non ha scelto lui di essere così e anche se avesse scelto un genitore deve essere preparato al fatto che un figlio possa percorrere strade che non condividerà. Se l'ama dovrebbe essere interessato al suo bene, alla sua felicità e non alla propria.
Fosse un delinquente, uno spacciatore, un ladro, potrei capire, ma è grave e imperdonabile che un genitore rifiuti un figlio la cui unica colpa è di non essere come il genitore vorrebbe che fosse. Tra l'altro se dici che è molto effeminato, non credo sia stata una sopresa sentirsi dire "sono gay". Non capisco quindi come possano essere arrivati a scaricarlo come uno straccio usato sulle tue spalle con l'aggravante che è pure minorenne. C'è da rabbrividire.

>Adesso so che il mondo gay non è rose e fiori. Bside....non puoi dirmi il contrario.
>L'arcigay della mia città, e ribadisco, della mia città, l'ho frequentato, ci ho fatto degli incontri, e non mi è piaciuto.

E' legittimo che non ti sia piaciuto e nessuno ti chiede di fare tuo un luogo che non ti va di frequentare, ma questo non deve indurre automaticamente a screditare tutti quelli che lo frequentano o che vi partecipano.
Io non sono un attivista, ma ho degli amici molto cari che invece sono impegnati nell'associazione e rispetto le loro scelte anche se diverse dalle mie. Questo non intacca certo la stima che posso avere per loro. E posso garantirti che non sono affatto una "cattiva compagnia", a volte organizzano serate interessanti, non solo divertimento, ma anche incontri, rassegne cinematografiche. L'attività dell'arcigay è la più varia, comprende l'aiuto, il sostegno, l'assistenza legale, il centro di documentazione, ecc... Con questo non voglio santificare l'ambiente gay nel suo complesso, ci sono molte cose che non mi piacciono, ma ovunque c'è del sano e del marcio. Si tratta di vivere e lasciare vivere.

bside is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it