Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 11-06-2006, 15.57.31   #1
Peppe66
Ospite
 
Data registrazione: 11-06-2006
Messaggi: 21
cerco informazioni ADHD

Ho un figlio affetto da ADHD (iperattività e disturbo dell'attenzione).
Sto compiendo un percorso educativo che, spero, possa darmi dei buoni risultati. Purtroppo non riesco mai a confrotarmi e misurarmi con i medici che mi seguono, per questo vi chiedo se c'è qualche genitore di bimbi con questo disturbo con i quali potermi misurare.
Sopratutto vorrei conoscere i genitori di ragazzi già in età adolescenziale o oltre.

Per il momento ringrazio anticipatamente ed aspetto fiducioso.

Giuseppe
Peppe66 is offline  
Vecchio 11-06-2006, 17.21.39   #2
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Nel forum è presente questa discussione: https://www.riflessioni.it/forum/show...hreadid=41 94
webmaster is offline  
Vecchio 12-06-2006, 22.34.49   #3
borderline65
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2005
Messaggi: 107
conosco un sito
http://www.aifa.it/
apposta per questi bambini affetti da tale patologia spero ti possa essere utile ciao rosannna

Ultima modifica di borderline65 : 12-06-2006 alle ore 22.35.50.
borderline65 is offline  
Vecchio 13-09-2006, 18.08.20   #4
weboy
Ospite
 
Data registrazione: 13-09-2006
Messaggi: 20
Riferimento: cerco informazioni ADHD

http://www.partecipasalute.it/inform...e/adhd-001.php

Bambini disattenti sotto stretto controllo

I bambini irrequieti e disattenti sono descritti con maggiore rigore scientifico come «iperattivi» o «ipercinetici». «Disturbo da deficit di attenzione e iperattività» (ADHD) è il nome dato alla malattia che affliggerebbe tutte le persone che non riescono a concentrarsi, sono irrequiete e hanno una vivacità tale da condizionare, in peggio, le proprie relazioni sociali.

Come per altri disturbi esistono associazioni che informano sulla malattia e premono perché la società divida con i malati il peso della malattia. Nel caso dell’ADHD però si assiste all’azione di ben due campagne di sensibilizzazione, con opposti obiettivi, che hanno acquisito visibilità da quando il Ministero della salute ha annunciato che il metilfenidato (un farmaco indicato per la cura del disturbo) sarà reintrodotto in Italia. La decisione infatti ha accontentato chi da sempre invoca questa opzione farmacologica per la cura del disturbo di attenzione e scandalizzato chi invece nega l’esistenza stessa dell’ADHD.

Associazione italiana familiari ADHD (AIFA) e i sostenitori di Giù le mani dai bambini sono i movimenti più visibili che si fronteggiano in questa controversia e fanno risuonare l’allarme ADHD da due differenti prospettive: da una parte si invita il pubblico a riconoscere il disturbo per avviarlo alla terapia; dall’altra a vigilare contro qualsiasi tentativo di «schedare» i bambini come portatori della sindrome. In più occasioni i due movimenti si sono scambiati accuse reciproche di essere in conflitto di interesse: l’AIFA con l’industria e Giù le mani dai bambini con Scientology.

Cos’è l’ADHD? Quali sono le ragioni che rendono necessaria la sensibilizzazione del pubblico? Quali finalità hanno le due campagne? Quale peso dare alle reciproche accuse di conflitto di interesse? Partecipa Salute propone una analisi delle ragioni opposte nel dibattito: cosa si sa sull’ADHD; quali sono i messaggi e gli obiettivi sottostanti alle due campagne; come reagisce il mondo scientifico alla pressioni di movimenti di opinione.


.........

http://www.laleva.org/it/2006/01/dis...elladh d.html

Una lettera pervenuta alla nostra redazione da una Professoressa preoccupata per il futuro dei nostri bambini. Da leggere!

Egregio Direttore.

ho letto con stupore ed indignazione che al Senato è in discussione un disegno di legge che prevede di "considerare la dislessia causa di difficoltà specifica di apprendimento". In realtà la difficoltà nella lettura ridefinita da neuropsichiatri infantili e psicologi, dislessia, abbraccia secondo loro, un pacchetto che comprende anche la disgrafia (la scrittura poco chiara e non allineata), la discalculia (lentezza nel fare i calcoli, non conosce bene le tabelline); questi, che fino ad oggi vengono considerati dagli insegnanti errori , se questa legge viene approvata, saranno: “disturbi di apprendimento” e gli alunni che ne sarebbero affetti verrebbero diagnosticati ed etichettati dislessici da neuropsichiatri infantili.

"Il disegno di legge prevede un’attività diagnostica precoce da parte di specialisti….(i quali) sostengono che i risultati migliori, si avranno se si riuscirà a individuare il problema già dal primo anno della scuola dell'infanzia". (dal Sole 24ore 13-26 gennaio 2006 pag.17).


----------------

La medicina prima considerata "sostanza stupefacente" riammessa sui banconi per l'espandersi dell'Attention Deficit Hiperactivity Disorder
Bimbi iperattivi, il Ritalin torna nelle farmacie italiane
In rete si organizza la protesta dei genitori
di DAVIDE VARI'

QUANDO parlate con vostro figlio sembra che non vi ascolti? Non è ordinato ed è sbadato o smemorato nelle sue attività quotidiane? Si lascia distrarre facilmente e non finisce i compiti assegnati? Se avete risposto affermativamente a tutte queste domande non è da escludere che vostro figlio, almeno secondo il DSM-IV (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders), sia affetto da ADHD (Attention Deficit Hiperactivity Disorder), più comunemente nota come sindrome da iperattività.

http://www.laleva.cc/phpBB2/viewtopi...e8e28ff0069976
weboy is offline  
Vecchio 20-09-2006, 14.27.47   #5
weboy
Ospite
 
Data registrazione: 13-09-2006
Messaggi: 20
Riferimento: cerco informazioni ADHD

http://www.disinformazione.it/antide...vi_suicidi.htm

bisognerebbe avvisare anche gli utenti di questo forum
http://www.aifa.it/forum.htm



http://www.uni-ulm.de/klinik/kjp/Ri_cancer.pdf

Abstract: Negli ultimi anni si è avuta un'esplosione nell'uso di metilfenidato (Ritalin) per il trattamento di Sindrome da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD) sui bambini. D'altra parte non si hanno sufficienti informazioni per stabilire se questo farmaco possa provocare potenziali rischi di salute per gli umani, come mutazioni genetiche o esposizione a tumori. Per approfondire la questione, abbiamo indagato per comprendere se questo stimolante del sistema nervoso centrale - a normali livelli terapeutici - produca anormalità genetiche su pazienti in età pediatrica.
In un campione composto da dodici bambini trattati con dosi terapeutiche di metilfenidato, abbiamo analizzato tre aspetti delle mutazioni genetiche nei linfociti estratti dal sangue periferico, prima e tre mesi dopo l'avvio del trattamento con questa medicina. In tutti i partecipanti, la cura ha provocato un triplicamento delle aberrazioni cromosomiali, una quantità 4.3 volte superiore alla precedente di scambi di cromatidi accoppiati, l'aumento di 4.3 volte delle frequenze nucleotidiche. Queste scoperte inducono necessariamente a ricerche più approfondite sui possibili effetti sulla salute umana dell'uso di metilfenidato, soprattutto alla luce della ben documentata relazione fra l'elevata frequenza di aberrazioni nucleari e l'aumento di rischio di cancro.


Allarme dalla Columbia University: un nuovo studio dimostra lo stretto collegamento fra l'uso di farmaci antidepressivi sui minori ed i suicidi infantili.
weboy is offline  
Vecchio 20-09-2006, 15.08.10   #6
weboy
Ospite
 
Data registrazione: 13-09-2006
Messaggi: 20
Riferimento: cerco informazioni ADHD

UNO STUDIO EVIDENZA LEGAME TRA RITALIN E MUTAZIONI GENETICHE 16/06/2005
In un nuovo studio (University of Texas - Medical Branch), dei ricercatori hanno scoperto che dopo soli 3 mesi, ognuno dei bambini in esame curati per Sindrome da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD) con il metilfenidato hanno sperimentato un triplicamento delle anomalie nei cromosomi, associato con maggiori rischi di cancro e altri effetti negativi sulla salute...

http://www.disinformazione.it/paginaadhd.htm
weboy is offline  
Vecchio 20-09-2006, 16.45.39   #7
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Riferimento: cerco informazioni ADHD

Ho segnalato la discussione alla A.I.F.A. Onlus Associazione Italiana Famiglie ADHD, vi giro la loro risposta.
Citazione:
Grazie per la segnalazione.
Penso che la cosa più semplice sia quella che il genitore si rivolga direttamente alla nostra associazione.
Conosciamo molto bene tutti i discorsi “anti”-ADHD che girano sui siti e nelle varie campagne.
Con l’unica differenza che sono i nostri figli a vivere con questo disturbo, noi viviamo con loro e noi vogliamo solo il loro bene e, a volte, al costo di dover aiutare anche con il farmaco (che resta comunque sempre l’ultimo anello di una terapia multimodale).

A questo proposito posso anch’io invitare Lei o i frequentatori del Suo forum a dare un’occhiata a questo documento che si trova sul nostro sito: nessuno più di noi genitori

Cordialità
A. G.
AIFA Info
webmaster is offline  
Vecchio 20-09-2006, 19.29.38   #8
weboy
Ospite
 
Data registrazione: 13-09-2006
Messaggi: 20
Riferimento: cerco informazioni ADHD

fanno orecchie da mercante
non dico che debbano credere ma almeno valutare ! e' qua che non capisco..valutare!
Anche io ho scritto sul forum e mi rispondono con cose vaghe,inutili,....non capiscono ?
weboy is offline  
Vecchio 20-09-2006, 22.19.41   #9
Angel
Ospite abituale
 
L'avatar di Angel
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 171
Riferimento: cerco informazioni ADHD

una diagnosi che fanno i medici spesso troppo veloce (almeno in Germania, non so com'è in Italia) ... molti bambini hanno tali sintomi senza avere un disturbo neurobiologico nel cervello (ma problemi psichici) ... alla fine prende un sacco di bambini il Ritalin o simile senza un effetto o i sintomi aumentano, così si aumenta anche la medicazione ...
Angel is offline  
Vecchio 28-09-2006, 18.33.01   #10
weboy
Ospite
 
Data registrazione: 13-09-2006
Messaggi: 20
Riferimento: cerco informazioni ADHD

28-09-2006 11:40
INCHIESTA DALL’ITALIA AGLI USA E RITORNO: CERTI PSICOFARMACI POSSONO INDURRE AL SUICIDIO, ALL’OMICIDIO ED A COMPORTAMENTI VIOLENTI?
Ricercatori indipendenti, non sovvenzionati dalle case farmaceutiche, hanno rilevato che diversi farmaci psicoattivi causano nelle persone che li assumono tendenza al suicidio e atteggiamenti violenti. Più di 200 azioni legali sono state indette contro la Eli Lilly, Pfizer e GlaxoSmithKline, i produttori rispettivamente del Prozac (fluoxetina) Zoloft (sertralina) e Paxil (paroxetina), con l’accusa di aver causato suicidi ed omicidi da parte di pazienti pochi giorni o settimane dopo che furono loro prescritti uno o più di questi psicofarmaci, occultando inoltre informazioni preziose ai consumatori sui potenziali effetti colleterali di queste molecole.
Leggete l’interessante articolo nella nostra Rassegna Stampa!

http://www.giulemanidaibambini.org/blog.php?448
weboy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it