Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 22-06-2006, 17.38.21   #1
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
cambiamento o fuga?

Talvolta cambiando il nostro ambiente riusciamo a superare difficolta' e stato depressivo. Con il cambiamento le cose che ci deprimono perdono spesso la loro importanza.
Credo che la possibilita' di scegliere nuovi ambienti fisici e sociali abbia un valore, anche se in certi casi si possa considerarla come fuga da se stessi.
hava is offline  
Vecchio 22-06-2006, 17.43.01   #2
dalmatina7
Ospite abituale
 
L'avatar di dalmatina7
 
Data registrazione: 09-06-2006
Messaggi: 134
è vero

aiuta, ma è anche vero che scappi scappi... e ti porti i tuoi pensieri dentro, non riesci a staccartene se non provi a scontrartici di petto.
dalmatina7 is offline  
Vecchio 22-06-2006, 19.25.47   #3
iaia26
Ospite
 
Data registrazione: 19-06-2006
Messaggi: 4
Io sono pienamente d'accordo con dalmantina7. Scappare non serve a nulla perchè i problemi fanno parte di te, te li porti dietro, sono dentro la tua testa. La difficoltà credo non sia lo scappare, cosa molto facile per altro, oppure il restare. E' senza dubbio l'affrontare...perchè bisogna avere il coraggio... E se siete come me non l'avete. Io ho paura a guardare in faccia ogni problema, a cercare una soluzione, a combattere...così finisce sempre che fuggo...ma da me stessa e arrivo a considerarmi quasi come e quanto una perfetta estranea.
iaia26 is offline  
Vecchio 22-06-2006, 20.37.11   #4
layla
Ospite abituale
 
L'avatar di layla
 
Data registrazione: 22-12-2005
Messaggi: 158
Io la penso diversamente. Ritengo che se una persona sente la necessità di cambiare perchè intorno ha sè vede persone ed ambiente ostile, non vedo il motivo per cui dovrebbe essere vista come meno coraggiosa rispetto a qualcuno che invece masochisticamente resta a tutti i costi. Fare dei cambiamenti non è per forza di cose sbagliato. Mettiamo che una persona si trovi male nel suo posto di lavoro, cosa c'è di sbagliato nel cercarne uno con meno disagi? Lo trovo logico e normale, costruttivo. Scappare dai problemi penso sia un'altra cosa e lo si può fare anche restando nello stesso posto di sempre, semplicemente aggirando un ostacolo senza saltarlo.
layla is offline  
Vecchio 23-06-2006, 10.27.57   #5
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Citazione:
Messaggio originale inviato da layla
Io la penso diversamente. Ritengo che se una persona sente la necessità di cambiare perchè intorno ha sè vede persone ed ambiente ostile, non vedo il motivo per cui dovrebbe essere vista come meno coraggiosa rispetto a qualcuno che invece masochisticamente resta a tutti i costi. Fare dei cambiamenti non è per forza di cose sbagliato. Mettiamo che una persona si trovi male nel suo posto di lavoro, cosa c'è di sbagliato nel cercarne uno con meno disagi? Lo trovo logico e normale, costruttivo. Scappare dai problemi penso sia un'altra cosa e lo si può fare anche restando nello stesso posto di sempre, semplicemente aggirando un ostacolo senza saltarlo.



mi hai rubato le parole di bocca!!
odissea is offline  
Vecchio 23-06-2006, 15.39.24   #6
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da layla
Io la penso diversamente. Ritengo che se una persona sente la necessità di cambiare perchè intorno ha sè vede persone ed ambiente ostile, non vedo il motivo per cui dovrebbe essere vista come meno coraggiosa rispetto a qualcuno che invece masochisticamente resta a tutti i costi. Fare dei cambiamenti non è per forza di cose sbagliato. Mettiamo che una persona si trovi male nel suo posto di lavoro, cosa c'è di sbagliato nel cercarne uno con meno disagi? Lo trovo logico e normale, costruttivo. Scappare dai problemi penso sia un'altra cosa e lo si può fare anche restando nello stesso posto di sempre, semplicemente aggirando un ostacolo senza saltarlo.


E aggiungerei anche che ci sono una marea di problemi e di "depressioni" che hanno la loro causa prima nell'ambiente. Per cui il cambiamento d'ambiente può anche essere proprio LA soluzione.
Fragola is offline  
Vecchio 23-06-2006, 16.49.18   #7
mandi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 22-06-2006
Messaggi: 57
io l'ho fatto, ho mollato tutto e ho cambiato "residenza", ma mi sono accorto che il tempo trascorreva ed il passato era sempre lì! Avevo cambiato città, lavoro, mantenuto i contatti con gli amici di una vita, però ho resistito un annetto e mezzo
e poi sono tornato a prendere il toro per le corna! Posso dire che il cambiamento mi ha permesso di ricostruirmi abbastanza decentemente, non é stato semplice comunque. se volete si pùò anche chiamare ritirata strategica....
mandi is offline  
Vecchio 23-06-2006, 18.19.05   #8
verve
Ospite
 
Data registrazione: 15-06-2005
Messaggi: 39
mi trovo pienamente d'accordo anch'io con layla.

Anche se è ovvio che questo non significhi debba essere per forza di cose la soluzione, come precisato poco fà da mandi.
La difficoltà forse è nel stabilire dove si trovi la giusta soluzione per un determinato disagio

Ultima modifica di verve : 23-06-2006 alle ore 18.20.10.
verve is offline  
Vecchio 23-06-2006, 21.25.49   #9
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Re: cambiamento o fuga?

Citazione:
Messaggio originale inviato da hava
Talvolta cambiando il nostro ambiente riusciamo a superare difficolta' e stato depressivo. Con il cambiamento le cose che ci deprimono perdono spesso la loro importanza.
Credo che la possibilita' di scegliere nuovi ambienti fisici e sociali abbia un valore, anche se in certi casi si possa considerarla come fuga da se stessi.
Cosa intendi per “cambiare il nostro ambiente?”
A volte il cambiamento d’ambiente, o di situazione o di stato non è una fuga da se stessi ma è andare verso se stessi. A volte è il nostro io più profondo, la nostra natura, che ci spinge al cambiamento ed allora risulta una fuga da noi stessi sfuggire il cambiamento.

VanLag is offline  
Vecchio 24-06-2006, 05.50.03   #10
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Re: Re: cambiamento o fuga?

Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Cosa intendi per “cambiare il nostro ambiente?”
A volte il cambiamento d’ambiente, o di situazione o di stato non è una fuga da se stessi ma è andare verso se stessi. A volte è il nostro io più profondo, la nostra natura, che ci spinge al cambiamento ed allora risulta una fuga da noi stessi sfuggire il cambiamento.



Credo che il vivere in modo totale nello stesso ambiente fisico e sociale, con le stesse persone e la stessa attivita', possa causare stress, e percio' e' bene di avere alternative nelle quali trovar rifugio. Una persona costretta ad una vita uniforme sente il bisogno di evadere anche per confrontarsi con gente diversa e presentare i lati diversi della sua personalita'. Questo potrebbe essere un buon antidoto a delusioni ed offese.
hava is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it