Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 24-07-2006, 16.07.14   #1
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
domanda ai genitori: l'adolescenza

Che cosa significa avere un figlio, o una figlia, in età adolescenziale?
Non mi ricordo chi l'ha detto che un genitore invecchia di 10 anni quando il figlio diventa adolescente.
Per motivi vari ho modo di osservare spesso adolescenti che frequentano casa mia; li sento parlare fra di loro, come spesso parliamo tutti insieme dei loro problemi e attività varie; molti di loro li conosco da quando erano bambini. Quello che mi colpisce di più è che non sembrano più le stesse persone di prima, a volte sono irriconoscibili. Da dolci ragazzini che sono sempre stati, li ho trovati trasformati in strani esseri irascibili, snob, e pure un po' volgari! Io ne dico di parecchie, ma giuro che loro riescono a farmi arrossire a volte! Una delle cose che mi lascia basita, è il modo che alcuni di loro hanno di trattare i genitori; una rabbia, una ribellione che mi lasciano a bocca aperta! Soprattutto si rivolgono a loro con una sorta di sufficienza, come se mamma e papà fossero gli ultimi ignorantoni del pianeta. Quando vengono a casa mia sono educatissimi....niente da dire; poi li osservi fra di loro e vorresti strozzarli.

So benissimo che sono stata anche io adolescente, e che purtroppo sono stata tremenda; come hanno fatto i miei genitori a sopportarmi???? Genitori cari, come fate a sopportare e a voler bene a sti figli adolescenti? Sono terribili!

odissea is offline  
Vecchio 24-07-2006, 18.39.52   #2
winged_red_tear
Ospite abituale
 
L'avatar di winged_red_tear
 
Data registrazione: 21-04-2005
Messaggi: 132
Citazione:
...a volte sono irriconoscibili. Da dolci ragazzini che sono sempre stati, li ho trovati trasformati in strani esseri irascibili, snob, e pure un po' volgari! Io ne dico di parecchie, ma giuro che loro riescono a farmi arrossire a volte! Una delle cose che mi lascia basita, è il modo che alcuni di loro hanno di trattare i genitori;
Forse si comportano così perché è una fase di transito tra l'essere dipendenti dai genitori al non esserlo e va al di la della buona o cattiva educazione.

Questa è solo la prima deduzione che mi viene in mente...
winged_red_tear is offline  
Vecchio 24-07-2006, 20.45.13   #3
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Ciao, mi sento presa in causa come madre di un adolescente di quattordici anni,.... in tre anni ho visto mio figlio in completa metamorfosi, trasformazione....in tre anni ho vissuto tre aspetti diversi, prima la ribellione, la polemica, la maleducazione, ...di tutto e di piu'....dopo un anno di crisi, crisi esistenziale, relazionale, ecc.....oggi un ragazzo indipendente, sicuro, dolce, educato,....penso che tutte queste sfaccettature siano un passagio naturale a questa eta', non mi sono invecchiata di dieci anni, ma mi sono sentita destabilizzata da tre "figli" diversi, oggi mi sento in sintonia con lui, mi diverto ad uscire anche con i suoi amici, a portarli a cena fuori, a vedere la partita con loro, e sento che c'e' partecipazione tra me e lui, un rapporto molto bello, di complicita', di stima, ....non e' ancora adulto....ma intravedo qualcosa che si chiama resposabilita'



vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 25-07-2006, 10.55.25   #4
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
L'adolescenza è un passaggio necessario per i ragazzini; è come un terremoto che butta giù le certezze che si avevano durante l'infanzia, e questa cosa permette la costruzione di un'identità personale e unica.
Ricordo che quando ero adolescente è stato "traumatico" il rendermi conto che i miei genitori non erano nè perfetti, nè infallibili; da lì mi è nata una gran rabbia/ribellione, per cui mettevo in discussione tutto ciò che facevano, volevo "smontarli" del tutto, convinta di avere in tasca io, una ragazzina, la verità assoluta, e chiedendomi come facessero a non capire cose che per me erano lampanti. Che idiota ! Credo però che ci siamo passati tutti, in un modo o nell'altro, e che sono passaggi indispensabili.
Solo ora mi rendo conto dell'enorme pazienza che devono avere i genitori con figli adolescenti; sti ragazzini spesso si rendono ridicoli nei loro atteggiamenti stereotipati da "ribelli"; mancano di rispetto; mancano di intelligenza, e rischiano pure di cacciarsi in qualche guaio pericoloso.
Ogni tanto osservo questi giovincelli e penso cose brutte, tipo che diventeranno persone orribili da grandi.....poi ci ragiono su, penso a come ero io alla loro età, all'adolescenza come fase passeggiera e molto, molto difficile per chi la vive. Mi rendo anche conto di quanto si sia vulnerabili in quel periodo e di come si sia a rischio di "brutte compagnie", come anche di acquisire abitudini e atteggiamenti che condizioneranno molto in età adulta
odissea is offline  
Vecchio 25-07-2006, 13.28.28   #5
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Citazione:
Messaggio originale inviato da winged_red_tear
Forse si comportano così perché è una fase di transito tra l'essere dipendenti dai genitori al non esserlo e va al di la della buona o cattiva educazione.

Questa è solo la prima deduzione che mi viene in mente...


Secondo me questa della fase di transito tra dipendenza/indipendenza=responsabilità è solo una scusa...

Forse il fattore che più preme sui ragazzini adolescenti sono proprio i cambiamente, quei cambiamenti che li fanno apparire a gli occhi di qualcuno "irriconoscibili"...
E credo sia vero che l'età adolescenziale sia un bel colpo "una bastonata" per i genitori che seguono i loro figli, è un età difficile per i cambiamenti.
E' proprio vero che fa invecchiare Odissea, l'ho visto con mia madre!
I genitori sono direttamente coinvolti in questi cambiamenti, specie quando sono cambiamenti difficili.
Io ho avuto, in ogni età una personalità estremamente pacata e rispettevole... ma nonostante questo dei "piccoli cambiamenti" plasmano i genitori...

So che si chiedeva per di più un parere da genitore xò... tutti si rendono conto che è molto difficile!


MocassinoH2O is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it