Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 08-08-2006, 09.47.11   #1
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
fare l'amore con un robot

Fare l'amore con un robot


“Ho fatto l'amore con una robot” - F. Tarissi – L'espresso - 3, 8,06


Alla “Cinque giorni” di Genova vari scienziati hanno parlato dei futuri automi e di robotica sessuale. Gli androidi erotici maschili e femminili stanno per sostituire i vibratori, gli orgasmotron e le bambole gonfiabili, assecondando la più sfrenata libidine di una potenziale vastissima utenza. Il prezzo è ancora un po' alto: 3 – 5000 Euro, ma forse si affitteranno come in Giappone dove ci sono già hotel dell'amore con veneri sintetiche. I robot sono verosimili e meglio degli umani: baciano, stringono, dicono romanticherie, si eccitano, emettono secrezioni, ecc. Si prevede che entro cinque anni, con il progredire dell'intelligenza artificiale, impareranno dalla loro esperienza, e nel 2020 si produrranno robot con un inizio di coscienza e forse dotati di sapori e odori. Sono particolarmente indicati per le donne che esigono certe performance. Per i maschi sostituiranno le prostitute alle quali, secondo ricerche sociologiche, si rivolgerebbero soprattutto per fruire di soli corpi senza le complicazioni di un coinvolgimento affettivo. I rischi? Ci si può attaccare sentimentalmente e possono indurre a disinibite perversioni.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° °°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Robot – sex o cyber – sex?

La realtà ha superato la fantascienza. Molti ricorderanno “Il mondo dei robot”, western con Brynner dove i visitatori di una città fanno sesso con bellissime umanoidi indistinguibili da femmine vere. In “Io e Caterina” Sordi acquista una colf-robot ma da incauto non tiene conto dei suoi sentimenti. Rammento anche “I love you” con Christopher Lambert perdutamente innamorato di una bambolina portachiavi solo perchè sfiorandola lo rende felice ripetendogli “I love you”.

Ho associato i robot con i corpi quasi veri ma per ora senza la possibilità di interagire con le loro menti, all'amore virtuale consumato nelle hot chat-lines, dove viceversa manca il corpo, ma le fantasie testuali più spinte e altrimenti non appagabili accendono una passione che nasce da un orgasmo cerebrale. Il coinvolgimento di due sbrigliate immaginazioni connesse, maschile e femminile, può scatenare violente emozioni, a tal punto da far rinunciare per sempre agl' incontri con persone vere che dopo l'esperienza risultano spenti senza rimedio.
Nulla di strano se anche negli amori della vita reale ogni relazione si sostiene sull'attrazione delle idealizzazioni mentali, da cui inoltre si deduce come negli amori virtuali il riscontro fisico ridimensioni sempre in qualche misura la fascinosa persona sconosciuta e fantasticata con cui si è interagito.

Cosa scegliereste, il corpo o la mente? Il robot – sex, soddisfatti del solo corpo simile al vero oppure il cyber – sex per indescrivibili esperienze della mente però con l'assenza del corpo? Non si può ancora avere tutto, ma i progressi tecnologici, per entrambe le opzioni, promettono che presto si potrà rinunciare definitivamente alle insidie dei rapporti amorosi con una persona in carne ed ossa.
arsenio is offline  
Vecchio 08-08-2006, 10.37.25   #2
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Riferimento: fare l'amore con un robot

Citazione:
Originalmente inviato da arsenio
Fare l'amore con un robot



La realtà ha superato la fantascienza. Molti ricorderanno “Il mondo dei robot”, western con Brynner dove i visitatori di una città fanno sesso con bellissime umanoidi indistinguibili da femmine vere. In “Io e Caterina” Sordi acquista una colf-robot ma da incauto non tiene conto dei suoi sentimenti. Rammento anche “I love you” con Christopher Lambert perdutamente innamorato di una bambolina portachiavi solo perchè sfiorandola lo rende felice ripetendogli “I love you”.

se vogliamo , di esempi ce ne sarebbero molti; ricordo con un certo divertimento quando durante l'adolescenza, leggendo lo scandaloso per allora (parlo dei tempi della prima edizione in Italia )fumetto appena comprato in edicola 'Barbarella' mi imbattei nell'episodio in cui l'eroina della storia si concede ad un robot, che,alla fine della prestazione, era capace di autocritica al punto di lamantare una certa meccanicità delle sue performance di fronte ai complimenti della ragazza....ricordi di infanzia

a parte la citazione di Barbarella,mi domando fino a che livello si sia riusciti a mediare l'interazione con la partner con una serie di comandi immessi nel computer e quanto la palese assenza dell'altro da se influenzi il partner umano della coppia.
Non mi parrebbe , personalmente , di avere un incontro a due, ma solo con la mia persona e le mie sole esigenze fisiche, il che mi svaluterebbe un po' l'esperienza.
Se pii penso che il sesso si fa con la mente anche durante la notte , mentre si dorme(penso a casi di polluzione notturna) non ho molte preplessità in merito.
mark rutland is offline  
Vecchio 08-08-2006, 16.30.32   #3
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Riferimento: fare l'amore con un robot

...l'epoca degli umani sintetici della serie Nexus si sta avvicinando...

...Blade Runner docet...

...peccato che noi non si saremo...

Spaceboy is offline  
Vecchio 08-08-2006, 18.58.41   #4
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Riferimento: fare l'amore con un robot

Fare l'amore con un robot

Personalmente preferisco il metodo tradizionale...
semplicemente perchè non siamo robot..
ma,chissà,potrebbe essere la soluzione geniale, per quelli che non vogliono
"amare", ma sfogare i loro istinti.

E potrebbe esserci anche un'ulteriore vantaggio, il robot non mangia, non infastidisce, non vuole affetto, e sopratutto non ha emozioni vere.

Che tristezza
Pantera Rosa is offline  
Vecchio 08-08-2006, 19.47.15   #5
uranio
Ospite abituale
 
L'avatar di uranio
 
Data registrazione: 22-10-2004
Messaggi: 470
Riferimento: fare l'amore con un robot

La cosa mi spaventa, ci ritroveremo in un mondo privo di sentimenti
uranio is offline  
Vecchio 08-08-2006, 19.53.27   #6
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: fare l'amore con un robot

Citazione:
Originalmente inviato da arsenio
Fare l'amore con un robot

......................possono indurre a disinibite perversioni.


Di tutto l'articolo ciò che mi ha colpito particolarmente è la frase che ho quotato.

...è stata inserita come se a voler dar adito alle proprie "disinibite perversioni" sia una cosa negativa e da sopprimere...sembrerebbe che solo con questa bambola robot sia possibile esprimere le proprie fantasie sessuali.

Perchè donne non ve la sentite di soddisfare tutte le fantasie dell'uomo cosicchè egli è costretto a far del sesso con un robot?



PS: Mark...pensa...un robot lo puoi dotare anche di intelligenza artificiale!
maxim is offline  
Vecchio 08-08-2006, 20.19.53   #7
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: fare l'amore con un robot

Orgasmotron

Un medico anestesista americano, Stuart Meloy, ha inventato (per caso, sperimentando una terapia elettrica antidolore su una sua paziente) una macchina che, attraverso stimolazioni sulla colonna vertebrale provocate da alcuni elettrodi applicati al dorso, procura un orgasmo femminile completo. In corso di sperimentazione clinica negli Stati Uniti, finora avrebbe funzionato sul 91 per cento delle 'cavie'. In Rete: www.papc.com
klee is offline  
Vecchio 08-08-2006, 21.45.17   #8
mark rutland
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2004
Messaggi: 343
Riferimento: fare l'amore con un robot

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Di tutto l'articolo ciò che mi ha colpito particolarmente è la frase che ho quotato.

...è stata inserita come se a voler dar adito alle proprie "disinibite perversioni" sia una cosa negativa e da sopprimere...sembrerebbe che solo con questa bambola robot sia possibile esprimere le proprie fantasie sessuali.

Perchè donne non ve la sentite di soddisfare tutte le fantasie dell'uomo cosicchè egli è costretto a far del sesso con un robot?



PS: Mark...pensa...un robot lo puoi dotare anche di intelligenza artificiale!

ma perchè lo chiami 'fare sesso'?

chiamala masturbazione piuttosto, con una maggiore coerenza linguistica, accompagnata dalla manifestazione delle proprie fantasie con l'avvallo di una muta presenza, la bambola, che nulla può in termini decisionali; non fa differenza il supporto impiegato, maxim, per raggiungere il piacere in questo caso con l'effimera parvenza di compagnia di una bambola più o meno sosfisticata nella completa reale solitudine .

E il fatto che la bambola non possa imporre una sua visione di rapporto al partner umano ed eventualmente rifiutarsi , ma solo ubbidientemente essere disponibile a farlo nelle sue più svariate perversioni-fantasie implica l'attualizzazione (sempre altrettanto fittizia ma virtualmente credibile?)della vessazione completa con riduzione a schiavitù in campo sessuale della partner (meccanica).



peraltro studi in merito all'analisi della fertilità pare che confermino una diversa composizione del seme maschile nella eiaculazione da rapporto eterosessuale con partner e in caso di onanismo , come se la mente fingesse un rapporto bleffando ampiamente ad una parte di se stessa.
inquietante, almeno per me , ma conferma che la mente distinge il sesso procreativo da quello non procreativo.

mi chiedo peraltro quale sia il limite intercorrente tra questo tipo di masturbazione sofisticata dall'impiego della bambola in questione e la pornografia; mi spiego meglio.
credo che la pornografia sia la sublimazione di una assenza al quadrato.
La persona che si serve della pornografia celebra la frustrazione legata ad una assenza di atto sessuale o di stimolo sessuale spontaneo con una rappresentazione di un atto fisico che , non rendendo il fruitore terzo partecipe se non solo visivamente , è a sua volta una ulteriore assenza per definizione stessa di rappresentazione.

se poi si osserva la completa mancanza di trasporto affettivo che rende il rapporto sessuale di per se più piacevole emotivamente, la assenza è celebrata al cubo.
mark rutland is offline  
Vecchio 09-08-2006, 00.03.28   #9
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
L'Uomo sospeso su due abissi: il Nulla e l'Assoluto

E' evidente che le prossime generazioni godranno di una maggiore semplicità negli approcci di coppia.
Sia, eventualmente, per mezzo di pseudorobot, sia, più probabilmente, atraverso nuove e, per ora, non realizzabili evoluzioni della Playstation oppure dell'X BOX, mediante programmi che gli odierni pc non sono ancora in grado di supportare in ambito domestico.
Ma il punto rimane il seguente.
Perchè, intimamente, ciascun uomo vive la consapevolezza, per quanto larvata e latente, che una sessualità "fine a se stessa" diminuisca la sua dignità di Uomo?
Rivolgo a tutti questa domanda, e spero di non ricevere risposte "anni '70" relative a presunte ed anacronistiche inibizioni religiose e sociali.
Weyl is offline  
Vecchio 09-08-2006, 00.45.02   #10
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Riferimento: L'Uomo sospeso su due abissi: il Nulla e l'Assoluto

Citazione:
Originalmente inviato da Weyl
E' evidente che le prossime generazioni godranno di una maggiore semplicità negli approcci di coppia.
Sia, eventualmente, per mezzo di pseudorobot, sia, più probabilmente, atraverso nuove e, per ora, non realizzabili evoluzioni della Playstation oppure dell'X BOX, mediante programmi che gli odierni pc non sono ancora in grado di supportare in ambito domestico.
Ma il punto rimane il seguente.
Perchè, intimamente, ciascun uomo vive la consapevolezza, per quanto larvata e latente, che una sessualità "fine a se stessa" diminuisca la sua dignità di Uomo?
Rivolgo a tutti questa domanda, e spero di non ricevere risposte "anni '70" relative a presunte ed anacronistiche inibizioni religiose e sociali.

Parli di sessualità fine a se stessa, e... ti sembra che con un robot si possa parlare di sessualità fine a se stessa?
Sono sulla scia di mark rutland... e... sessualità.... il sesso si basa su di uno scambio reciproco di piacere... si basa su un dare/avere!!!
Ad un robot cosa puoi dare?
Non può ricevere nulla da te... è pur sempre inanimato, per quanto possa essere munito di sensori che riconoscono odori e sapori è pur sempre un robot e in questo caso non credo proprio si tratti di sessualità fine a se stessa!!!
Poi... la sessualità fine a se stessa è un paragrafo molto importante della vita di coppia, ogni coppia la vive... e... in questo caso, senza cali dignitosi (dato ke parlavi di dignità!!!).
MocassinoH2O is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it