Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 26-09-2006, 08.52.51   #1
alfabeta
Ospite
 
Data registrazione: 25-09-2006
Messaggi: 18
Unhappy vivere con un uomo 'ossessivo'

Ciao a tutti sono nuova del forum.
Io sto con un uomo che purtroppo credo sia affetto dal seguente disturbo. Vi copio ciò che ho trovato e che adatta perfettamente a lui.

Coloro che sono affetti dal Disturbo Ossessivo Compulsivo di Personalità sono molto perfezionisti e aspirano ad alti standard di prestazione, che si traducono in un’attenzione minuziosa per le regole, i dettagli, le procedure, le liste, i programmi o la forma delle frasi, tanto che possono impegnarsi in ogni dettaglio di un progetto al punto da non portarlo mai a compimento.
Generalmente hanno un eccessivo attaccamento al lavoro (o allo studio) e alla produttività e tendono a trascurare le attività ludiche e le amicizie. Sono spesso molto coscienziosi, scrupolosi e inflessibili a proposito di moralità, etica o valori. Si impongono, ed impongono agli altri, principi morali rigidi e standard di prestazione molto rigorosi. Sono rigidi e testardi e possono anche essere impietosamente autocritici nei confronti dei propri errori. Talvolta sono incapaci di gettare oggetti usati o inutili, anche quando non hanno valore sentimentale. In genere sono riluttanti a delegare compiti o a lavorare con altri ed insistono in modo testardo e irragionevole perché ogni cosa venga fatta a modo loro e perché le persone si conformino al loro modo di agire, dando istruzioni molto dettagliate su come “dovrebbero” essere fatte le cose. Tendono ad essere avari e taccagni ed a mantenere un tenore di vita inferiore rispetto alla loro reale condizione economica, per essere certi di poter provvedere in caso di catastrofi future.
Una caratteristica di molti ossessivi è pensare in termini di “dovrei” e “devo”. Tale stile di pensiero li induce a fare ciò che dovrebbero o devono fare per i loro rigidi standard interiorizzati invece di quello che desiderano fare o di ciò che è preferibile fare.
Dal punto di vista affettivo, tali pazienti sono convinti che le proprie emozioni e i propri impulsi debbano essere controllati per non perdere la propria autostima o per non danneggiare gli altri. Di qui la tendenza a reprimere e a razionalizzare le emozioni. Risultano quindi rigidi, impostati; non si lasciano mai andare e vivono gli affetti in modo coartato.
Si tratta quindi di un disturbo pervasivo, che incide sul funzionamento generale della persona, rendendola inefficiente e particolarmente rigida e noiosa, al punto da compromettere spesso la qualità delle sue relazioni sociali. Sono quelle persone eccessivamente precise, affidabili, puntuali, pignole ed ordinate che, anche nel linguaggio comune, vengono definite “ossessive”. Le persone che soffrono di un disturbo ossessivo-compulsivo di personalità presentano spesso, ma non sempre, sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo (che, nonostante il nome simile, è tutt’altra cosa), in particolare relativi al controllo, all’accumulo o all’accaparramento, all’ordine e alla simmetria.
La terapia di questo disturbo ha una prognosi purtroppo infausta. Una trattamento cognitivo-comportamentale a medio-lungo termine (da 1 a 2 anni) può avere una certa efficacia, ma generalmente i risultati sono lenti e incompleti.


Noi abbiamo anche un bambino di 1 anno e non vorrei rompere tutto ma la vita sta diventando impossibile. Lui è sempre stato un tipo egoista e che mi dedicava poco tempo perché sempre occupato con le sue cose, che impiegava tempo interminabile a finire perché non era mai abbastanza ben fatto il lavoro. E’ arrivato ad urlarmi dietro perché c’erano delle ditate nell’angolo in basso sullo specchio ! Noi abbiamo una donna che pulisce e lui è arrivato a scrivere 3 pagine di dettagli su come lei doveva pulire. E lei pulisce, e bene anche, però lui trova sempre qualche cosa che non ha pulito e ciò lo manda in bestia. E il brutto è che PRETENDE che io pulisca esattamente come dice lui sia in bagno che in cucina e che pieghi gli asciugamani sempre simmetrici. Devo tenere tutto in ordine preciso. Io lavoro a tempo pieno e mi tocca tutto in casa, compresa la spesa perché lui non ha ne tempo ne voglia di accompagnarmi e perdere tempo, mentre lui il suo tempo lo dedica tutto a se stesso e alle sue cose. Io non posso spendere i MIEI soldi mentre lui i suoi li spende come vuole e guai se io dico che non sono d’accordo, non gli importa minimamente ciò che dico. Da quando abbiamo comperato una casa lui sta diventando impossibile da gestire, sembra impazzire se trova un segnetto sul legno del pavimento !! Prima eravamo in affitto e le cose non erano così estreme, sono precipitate da quando siamo in casa nostra.
Io capisco tutto però sono stanca, vorrei una persona che prendesse la vita un po’ più distesa, che mi aiutasse in casa e col bambino e perché no che mi permettesse un lavoro a metà tempo. Invece lui non vuole che io stia a casa nemmeno a metà tempo perché dice che non può pagarmi anche le mie fatture (e la sua paga è triplo della mia). Se volesse potrebbe eccome però non vuole, e non siamo nemmeno sposati sempre perché lui non ha mai voluto. Ora nemmeno io lo vorrei e non so come comportarmi nel futuro. Cosa aspetta me e mio figlio con lui ? Un uomo e padre semi assente e quando c’è occhio a non trasgredire ai suoi ordini ?!?
Qualcuno ci è passata con un uomo così ? Soluzioni ?
alfabeta is offline  
Vecchio 26-09-2006, 11.56.40   #2
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Riferimento: vivere con un uomo 'ossessivo'

Citazione:
Originalmente inviato da alfabeta
Ciao a tutti sono nuova del forum.
Qualcuno ci è passata con un uomo così ? Soluzioni ?

Il primo ragazzo che ho avuto (sono sempre stata fortunata nella vita io) dopo 3 anni più o meno di frequentazione, ha cominciato a soffrire di questo disturbo.
E' sempre stato un tipo preciso, rigido, ma che si spaventava per nulla. Odiava tutto ciò che era sporco, diverso, disordinato; queste cose le odiava e le temeva in modo che io ritenevo spropositato e irrazionale.
Eravamo parecchio giovani; io avevo 20 anni quando lui ha cominciato a dare visibilmente i numeri, lui 26: del resto quest'ultima è un età critica dove le rogne psicologiche, se ci sono, è più facile che saltino fuori. Aveva una famiglia pazzesca, almeno a mio parere: padre militare, duro come il marmo e intelligente come un caprone; madre delicata e buona, una persona piacevole ma molto sofferente e assolutamente remissiva.
Per farla breve sto ragazzo ha sviluppato una paura ossessiva per i microbi e di conseguenza una compulsione irrefrenabile per la pulizia. E' stato un incubo! Per fortuna ero una ragazzina e non mi rendevo molto conto del disastro che una simile patologia porta con se, a tutti i livelli: beata incoscenza!
Mi ricordo però come questo disturbo l'avesse trasformato in una persona incredibilmente egoista; lui era il solo e unico centro del suo universo e forse in questa sua ossessione per i virus c'era una specie di autocompiacimento: era come se per questa disfunzione lui si sentisse il centro del mondo, l'unico vero protagonista incompreso e perseguitato. Soffriva come una bestia, e io soffrivo per lui, ma contemporaneamente non lo sopportavo proprio: l'avrei strangolato!
Dopo di lui sono rimasta single molto tempo: ero rimasta così "sconvolta" da queste sue fobie e paure irrefrenabili, che sono finita dopo(per una specie di compensazione credo) con un pugile semiprofessionista
Boh.
Freud diceva che nessuno, ma proprio nessuno, è egoista e autocentrato quanto un nevrotico ossessivo.

Non so più quasi nulla di lui. So che sta meglio e che non molto tempo dopo che l'ho lasciato, è andato via da quella casa dove regnava sempre un'atmosfera pesante e irrespirabile. E' andato da uno psichiatra.
Il mio ex ad ogni modo aveva dei tratti caratteriali simili a quelli che hai riportato tu, era in oltre un introverso e un "timoroso",e ha sviluppato col tempo un'ossessione specifica.
Vedi qualcosa di simile alla tua situazione?
odissea is offline  
Vecchio 26-09-2006, 13.43.28   #3
alfabeta
Ospite
 
Data registrazione: 25-09-2006
Messaggi: 18
Riferimento: vivere con un uomo 'ossessivo'

Citazione:
Originalmente inviato da odissea
Il mio ex ad ogni modo aveva dei tratti caratteriali simili a quelli che hai riportato tu, era in oltre un introverso e un "timoroso",e ha sviluppato col tempo un'ossessione specifica.
Vedi qualcosa di simile alla tua situazione?

Sì vedo cose comuni, un padre severo e una madre sottomessa, anche lui ha la stessa situazione famigliare.
Però il mio non andrebbe mai da uno psichiatra lui è convinto che sono gli altri ad essere sbagliati
Non so nemmeno se fargli leggere ciò che ho trovato sulla personalità, non so come reagirebbe, male sicuramente
alfabeta is offline  
Vecchio 26-09-2006, 20.30.29   #4
flyfree
Ospite
 
L'avatar di flyfree
 
Data registrazione: 20-09-2006
Messaggi: 29
Riferimento: vivere con un uomo 'ossessivo'

mi dispiace perchè il tuo messaggio sembra proprio un grido di aiuto disperato.
non ho idea cosa volesse vivere con un uomo simile, ma indipendentemente dal problema specifico sono convinta che quando non se ne può più e non si ha più la forza di andare avanti cosí, in maniera quasi inconsapevole si prende una decisione. Questo meccanismo scatta come una sorta di autoconservazione, voglia di sopravivere, soprattutto se si tratta di non far soffrire il proprio figlio.
tanti auguri
flyfree is offline  
Vecchio 27-09-2006, 12.16.00   #5
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Riferimento: vivere con un uomo 'ossessivo'

Citazione:
Originalmente inviato da alfabeta
Sì vedo cose comuni, un padre severo e una madre sottomessa, anche lui ha la stessa situazione famigliare.
Però il mio non andrebbe mai da uno psichiatra lui è convinto che sono gli altri ad essere sbagliati
Non so nemmeno se fargli leggere ciò che ho trovato sulla personalità, non so come reagirebbe, male sicuramente

Mi ricordo che il padre del mio ex, oltre che autoritario e rigido, era anche molto competitivo coi figli. Trovavo che avesse un comportamento denigrante nei loro confronti perchè ogni volta che facevano qualcosa di buono (ad esempio vincevano una gara di nuoto, o prendevano un buon voto) lui cominciava uno dei suoi soliti "sermoni" in cui si autoelogiava perchè alla loro età era più bravo nello studio, nuotava più veloce ecc ecc.

Il mio ragazzo poi era parecchio inibito sessualmente.....me ne sono resa conto dopo...."confrontando".
Era tirchio; doveva accumularlo il denaro. Soprattutto nessuno doveva sapere quanto possedeva o non possedeva. Si comprò un appartamento di cui non disse nulla neanche ai migliori amici (quando io invece avrei festeggiato per una settimana)per timore di......non ho mai capito che cosa!
Un suo amico un giorno gli disse, col sorriso di chi è felice per te,che aveva saputo di questo suo importante acquisto; lui rispose che non era vero niente e non aveva acquistato nessun appartamento.
Le sue relazioni sociali sono andate via via scomparendo.


Se me lo concedi, vorrei essere brutalmente sincera.
Il tuo uomo non cambierà, nemmeno se va dallo psichiatra (perchè ci vuole proprio lo psichiatra, non penso basti uno psicologo). Forse migliorerà qualcosina, smusserà qualche angolo e sopporterà con enorme fatica qualche asciugamano piegato non simmetricamente. Tutto qui. Non passare la vita nella speranza che forse un giorno qualcosa migliorerà e che le cose cambieranno. O questo uomo lo accetti così com'è, al limite cercando di mitigare qualche suo tratto, o non lo accetti.
Da quanto ne so io (ma bada bene che non sono una professionista)la prognosi per questo genere di "disturbo" è abbastanza infausta, specie se il tuo uomo non è più molto giovane.
Io quasi quasi glielo farei leggere quello che hai trovato sulla personalità: che si incavoli pure. Può darsi che soffra di questa patologia psichiatrica, ma ciò non toglie che anche lui si debba dare una bella svegliata, che cavolo!
odissea is offline  
Vecchio 27-09-2006, 13.29.35   #6
alfabeta
Ospite
 
Data registrazione: 25-09-2006
Messaggi: 18
Riferimento: vivere con un uomo 'ossessivo'

Citazione:
Originalmente inviato da odissea
Il mio ragazzo poi era parecchio inibito sessualmente.....me ne sono resa conto dopo...."confrontando".
Era tirchio; doveva accumularlo il denaro.

Le sue relazioni sociali sono andate via via scomparendo.



Ma sai che hanno molto in comune ? Pure il mio a letto è penoso (e da la colpa a me naturalmente ) ed è tirchio e anche lui, come suo padre, DEVE accumulare il denaro. (E suo padre poi ha accumulato tanto di quel denaro però a spese della famiglia, li faceva vivere pure senza riscaldamento per risparmiare. )
Lui però se vuole qualche cosa non ha paura di spenderlo, ma per gli altri ne spende pochissimo. Mi ha fatto un mazzo di rose per quanto è nato il bambino e poi ai compleanni solo cioccolatini.
E lui le relazioni sociali li ha ancora ma le ha trascurate moltissimo, è tutto concentrato sulla carriera e si lamenta di tutti anche lì.

So che non cambierà. O lo sopporto oppure no.
A vita non lo sopporterò. Ora mi tocca anche perché con una casa in comune io non me la sento di partire e lasciarla a lui, semmai sarà lui ad andarsene !
alfabeta is offline  
Vecchio 27-09-2006, 14.18.28   #7
psyca
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-09-2005
Messaggi: 41
Riferimento: vivere con un uomo 'ossessivo'

Citazione:
Originalmente inviato da alfabeta
Qualcuno ci è passata con un uomo così ? Soluzioni ?
Ciao.... e benvenuta sul forum.
Ti leggo e mi vedo identica nella tua vita, con un prticolare la nostra casa è ancora abitata da affittuari e per il momento sono salva sotto questo aspetto.
Cosa puoi fare? Quello che ha iscritto a noi sul forum lo dovresti trascrivere e farlo leggere al tuo lui. Con la richiesta di commentarlo e trovare una soluzione in due, la tua vita è con lui.
Auguri.
psyca is offline  
Vecchio 27-09-2006, 16.10.08   #8
alfabeta
Ospite
 
Data registrazione: 25-09-2006
Messaggi: 18
Riferimento: vivere con un uomo 'ossessivo'

Citazione:
Originalmente inviato da psyca
Ciao.... e benvenuta sul forum.
Ti leggo e mi vedo identica nella tua vita, con un prticolare la nostra casa è ancora abitata da affittuari e per il momento sono salva sotto questo aspetto.
Cosa puoi fare? Quello che ha iscritto a noi sul forum lo dovresti trascrivere e farlo leggere al tuo lui. Con la richiesta di commentarlo e trovare una soluzione in due, la tua vita è con lui.
Auguri.

Ciao grazie del benvenuto.

Ma anche il tuo uomo è come il mio ? Se hai voglia di raccontarmi come ti va la vita con lui ...
alfabeta is offline  
Vecchio 28-09-2006, 10.59.46   #9
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Riferimento: vivere con un uomo 'ossessivo'

Citazione:
Originalmente inviato da alfabeta


Ma sai che hanno molto in comune ? Pure il mio a letto è penoso (e da la colpa a me naturalmente ) ed è tirchio e anche lui, come suo padre, DEVE accumulare il denaro. (E suo padre poi ha accumulato tanto di quel denaro però a spese della famiglia, li faceva vivere pure senza riscaldamento per risparmiare. )
Lui però se vuole qualche cosa non ha paura di spenderlo, ma per gli altri ne spende pochissimo. Mi ha fatto un mazzo di rose per quanto è nato il bambino e poi ai compleanni solo cioccolatini.
E lui le relazioni sociali li ha ancora ma le ha trascurate moltissimo, è tutto concentrato sulla carriera e si lamenta di tutti anche lì.

So che non cambierà. O lo sopporto oppure no.
A vita non lo sopporterò. Ora mi tocca anche perché con una casa in comune io non me la sento di partire e lasciarla a lui, semmai sarà lui ad andarsene !

Alfabeta cara....non vorrei essere cattiva, ma mi dà l'impressione che il tuo uomo sia pure peggio del mio ex!
Questa sua tirchieria nei confronti tuoi e del bambino mi fa venire i brividi.
Non dovrebbe essere il contrario?
Un uomo (fatto come Dio comanda) non dovrebbe spendere per le necessità della famiglia, ed essere più reticente verso le spese personali?

Per ciò che riguarda la sessualità, potrei scrivere un sermone, ma mi limito a farti presente che il mio era molto, molto "rapido", ok?

Auguri cara, facci sapere.
se posso darti un consiglio....è vero che forse il tuo uomo soffre di un disturbo di cui magari non si rende del tutto conto, o di cui non è completamente responsabile.
Credo però che una certa dose di responsabilità ce l'abbia anche lui; per quanto possa essere stato indotto dalla famiglia o da una patologia ad essere così insopportabile, credo che qualcosa debba pagare anche lui per essersi lasciato andare a questo egoismo, e per averti messo in una condizione insostenibile.
L'egoismo si paga, prima o poi; lo paga il borderline che finisce in carcere, lo pagherà anche il nevrotico che verrà lasciato solo perchè si rende insopportabile a chiunque. E' triste, ma non vedo perchè debba passare tu una brutta vita, assieme al tuo bimbo, per salvaguardare lui
odissea is offline  
Vecchio 30-09-2006, 23.30.09   #10
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: vivere con un uomo 'ossessivo'

Forse è una fortuna che non siete sposati così c'è meno burocrazia per rifarti una vita. Il vero problema è: vuoi lasciarlo? sei capace di lasciarlo? per il tuo bene e quello di tuo figlio?

Vittima e carnefice sono legati a filo doppio, teniamolo sempre presente.

Prima cerca dentro di te il motivo che ti ha spinta vergo quest'uomo. Perchè sicuramente i campanellini d'allarme suonavano anche quando lo hai conosciuto. L'errore comune è quello di pensare che "poi cambierà" in meglio, in verità si cambia sempre in peggio. Se al momento dell'innamoramento (se c'è un innamoramento) si tendono a nascondere i propri difetti dopo li si lascia esprimersi liberamente.

Cerca di scoprire la tua dipendenza da questo tipo di uomo (per evitare di ricascarci) e poi riprendi la tua strada insieme a tuo figlio. Un lavoro ce l'hai ed è già tanto.
Non pensare solo a te ma anche a tuo figlio. Di un padre simile non solo si può fare a meno ma è benefico che non ci sia. Potresti restare solo ad una condizione che si facesse curare. Ma per lui la malata sei tu, lui è sanissimo.

tanti auguri
ciao
mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it