Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 12-11-2006, 14.59.57   #11
cioccolato
Ospite
 
Data registrazione: 22-10-2006
Messaggi: 3
Riferimento: non tollero più

ho avuto poco tempo,finalmente riesco a ringraziare tutti voi che avete risposto alla mia richiesta d'aiuto. veramente grazie! apprezzo molto tutto questo perchè,l'avrete capito,non riesco aconfrontarmi con le persone che misono accanto.
Mocassino suggerisce di capire se il problema sia davvero l'aspetto fisico. credo di si,perchè per tutto il resto lo ADORO,non lo cambierei con 1000uomini. eppure mi ritrovo a guardare ragazzi dall'aspetto più "normale" e a desiderare che anche lui sia dentro un corpo così,per amarlo completamente. voglio dire con la stessa intensità anche fisicamente!
Cielosereno dice di cercare aiuto in persono di un contesto diverso dal mio ed è per questo che sono qui,con voi.
perrispondo anche a Galadirelurtroppo sento un freno anche quando siamo completamente soli. quando non ci sono gli sguardi dei"deficienti"là fuori,io stessa lo guardo e purtroppo non vedo solo la persona speciale e adorabile che è,lo vedo intrappolato in un corpo che non sono mairiuscita ad accarezzare e desiderare come avrei voluto.
sto impedendo a mestessa e a lui di vivere pienamente anche illatofisico dell'amore;per lui questa privazione è difficile e lo sta diventando anche per me.
lui davvero mi insegna a vivere,come dice Carola,io gli faccio dimenticare i suoi problemi di salute e non. forse c'è una sorta di egoismo da ambo le parti,abbiamo tutti e due bisogno di questo. ma questo equilibrio non c'è,perchè la rinuncia ad una parte importante del rapporto di coppia comincia a pesare per entrambe.
devo parlargliene...
ne soffriremo..
grazie anche agli altri che non ho citato,mi state aiutando tutti a capire.
cioccolato is offline  
Vecchio 13-11-2006, 13.54.54   #12
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Riferimento: non tollero più

Citazione:
Originalmente inviato da cioccolato
ho avuto poco tempo,finalmente riesco a ringraziare tutti voi che avete risposto alla mia richiesta d'aiuto. veramente grazie! apprezzo molto tutto questo perchè,l'avrete capito,non riesco aconfrontarmi con le persone che misono accanto.
Mocassino suggerisce di capire se il problema sia davvero l'aspetto fisico. credo di si,perchè per tutto il resto lo ADORO,non lo cambierei con 1000uomini. eppure mi ritrovo a guardare ragazzi dall'aspetto più "normale" e a desiderare che anche lui sia dentro un corpo così,per amarlo completamente. voglio dire con la stessa intensità anche fisicamente!
Cielosereno dice di cercare aiuto in persono di un contesto diverso dal mio ed è per questo che sono qui,con voi.
perrispondo anche a Galadirelurtroppo sento un freno anche quando siamo completamente soli. quando non ci sono gli sguardi dei"deficienti"là fuori,io stessa lo guardo e purtroppo non vedo solo la persona speciale e adorabile che è,lo vedo intrappolato in un corpo che non sono mairiuscita ad accarezzare e desiderare come avrei voluto.
sto impedendo a mestessa e a lui di vivere pienamente anche illatofisico dell'amore;per lui questa privazione è difficile e lo sta diventando anche per me.
lui davvero mi insegna a vivere,come dice Carola,io gli faccio dimenticare i suoi problemi di salute e non. forse c'è una sorta di egoismo da ambo le parti,abbiamo tutti e due bisogno di questo. ma questo equilibrio non c'è,perchè la rinuncia ad una parte importante del rapporto di coppia comincia a pesare per entrambe.
devo parlargliene...
ne soffriremo..
grazie anche agli altri che non ho citato,mi state aiutando tutti a capire.

Credo, francamente, che tu "debba" parlargliene, esattamente come dici tu stessa.
Intendo dire che si tratta di uno specifico dovere: le ambiguità nuocciono drammaticamente a qualsiasi relazione.
In fin dei conti l'amore si declina in tanti modi: esiste l'amore di coppia, quello filiale, quello materno e paterno, quello dell'amicizia, quello che lega l'allievo al suo maestro.
Non sono modalità differenziate da una maggiore o minore, o diversa "intensità".
Si tratta, semplicemente, di casi diversi, forme diverse, qualità diverse dell'amore.
Probabilmente il vostro rapporto si confà assai meglio a qualcun altra delle possibilità sopra citate: forzarne le valenze dentro una specie inadeguata non può che rendere il rapporto inautentico e, alla lunga, sgretolarlo.
Aggiungo, però, che nessuno ti ha chiesto di quale malattia si tratti: rilevo questo fatto poichè, in apparenza, sembrerebbe motivato da una sorta di delicatezza e di tatto.
Ma, a mio parere, non sarebbe inutile indicarla, e proverò a spiegarti il perchè.

L'aspetto fisico di una persona non rappresenta il semplice "involucro" dentro cui sta contenuto il "bozzolo" della personalità e del carattere.
Il nostro corpo "media" l'anima dandole modo di esprimersi attraverso la mimica, la gestualità, gli atteggiamenti, oltre che la parola, con le sue inflessioni e modulazioni: scindere i contenuti mentali da tutto ciò non solo è improprio, ma anche impossibile.
In ultima analisi, ciò che possiamo provare per una persona è fortemente determinato da questi aspetti di immagine, ossia dalla ricchezza con cui si modula la "presenza" fisica e psichica dell'Altro.
E al contorno di tutto questo sta il "giudizio sociale", ossia la modalità "immediata" dell'interazione sociale, la quale si rivolge all'Altro non in quanto quel "particolare" Altro, ma in quanto "Altro in sè".
Mi spiegherò meglio con un esempio.
In certi contesti sociali, avere la pelle di un colore diverso può determinare lo stesso tipo di atteggiamento che tu descrivi nei confronti del tuo ragazzo (intendo, come "reazione" aspecifica del gruppo sociale o della comunità in cui si vive).
Ciò non impedisce, però, che il prendere contatto e conoscenza con la "particolarità" dell'Altro possa dissolvere la diffidenza o la repulsione immediata.
Tutto sta, naturalmente, a come e se l'Altro può dare piena e completa espressione del proprio modo di essere.
Per questo è sempre accaduto che vi fossero uomini o donne che si innamorano di partners "di colore" anche in contesti sociali fortemente razzisti o segreganti.
Ma il caso è diverso se una patologia o un'altra condizione distorce o vizia enormemente le possibilità espressive dell'Altro.
Da questo punto di vista, per esempio, un disturbo psicologico (come una depressione) può incidere sull'appeal di una persona assai più di qualsiasi patologia somatica che renda deformi, o di qualsiasi "alterità" oggetto di stigma sociale.
Se avrai avuto la pazienza di leggere fino a qui, giungo alla conclusione.
Come sta lui dal punto di vista psicologico?
Non sarà che, forse, egli vive il proprio aspetto fisico in modo tanto disturbato da aver perduto quell'appeal che, in altri momenti, ti aveva attratto?
Perchè non si lamenta della mancanza di intimità?
La dà per scontata? E perchè?
Weyl is offline  
Vecchio 16-11-2006, 00.31.40   #13
G-STONED
Ospite
 
Data registrazione: 14-11-2006
Messaggi: 7
Cool Riferimento: non tollero più

Citazione:
Originalmente inviato da cioccolato
ciao a tutti.
sento il bisogno di dire una cosa di cui non riesco a parlare nemmeno con le persone più care e vicine.
è compito mio trovare la soluzione, ma non ci sono ancora riuscita.
il mio ragazzo è una persona speciale, è tutto quello che posso desiderare in un uomo. passerei il resto della vita con lui. mi ama.
purtroppo soffre di una malattia che, da una parte lo ha reso forte, attaccato alla vita e sensibile, dall'altra gli ha modificato l'aspetto fisico tanto che ora tutti lo guardano come fosse un "mostro". uso questa dura parola perchè restituisce bene l'espressione sul volto di chi lo guarda senza curarsi di scorgere la bellissima persona che c'è dietro quell'aspetto.
l'ho conosciuto così, ho accettato questa cosa e sono pronta a vivere con lui la sua malattia ed aiutarlo.
ma ultimamente non riesco a tollerare gli sguardi, i commenti sottovoce delle persone, che sopporto solo per rispetto suo e ,cosa peggiore, non riesco più ad avere intimità con lui.
ciò evidentemente vuol dire che il problema non è più solo negli altri, ma è diventato anche mio. lui soffre della mancanza di intimità e magari ne sospetta anche la causa, eppure non riesco a parlargliene:ne soffrirebbe molto.
come si fa a dire una cosa così dolorosa a qualcuno a cui si vuole così bene?
grazie a tutti

Cara Cioccolato,
l' "intimità" con una persona la si cerca di solito per pura attrazione sessuale, oppure per infatuazione passeggera, e, non ultimo, per amore (e qui casca l' asino): tralasciando le prime due possibilità, che non mi sembrano il caso tuo, resta l' amore, che non solo non è citato nel tuo messaggio, ma neppure traspare, anzi dici "....lui mi ama", ".....e io gli voglio "così bene", "....vivere con lui ed aiutarlo".
Bene si vuole alla mamma ed al papà, al fratello, ad un amico, aiuto si dà ad un infermo, ma con questa gente non si condivide il letto, gli si dà un bacio in fronte al massimo!
Di a tè stessa, se ne hai il coraggio, che lo ami davvero, fino in fondo..................... no eh?
Secondo me ti sei messa in un bel guaio perchè ti sei buttata in un problema delle cui dimensioni non avevi idea, e che ti sei accorta di non poter gestire.
E' una situazione che non ha una via d' uscita indolore, quindi smetti di mentire a te stessa e di ingannare lui che non "sospetta" ma "sa' ".
Dacci un taglio secco, le conseguenze saranno una tua responsabilità, ma almeno sarai onesta cone lui e tè stessa.
E' dura ma è una situazione che devi affrontare con coraggio.
Se invece mi sbaglio, buon per tè, magari il mio intervento ti toglierà ogni dubbio e quindi no! Non è come dice questo arrogante insensibile presuntuoso! (non certo ipocrita ed accondiscendete).
Ho concluso, in bocca al lupo!
G-STONED is offline  
Vecchio 16-11-2006, 14.51.44   #14
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: non tollero più

Citazione:
Originalmente inviato da cioccolato
ho avuto poco tempo,finalmente riesco a ringraziare tutti voi che avete risposto alla mia richiesta d'aiuto. veramente grazie! apprezzo molto tutto questo perchè,l'avrete capito,non riesco aconfrontarmi con le persone che misono accanto.
Mocassino suggerisce di capire se il problema sia davvero l'aspetto fisico. credo di si,perchè per tutto il resto lo ADORO,non lo cambierei con 1000uomini. eppure mi ritrovo a guardare ragazzi dall'aspetto più "normale" e a desiderare che anche lui sia dentro un corpo così,per amarlo completamente. voglio dire con la stessa intensità anche fisicamente!
Cielosereno dice di cercare aiuto in persono di un contesto diverso dal mio ed è per questo che sono qui,con voi.
perrispondo anche a Galadirelurtroppo sento un freno anche quando siamo completamente soli. quando non ci sono gli sguardi dei"deficienti"là fuori,io stessa lo guardo e purtroppo non vedo solo la persona speciale e adorabile che è,lo vedo intrappolato in un corpo che non sono mairiuscita ad accarezzare e desiderare come avrei voluto.
sto impedendo a mestessa e a lui di vivere pienamente anche illatofisico dell'amore;per lui questa privazione è difficile e lo sta diventando anche per me.
lui davvero mi insegna a vivere,come dice Carola,io gli faccio dimenticare i suoi problemi di salute e non. forse c'è una sorta di egoismo da ambo le parti,abbiamo tutti e due bisogno di questo. ma questo equilibrio non c'è,perchè la rinuncia ad una parte importante del rapporto di coppia comincia a pesare per entrambe.
devo parlargliene...
ne soffriremo..
grazie anche agli altri che non ho citato,mi state aiutando tutti a capire.

"Ne soffriremo"...mi sembra che anticipi un risultato negativo..
Di certo, il sapere che vivete una storia non facile... porta alla
conclusione che è meglio lasciarsi...

E la sessualità ne risente...
Provate a viverla senza aspettative future.. con semplicità... donandovi
il semplice piacere senza fini riproduttivi ( scommetto che è questo che ti spaventa...).
Ecco.. se desideri essere madre... potrai diventarla... sapendo che avrai accanto un compagno affidabile e sincero... che acetterà
di non essere padre biologico ...

Spero di averti dato un piccolo aiuto... che non ti serve... hai gia dentro di te
le risposte migliori.
Ciao
cielosereno52 is offline  
Vecchio 18-11-2006, 13.58.30   #15
cioccolato
Ospite
 
Data registrazione: 22-10-2006
Messaggi: 3
Riferimento: non tollero più

quando conosci una persona,adori il suo essere,il suo modo di porsi nei confronti del mondo e nei tuoi,con questa condividi tutto, i valori ,le cose importanti e le piccole cose quotidiane,se c'è anche attrazione fisica da ambo le parti è amore e si imposta la vita insieme.quando questa non c'è ,si è grandi e buoni amici,quelli veri,che si aiutano,si confortano.non quelli con cui si va solo a cena fuori. il tutto detto in termini semplici,anche troppo.
ecco io ho questo,mi rendo conto di essere stata fortunata nel trovarlo,spero di esser stata anche brava, fin ora, nell'impegnarmi per mantenerlo.
l'attrazione fisica non c'è più e forse quella che c'era prima era per dimostrare al mondo che io non la penso come il mondo. forse ora i miei veri desideri stanno uscendo,grazie anche a lui che mi fa ragionare in tal sensoer tutte le cose,mi aiuta a scegliere le cose migliori per me.
parlandogliene lo perdo,ecco forse perchè il fiato non esce!!
è egoismo?
voglio di nuovo dimostrare al mondo che non sono egoista?
allora mi sforzo di desiderarlo ma non ci riesco più.
lui non si pone nell'intimità come una persona con problemi,non ha nessun freno nessun tabù,ne culturale ,ne fisico.sa del mio disagio,anche se cerco di nasconderlo,o non lo immagina nemmeno?non so nemmeno sequando si guarda allo specchio vede quel che vedo io o se si vede come quando non aveva problemi.
è tremendo dirsi tutto e non riuscire a parlare di questo
cioccolato is offline  
Vecchio 18-11-2006, 14.35.48   #16
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: non tollero più

Citazione:
Originalmente inviato da cioccolato
quando conosci una persona,adori il suo essere,il suo modo di porsi nei confronti del mondo e nei tuoi,con questa condividi tutto, i valori ,le cose importanti e le piccole cose quotidiane,se c'è anche attrazione fisica da ambo le parti è amore e si imposta la vita insieme.quando questa non c'è ,si è grandi e buoni amici,quelli veri,che si aiutano,si confortano.non quelli con cui si va solo a cena fuori. il tutto detto in termini semplici,anche troppo.
ecco io ho questo,mi rendo conto di essere stata fortunata nel trovarlo,spero di esser stata anche brava, fin ora, nell'impegnarmi per mantenerlo.
l'attrazione fisica non c'è più e forse quella che c'era prima era per dimostrare al mondo che io non la penso come il mondo. forse ora i miei veri desideri stanno uscendo,grazie anche a lui che mi fa ragionare in tal sensoer tutte le cose,mi aiuta a scegliere le cose migliori per me.
parlandogliene lo perdo,ecco forse perchè il fiato non esce!!
è egoismo?
voglio di nuovo dimostrare al mondo che non sono egoista?
allora mi sforzo di desiderarlo ma non ci riesco più.
lui non si pone nell'intimità come una persona con problemi,non ha nessun freno nessun tabù,ne culturale ,ne fisico.sa del mio disagio,anche se cerco di nasconderlo,o non lo immagina nemmeno?non so nemmeno sequando si guarda allo specchio vede quel che vedo io o se si vede come quando non aveva problemi.
è tremendo dirsi tutto e non riuscire a parlare di questo

Forse le tue remore sono del tipo... se gli confesso che ho fatto l'amore con lui per spirito di crocerossina...che figura ci faccio..?
Ma forse tu l'amore lo vivi con schemi rigidi...il sesso come dovere...e hai timore di cambiare gesti.
Non sò... penso che sia una brutta gatta da pelare... ma vivaddio..
stiamo parlando di una persona matura..che sa ascoltarti...che può
capire , e se tu ami quello che ha dentro... capisci che quello che è fuori è solo un contenitore un po ammaccato...

Ciao, spero che non sacrifichiate le vostre possibilità di una vita migliore
per pregiudizi, vivendo bene il vostro presente.
cielosereno52 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it