Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 03-11-2006, 11.05.21   #1
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Volontà

Riflettevo sui grandi uomini del passato, su coloro che hanno, come si dice, "fatto la storia".
Ma anche su persone comuni, che sono riuscite a raggiungere traguardi personali.
Credo che in comune abbiano tutte un pensiero e una volontà forti.
"Forte" è forse un aggettivo improprio, basterebbe "chiaro".
Chiarezza di pensiero, forte volontà nel perseguirlo.
Che cosa supporta il pensiero?
Cosa serve per raggiungerlo?
Carattere, storia personale, la motivazione di dare un senso alla propria esistenza?
cannella is offline  
Vecchio 03-11-2006, 11.30.55   #2
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Riferimento: Volontà

Citazione:
Originalmente inviato da cannella
Riflettevo sui grandi uomini del passato, su coloro che hanno, come si dice, "fatto la storia".
Ma anche su persone comuni, che sono riuscite a raggiungere traguardi personali.
Credo che in comune abbiano tutte un pensiero e una volontà forti.
"Forte" è forse un aggettivo improprio, basterebbe "chiaro".
Chiarezza di pensiero, forte volontà nel perseguirlo.
Che cosa supporta il pensiero?
Cosa serve per raggiungerlo?
Carattere, storia personale, la motivazione di dare un senso alla propria esistenza?

bel quesito.
Credo sia necessario avere un'ottimo senso di autostima e fiducia nelle proprie capacità.
Un pizzico di egoismo, zero sensi di colpa e la consapevolezza che per qualsiasi risultato si voglia raggiungere, anche di piccola importanza "sociale", i piedi a qualcuno si dovranno pestare per perseguirlo.
Platone diceva di non conoscere nessuna via certa per il successo, ma solo una via infallibile per l'insuccesso: quella che porta ad accontentare tutti.
Penso abbia ragione.

In merito ai grandi personaggi della storia, quelli che forse sono riusciti a cambiarne addirittura il corso (se ci sono stati) credo che abbiano spesso avuto un ego enorme e che la loro genialità abbia spesso confinato con la follia.
odissea is offline  
Vecchio 03-11-2006, 15.10.47   #3
Tommy2005
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-09-2006
Messaggi: 176
Riferimento: Volontà

Citazione:
Originalmente inviato da cannella
Riflettevo sui grandi uomini del passato, su coloro che hanno, come si dice, "fatto la storia".
Ma anche su persone comuni, che sono riuscite a raggiungere traguardi personali.
Credo che in comune abbiano tutte un pensiero e una volontà forti.
"Forte" è forse un aggettivo improprio, basterebbe "chiaro".
Chiarezza di pensiero, forte volontà nel perseguirlo.
Che cosa supporta il pensiero?
Cosa serve per raggiungerlo?
Carattere, storia personale, la motivazione di dare un senso alla propria esistenza?

Ciao Cannella,

Citazione:
Chiarezza di pensiero, forte volontà nel perseguirlo

sicuramente la chiarezza dei propri obiettivi è essenziale, perchè se non si hanno le idee chiare si rischia di andare dove non si vuole andare, ma anche la consapevolezza di ciò che comportano i ns obiettivi è importante.

Spesso viene trascurata; si parte convinti che si farà una certa fatica per raggiungere i propri obiettivi, e poi si scopre che le cose stanno in maniera molto diversa da come ce le aspettavamo.

Aggiungi poi gli imprevisti e la volontà fà in fretta a cedere.

La volontà quindi può fare ben poco se il pensiero di ciò che si vuole non è chiaro e se non abbiamo la consapevolezza delle conseguenze che il ns cammino di lavoro comporta...ciò nonostante la volontà ferrea non basta.

Una buona dose di responsabilità relativamente a ciò che ottieniamo dipende molto dal destino, che a volte ostacola e a volte facilita i ns obiettivi.

Per esperienza personale, ti posso dire che il destino fà 90...la ns volontà non sempre fà la differenza.

Poi gli ambiti in cui si può discutere della volontà sono i più disparati, bisognerebbe esaminare la volontà nell'ambito specifico...se hai un ambito o una sfera specifica a cui ti riferisci postala pure, credo sia più conveniente se no il discorso rimane troppo generico.

Ti saluto, ciao.
Tommy2005 is offline  
Vecchio 03-11-2006, 17.12.00   #4
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Riferimento: Volontà

Se una persona non riesce ad ottenere qualcosa (sempre nei limiti razionali del possibile) è perchè probabilmente non lo desidera davverò, o perchè non ha determinazione;

La forza di volontà è data dalla volontà stessa, è il punto è "quanto si vuole impiegare per ottenere qusto scopo"!
Ecco perchè il riferimeto all'autostima.... se una persona non crede di avere i mezzi da impiegare per il conseguimento di un obiettivo è già perso a 3/4

La volontà e la determinazione sono tutto!

Chi non ha determinazione non sarà mai nessuno.
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 03-11-2006, 17.37.04   #5
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: Volontà

Citazione:
Originalmente inviato da cannella
Riflettevo sui grandi uomini del passato, su coloro che hanno, come si dice, "fatto la storia".
Ma anche su persone comuni, che sono riuscite a raggiungere traguardi personali.
Credo che in comune abbiano tutte un pensiero e una volontà forti.
"Forte" è forse un aggettivo improprio, basterebbe "chiaro".
Chiarezza di pensiero, forte volontà nel perseguirlo.
Che cosa supporta il pensiero?
Cosa serve per raggiungerlo?
Carattere, storia personale, la motivazione di dare un senso alla propria esistenza?
Ciao
...e... se alla base del nostro pensiero ci fosse solo una motivazione vera per far muovere la "volontà"? Sarebbe più plausibile che ricercarne le ragioni nei grandi "uomini" che hanno fatto la storia.

vado a fare la parmigiana...và.....
tammy is offline  
Vecchio 03-11-2006, 18.45.49   #6
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Volontà

La volontà ha la funzione di decidere che cosa si deve fare e quella di usare tutti i mezzi necessari per realizzare ciò che ha deliberato, perseverando nonostante tutti gli ostacoli e le difficoltà, come ha scritto Odissea

Per volontà si intende la capacità di percepirci come "soggetti viventi", dotati del potere di scegliere, di costruire rapporti, di operare cambiamenti nella propria personalità, nelle circostanze...

La volontà non si studia, ma si esperimenta, credo anche che debba essere allenata.

La nostra più vera natura, di esseri umani, è quella di esseri dotati della libertà di contribuire alla creazione della nostra realtà individuale e circostante. Diventare consapevoli di questo immenso potere di cui siamo tutti dotati è l'antidoto più sicuro contro il rischio di diventare insignificanti pedine di un gioco condotto da altri.

Non sono così pessimista come Tommy, certo è che non sempre si ha la forza, la capacità di essere volitivi:

forse per stanchezza, o per mancanza di senso o anche solo per pigrizia, lasciamo che le cose che potremmo evitare, accadano.

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 03-11-2006, 19.42.44   #7
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: Volontà

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15
La volontà ha la funzione di decidere che cosa si deve fare e quella di usare tutti i mezzi necessari per realizzare ciò che ha deliberato, perseverando nonostante tutti gli ostacoli e le difficoltà, come ha scritto Odissea

Per volontà si intende la capacità di percepirci come "soggetti viventi", dotati del potere di scegliere, di costruire rapporti, di operare cambiamenti nella propria personalità, nelle circostanze...

La volontà non si studia, ma si esperimenta, credo anche che debba essere allenata.

La nostra più vera natura, di esseri umani, è quella di esseri dotati della libertà di contribuire alla creazione della nostra realtà individuale e circostante. Diventare consapevoli di questo immenso potere di cui siamo tutti dotati è l'antidoto più sicuro contro il rischio di diventare insignificanti pedine di un gioco condotto da altri.

Non sono così pessimista come Tommy, certo è che non sempre si ha la forza, la capacità di essere volitivi:

forse per stanchezza, o per mancanza di senso o anche solo per pigrizia, lasciamo che le cose che potremmo evitare, accadano.

Ciao
E nò...scusa eh?
ma la "motivazione" che "muove il pensiero" dal quale "scaturisce" la "volontà"... n'dò lo mettiamo? nella mia parmigiana
buona serata
tammy is offline  
Vecchio 03-11-2006, 20.51.58   #8
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Volontà

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
E nò...scusa eh?
ma la "motivazione" che "muove il pensiero" dal quale "scaturisce" la"volontà"... n'dò lo mettiamo? nella mia parmigiana
buona serata

Mi hai fatto venire fame, con la tua parmigiana e nel mio frigo non c'è più niente!!!

Comunque, la motivazione non deve essere confusa con la volontà.

Io vedo la volontà caratterizzata da:

- una rappresentazione precisa di quanto si deve compiere

- una decisione energica

- lo sforzo per compiere l’atto di volontà

- le sensazioni di tensione, che si manifestano anche a livello fisico

La motivazione stabilisce il limite superiore di quanto un individuo è pronto ad investire in termini di sforzo volontario, impegno e perseveranza.

Di fronte ad un ostacolo, una persona con una motivazione iniziale bassa rinuncerà al perseguimento dell’obiettivo prima - rispetto ad una con una motivazione elevata, ma motivazione e volontà secondo me sono momenti diversi.

Ciao!
Patri15 is offline  
Vecchio 03-11-2006, 21.44.31   #9
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: Volontà

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15
Mi hai fatto venire fame, con la tua parmigiana e nel mio frigo non c'è più niente!!!

Comunque, la motivazione non deve essere confusa con la volontà.

Io vedo la volontà caratterizzata da:

- una rappresentazione precisa di quanto si deve compiere

- una decisione energica

- lo sforzo per compiere l’atto di volontà

- le sensazioni di tensione, che si manifestano anche a livello fisico

La motivazione stabilisce il limite superiore di quanto un individuo è pronto ad investire in termini di sforzo volontario, impegno e perseveranza.

Di fronte ad un ostacolo, una persona con una motivazione iniziale bassa rinuncerà al perseguimento dell’obiettivo prima - rispetto ad una con una motivazione elevata, ma motivazione e volontà secondo me sono momenti diversi.

Ciao!
se vuoi venire a cena... non c'è che dirlo casa mia è sempre aperta...pare la porta dell'inter
Ok.....
Scusa eh! ma per me la "motivazione" è ciò che fa scaturire l'agire e, "l'agire", è "volontà", o sbaglio?
Se non abbiamo una "motivazione" (alta o bassa come ti pare) ma chi ci muove? quale volontà se non cè nulla da promuovere?
La parmigiana era ottima
tammy is offline  
Vecchio 04-11-2006, 00.01.17   #10
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Riferimento: Volontà

Citazione:
Originalmente inviato da odissea
bel quesito.
Credo sia necessario avere un'ottimo senso di autostima e fiducia nelle proprie capacità.
Un pizzico di egoismo, zero sensi di colpa e la consapevolezza che per qualsiasi risultato si voglia raggiungere, anche di piccola importanza "sociale", i piedi a qualcuno si dovranno pestare per perseguirlo.
Platone diceva di non conoscere nessuna via certa per il successo, ma solo una via infallibile per l'insuccesso: quella che porta ad accontentare tutti.
Penso abbia ragione.

In merito ai grandi personaggi della storia, quelli che forse sono riusciti a cambiarne addirittura il corso (se ci sono stati) credo che abbiano spesso avuto un ego enorme e che la loro genialità abbia spesso confinato con la follia.

Ego.. hai ragione, soprattutto se l'esercizio della propria volontà entra in conflitto o richiede sacrifici ad altre persone.

Però può esistere anche un progetto di vita che al contrario tende verso gli altri: penso a Ghandi, a Maria Teresa di Calcutta, ad un insegnante che fa benissimo il proprio lavoro. Oppure persone che hanno obiettivi personali basati su un proprio miglioramento di vita materiale o spirituale o artistico o culturale.
cannella is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it