Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 08-11-2006, 15.22.30   #11
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Riferimento: Trasgressione....

Ciao Mocassino,
questa discussione è utile un poco anche a me...

Credo che il bisogno di "trasgredire", derivi fondamentalmente dalla noia,
dall'apatia dello scontato e banale tran tran quotidiano.

A volte penso che l'uomo si sia dato troppe leggi e regole, a cui a volte non riesce a sottostare, imprigionato e conformato in un sistema che può diventare stretto .

Ecco che arriva la trasgressione, che frantuma la noia,
aumenta l'adrenalina,
zittisce la morale comune.

Ma, come dice maxim, siamo certi poi di non provare quel senso di vergogna

Insomma per me è difficile trasgredire, senza provare sensi di colpa.
Poi tutto dipende dalla trasgressione, ovviamente.
Pantera Rosa is offline  
Vecchio 08-11-2006, 16.35.24   #12
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Trasgressione....

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Non penso ci sarebbe nessuno ad impedirtelo quindi...vai tranquilla!
Il limite semmai è ancora dentro di te e trasgressione vuole che, per essere veramente tale, debba innanzitutto venire infranto.

Leggendo i tuoi posts (non solo questi), noto sempre una certa sofferenza della condizione femminile nei confronti del maschio.
La trasgressione è bella se è sincera e non imposta dal nostro ego per questioni di sfida verso un nostro ipotetico avversario...nel tuo caso, mi par di comprendere, il maschio!
...ma saresti veramente disposta a mettere alla luce del sole le tue trasgressioni senza provare un senso di "vergogna" o altro sentimento negativo nei confronti del "non trasgressore"?

Ecco...la vera trasgressione è per me trasgredire riuscendo comunque a tenere la testa alta nei confronti di chiunque e soprattutto senza provare quel senso di "vergogna" che ne deriva. In questo caso, come dici tu, i limiti vengono veramente rimossi.

beh, non so che dire. Forse, grazie Maxim per la tua permessività

Quando le donne sono relegate a umori, manierismi, contorni che si conformano ad un ideale di bellezza e di comportamento, sono catturate nel corpo e nll'anima e non sono più libere.

A me sembra chiaro che la natura istintiva delle donne tiene in considerazione il corpo e lo spirito per la loro capacità di essere vitali, reattivi e resistenti, molto più che in rapporto a qualsiasi misura del gruppo di appartenenza.

Non sono nè ermafrodita, nè contro i maschi in generale.

Non mi sembra neppure di aver parlato di trasgressione solo in merito alle donne, certo ho nominato il bovarismo, ma il bovarismo riguarda l'intera società, anche se la vittima fisicamente nel romanzo, finisce per essere la donna.

Vergogna è una parola che non mi convince: dovrei vergognarmi di non pensarla come te o come una maggioranza? O dovrei farlo perchè sostengo i diritti dei gay, anche se in tanti sono contrari?

Ho la fortuna di avere un marito-compagno con il quale ho un ottimo rapporto.
Rapporto che si è consolidato, migliorato negli anni.

Non è stato il mio unico rapporto: prima di lui ne ho vissuto altri e lo ammetto in modo tranquillo. Non mi sono comunque "offerta" come moglie vergine.
Mio marito conosce molte cose di me ed è un motivo in più per averne rispetto.

Coloro che tu definisci "i non trasgressori" probabilmente sono i medesimi che io definirei ipocriti, bigotti, pavidi?

D'altra parte, senza offesa personale a Marco R., il fatto che io mi ribelli ad alcune considerazioni sulla donna, non dovrebbe stupirti <suppongo>.

Ciao!!
Patri15 is offline  
Vecchio 08-11-2006, 18.04.12   #13
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Riferimento: Trasgressione....

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Ecco...la vera trasgressione è per me trasgredire riuscendo comunque a tenere la testa alta nei confronti di chiunque e soprattutto senza provare quel senso di "vergogna" che ne deriva. In questo caso, come dici tu, i limiti vengono veramente rimossi.

Ciao Maxim

La trasgressione (qualunque essa sia) non dovrebbe dare alcun senso di vergogna...
Almeno dal mio punto di vista, una persona trasgredisce, in un certo senso, prpr per "abbattere certe barriere", per andare oltre... se si conserva il senso di vergogna che trasgressione è?!?
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 08-11-2006, 19.23.40   #14
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Trasgressione....

Citazione:
Originalmente inviato da MocassinoH2O
Ciao Maxim

La trasgressione (qualunque essa sia) non dovrebbe dare alcun senso di vergogna...
Almeno dal mio punto di vista, una persona trasgredisce, in un certo senso, prpr per "abbattere certe barriere", per andare oltre... se si conserva il senso di vergogna che trasgressione è?!?

Bravissima cara Mocassino

Non potevi esprimere meglio questo passo controverso non poco: trasgressione/vergogna.

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 08-11-2006, 20.08.01   #15
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Riferimento: Trasgressione....

Anche secondo me si trasgredisce spesso per noia.
Ci sono delle volte in cui il trasgredire ci dà la sensazione di tener viva proprio quella cosa di cui abbiamo infranto il limite: un bel paradosso insomma!
Tante persone tradiscono il loro partner sostenendo che proprio questo li aiuta a mantener accesa la fiamma della passione.
Alcuni corrono in macchina come i pazzi, rischiando di morire magari, e proprio per questo si sentono in qualche modo più vivi.
La trasgressione è un affare complicato, più complicato di quello che sembra in superficie: in fondo mostra tutte le nostre incapacità umane e le nostre debolezze. Rivela quanto poco in grado siamo di rimanere attaccati a quei principi che ci hanno insegnato da piccoli e che abbiamo sposato spesse volte.
Ci mostra che le cose sono moooolto più complesse di quello che ci sembrava quando ce le hanno insegante.

Io conosco ragazzi che sono stati grandi trasgressori. Ex tossicodipendenti, rapinatori, gente vissuta ai margini.
La trasgressione per loro andava ancora oltre (almeno credo; è difficle da capire e da spiegare). Trasgredire equivaleva al ricercare un senso della vita che non trovavano nel quotidiano; riempire un vuoto; la trasgressione diventava una delega cui si affidava ogni responsabilità.
E in fondo tutti noi, quando trasgrediamo anche nelle piccole cose, non stiamo cercando di riempire un vuoto? Siate sinceri....

Un po' melodrammatico; mi è venuto così!
odissea is offline  
Vecchio 08-11-2006, 23.22.22   #16
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Riferimento: Trasgressione....

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15
Bravissima cara Mocassino

Non potevi esprimere meglio questo passo controverso non poco: trasgressione/vergogna.

Ciao

Eppure trasgredire,significa violare, oltrepassare i limiti, andare contro una regola, una legge...

se le parole hanno ancora un senso.

Forse sarebbe il caso di chiarire cos'è la trasgressione, o i comportamenti trasgressivi.

Grazie per chi vorrà spiegare
Pantera Rosa is offline  
Vecchio 09-11-2006, 07.14.22   #17
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Trasgressione....

[quote=Pantera Rosa]Eppure trasgredire,significa violare, oltrepassare i limiti, andare contro una regola, una legge...

se le parole hanno ancora un senso.

Forse sarebbe il caso di chiarire cos'è la trasgressione, o i comportamenti trasgressivi.

Grazie per chi vorrà spiegare
/QUOTE]

Certo: oltrepassare i limiti, andare contro le regole imposte molto spesso da una società che si è auto-limitata per i motivi più svariati.
Norme imposte da una morale obsleta di gente che ha paura del cambiamento, del dolore, persino della gioia.

Quando ti chiedi fino a che punto è necessario oltrepassare certi limiti, sei sulla strada per capire cos'è la trasgressione.

Da parte mia, cara amica, trasgredire è ribellarsi a quanto imposto dalla morale bigotta neppure consapevole di se medesima, che quindi finisce per perpetuarsi, non essendoci nella nostra società una particolare tendenza alla comprensione autentica.

Più in generale, noi siamo anche istintualità che fin dal suo insorgere come desiderio genera movimenti che sono produzione del libero pensiero, in quanto il mio pensiero ha facoltà di istituire necessità, ma anche di destrutturare il senso di quella necessità.

Allora la libertà è tale soltanto se abbia facoltà di infrangere i limiti della illibertà del pensiero istituzionalizzato, del pensiero - cioè - che fissa i termini della norma.

Liberandosi dei limiti, il pensiero li sorpassa e nel suo andare oltre, incontra la trasgressione.

Pantera Rosa, spero di non aver peggiorato la situazione (considera che ho preso solo un caffè)

Un caro saluto.
Patri15 is offline  
Vecchio 09-11-2006, 09.21.36   #18
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Trasgressione....

Siccome la notte porta consiglio, mi è venuto in mente cosa dovevo dire…

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15
Vergogna è una parola che non mi convince: dovrei vergognarmi di non pensarla come te o come una maggioranza? O dovrei farlo perchè sostengo i diritti dei gay, anche se in tanti sono contrari?

Citazione:
Originalmente inviato da MocassinoH2O

La trasgressione (qualunque essa sia) non dovrebbe dare alcun senso di vergogna...
Almeno dal mio punto di vista, una persona trasgredisce, in un certo senso, prpr per "abbattere certe barriere", per andare oltre... se si conserva il senso di vergogna che trasgressione è?!?

Hey voi due!!!…perché vi state raccontando bugie?

Trasgredire significa anche provare inevitabilmente dei sensi di colpa; verso qualcuno in particolare o verso la società che consideriamo sempre “normale”. L’uomo ha bisogno della società e questa vive secondo determinate regole. Trasgredirle è fare un torto alla società e l’uomo ha paura di rimanere isolato, deriso, cacciato.
Quindi voi due…o le vostre trasgressioni sono bazzecole oppure non avete mai trasgredito.
In realtà son convinto che tutti, pur non essendolo, si sentono trasgressori, un po’ matti, estrosi e diversi…unici insomma. Ecco, la trasgressione secondo me ha una causa molto importante, cioè quella di far sentire unica e originale la persona che la commette. Quante volte abbiamo confidato all’amico/a una trasgressione provando un senso di originalità e quasi di superiorità?...un modo anche questo per attirare l’attenzione su se stessi e per ricevere consensi.
Però, come diceva la buona Odissea, si trasgredisce anche per noia, per cambiare, per insofferenza nei confronti della vita. Queste sono a mio avviso trasgressioni pericolose che spesse volte portano la persona al baratro.

…ma ci sono anche le trasgressioni pure, piacevoli, innocue, fantasiose e artistiche. Quelle da rivelare con cautela al branco perché, il branco/gruppo/società è sempre in ritardo intellettuale rispetto al singolo. Sono trasgressioni sottili ed intelligenti e di solito vanno a violare regoli morali.
E’ piacevole ricercarle, studiarle, affascinante argomentarsele…e soprattutto…metterle in pratica!

maxim is offline  
Vecchio 09-11-2006, 09.45.46   #19
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Trasgressione....

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Siccome la notte porta consiglio, mi è venuto in mente cosa dovevo dire…


Hey voi due!!!…perché vi state raccontando bugie?

Trasgredire significa anche provare inevitabilmente dei sensi di colpa; verso qualcuno in particolare o verso la società che consideriamo sempre “normale”. L’uomo ha bisogno della società e questa vive secondo determinate regole. Trasgredirle è fare un torto alla società e l’uomo ha paura di rimanere isolato, deriso, cacciato.

E se fosse che è un certo tipo di società a far torto all'individuo? con tutte le sue norme bigotte, superate e bla bla bla..?

Il senso di colpa, purtroppo, può esistere, ma non ha niente a che fare con la vergogna.

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
In realtà son convinto che tutti, pur non essendolo, si sentono trasgressori, un po’ matti, estrosi e diversi…unici insomma. Ecco, la trasgressione secondo me ha una causa molto importante, cioè quella di far sentire unica e originale la persona che la commette. Quante volte abbiamo confidato all’amico/a una trasgressione provando un senso di originalità e quasi di superiorità?...un modo anche questo per attirare l’attenzione su se stessi e per ricevere consensi.

E' almeno la secondo volta, Maxim, che fai questo discorso dell'anti-conformista per posa, dell'anti-conformista a tutti i costi.
E' ovvio che non parliamo di questo, essendo l'artificiale anti-conformismo, nella norma più piatta.

Trasgredire, uscire dalle regole, spesso vuol dire soffrire, sentirsi al bando, soli contro una maggiornza di BENPENSANTI.

Patri15 is offline  
Vecchio 09-11-2006, 09.58.20   #20
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Trasgressione....

Citazione:
Originalmente inviato da Patri15

Quando ti chiedi fino a che punto è necessario oltrepassare certi limiti, sei sulla strada per capire cos'è la trasgressione.


REGOLE DI TRASGRESSIONE PULITA

C'è una regola semplicissima e molto pratica per chi volesse intraprendere la strada della trasgressione "pulita":
"E' permessa qualsiasi attività umana che non oltrepassa la legalità imposta dalle regole civili"
Ciò significa che qualsiasi cosa che non è punibile penalmente o civilmente dalla legge in vigore è tranquillamente praticabile.
Questo il caso per praticare trasgressioni morali.

Tuttavia...per chi volesse spingersi un pò più in la è possibile trasgredire anche la legge solo qualora l'atto illegale non sconfini nel campo del penale e se la legge infranta è ritenuta, a livello personale, ingiusta.

Trasgressioni penali sono consigliate solo a persone dotate di una certa furbizia ed intelligenza.

In tutti i casi suesposti la trasgressione non deve mai nuocere, direttamente od indirettamente, altre persone.

maxim is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it