Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 17-11-2006, 20.51.50   #11
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Riferimento: le patologie dei cosidetti sani

Citazione:
Originalmente inviato da cielosereno52
Bhe... ho scritto cavolate... me ne scuso...ma quando sento persone di qualità come Arsenio dare negatività alla società... dimenticando di farne cmq
parte... per di più da una posizione di dominio socio culturale... la mia anima di operaio sclera di brutto...non dimenticando propri compagni che nella società hanno creduto , che hanno fermato il virus della violenza impazzita
nelle fabbriche...che hanno creato il benessere di cui oggi ci lamentiamo...

Hai ragione invece; sul tema proposto da Arsenio è utile considerare anche che a volte l'anticonformismo è un lusso che non tutti possono permettersi, se di questo si parla.
cannella is offline  
Vecchio 18-11-2006, 08.32.19   #12
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: le patologie dei cosidetti sani

Citazione:
Originalmente inviato da cannella
Hai ragione invece; sul tema proposto da Arsenio è utile considerare anche che a volte l'anticonformismo è un lusso che non tutti possono permettersi, se di questo si parla.


Sì... è di questo che parlavo... Grazie
cielosereno52 is offline  
Vecchio 18-11-2006, 14.54.24   #13
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: la follia è una dimensione di tutti

[quote]Ci sono ancora influenze dell’antipsichiatria ideologica che tende a negare la follia. Illustri riferimenti sono o Laing che la definì “sanità” in un mondo insano, Szasz, per cui sono certi comportamenti insoliti che turbano la società , a venire definiti “malattia mentale”.


Se ricordo bene la teoria di Laing, la follia e' tale se cosi' considerata dalla maggioranza. Il giudizio di "non-normale"o "insano" varia da una societa' all'altra. Ma un comportamento deviante e' tuttora un fenomeno umano e sta a noi se accettarlo o meno.
Penso che l'umanita' abbia bisogno di capri espiatori, e li trova in diverse minoranze e anche in quelli che stigmatizza come pazzi. Il loro rinserimento nella societa' e' quanto mai difficile.
hava is offline  
Vecchio 19-11-2006, 22.22.25   #14
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: la follia è una dimensione di tutti

[quote=hava]
Citazione:
Ci sono ancora influenze dell’antipsichiatria ideologica che tende a negare la follia. Illustri riferimenti sono o Laing che la definì “sanità” in un mondo insano, Szasz, per cui sono certi comportamenti insoliti che turbano la società , a venire definiti “malattia mentale”.


Se ricordo bene la teoria di Laing, la follia e' tale se cosi' considerata dalla maggioranza. Il giudizio di "non-normale"o "insano" varia da una societa' all'altra. Ma un comportamento deviante e' tuttora un fenomeno umano e sta a noi se accettarlo o meno.
Penso che l'umanita' abbia bisogno di capri espiatori, e li trova in diverse minoranze e anche in quelli che stigmatizza come pazzi. Il loro rinserimento nella societa' e' quanto mai difficile.

Non sò... diciamo che la follia è ben tollerata dalla società se non porta semi di violenza.. ove il " pazzo" è ritenuto pericoloso scatta l'allarme sociale.

Del resto la pazzia è l'ultima frontiera che l'uomo erige contro la paura di morire...oppure è un corpo che ancora vive... nonostante la mente sia già stata uccisa.. ( per far capire...conosco la storia di una donna violentata da un branco di sei aguzzini.. ovvio che la sua mente non resse...).
cielosereno52 is offline  
Vecchio 20-11-2006, 01.27.27   #15
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Riferimento: la follia è una dimensione di tutti

In questi casi si fa una fatica terribile a esprimersi senza avere un concetto di normalità comune da condividere con le persone che stanno parlando di questa cosa.
O meglio cosa si intende per follia e per normalità???
Determinati tratti sono presenti sempre e cmq a tutte le persone ...
non ce persona che dentro di se abbia se pur un minimo di follia
ma neppure esiste una persona che dentro di se abbia un briciolo di normalità...
bomber is offline  
Vecchio 20-11-2006, 11.01.32   #16
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: la follia è una dimensione di tutti

Citazione:
Originalmente inviato da bomber
In questi casi si fa una fatica terribile a esprimersi senza avere un concetto di normalità comune da condividere con le persone che stanno parlando di questa cosa.
O meglio cosa si intende per follia e per normalità???
Determinati tratti sono presenti sempre e cmq a tutte le persone ...
non ce persona che dentro di se abbia se pur un minimo di follia
ma neppure esiste una persona che dentro di se abbia un briciolo di normalità...

Un concetto di normalita' esiste in base agli interessi e decisione di ogni societa', e a questo concetto ognuno di noi fa del suo meglio per adattarsi....ma non sempre ci riesce. Sono d'accordo con te Bomber che in ognuno di noi c'e' un po' di follia, ma la tua ultima frase mi e' meno comprensibile.
hava is offline  
Vecchio 20-11-2006, 11.09.26   #17
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: la follia è una dimensione di tutti

[quote=cielosereno52]
Citazione:
Originalmente inviato da hava

Non sò... diciamo che la follia è ben tollerata dalla società se non porta semi di violenza.. ove il " pazzo" è ritenuto pericoloso scatta l'allarme sociale.

Del resto la pazzia è l'ultima frontiera che l'uomo erige contro la paura di morire...oppure è un corpo che ancora vive... nonostante la mente sia già stata uccisa.. ( per far capire...conosco la storia di una donna violentata da un branco di sei aguzzini.. ovvio che la sua mente non resse...).


Non sono assolutamente d'accordo che la mente di un pazzo sia una mente "uccisa". Al contrario, moltissimi pazzi sono geniali e creativi, e spesso l'attivita' cerebrale e' superiore alla norma.
hava is offline  
Vecchio 20-11-2006, 13.39.07   #18
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: la follia è una dimensione di tutti

[quote=hava]
Citazione:
Originalmente inviato da cielosereno52


Non sono assolutamente d'accordo che la mente di un pazzo sia una mente "uccisa". Al contrario, moltissimi pazzi sono geniali e creativi, e spesso l'attivita' cerebrale e' superiore alla norma.


Riferendomi a quanto ho scritto...evidentemente era riferita a una persona
che aveva subito un trauma gravissimo, che ne aveva ucciso l'interiorità
di donna.
Chiaro che generalizzare come ho fatto io sia forse sbagliato...hai fatto bene a correggermi...
cielosereno52 is offline  
Vecchio 20-11-2006, 15.01.47   #19
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Riferimento: la follia è una dimensione di tutti

Citazione:
Originalmente inviato da hava
Un concetto di normalita' esiste in base agli interessi e decisione di ogni societa', e a questo concetto ognuno di noi fa del suo meglio per adattarsi....ma non sempre ci riesce. Sono d'accordo con te Bomber che in ognuno di noi c'e' un po' di follia, ma la tua ultima frase mi e' meno comprensibile.



L'orario e la fretta a volte, anzi spesso mi fanno commettere tanti errori ...
sperando di essere perdonato per questo, provo a rispiegare meglio.
Volevo dire che se dentro ogni persona esiste per forza di cose un pizzico di follia, penso anche che all'opposto non esista nessuno che nella sua pazzia si possa definire completamente privo di un se ben che minimo stato di normalità.
bomber is offline  
Vecchio 20-11-2006, 18.59.39   #20
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: la follia è una dimensione di tutti

Credo che per i "pazzi" come pure per i criminali l'estradizione dalla societa' fatta a scopo difensivo, ci impedisca di approfondire certi aspetti della natura umana che forse ignoriamo. Penso che nelle loro fantasie e modo di pensare ci sia molto da imparare.
A suo tempo ho avuta l'occasione di assistere a conferenze sul fenomeno dell'espansione nel campo medico. Secondo i rappresentanti di questo pensiero, la medicina sta allargando il suo spazio d'azione in direzioni diverse, e cosi' aumentano l'influenza e la potenza della professione. E cosi' sono entrati nell'ambito della malattia vari generi di disturbi mentali e del comportamento. Si parla di societa' malata, economia malata, e gran parte dei delinquenti viene curata negli ospedali psichiatrici.
E' un vasto argomento di cui porto qui solo un accenno.
hava is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it