Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 10-02-2003, 11.11.35   #1
chievo
Ospite abituale
 
L'avatar di chievo
 
Data registrazione: 05-02-2003
Messaggi: 53
la vita non ha più senso ! ! !

chi ha letto il msg della separazione è al corrente della decisione di mia moglie di separarsi senza possibilità di riconciliazione; abbiamo 2 bambini di 12 e 10 anni.
Sono sempre più disperato e solo !!! Non riesco a reagire, a dare un senso alla mia vita, certo ci sono i bambini qualcuno dirà posssibile che tu non riesca a reagire per i tuoi figli ? ? ?
Ma pensate alla sofferenza di vederli per qualche ora e poi di doverli veder andar via....... è un dolore lancinante solo pensarlo e ancora non lo sto vivendo ..... sono sempre più convinto che così non posso continuare a vivere..... come si fa a ritrovare la gioia di vivere quando avevi riposto tutte le tue energie il tuo amore verso la tua famiglia e poi ti viene meno tutto questo ??
NO ! ! ! NON POSSO CONTINUARE A VIVERE .... ormai sono fallito e inutile ........
chievo is offline  
Vecchio 10-02-2003, 12.54.29   #2
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Senti,amico...vedi di agrapparti a quello che hai,a quel poco di felicità che ti rimane....perchè la felicità è dietro all'angolo...o forse no...ma se non si va avanto come cazzo si fa a saperlo???Rimboccati le mani e fai il possibile...
sisrahtac is offline  
Vecchio 10-02-2003, 15.07.35   #3
neverforever
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 70
Ha ragione cat, cerca di reagire con tutte le tue forze, xché di forze ne hai ancora se stai scrivendo in questo forum x chiedere un aiuto, un consiglio.
Vorrei tanto poterti aiutare in qualche modo, ma x quanto riguarda la tua situazione ritengo di non avere esperienza e maturità sufficienti x darti un vero e proprio consiglio. Anche xché, ciò che mi colpisce di + delle tue parole, è quel "sono fallito e inutile" e "la vita nn ha + senso". Mi colpiscono profondamente xché, esattamente un anno fa, di questi giorni, un mio amico pensava le stesse cose che pensi tu adesso. Quel mio amico oggi non c'è + , xché il 18 febbraio del 2002 si è tolto la vita. E la vita l'ha tolta dal cuore di tutte le persone che gli volevano bene, sua figlia compresa, che ora ha quasi 9 anni.
Ti ripeto, se stai chiedendo aiuto è già un ottimo passo, non smettere di andare avanti, la tua vita ha ed avrà sempre un senso, un significato. Un significato profondo ed unico. Non sei solo, ci sono molte persone che magari in questo stesso istante stanno passando ciò che stai passando tu, una separazione e tutto ciò che comporta, e queste persone come te stanno cercando di lottare. Tutto è risolvibile, non fare l'errore che ha fatto quel mio amico. Continua a sperare, e se senti di non farcela con le tue sole forze, chiedi aiuto a qualche persona competente.
Vorrei poter fare qualcosa di + per te. Ho letto che sei veneto, io sono di Verona, e tu?
Intanto un abbraccio forte forte, e mi raccomando.. se hai bisogno, anche solo di due chiacchiere virtuali, sono sempre qua!
neverforever is offline  
Vecchio 10-02-2003, 16.11.29   #4
chievo
Ospite abituale
 
L'avatar di chievo
 
Data registrazione: 05-02-2003
Messaggi: 53
grazie neverforever .... anch' io sono di Verona.... e ti ringrazio della tua disponibilità ad aiutarmi .... in questo momento però non riesco proprio a voler reagire, cercare di uscirne, vedi solo pensare agli occhioni dei miei bambini che mi guardano e piangono vedendomi soffrire è una sofferenza indicibile e anche adesso che ti scrivo, sto piangendo pensando a loro e non riesco a vedermi senza il loro affetto, amore. Sto morendo giorno dopo giorno.... ciao
chievo is offline  
Vecchio 10-02-2003, 16.30.07   #5
scultore
 
Messaggi: n/a
Ehiii Chievo

E' una curiosa creatura il passato
Ed a guardarlo in viso
Si può approdare all'estasi
O alla disperazione.
Se qualcuno l'incontra disarmato,
Presto, gli grido,fuggi!fuggi!
Quelle sue munizioni arrugginite
Possono ancora uccidere!

 
Vecchio 10-02-2003, 16.35.01   #6
neverforever
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 70
Posso capire quello che provi, almeno un po', xché come ti ho già raccontato, ciò che provi somiglia molto a ciò che provava quel mio amico. Ma nn puoi rinunciare a vivere e lasciarti morire giorno dopo giorno, come hai detto tu. Non puoi, i tuoi figli hanno bisogno di te e tu di loro, e l'affetto e l'amore che provate l'uno x gli altri non ve lo porterà via mai nessuno. Non lasciarti andare, ti prego. Soprattutto nn chiuderti in te stesso ma continua a parlarne, anche qui con noi. Hai il diritto di essere di nuovo felice, lo so che è difficile, so che forse nn vedi vie d'uscita xché ti senti cadere il mondo addosso, ma non è così, xlomeno nn lo sarà x sempre. Questi momenti passeranno, credimi. Dici che i tuoi figli soffrono xché vedono te soffrire, certo, è normale, ti vogliono bene. Ma nn lasciarti schiacciare dal dolore!! mai!! Tu sei + forte, devi credere in te e nella tua vita! Non sei un uomo inutile e la tua vita ha un senso importantissimo, e sai xché so tutto questo? Perché i tuoi figli, che ami tanto, ne sono la prova vivente.
Io ti lascio la mia email che è: stefania500@interfree.it
Scrivimi se ti va, se posso darti una mano o in qualche modo esserti vicina, ne sarei felice.
Un altro abbraccio!!
neverforever is offline  
Vecchio 11-02-2003, 15.21.28   #7
diestop
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 92
Citazione:
Messaggio originale inviato da chievo
vedi solo pensare agli occhioni dei miei bambini che mi guardano e piangono vedendomi soffrire è una sofferenza indicibile e anche adesso che ti scrivo, sto piangendo pensando a loro e non riesco a vedermi senza il loro affetto, amore. Sto morendo giorno dopo giorno...

Vedere i loro occhioni piangere per una tua sofferenza dovrebbe farti capire che il loro affetto è, e sarà, presente...

...ora però mi sento di prendere le difese dei 2 bimbi che null'hanno a che vedere con la causa della separazione con tua moglie...se per te vederli piangere per la tua sofferenza è una "sofferenza indicibile" devi e ripeto "DEVI" cercar di mettere da parte l'emotività e valutare la realtà, perchè, soprattutto "morendo giorno dopo giorno" non farai altro che far soffrire loro "giorno dopo giorno"...e questo, converrai con me, è ancora più ingiusto della tua sofferenza...

...se è l'amore per, e dei, tuoi figli che cerchi e vuoi mantenere, cerca con tutto te stesso, ogni volta che hai occasione di vederli, di farli sorridere...e sicuramente, vedendo "riso" anzichè "pianto", il "demone" della sofferenza che ti sta mangiando dentro si rivelerà più debole del previsto...ed il futuro si rivelerà più chiaro dell'oscurità che hai ora davanti...

...mi scuso in anticipo per quello che scrivo ora ma voglio, in una visione più cinica e sperando di non esser frainteso, dirti di guardarti "bene" dentro, e se la sofferenza dei tuoi figli fosse per te motivo di speranza per una ricongiunzione con tua moglie ti consiglio di pensarci a fondo perchè la via è alquanto rischiosa e, a mio parere, ingiusta e controproducente...

...mi riscuso e spero di vedere un pò di luce nei tuoi futuri interventi...e ti consiglio, come NEVER, di esternare a più persone possibili i tuoi pensieri...e se necessario, e stando a ciò che scrivi lo è, di parlarne con uno psicologo che sicuramente potrà aiutarti a vedere la tua situazione da altri punti di vista...

...ciao ...
diestop is offline  
Vecchio 11-02-2003, 21.36.12   #8
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Non sei un fallito e non sei inutile.
Anche se capisco benissimo la tua sofferenza.
Serve a qualcosa dirti che passerà?

Ora ti sembra di non poter reagire per i tuoi figli. Datti tempo. Non li hai perso. Rimarranno sempre i tuoi figli. Nessuno potrà mai prendere il tuo posto, per loro.

Il fatto è che qualsiasi cosa io possa dirti, ora non ti consolerebbe. Ma quello che ti dico e di non perdere fiducia nella vita. Ha sicuramente ancora molte sorprese e sicuramente anche belle sorprese.

Un abbraccio
Fragola is offline  
Vecchio 11-02-2003, 23.11.31   #9
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
sù, sù....

per una che se ne và ne arrivano altre cento, che sarà mai una moglie! Una che ti accudisce come un bimbo?
A parte l'ironia: visto che piangi a destra e a manca per i tuoi figli e che la separazione (ti auguro consensuale piuttosto che giudiziale, costa di meno) ti sta portando all'esaurimento, chiedi l'affidamento, dei figli, "congiunto" questo ti permetterà di vederli tutti i giorni e di condividerne anche gli orari scolastici, sport, svaghi, ecc.ecc., cenare e pranzare insieme. La differenza? è che non potrai condividere il letto coniugale, ma a te interessa solo il bene dei tuoi figli vero? Così puoi continuare tutti i giorni a piangerti addosso ed ad "usare" i tuoi figli come alibi per il Vostro fallimento coniugale e ricatto morale nei confronti di tua moglie (che mi fa più pena di te a dire il vero), piuttosto che far notare la Vostra CIVILE separazione senza necessariamente coinvolgere questi benedetti figli che nulla hanno chiesto, men che meno di venire al mondo senza amore.
Niente di personale...leggevo soltanto.
Le separazioni, in genere, non sono mai indolori ricorteggia tua moglie.... non si sa mai. Se proprio nn ne vuol più sapere di te....eh bè rassegnati, nn si tiene una persona con la forza, mi sembra ovvio.
tammy is offline  
Vecchio 20-02-2003, 16.23.41   #10
Blu
Ospite
 
Data registrazione: 18-02-2003
Messaggi: 11
Ciao Chievo,
vorrei parlarti della mia esperienza. Sai in un certo modo posso capirti anche se io mi trovo ...dall'altra parte...
Anche io ho deciso di lasciare mio marito come sta facendo ora tua moglie e ti posso assicurare che la mia scelta è stata molto sofferta e dolorosa. Vedevo il male che stavo facendo a lui e a nostra figlia e questo mi ha portato sull'orlo di un esaurimento. Ma non avevo scelta: sai, purtroppo quando mi sono accorta che i sentimenti erano cambiati e che certe emozioni, passioni, entusiasmi che provavo un tempo per "lui, non esistevano più...non mi è rimasta che la scelta della sincerità. Ho dovuto confessargli che non lo amavo più e lui a quel punto è stato malissimo. Abbiamo chiesto la separazione consensuale con la possibilità per lui di vedere la figlia quando vuole e per quanto tempo vuole. Non voglio assolutamente fargli mancare l'affetto della figlia. Assolutamente.
Comunque sappi che la mia è stata una scelta difficile e dolorosa. La maggior parte della gente si abitua a vivere nell'ipocrisia e nella menzogna. D'altra parte la nostra è una società fondata sull'ipocrisia. E quando qualcuno invece cerca di percorrere strade diverse non sempre è capito fino in fondo.
Ho chiesto perdono a mio marito per il male che gli ho fatto e mi auguro che un giorno la sua delusione nei miei confronti si attenui.
Cerca di farti coraggio, fatti aiutare da chi ti sta vicino, parla con i tuoi amici e chiedi aiuto se ne hai bisogno...
Io nel mio piccolo ti auguro di riuscire a ritrovare prima o poi un pò di serenità. Lo auguro anche a me stessa.
Con affetto
Blu is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it