Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Riflessioni > Riflessioni sul Gioco dell'Eroe
 Riflessioni sul Gioco dell'Eroe - Commenti sugli articoli della omonima rubrica presente su WWW.RIFLESSIONI.IT - Indice articoli rubrica
Vecchio 18-08-2013, 17.11.31   #11
Parva
Ospite
 
Data registrazione: 12-08-2013
Messaggi: 33
Riferimento: Empatia

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
capisco.
allora dal tuo punto di vista a cosa si riduce tutta la loro vita?

A poco, ma ci sono persone che si tengono stretto il loro precario equilibrio, conoscere la realtà può disintegrarli. Anche le persone abbastanza colte e intelligenti hanno limiti invalicabili e molto restrittivi. Da piccoli ci descrivono un mondo che non esiste, che i genitori sono buoni, che i preti sono buoni, che della gente ti puoi fidare a meno che non sia vestita male o puzzi o porti i tatuaggi. I politici, gli insegnanti, i genitori, i religiosi asseriscono che fanno tutto per il bene della patria, degli alunni, dei figli e dei fedeli.

Non è vero niente eppure ci si crede. Se fosse vero noi non vivremmo in un mondo dove trionfa la sopraffazione, dove domina chi è più corrotto o più ricco, o più forte, dove si sfrutta, si ruba, si ammazza, si stupra ecc. ecc. Scenderemmo ogni giorno per strada facendo saluti a tutti e tutti farebbero saluti a noi.

La gente non vuol sapere che tutto questo non è vero, non vuol sapere di essere stata ingannata, preferisce illudersi.
Parva is offline  
Vecchio 04-09-2013, 11.47.55   #12
Ariel
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 20-08-2013
Messaggi: 9
Riferimento: Empatia

Capire,entrare in sintonia con gli altri,percepirsi credo sia una cosa bellissima,ma se i poli sono entrambi ricettivi e l'energia che passa e' positiva.
Trovarsi di fronte ad una persona che ci scava dentro può essere doloroso e se la ferita e' fresca si può reagire male,può dare fastidio se la persona epatica ha un atteggiamento presuntuoso.
Io amo essere studiata,capita,messa sotto esame e mi piace riflettere poi su quelle critiche o suggerimenti che mi sono stati donati; ma mi rendo conto che ci vuole un bel fegato,un animo sensibile e soprattutto una mente aperta e introspettiva.
Le persone da cui fuggo sono quelle negative,quei soggetti che non guardano negli occhi quando parlano,che vedono il lato negativo delle cose e appesantiscono le persone che gli stanno attorno trasmettendo tristezza o scoraggiando le gioie degli altri,perché loro sono dei parassiti e contro questi non c'è' empatia che tenga.
Ariel is offline  
Vecchio 03-12-2013, 01.34.03   #13
giovi123
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 02-12-2013
Messaggi: 6
Riferimento: Empatia

Citazione:
Originalmente inviato da lonelysparrow
vedo con piacere questa nuova "riflessione" circa l'empatia
ed esercizi addirittura per conoscerla e usarla ... https://www.riflessioni.it/gianluca-magi/empatia.htm
pongo una domanda:
personalmente ho questa "caratteristica" ( mi si passi il termine, al momento non ne ho di migliori) in modo del tutto naturale ... per tale ragione " percepisco" quasi immediatamente lo o gli stati d'animo delle persone con le quali vengo a contatto, sia nel bene sia nel male cioè stati d'animo di disagio, angoscia, sofferenza, e quant'altro ... e tantissime volte ho confuso la sofferenza percepita come mia sofferenza personale con tutte le conseguenze immaginabili in particolari stati di meditazione ( che non è quella eseguita a gambe incrociate per intenderci) o di relax se preferite ... vado molto oltre nella percezione degli stati d'animo altri ora chiedo che cosa potrei farne?
già mi è stato detto l ' uso ( a fin di bene ovvio) che potrei farne ma ... questo mio modo di essere forse è percepito in modo distorto dal mio prossimo ... nel senso che ne ha "paura" ...
qualcuno ha esperienze simili ?
Grazie



sicuramente esistono persone piu' sensibili di altre a queste dinamiche, ma in generale, tranne per chi soffre di alcuni problemi psichiatrici, tutti abbiamo questa capacita' che ci consente di sopravvivere e di vivere a contatto con altri.

abbiamo la capacita' di immedesimarci negli stati d'animo altrui, di capire le sofferenze e le gioie..certo chi ha maggiori capacita' riesce a scrutare l'animo piu' in profondita' ma non vorrei che fosse piu' una buona capacita' deduttiva piuttosto che una percezione di sentimenti altrui che ci porta a credere con troppa facilita' che una persona stia in un modo quindi etc etc
giovi123 is offline  
Vecchio 12-02-2014, 00.07.24   #14
SaraVV
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 24-01-2014
Messaggi: 1
Riferimento: Empatia

A mio parere il problema è che a volte può dar fastidio la presunzione delle persone nel credere di aver capito come uno si sente. Ci possono essere mille motivi, lunghe storie dietro a particolari stati d'animo e penso che alle persone piaccia essere ascoltate più che psicoanalizzate. In altre parole, l'empatia a volte esiste solo nella testa di chi la prova...sei davvero sicuro di avere ragione? A volte le persone si possono sentire giudicate perché non riconoscono in un "ti capisco" lo stesso senso che loro attribuiscono al proprio stato d'animo. Penso che l'empatia alla fine non sia capacità di capire gli altri quanto desiderio di conoscere gli altri, di ascoltarli e di interiorizzare quello che uno dice, senza giudicare. Io trovo che questa sia una caratteristica difficile da trovare oggi...oggi le persone non sono abituate ad ascoltare.. pensano di avere già la risposta e pensano di non dover imparare dagli altri...mentre a volte si potrebbero imparare molte cose provando solo ad guardare le cose dal punto di vista di un altro
SaraVV is offline  
Vecchio 02-03-2014, 13.26.40   #15
jador
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-08-2009
Messaggi: 154
Riferimento: Empatia

Citazione:
Originalmente inviato da SaraVV
A mio parere il problema è che a volte può dar fastidio la presunzione delle persone nel credere di aver capito come uno si sente. Ci possono essere mille motivi, lunghe storie dietro a particolari stati d'animo e penso che alle persone piaccia essere ascoltate più che psicoanalizzate. In altre parole, l'empatia a volte esiste solo nella testa di chi la prova...sei davvero sicuro di avere ragione? A volte le persone si possono sentire giudicate perché non riconoscono in un "ti capisco" lo stesso senso che loro attribuiscono al proprio stato d'animo. Penso che l'empatia alla fine non sia capacità di capire gli altri quanto desiderio di conoscere gli altri, di ascoltarli e di interiorizzare quello che uno dice, senza giudicare. Io trovo che questa sia una caratteristica difficile da trovare oggi...oggi le persone non sono abituate ad ascoltare.. pensano di avere già la risposta e pensano di non dover imparare dagli altri...mentre a volte si potrebbero imparare molte cose provando solo ad guardare le cose dal punto di vista di un altro


Ci sono persone che vogliono solo essere ascoltate per avere un momentaneo sollievo, ma non cercano soluzioni.

Ci sono persone che vogliono essere ascoltate per essere aiutate.
L'empatia non si limita ad ascoltare e comprendere gli altrui stati d'animo, ma a capire dell'altro il punto debole che spesso gli impedisce di trovare una risposta, una soluzione.

Si e' sicuri di avere ragione quando con le parole si arriva diretti e ci si sente dire: "hai ragione".
E l'espressione in quel volto si illumina.
jador is offline  
Vecchio 27-11-2014, 23.16.47   #16
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
Riferimento: Empatia

L'empatia la capacità di mettersi nei panni degli altri, mentre chi non è empatico questo non sa farlo, il problema nasce quando si deve dare un consiglio, che fai quando sai che il consiglio giusto che dovresti dargli è la stessa cosa che l'ha fatta soffrire, gli dico ciò che si vorrebbe sentir dire cioè l'incontrario di ciò che penso dimostrandomi empatico, oppure dico la verità dettata dalla razionalità, consapevole di ferila ma però di avergli dato il consiglio migliore per lei..sempre secondo me??..
jolly666 is offline  
Vecchio 27-12-2014, 13.23.43   #17
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Empatia

Citazione:
Originalmente inviato da jolly666
L'empatia la capacità di mettersi nei panni degli altri, mentre chi non è empatico questo non sa farlo, il problema nasce quando si deve dare un consiglio, che fai quando sai che il consiglio giusto che dovresti dargli è la stessa cosa che l'ha fatta soffrire, gli dico ciò che si vorrebbe sentir dire cioè l'incontrario di ciò che penso dimostrandomi empatico, oppure dico la verità dettata dalla razionalità, consapevole di ferila ma però di avergli dato il consiglio migliore per lei..sempre secondo me??..

Se veramanete si è empatici bisogna mettersi nel cuore degli altri non nel proprio e da lì suggerire.Non bisogna necessariamente dire cosa deve fare a puntino, ma semplicemente rimetterla sulla strada,...pian pianino capirà, l'importante è fare sentire la nostra presenza che non ha necessità della parola, ma della vicinanza e della condivisione , il calore umano è fondamentale.Quando si danno consigli si deve quindi capire come viene vissuto il problema dall'altra persona, è questo capire che è l'ascolto empatico. A volte più che risposte cerchiamo condivisione nel vivere il problema, nel saperlo inquadrare.Abbiamo risorse che nemmeno sappiamo di avere che si scoprono proprio in certi momenti, in quei momenti in cui vorremmo chiedere aiuto, ma non lo facciamo e l'amicizia è proprio quella qualità di capire senza bisogna di manifestare, di sapere quando è il momento di dire e quando è il momento di ascoltare.

paul11 is offline  

 

« - | - »


Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it