Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 05-09-2007, 22.37.40   #1
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

STAMINALI:
sì della Gran Bretagna agli embrioni ibridi:
test per inserire Dna umano negli ovociti di mucca e conigli
---------------------------------------------------------
LONDRA (5 settembre) - Embrioni ibridi, da oggi si può. La Gran Bretagna ha tolto il bando che impediva la creazione di questi "incroci" esseri umani/animali da utilizzare in laboratorio per la ricerca. Il direttore del Laboratorio di biologia delle cellule staminali del King's College di Londra, e Lyle Armstrong, dell'istituto per la ricerca sulle cellule staminali del North East England (Nesci) potranno mettesi al lavoro per ottenere, come hanno dichiarato più volte, una nuova fonte di staminali embrionali. Grazie a questi "embrioni-chimera" i ricercatori cercano risposte soprattutto a malattie ormai nmolto diffuse come quelle neurodegenerative, come l'Alzheimer. L'autorizzazione è arrivata in meno di dieci mesi, dopo il dibattito pubblico che l'Hfea riteneva doveroso e soprattutto dopo l'assenso da parte del Governo. Il prossimo passo sarà quello di ottenere un disegno di legge. per ora tutti i casi saranno vagliati uno per uno.
----------------------------------------------------------------------------------
L'esperimento:
La tecnica è sostanzialmente quella del trasferimento nucleare, sulla quale si sono basati finora tutti gli esperimenti di clonazione a fini terapeutici o, solo nel caso degli animali, a fini riproduttivi. I ricercatori trasferiscono il materiale genetico di un donatore (in questo caso un paziente colpito da una malattia neurodegenerativa) in un ovocita privato del suo nucleo (in questo caso l'ovocita non è umano, ma bovino). Dopodiché l'ovulo comincia a comportarsi come se fosse stato fecondato e si divide fino a formare un embrione. È un trasferimento nucleare tra specie diverse e che porterebbe a un embrione non interamente umano dal punto di vista genetico: avrebbe una piccola quantità di Dna bovino, che deriva da quello che resta nell'ovocita anche dopo che questo viene privato del nucleo.
---------------------------------------------------------------------------------
A sei giorni dalla formazione degli embrioni si può cominciare a prelevate le cellule staminali e gli embrioni vengono distrutti dopo 14 giorni.
---------------------------------------------------------------------------------
Carenza di embrioni e ovociti Finora la ricerca sulle staminali si basa sulla possibilità di utilizzare gli embrioni in sovrannumero donati dalle coppie che hanno fatto interventi di fecondazione artificiale. Questà è però una fonte limitata, così come è scarso il numero di ovociti umani a disposizione della ricerca. Di qui, allora, l'esigenza di trovare fonti alternative da utilizzare per ottenere cellule staminali. I primi a sollevare il problema sono stati, nel 1998, i ricercatori dell'americana Advanced Cell Technology (Act), l'azienda che nel 2001 ha clonato per la prima volta un embrione umano.

dal MESSAGGERO del 5 asettembre 2007
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 07-09-2007, 15.35.17   #2
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

Citazione:
Originalmente inviato da Alessandro D'Angelo
STAMINALI:
sì della Gran Bretagna agli embrioni ibridi:
test per inserire Dna umano negli ovociti di mucca e conigli
---------------------------------------------------------
LONDRA (5 settembre) - Embrioni ibridi, da oggi si può. La Gran Bretagna ha tolto il bando che impediva la creazione di questi "incroci" esseri umani/animali da utilizzare in laboratorio per la ricerca. Il direttore del Laboratorio di biologia delle cellule staminali del King's College di Londra, e Lyle Armstrong, dell'istituto per la ricerca sulle cellule staminali del North East England (Nesci) potranno mettesi al lavoro per ottenere, come hanno dichiarato più volte, una nuova fonte di staminali embrionali. Grazie a questi "embrioni-chimera" i ricercatori cercano risposte soprattutto a malattie ormai nmolto diffuse come quelle neurodegenerative, come l'Alzheimer. L'autorizzazione è arrivata in meno di dieci mesi, dopo il dibattito pubblico che l'Hfea riteneva doveroso e soprattutto dopo l'assenso da parte del Governo. Il prossimo passo sarà quello di ottenere un disegno di legge. per ora tutti i casi saranno vagliati uno per uno.
----------------------------------------------------------------------------------
L'esperimento:
La tecnica è sostanzialmente quella del trasferimento nucleare, sulla quale si sono basati finora tutti gli esperimenti di clonazione a fini terapeutici o, solo nel caso degli animali, a fini riproduttivi. I ricercatori trasferiscono il materiale genetico di un donatore (in questo caso un paziente colpito da una malattia neurodegenerativa) in un ovocita privato del suo nucleo (in questo caso l'ovocita non è umano, ma bovino). Dopodiché l'ovulo comincia a comportarsi come se fosse stato fecondato e si divide fino a formare un embrione. È un trasferimento nucleare tra specie diverse e che porterebbe a un embrione non interamente umano dal punto di vista genetico: avrebbe una piccola quantità di Dna bovino, che deriva da quello che resta nell'ovocita anche dopo che questo viene privato del nucleo.
---------------------------------------------------------------------------------
A sei giorni dalla formazione degli embrioni si può cominciare a prelevate le cellule staminali e gli embrioni vengono distrutti dopo 14 giorni.
---------------------------------------------------------------------------------
Carenza di embrioni e ovociti Finora la ricerca sulle staminali si basa sulla possibilità di utilizzare gli embrioni in sovrannumero donati dalle coppie che hanno fatto interventi di fecondazione artificiale. Questà è però una fonte limitata, così come è scarso il numero di ovociti umani a disposizione della ricerca. Di qui, allora, l'esigenza di trovare fonti alternative da utilizzare per ottenere cellule staminali. I primi a sollevare il problema sono stati, nel 1998, i ricercatori dell'americana Advanced Cell Technology (Act), l'azienda che nel 2001 ha clonato per la prima volta un embrione umano.

dal MESSAGGERO del 5 asettembre 2007

Credo che ciò sia eticamente corretto..il nucleo di una cellula infatti sembra non costituite la parte comunicante..ma solo quella riproduttiva.

La menbrana è il vero organo di distinzione.. che mantiene cioè la possibilità di interagiare con cellule a uguale matrice.
cielosereno52 is offline  
Vecchio 07-09-2007, 20.55.47   #3
Rainboy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 104
Riferimento: staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

Citazione:
redo che ciò sia eticamente corretto..il nucleo di una cellula infatti sembra non costituite la parte comunicante..ma solo quella riproduttiva.
Ma che stai dicendo? La produzione di RNA è il cuore della regolazione della sintesi proteica. La comunicazione fra il nucleo e il citoplasma è praticamente la più fitta esistente all'interno della cellula.

Inoltre, si presume che le cellule ibride saranno geneticamente umane "solo" al 99,9%.
Rainboy is offline  
Vecchio 07-09-2007, 21.17.46   #4
Aleksandr
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-05-2005
Messaggi: 575
Riferimento: staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

Citazione:
Originalmente inviato da cielosereno52
Credo che ciò sia eticamente corretto..il nucleo di una cellula infatti sembra non costituite la parte comunicante..ma solo quella riproduttiva.

La menbrana è il vero organo di distinzione.. che mantiene cioè la possibilità di interagiare con cellule a uguale matrice.
Non è così perchè non è solo il nucleo che contiene il DNA. Purtroppo molti scienziati corrotti anche in televisione fanno falsa informazione. Il dna cellulare non si trova soltanto nel nucleo ma anche nei mitocondri. Si vuole privare del nucleo l'ovocita della cellula della bestia per inserirci all'interno quello di una cellula umana ottendenso così un embrione. Il problema è che all'inteno dell'ovocità dell'animale ci rimangono i mitocondri, con il dna che contiengono all'interno, e l'embrione prodotto avrà un patrimonio genetico che è in parte umano e in parte della bestia. Un essere ibrido.
Aleksandr is offline  
Vecchio 08-09-2007, 05.18.46   #5
Rainboy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 104
Riferimento: staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

Citazione:
l'embrione prodotto avrà un patrimonio genetico che è in parte umano e in parte della bestia. Un essere ibrido.
Non sarà prodotto alcun embrione. Sarà soltanto una colonia di cellule staminali in coltura.
Rainboy is offline  
Vecchio 08-09-2007, 13.50.57   #6
Aleksandr
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-05-2005
Messaggi: 575
Riferimento: staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

Citazione:
Originalmente inviato da Rainboy
Non sarà prodotto alcun embrione. Sarà soltanto una colonia di cellule staminali in coltura.
Lo puoi chiamare come vuoi, se non vuoi usare il termine "embrione" puoi usare anche altro. Resta il fatto che quel gruppo di cellule non è un gruppo di cellule qualsiasi, ma capace di diventare, da organismo individuale di poche cellule mezzo uomo e mezzo bestia qual è è, ad un organismo adulto mezzo uomo e mezza bestia. Il fatto che tu cambi il nome, dicendo che non è un embrione, non cambia il concetto...
Aleksandr is offline  
Vecchio 08-09-2007, 16.00.00   #7
Rainboy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 104
Riferimento: staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

Citazione:
Lo puoi chiamare come vuoi, se non vuoi usare il termine "embrione" puoi usare anche altro. Resta il fatto che quel gruppo di cellule non è un gruppo di cellule qualsiasi, ma capace di diventare, da organismo individuale di poche cellule mezzo uomo e mezzo bestia qual è è, ad un organismo adulto mezzo uomo e mezza bestia. Il fatto che tu cambi il nome, dicendo che non è un embrione, non cambia il concetto...

Qualsiasi "gruppo di cellule qualsiasi" come lo chiami tu, opportunamente stimolato potrebbe assumere caratteristiche staminali e costruire un pre-embrione. Tanto è vero che questi ibridi deriveranno da cellule somatiche.
Non esiste nulla di speciale, salvo il fatto che è una tipologia di staminali concepita per avere parziali caratteristiche delle staminali fetali, le quali per adesso non possono essere usate per via delle pressioni delle varie chiese.
Per ovviare al problema etico, si è scelta questa bizzarra soluzione. E tutto naturalmente deriva alla base dal fatto che ancora non possediamo tecnologie abbastanza progredite in questo campo, da permetterci di saltare del tutto il gap riprogrammando delle staminali adulte in fetali; in ogni caso è soltanto questione di tempo prima che il salto venga fatto lo stesso (un primo esperimento pilota ha già avuto successo al MIT).
Anche queste staminali ibride, al pari di tutte le altre, non sono concepite dai loro coltivatori per formare un pre-embrione, ragion dalla creazione fino alla distruzione saranno coltivate come semplici popolazioni di cellule. Il loro DNA è pertanto irrilevante ai fini della discussione. Dato che non saranno coltivate per l'embriogenesi, la loro tendenza a formare pre-embrioni non sarà significativamente superiore alla tendenza che avrebbero a farlo le cellule staminali della tua pelle o le cellule staminali del tuo midollo osseo, e il fatto che "forse avrebbero potuto diventarlo se fossero state trattate così e cosà..." non ha alcuna rilevanza per loro.
Rainboy is offline  
Vecchio 09-09-2007, 01.12.18   #8
Aleksandr
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-05-2005
Messaggi: 575
Riferimento: staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

Citazione:
Originalmente inviato da Rainboy
Qualsiasi "gruppo di cellule qualsiasi" come lo chiami tu, opportunamente stimolato potrebbe assumere caratteristiche staminali e costruire un pre-embrione. Tanto è vero che questi ibridi deriveranno da cellule somatiche.
è una vera assurdità, se fosse così non esisterebbe alcun problema etico! Il fatto è che questo lavoro non può venir fatto a partire da cellule qualsiasi ma solo a partire da una cellula gametica, cioè dall'ovocita, la cellula germinale femminile che di solito genera un nuoovo organismo per fecondazione...
Aleksandr is offline  
Vecchio 09-09-2007, 13.24.16   #9
Rainboy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 104
Riferimento: staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

Aleksandr, parli con assoluta ignoranza della materia. Informati, invece di dire stupidaggini.
So che è chiedere troppo che tu impari come funzionano i meccanismi di proliferazione cellulare e di embriogenesi, figuriamoci poi leggere articoli specialistici, ma degnati almeno di cercare notizie di cronaca come questa:
http://www.repubblica.it/2007/02/sez...voluzione.html

Del resto, una cosa l'hai detta bene: non esiste alcun problema etico.
E' solo una questione di divieti da parte delle miopi chiese occidentali...
Rainboy is offline  
Vecchio 09-09-2007, 14.51.39   #10
Aleksandr
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-05-2005
Messaggi: 575
Riferimento: staminali: si della Gran Bretagna agli embrioni non umani

Citazione:
Originalmente inviato da Rainboy
Aleksandr, parli con assoluta ignoranza della materia. Informati, invece di dire stupidaggini.
So che è chiedere troppo che tu impari come funzionano i meccanismi di proliferazione cellulare e di embriogenesi, figuriamoci poi leggere articoli specialistici, ma degnati almeno di cercare notizie di cronaca come questa:
http://www.repubblica.it/2007/02/sez...voluzione.html

Del resto, una cosa l'hai detta bene: non esiste alcun problema etico.
E' solo una questione di divieti da parte delle miopi chiese occidentali...
Ma cosa c'entra il caso che riporti tu? E' completamente diverso dall'esperimento che si vuole fare in inghiliterra. Nel caso riportato da repubblica sono state ottenue cellule pluripotenti da cellule staminali adulte, l'esperimento che si vuole fare in inghilterra è completamente diverso e consiste nel creare un organismo individuale a partire da un ovocita, cioè il gamete femminile, come si fa nella clonazione, per utilizzare le cellule staminali che costituiscono l'embrione facendolo morire!

Ecco perchè il caso citato da repubblica non da problemi etici, mentre invece questo si! Ed è anche più grave della clonazione stessa perchè si ottiene un organismo mezzo uomo e mezzo animale, come se non ci fosswe differenza tra le due cose!
Aleksandr is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it