Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 26-02-2008, 08.31.52   #11
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: Il Big Bang non c'è più????

Citazione:
Originalmente inviato da nuages
Il big bang non c'è più?
A lanciare un simile sasso nello stagno della scienza sull'origine dell'universo è il fisico cosmologo della Sissa di Trieste Cristiano Germani, che sembra abbia prodotto una nuova teoria che toglie di mezzo il grande botto iniziale, facendo anche riferimento anche alla nuova teoria detta delle super-stringhe.
Sarebbe interessante conoscere più a fondo tale ipotesi,l che comunque non è nuova, ed andrebbe a movimentare notevolmente diversi cardini della nostra scienza attuale.

Nella mia elementare superficialità, penso a una creazione del nostro universo come alla creazione di una nuova vita , da ..diciamo due energie primeve
che si sono incontrate e..amate...

Dunque..il nostro universo come immenso corpo cosmico.. .

Speriamo..poeticamente.. che adesso .. il nostro universo sia nella fase di maturità per conoscere altri universi..e.. continuare così a generare ..
magari..come auspicio.. un universo migliore..dove dolore e sofferenza siano banditi
cielosereno52 is offline  
Vecchio 26-02-2008, 21.07.03   #12
ulysse
Ospite abituale
 
L'avatar di ulysse
 
Data registrazione: 21-02-2008
Messaggi: 1,363
Riferimento: Il Big Bang non c'è più????

Citazione:
Originalmente inviato da nuages
ma guarda che la fantasia è da sempre la prima alleata dell'uomo, che saremmo mai noi senza fantasia, poi essa va guidata e sperimentata, daccordo siamo qui per questo, la faccenda della crisi della teoria del big-bang non è mia fantasia, a parte il cosmologo sopra citato c'è tutto un fruire di ipotesi nel mondo che vanno in questo senso, basta saper leggere per chi vuol leggere naturalmente, non sono qui per far polemica, ma per apportare nuovi spunti di discussione senza preconcetti di parte, solo con l'onesto confronto si potrà crescere.......

e' vero ...solo con la fantasia possiamo procere ...persino la scienza...anzi comincio a sospetare che nel confronto, la tanto decantata fantasia dell'artista resti un pò appannata...
...ma sono confronti che non hanno ragion d'essere...tanto diversi sono i campi di applicazione della fantasia...del pernsiero laterale che, ovviamente, puo' essere anche indirizzato!

Dicevo appunto che forse sarebbe piu' conveniente stabilizzare cio' che già si intuisce e che sembra avere delle basi ipotetiche piu' vere che non continuare a lanciare ipotesi sempre divergenti....

..... ecco... una linea da perseguire di preferenza nelle ricerca e nella discussione potrebbe forse essere quella di pensare che l'origine e l'evoluzione dell'universo piu' probabile sia appunto la linea che ha posto le premesse per arrivare a noi...allo stato attuale dell'universo ...come fosse un processo inevitabile dato che il risultato è proprio questo che abiamo sotto gli occhi....sotto ricerca direi.
...ma, come dici, tutto è in dicussione..ed anche con questa ipotetica limitazione da fantasticare, discutere e cercare ce ne sarebbe.

Quanto al big-bang in crisi mi par di leggere che lo è stato fino a fine secolo scorso e che l'idea è oggi in netta ripresa...persino sul piano teologico...ma forse dipende dalle mie scelte di lettura che certo non coprono l'argomento.... se non in minima parte.

Cito un libro di divulgazione uscito di recente e che mi mi ha interessato : PAUL DAVIS, UNA FORTUNA COSMICA, MONDADORI.
Ma certo non intendo sia questo il depositario dela verità.
Ciao
ulysse is offline  
Vecchio 26-02-2008, 23.03.04   #13
Il_Dubbio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-12-2007
Messaggi: 1,706
Riferimento: Il Big Bang non c'è più????

Citazione:
Originalmente inviato da ulysse
Dicevo appunto che forse sarebbe piu' conveniente stabilizzare cio' che già si intuisce e che sembra avere delle basi ipotetiche piu' vere che non continuare a lanciare ipotesi sempre divergenti....


E' proprio il contrario di quello che deve fare la scienza. Apposta ho menzionato Smolin ed il suo libro e la teoria delle stringhe. Detta teoria sembra proprio quella piu "verosimile", la piu affascinante e quella da perseguire, ma così facendo tutto viene a convergersi su una sola "ipotesi" (anche il denaro di cui qui si parla), mentre le altre ipotesi vengono lasciate al loro destino.

Non è tanto un fatto di "fantasia", è una questione molto piu pratica, le menti che ci lavorano non sono infinite, e se molti dei vecchi uomini di scienza hanno troppa fede nelle loro convinzioni dettano legge sugli spostamenti del denaro per le ricerche.
Quando mi parli dell'invenzione della lampadina e delle cento volte che non ha funzionato, è vero fino ad un certo punto, infatti se tutte le menti del mondo si mettessero a cercare un modo per far funzionare una lampadina e questa non si accende significa solo che si è sprecato tempo. La scienza progredisce soprattutto quando ci sono piu opzioni, ma queste vanno "sovvenzionate".

Nuages credo si riferisse a questo...
Il_Dubbio is offline  
Vecchio 27-02-2008, 09.47.44   #14
nuages
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-12-2007
Messaggi: 196
Riferimento: Il Big Bang non c'è più????

cari amici Dubbio e Ulysse, vi ringrazio della vostra attenzione alle mie umili ipotesi che per altro ho maturato lavorando quasi 40 anni nel settore ricerca dove ho constato di persona come funziona la mente di alcuni grandi fisici, nel senso che sono veramente pochi i casi che queste grandi menti crescendo di importanza mantengono anche aperto il ventaglio probabilistico a 360°, tendono invece a concentrarsi su alcune loro tesi che portano a progetti, che portano ad impianti finanziati, che porta prestigio ecc. ecc.il giro che conosciamo tutti dove specialmente qui in Italia, ma in tutto il mondo succede, la politica si infila in mezzo in quanto ha i cordoni della borsa in mano, e la frittata è fatta...... gli spazi per uscire da questo loop sono veramentre esigui, anche perchè i soldi sul capitolo ricerca sono pochi, ed ecco che allora l'idea innovativa è sempre al palo, personalmente avevo cercato di portare avanti qualche mia idea nuova mentre ero dentro al sistema ricerca, ma non essendo accreditato a nessun gruppo di potere non sono mai stato neanche letto, mentre sono stati e lo sono tuttoggi finanziati altri progetti assolutamente inutili ma essendo proposti da figli della casta hanno i soldini da spendere, anche perchè la politica che decide dove mettere i soldi è assolutamente incapace di capire i contenuti, vince quindi sempre l'etichetta più appoggiata ed accreditata.
La storia qui propsta del big bang non è da vedere come la negazione di un inizio ad una certa data, ma su come è avvenuto tale inizio, almeno a mio vedere, io credo che la sostanza base del sistema sia esistente al di fuori dal tempo, tale sostanza gli antichi già la indicavano con diverse sigle, poi è venuta l'era dell'etere o continuum, anche Einstein alla fine della sua vita diceva che il vuoto non esiste e che per giustificare la sua relatività senza un continuum non si va da nessuna parte ecc. ecc. vi è tutto un rifiorire di ipotesi scientifiche con punti in comune e con divergenze varie, per fortuna!!!! il creazionismo che fa comodo ad alcune religioni ed ad alcune cattedre tende ad affermare che prima del big bang c'era il nulla, vi era solo lo spirito di Dio che aleggiava e che ad un certo punto ha deciso di creare la materia tramite il grande botto, ecco qui la diversità tra spirito eterno e materia nel tempo, mentre già nuove teorie ipotizzano che non sono scindibili spirito e materia, l'inizio potrebbe aver avuto la sua causa di inizio tramite una pulsazione dell'etere in tutta la sua grandezza già esistente, che avrebbe creato dei vortici sempre a spirale logaritmica di etere compresso a due pressioni (+ -), tale sostanza di base dovrebbe possedere proprietà di memoria con un software di base già esistente che noi percepiamo nell'armonia della natura, il DNA è un esempio di come si accumulano le memorie e si trasmettono, l'oscillazione o pulsazione che ha generato l'universo potrebbe non essere l'unica ma continua e cioè l'universo nasce si espande poi implode e poi torna a rinascere ecc. la materia oscura e l'energia oscura che rappresentano il 94% della sostanza dell'universo potrebbero rappresentare molto semplicemente l'etere informatico che non è entrato ancora nei vortici a due pressioni che formano la massa, la gravità potrebbe essere l'etere libero che entra nei vari vortici della massa come il respiro dell'universo, Solo ipotesi????Tutto da vedere e discutere!!!!!!
nuages is offline  
Vecchio 28-02-2008, 21.15.17   #15
ulysse
Ospite abituale
 
L'avatar di ulysse
 
Data registrazione: 21-02-2008
Messaggi: 1,363
Riferimento: Il Big Bang non c'è più????

forse la formazione dell'universo (dgli universi) ha qualcosa di analogo alla formazione degli uragani con grandi moti spiraliformi che si alimentano di energia assorbita dagli oceani...analogamente per il magama primordiale.

Ma io posso dirla solo in maniera molto grezza...ed anche per me è impossibile discuterne.

Solo che mi è difficile credere ad un qualcosa di informatico tipo DNA o ad una trasformazione spirito- materia ...piuttosto parlerei di energia-materia.

Un'altra domanda potrebbe essere ...con la constatazione dell'universo in espansione, con le galasie che fuggono sempre piu' velocemente..accelerando fregandosene della gravità, come si puo' pensare ad un ritorno ad un collasso che permetta un nuovo big-bang?

o i nuovi big-bang sono sono indipendenti?....come i diversi uragani?

Chi discute di queste cose?
ci sono riferimenti che permettano previsioni?
Le galassie ritornano o si perdono nell'imenso vuoto ala temperatura della RCF?
ciao.
ulysse is offline  
Vecchio 29-02-2008, 10.56.38   #16
nuages
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-12-2007
Messaggi: 196
Riferimento: Il Big Bang non c'è più????

buona intuizione, l'infinitamente piccolo è uguale all'infinitamente grande, il pulsare sempre a forma di spirale logaritmica che genera il flusso sferico a due pressioni (+ -) che noi definiamo atomo è uguale ad una spirale di fumo ascendente, come ad un tornado e come all'universo, che per grande che sia ha quindi pur sempre una dimensione, e sembra che un pulsare dell'universo con espansione e ricompressione equivale ad un giro su se stesso, chissà se è vero...ma?quello che noi possiamo intuire che tutto ciò che entra in quello che noi definiamo come massa passa attraverso la forma geometrica della spirale costruita sui numeri di Fibonacci, quindi un atomo come l'universo respirano, si ma cosa? qui torniamo su un termine non rappresentativo come l'etere, noi che viviamo nella massa non abbiamo ancora uno strumento adatto a misurare cosa respira la massa questo è il punto, ma non ce l'abbiamo perchè pensiamo sbagliato, pensiamo a particelle concrete, tanto che vogliamo accelerarle per farle collidere per vedere quale è quella più piccola, ed il principio di indeterminazione di Heisemberg allora dove lo mettimamo? ma se sin dagli anni 30 la fisica ha capito che quando scendiamo bnell'infinitamente piccolo le particelle si collocano dove le pensiamo noi, quindi interazione tra materia e spirito, ma che cos'è quindi questo spirito inpalpabile dai nostri strumenti ma che può agire sulla materia? gli scenari sono tutti collegati tra di loro.....quello che ci deve guidare in questo dedalo di comprensione è che noi viviamo in una zona pulsante secondo una geometria a spirale logaritmica che genera la nostra sensazione di tempo, ma il materiale base che forma ancora il 95% di tutto l'universo è un etere informatico fuori dal tempo con un software di base che poi si esprime nell'armonia che ci circonda, solo intuizioni? ma? il problema è che filosofia, religione e scienza dovranno prima o poi trovare un terreno comune di evoluzione del loro pensiero. Guai a dividere.....diceva qualcuno....materia e spirito sono due facce della stessa medaglia, solo che noi abbiamo gli stumenti di rilevare solo parte più compèressa che entra tramite il respiro dell'universo a far parte di ciò che definiamo come massa. e l'energia non si crea ne si distrugge ma è semplicemente rappresentata dal flusso generato dall'etere informatico quando cambia il suo stato di pressione, in questo nessuno può creare ne distruggere nulla, tutti possiamo trasformare se conosciamo la chiave di accesso al sistema.
nuages is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it