Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 27-08-2002, 18.16.51   #1
firenze
Ospite abituale
 
L'avatar di firenze
 
Data registrazione: 28-04-2002
Messaggi: 341
La Grande Madre

Incollo qui di seguito, in eclusiva per Riflessioni, ciò che ho pubblicato su questo tema sul mio libro in lingua inglese. Il testo qui è chiaramente in italiano.

Madre Terra

La Madre Terra è quel essere vivente che anima la vita fisica dell'uomo. Come l'essere umano vive tramite un complesso corpo fisico, così essa vive tramite i suoi fiumi, laghi, mari, monti, valli, ecc. Essa vive come vive un altro essere che è animato di una propria vita. Ed è per questo, che andrebbe rispettata ed amata e non invece sfruttata ed inquinata!
La Madre Terra è la forza femminile, che fecondata da un piccolo seme, restituisce un grande albero. Essa è l'antico simbolo dell'abbondanza nato con l'uomo. E' sempre stata venerata e raffigurata da deità dall'aspetto femminile: come la Grande Madre dei Celti, la dea Giunone dell'antica Roma, il mito di Iside dell'antico Egitto, la dea Gea della mitologia greca, il culto mariano (della Madonna) per i cristiani, e molte altre ancora.


La Madre Terra ed il culto mariano

Notiamo, infatti, che tutto ciò che ha a che fare con il culto mariano ha un collegamento alla stessa terra, ed alle guarigioni. Nella storia cristiana l'immagine mariana è stata accostata più volte ad un elemento naturale, come un albero, una grotta, un bosco, un sasso, un monte, un lago, e dove tutto prende sempre un aspetto mistico. Così, il nome della Madonna si unì facilmente ai vari elementi naturali, come ad esempio lo è per la Madonna dell'acero, della quercia, del castagno, del sasso, dell'acqua, del lago, del fiore, ecc. Questi elementi della natura hanno avuto la massima fama nei luoghi di guarigione di Lourdes in Francia, dove sgorga tutt’oggi un'acqua definita miracolosa, e di Fatima in Portogallo, con la grotta dove apparve ai tre pastorelli la Beata. Ma, ve ne sono ancora tanti altri più o meno famosi sparsi in tutto il mondo cristiano.

I Celti e la Grande Madre

Quando i missionari cristiani iniziarono a catechizzare il nord Europa, incontrarono il popolo dei Celti, e con essi la figura della Grande Madre.
Nel culto celta della terra venivano venerati i boschi, le radure, le sorgenti d'acqua, e determinate piante, come il vischio, la quercia, il salice, il tiglio, l'abete.
Non vi fu scontro fra i due culti, ma fusione. Non vi furono lotte religiose, come lo sono state un tempo nelle guerre sante, e come lo sono oggi fra il mondo musulmano ed il mondo ebreo in "terra santa". Lì, si fuse la credenza celta con quella cristiana, il culto della Madre Terra con il culto della Madonna, la figura del sacerdote con quella del "druido". La maggior parte delle cattedrali gotiche furono costruite sopra a cattedrali celtiche a cielo aperto, le quali a loro volta erano ubicate sopra a nodi tellurici di guarigione. I Celti utilizzavano grandi pietre (menhir e dòlmen) per delimitare queste zone di guarigione. Un famoso esempio di cattedrale celta a cielo aperto ancora esistente oggi è a Stonehenge in Inghilterra. Dove però, non vi è più il nodo di guarigione di un tempo.
Nella costruzione delle cattedrali gotiche gli architetti si ispirarono moltissimo alle forme della natura adorate dai Celti. Infatti, se entrate in una cattedrale gotica ed alzate gli occhi vi apparirà davanti a voi una prospettiva formata dalle colonne della navata centrale. Se osservate bene, essa è simile ad un sentiero di alberi ad alto fusto, che si riuniscono sopra la vostra testa.
Ma, non è finita qui! Nell'unione dei due credi si fusero anche alcune feste di calendario. La notte celta di Samhain, il momento del contatto con il mondo dell'aldilà, fu trasformata nella festa anglosassone di Halloween (31 ottobre), vigilia della festa cattolica di Ognissanti (1 novembre), e nella ricorrenza del "giorno dei morti" (2 novembre). La dea celta Brigit associata alla quercia divenne Santa Brigida, patrona dell'Irlanda. Il rito primaverile della festa cattolica di Candelora (2 febbraio), e cioè della purificazione delle abitazioni con l'uso di candele bianche benedette, si unì all'immagine celta della Dea Bianca, trasformata a sua volta nel volto della Vergine. Infine, la notte dedicata a Santa Valpurga divenne la festa popolare di Calendimaggio (1 maggio).

Salve
firenze is offline  
Vecchio 22-09-2002, 10.53.12   #2
Kya
Ospite abituale
 
L'avatar di Kya
 
Data registrazione: 18-09-2002
Messaggi: 63
"La Terra è un essere vivente , le montagne parlano
gli alberi cantano, i laghi sono in grado di pensare
i sassi hanno un'anima, le rocce hanno potere"

Lame Deer
Kya is offline  
Vecchio 22-09-2002, 10.54.44   #3
Kya
Ospite abituale
 
L'avatar di Kya
 
Data registrazione: 18-09-2002
Messaggi: 63
"Pachamama è la dea massima andina.
è la terra stessache ci ha dato la vita, ci sostiene e ci riceverà alla fine.
ci sono tre regole di rispetto alla pachamama.
in primo luogo, ogni volta che siamo affamati o assetati, dovremmo ricordarci che anche pachamama è affamata e assetata; e dovremmo prenderci cura di lei per prima-nemme ande si scava una buca e si sotterra sel cibo, si annaffia la terra arida.
In secondo luogo, ci sono dei periodi in cuo pachamama non desidera essere toccata e dovremmo lasciarla in pace.
In terzo luogo, ci sono periodi in cui pachamama è triste edesidera essere consolata; dovremmo portarle fiori."
Kya is offline  
Vecchio 22-09-2002, 10.59.03   #4
Kya
Ospite abituale
 
L'avatar di Kya
 
Data registrazione: 18-09-2002
Messaggi: 63
o Madre terra, o Padre Cielo,
i vostri figli sulle schiene stanche
portano doni splendidi.
Tessete in cambio per noi vesti di luce:
la trama sia la luce bianca del mattino,
l'ordito sia la luce rossa del tramonto,
le frange siano di pioggia,
e l'orlo d'arcobaleno,
cosi' che camminiamo ben vestiti
la' dove cantano gli uccelli
e verde p il colore dell'erba.
O Madre Terra, o Padre Cielo.

(Pueblo Tewa)
Kya is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it