Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 18-10-2005, 11.10.38   #11
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
ciao ideerandage,mi dispiace per tuo padre. ma questo dovrebbe dimostrare qualcosa? dopo quanto tempo ci si reincarna allora? non fraintendermi, io credo nell'immortalità dell'anima, ma la reincarnazione non "mi piace".

personalmente ritengo che l'essere umano sia un tutt'uno col corpo e con l'anima e che le due cose creino un'unità inscindibile da cui deriva l'originalità assoluta di ogni essere umano. per farla breve penso che se la mia anima si fosse reincarnata nel corpo di valeria marini (magari.... )la mia personalità sarebbe completamente diversa. per me ogni essere umano (cioè unità di anima e corpo)è unico e irripetibile, per questo la reincarnazione....istintivamen te non ci credo.
poi sai....purtroppo lo si scoprirà solo....quando sarà troppo tardi per raccontarlo ad anima viva!

Ultima modifica di odissea : 18-10-2005 alle ore 11.12.40.
odissea is offline  
Vecchio 18-10-2005, 11.53.32   #12
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob
Secondo la mia opinione la reincarnazione non esiste per un semplice motivo logico: La reincarnazione è stata ideata per fornire una speranza di continuità della vita e negare l'angoscia della morte, ma sappiamo tutti che prima o poi tutte le forme di vita sulla terra scompariranno e quindi la reincarnazione non avrebbe senso dato che non vi sarebbero più creature in cui reincarnarsi.
Inoltre anche se fosse vero, tra la morte e l'incarnazione non ci sarebbe alcuna differenza: se mi reincarnassi in un topo il mio livello intellettivo non mi permetterebbe di comprendere neanche minimamente la realtà, quindi di fatto sarei morto.
Io penso che la dogma della morte totale, e quindi la negazione della realtà che l'evoluzione ha luogo attraverso la reincarnazione ed il karma, sia espressione del fatto che si trova troppo difficile prendere la responsabilità per le prorie azioni ed il fatto che ogni individuo crea il suo destino mediante le prorie azioni.
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 18-10-2005, 19.54.13   #13
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
ROLANDO NEPPURE IO CI CREDO. PERO' CI SONO DEI LIBRI CHE DICONO IL CONTRARI. LA REINCARNAZIONE ESISTE,CON ORIGINE ANTICHISSIMI, VI SONO ANCHE TESTIMONIANZE?
iudichetta is offline  
Vecchio 18-10-2005, 22.01.47   #14
Ideerandage
Ospite
 
Data registrazione: 17-09-2005
Messaggi: 14
Vediamo se mi riesce di dare una risposta "cumulativa".
Alessio dice:
Secondo la mia opinione la reincarnazione non esiste per un semplice motivo logico: La reincarnazione è stata ideata per fornire una speranza di continuità della vita e negare l'angoscia della morte, ma sappiamo tutti che prima o poi tutte le forme di vita sulla terra scompariranno e quindi la reincarnazione non avrebbe senso dato che non vi sarebbero più creature in cui reincarnarsi.

Inoltre anche se fosse vero, tra la morte e l'incarnazione non ci sarebbe alcuna differenza: se mi reincarnassi in un topo il mio livello intellettivo non mi permetterebbe di comprendere neanche minimamente la realtà, quindi di fatto sarei morto.

La morte ha sempre suscitato timore, innegabile nasconderlo, ma ci sono diverse valutazioni di questo passaggio di stato, dipendenti dalle diverse culture.
In alcuni paesi, ai funerali, ci si veste di nero in altri ci si veste di bianco e si banchetta.
Questo è solo uno degli esempi più blandi, ma significativo.
Le religioni animiste ammettono un passaggio dell'anima dalla terra al cielo, "cielo" nel senso di celato, nascosto, ovvero una dimensione che non è visibile alla nostra condizione attuale di vita.
Altre religioni fondano la loro esistenza proprio sul fatto che l'anima segua un percorso di evoluzione, partendo da una condizione molto elementare, come può essere quella di un invertebrato, fino all'uomo ed oltre.

Personalmente non mi sono mai fidato di quello che "gli altri" dicono, ho sempre cercato di toccare con mano tutto ciò che era possibile verificare, anche in settori così impalpabili come questo argomento.
Posso affermare, con una certa sicurezza, di aver raccolto, nel corso degli anni, diverse prove sull'esistenza del passaggio di un'anima tra più vite, sicuramente non posso affermare con certezza che l'anima provenga da un animale.
Nelle varie regressioni che ho sperimentato ad un certo punto il soggetto ammutolisce e non racconta più nulla, potrebbe essere che non ci siano altre vite da raccontare, ma potrebbe anche essere che in quella fase fosse un animale e quindi non dotato di mezzi espressivi idonei.

Credo, caro Alessio, che tu non debba temere di reincarnarti in un topo, anche se fosse, non credo che dovresti sentirti così "morto", da quello che posso notare, i topi sono talmente attivi e prolifici da risultare spesso un vero flagello. Magari potresti essere un topo un po' più scaltro degli altri, visto il bagaglio di esperienze che ti porteresti a corredo.


Odissea scrive:
ciao ideerandage,mi dispiace per tuo padre. ma questo dovrebbe dimostrare qualcosa? dopo quanto tempo ci si reincarna allora? non fraintendermi, io credo nell'immortalità dell'anima, ma la reincarnazione non "mi piace".

personalmente ritengo che l'essere umano sia un tutt'uno col corpo e con l'anima e che le due cose creino un'unità inscindibile da cui deriva l'originalità assoluta di ogni essere umano. per farla breve penso che se la mia anima si fosse reincarnata nel corpo di valeria marini (magari.... )la mia personalità sarebbe completamente diversa. per me ogni essere umano (cioè unità di anima e corpo)è unico e irripetibile, per questo la reincarnazione....istintivamen te non ci credo.
poi sai....purtroppo lo si scoprirà solo....quando sarà troppo tardi per raccontarlo ad anima viva!

Ti ringrazio, la morte fa parte della vita, ne è parte integrante.
Cosa potrebbe dimostrare un episodio simile? Prima di tutto che "potrebbe" esserci una continuità della propria esistenza, un cambio di stato, ma una continuità.
Dopo quanto ci si reincarna? Non credo ci sia una regola fissa, ho l'impressione che chi tiene questi conti sia un sarto che cuce molto bene i vestiti su chi li indossa.
Posso fare delle ipotesi molto attendibili, potremmo dire che dopo la morte segue un'attenta analisi di quello che si è fatto in terra, si cerca di capire dove non si sono raggiunti gli obiettivi prestabiliti, si pianifica una nuova strategia e ... si ritorna in terra, oppure si resta di là e si cerca di migliorare per altre strade.
Non ho intenzione di esprimermi sul fatto che mi piaccia o meno un sistema di reincarnazioni, ti riporto solo il frutto di esperienze raccolte in anni di studi, niente di più.
Però, consentimi un piccolo appunto, ma perchè proprio la Marini? Ma ti immagini aver a che fare con Cecchi Gori?

Ciao.
Ideerandage is offline  
Vecchio 18-10-2005, 23.09.57   #15
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
reicarnazione nella Chiesa Cattolica sino al 543 d.C.

Gentili amici,
al di là delle controversie fra "opionisti" pro o contro la reicarnazione, vi porto a conoscenza che anche la Chiesa ci credeva, ma che, dopo un "Concio BIZZARRO" (in quanto non presente IL PAPA" , ma un IMPERATORE, questa credenza fu abrogata (Concilio di COSTANTINOPOLI del 543 d. Cristo.
Riporto questo messaggio estrapolato da internet, ma chi vul approfondire può andare a leggere gli ATTI del Concilio di Costantinopoli.
Buona lettura

La Chiesa contro la Reincarnazione

Ma come si giunse a sopprimere la verità sulla reincarnazione? Vogliamo ora trattare brevemente questa domanda. Per diversi motivi, in parte di natura politica e in parte Umani, si accesero numerose dispute teologiche in merito agli insegnamenti di Origene. Dato che Origene era riconosciuto ovunque come una delle principali figure della Chiesa delle origini, la dottrina della reincarnazione fu ben presto collegata con il suo nome. Sia i suoi seguaci che i suoi avversari lo consideravano un'autorità in materia. Nel corso dei secoli seguenti le dispute riguardo agli insegnamenti di Origene divennero sempre più accese e resero necessaria una decisione definitiva. Si giunse così all'avvenimento decisivo che determinò la condanna e la soppressione della dottrina della reincarnazione: il Sinodo della Chiesa d'Oriente, tenutosi a Costantinopoli nel 543, nel quale la dottrina di Origene venne condannata con 9 anatemi (scomuniche). Tra questi anatemi si trovano anche due scomuniche che condannano indirettamente la dottrina della reincarnazione: innanzitutto viene negata la preesistenza dell'anima e, in questo senso, anche che le anime degli uomini esistessero in origine come esseri puri dei cieli che si allontanarono da Dio e si incarnarono in un corpo umano. Con l'altro anatema si condannano tutti coloro che non credono che esista una punizione eterna per i demoni e per gli uomini empi e un castigo per tutti coloro che credono esista un riscatto delle proprie colpe e una possibilità di ritornare a Dio (apocatastasi). Gli anatemi vennero formulati per ordine dell'imperatore Giustiniano I, che si riteneva capo supremo della Chiesa. Le scomuniche da lui proclamate vennero quindi confermate dal Sinodo del 543 e, dopo dieci anni, sottoscritte da papa Virgilio, al quale vennero presentate nel Concilio di Costantinopoli, sebbene, secondo i verbali del Concilio, esse non fossero state assolutamente discusse. La personalità dell'imperatore Giustiniano, le guerre in corso nell'impero romano orientale, nonché la minaccia incombente di un ulteriore conflitto politico-religioso interno in Palestina, costituirono il movente politico della soppressione della dottrina della reincarnazione. Per colmare la lacuna formatasi con la condanna della reincarnazione e per sostenere la dottrina secondo la quale l'uomo dispone di un'unica vita, si dovettero creare nuovi articoli di fede (dogmi). In particolare, vennero introdotti il peccato originale, la creazione dell'anima al momento del concepimento, il peccato mortale, il giudizio universale, il purgatorio e la dannazione eterna. Con ciò nacque la necessità di introdurre il sacerdozio come mediatore di salvezza, affinché la struttura artificiale di queste dottrine potesse reggersi in piedi. In questo modo non è possibile però rispondere alle domande poste inizialmente riguardo al senso della sofferenza e della colpa. Si cerca di consolare gli uomini che si pongono domande esistenziali con vuote frasi teologiche, spiegando ogni cosa con un apparente mistero divino di fronte al quale non si dovrebbe più fare alcuna domanda.

(tratto da un link dei ROSACROCE)

Per trovarlo basta scrivere "reicarnazione" "ROSACROCE" "PAPA VIRGILIO"
Poi fare ENTER

Saluti a Tutti
Alessandro D'Angelo

Alessandro D'Angelo
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 18-10-2005, 23.39.51   #16
Ideerandage
Ospite
 
Data registrazione: 17-09-2005
Messaggi: 14
Caro Alessandro,
se vuoi fare una ricerca seria, la prima cosa da fare è mettere da parte la Chiesa e tutti i suoi intrighi di potere.
Fidati di ciò che vedono i tuoi occhi e cerca di evitare gli abbagli.
Ho visto sacerdoti invocare gli spiriti del sale e dell'acqua, per scacciare il maligno ... ma ... non erano esternazioni riconducibili al paganesimo? Eppure ...
Ideerandage is offline  
Vecchio 19-10-2005, 16.37.05   #17
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
Seppure non credete alla reicarnazione. Ne parlano i libri, esperienze concrete non ne ho viste,è nessuno me ne ha mai parlato. Pero' come cristiana penso che non finisce tutto qui. Se ci pensiamo bene, in fondo questa vita cosè,non cè niente di bello, ci sono più lacrime che gioie.
iudichetta is offline  
Vecchio 19-10-2005, 19.26.14   #18
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
Messaggio originale inviato da iudichetta
ROLANDO NEPPURE IO CI CREDO. PERO' CI SONO DEI LIBRI CHE DICONO IL CONTRARI. LA REINCARNAZIONE ESISTE,CON ORIGINE ANTICHISSIMI, VI SONO ANCHE TESTIMONIANZE?
Forse il mio intervento qui sopra era un po' ambiguo.
Ciò che volevo dire era, che io penso che la dogma materialistico della morte totale, e quindi il negare del fatto che l'evoluzione ha luogo attraverso la reincarnazione ed il karma, sia espressione del fatto che l'individuo trova troppo difficile prendere la responsabilità per le prorie azioni, ed accettare il fatto che lui stesso crea il suo destino futuro mediante le prorie azioni. (Spero che sia comprensibile)
Ciao

Ultima modifica di Rolando : 19-10-2005 alle ore 19.27.16.
Rolando is offline  
Vecchio 20-10-2005, 18.00.53   #19
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Cara Maria,

ti debbo contraddire quando scrivi: <<Seppure non credete alla reicarnazione. Ne parlano i libri, esperienze concrete non ne ho viste,è nessuno me ne ha mai parlato. Pero' come cristiana penso che non finisce tutto qui. Se ci pensiamo bene, in fondo questa vita cosè,non cè niente di bello, ci sono più lacrime che gioie.>>

#############

NO il mondo è
50% lacrime e
50% gioie.
La Bilancia COSMICA, non sbaglia!.

###
Se si una vera cristiana, quella dei tempi del Cristo devi credere alla reincarnazione, altrimenti sei una "POST-CRSTIANA" legata alle storture papaline.
Che dire?
########
Non so neanche io. Infatti come ha scritto il nostro amico Ideerandage, dobbiamo fidarci solo di ciò che vediamo oggi.
Lasciamo stare le "vaste ecclesie"....
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 20-10-2005, 19.27.47   #20
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
Scusami alessandro se dico così, forse non sarà per tutti. Ma la mia vita è così: tante lacrime, è poca gioia. Mi consola il pensiero,di un adilà migliore.
iudichetta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it