Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 20-10-2005, 20.56.32   #21
Ideerandage
Ospite
 
Data registrazione: 17-09-2005
Messaggi: 14
Citazione:
Messaggio originale inviato da iudichetta
Scusami alessandro se dico così, forse non sarà per tutti. Ma la mia vita è così: tante lacrime, è poca gioia. Mi consola il pensiero,di un adilà migliore.

Cara Iudichetta,
il tuo post mi ha toccato particolarmente, so cosa intendi con quelle poche parole, l'ho provato sulla mia pelle.
Quello che posso dirti è che molti guai ce li auto procuriamo e poi ci piangiamo addosso.
Dare consigli è sempre un errore, il consiglio è una bestia strana che cerca di mettersi un'abito tagliato sul corpo di qualcun'altro, quindi prendi molto con le molle quello che sto per dirti.
Prova a prenderti un po' di tempo, solo per te, e fai un esame di tutto quello che hai fatto e che hai vissuto fino a questo momento.
Non devi condannarti, nè gratificarti, cerca di essere neutrale, come se analizzassi la situazione di un altro.
Avrai l'occasione di scoprire cose interessanti.

Ciao.
Ideerandage is offline  
Vecchio 20-10-2005, 23.30.32   #22
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Caro
Ideerandage e Maria,
-----------
Se ti riferivi a "Consigli" , li dò, ma solo a chi me li chiede.
Pe proseguire il nostro discorso, va charito che il mio discorso del 50% +50% nasce dalla teoria cinese del TAO.
Certamente lo conoscete: lo YIN e lo YANG (unione degli opposti) di grandezza uguale. Quella è la rappresentazione sintetica della realtà manifesta e no.
########
Le due parti che sono una il contrario dell'altra in tutti i sensi, danno luogo ad un TUTTO. TUTTO non compreso dall'essere umano il quale ha però intuito (attraverso i profeti come Laotzè) che F R A l'unione degli opposti c'è la linea del TAO.
Questa linea, a forma di S , si dice che sia quella linea su la quale l'uomo dovrebbe camminare, ma non può farlo poichè ora cade verso il BIANCO (gioia) ora verso il NERO (lacrime).
Impossibile sottrarsi da questa altalena fra BENE-MALE.
Vi assicuro che ho sofferto molto e che un giorno a Maria Le racconterò...
Ma, proprio per questo ho imparato a essere distaccato dal bene e dal male. Ogni cosa accada, dico: AH si, e rimango indifferente.
Ma ciò è generato da una difesa nel non SENTIRE LE B O T T E della vita, (del vivere ). Allora cosa è successo? Che neanche la gioia so più assaporare. E' TUTTO un immenso grigiore fatto di bene e male mischiati ma sentiti entrambi molto poco.
#
Questa la risposta.
Alla prossima parleremo della reincarnazione. So bene che il FORUM ci crea e ci forgia, ci fa capire molte cose, fra cui le esperienze altrui che ci possono arricchire.
Per ora GRANDI SALUTI
Alessandro D'Angelo
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 21-10-2005, 14.45.35   #23
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
Grazie ideerandage e alessandro non volevo,farmi compatire, ho dato solo una risposta? Si la mia vita è così. nessuno può campiarla, solo la morte. più lacrime, poche gioie.
iudichetta is offline  
Vecchio 21-10-2005, 22.06.29   #24
Ideerandage
Ospite
 
Data registrazione: 17-09-2005
Messaggi: 14
Cari Alessandro e Iudichetta,
sono un po' perplesso nel sentire le vostre parole, cercherò di spiegarvi anche le mie ragioni.
La sofferenza dell'animo è paragonabile alla sofferenza del corpo, il "dolore" indica una situazione che va corretta, il trascurare questo importante segnale non può che portare ad un peggioramento del quadro generale, sia fisico che psichico.
Una piaga trascurata, dolorante ma sopportata, porta ad un'infezione, alla cancrena ed alla morte, se non si ha il coraggio di amputare l'arto.
A volte è necessario prendere decisioni drastiche, pena una vita fatta di sofferenze inutili.
Prendete con le dovute cautele quello che sto dicendo, a volte una decisione "drastica" può anche significare il semplice fatto di smetterla di fiaccarsi in una poltrona davanti alla TV ed affacciarsi alla finestra per vedere un po' di mondo vero.
Ovviamente, tutto è relativo! Ma ognuno può cucirsi l'abito addosso come preferisce e capire cosa intendo.
Vivere nel grigiore dell'indifferenza del bene o del male, non è "vivere", ma sopravvivere.
Tornando alla reincarnazione, ognuno di noi ha dei traguardi da superare, il raggirarli non fa altro che incamminarci per un'altro sentiero che ci riporta alla stessa sbarra, la soluzione di un problema si può rimandare, ma resta sempre da risolvere, purtroppo non si sfugge.
Non c'è nulla di più bello del godersi l'emozione che spinge dentro per un evento allegro, per un traguardo raggiunto, come non c'è niente di più brutto e deprimente di un evento nefasto subito e non valutato nella sua necessaria temporaneità.
L'atteggiamento che si assume determina gli eventi.
Un esempio pratico, qualche settimana fa, un caro amico di Milano si lamentava dell'assenza di lavoro e prospettava la chiusura dell'azienda, io non ho fatto altro che spiegargli che è una legge naturale ed infallibile che dopo ogni temporale arriva il sereno.
Non ci crederete, ma il solo fatto di avere un filo di speranza ha mosso molte cose, oggi stesso ho visto un importante contratto concluso molto vantaggiosamente, e finalmente l'ho visto con il sorriso in bocca.
Sorridete, guardatevi intorno e sorridete alla vita e la vita sorriderà con voi e per voi.

Ciao.
Ideerandage is offline  
Vecchio 21-10-2005, 23.01.51   #25
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Cara Maria, e Indeerandage,

da Maria aspettavo una breve risposta, ad Indeerandage voglio dire 2 parole riportando una sua breve asserzione:
####
<<La sofferenza dell'animo è paragonabile alla sofferenza del corpo, il "dolore" indica una situazione che va corretta, ...>>
Certo, il nostro corpo similmente alla nostra anima si forgia, e cresce; si può dire che entrabe prendono forma attraverso il FUOCO che ci brucia [UOMO = VASO o CROGIUOLO ALCHEMICO]
######
Senza FUOCO, cioè senza sofferenze non si cresce, non si matura (vedere la frutta sotto il sole).
######
L'uomo, anche se pensante, risente lo stesso delle forze della natura; sia visibili che invisibili . Il "FUOCO ALCHEMICO" è un FUOCO che viviamo, anche se solo a livello simbolico, questo ci spiega che non dobbiamo farci scottare, ma intervenire con l'acqua prima che sia troppo tardi.
Dobbiamo muoverci e fare ogni cosa affinchè sia la nostra mente che il nostro fisico (come fanno le piante attraverso la natura e l'uomo), possiamo resistere, quindi vivere un equilibrio di sofferenza.
# [Lacrime = ACQUA che spegne il FUOCO].
Il nostro corpo rappresenta la TERRA sulla quale soffia l'ARIA che ora fa crescere, ora diminuire il FUOCO.
Questa è la LEGGE dei 4 elementi. QUATTRO elementi come le 4 braccia della croce. CROCE che ha un suo significato specifico.
##############
Scusatemi amici tutti se mi sono dilungato, ma sono stato preso dallo scrivere.
Cari saluti a Tutti
Alessandro D'Angelo
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 22-10-2005, 14.40.48   #26
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
Vi ringrazio Alessandro e ideerandage per le vostre parole, perfettamente giuste. Però per la mia situazione non esiste niente.
iudichetta is offline  
Vecchio 22-10-2005, 17.22.08   #27
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Cara Maria,
non mi dire che non esiste nulla.
-----------------------------------------
Sentirsi o essere SOLI e incompresi, spesso emarginati è una realtà molto pesante.
Grazie a Dio siamo finalmente giunti ad internet che attenua molto questo stato di cose.
Tu SEI, SEI, ESISTI per noi!
E, ti pare niente?
Pensa a chi non ha nessuno con cui scambiare una parola buona, ansi, è visto con dispezzo, quindi emarginato...
# Sarebbe peggio?
Amica, è vero che siamo lontani, ma quando mi scrivi mi fai piacere come se stessi all'appartamento accanto.
@<<LA VITA E' UNA GRANDE ILLUSIONE... >@
#DIFFILE E ' FARSENE UNA RAGIONE,###
Tu cosa pensi?
E' importante essere vicini fisicamente o per stare meglio bastare ascoltare l'altro?
Ricorderai l'importanza del telefono per le persone depresse?
Caro saluti
Alessandro D'Angelo
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 23-10-2005, 15.24.29   #28
APAL
Ospite
 
Data registrazione: 22-10-2005
Messaggi: 5
io non so se c'e o non perche i misteri di essere al mondo mai nessuno potra dire la verita perchè mai nessuno lo sa per certo, anchio che però credo molto che quanto moriro la mia anima andra a casa nel' universo. non o le prove certe.
APAL is offline  
Vecchio 23-10-2005, 17.42.55   #29
iudichetta
Ospite abituale
 
L'avatar di iudichetta
 
Data registrazione: 09-10-2005
Messaggi: 223
Apal è giusto quello che dici. in fondo la verità non la sà nessuno.Ci affidiamo alla nostra fede.
iudichetta is offline  
Vecchio 23-10-2005, 21.36.56   #30
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
Messaggio originale inviato da iudichetta
Apal è giusto quello che dici. in fondo la verità non la sà nessuno.Ci affidiamo alla nostra fede.
Come ho detto tante volte in altri post, se questa tua opinione sia vera, allora è la verità, e quindi tu sai già la verità, cioè che non si può mai saperla.
Però io penso che l'idea, che sarebbe impossibile sapere la verità, è erronea.
Poiché l'intelligenza, l'intuizione ed il sentimento dell'uomo sono prodotti dalla vita stessa, penso che ci sia anche un motivo perché queste facoltà si sono evoluti. Sono evolute perché la vita vuole conoscere se stesssa.
Per il momento leggo un libro di Richard Bucke chiamato "La Coscienza Cosmica" in cui lui descrive la sua teoria secondo la quale l'umanità sta camminando verso questa coscienza cosmica, e lui da anche esempi su individui che secondo lui ha raggiunto questo stato coscienziale più evoluto, che nel futuro sarà raggiunto da tutti gli uomini. Il motivo perché ha sritto il libro era che lui stesso sperimentava spontaneamente un'illuminazione. E siccome lui era molto interessato dalla letteratura riconosceva in tanti libri le stesse cose che lui stesso aveva sperimentato.
Questo gli spingeva a studiare più dettagliatamente la letteratura mondiale e basato su questo studio ha compilato una lista con alcuni fra i più importanti autori che secondo lui aveva raggiunto più o meno la coscienza cosmica.Fra questi troviamo Mosé, Buddha, Gesù, Socrate, Plotino, Maometto, Dante, Fr. Bacone, Spinoza, Swedenborg, Balzac, Whitman e tanti altri.

Tutti questi uomini avevano raggiunto una coscienza più grande della vita, e avevano quindi una sapienza più alta della realtà e vedevano o intuivano più della "verità che vediamo noi che ancora non abbiamo queste facoltà.
Quindi, le prospettive sembrano belle.
Ciao
Rolando is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it