Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 03-09-2006, 17.22.29   #1
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Staminali: Da Clonazione Create Prime Linee Di Cellule Umane 'su Misura'

Gentili amici,
una notizia interessante:

STAMINALI: DA CLONAZIONE CREATE PRIME LINEE DI CELLULE UMANE 'SU MISURA'
#############
Milano, (Agenzia Adnkronos) - Create in laboratorio, grazie alla clonazione, le prime 11 linee di cellule staminali umane ‘’su misura’’, con le caratteristiche genetiche di pazienti malati o vittime di incidenti. Pronte dunque, ma solo in teoria, ad essere trapiantate. Lo studio, condotto su 11 pazienti dai 2 ai 56 anni, ha sfruttato cellule umane adulte prelevate dalla pelle. La ricerca realizzata da un team di ricercatori sudcoreani comportera’ un enorme passo avanti nel velocizzare e rendere piu’ efficiente la produzione di cellule staminali ‘su misura’, ‘’e pone gli scienziati piu’ vicini all’obiettivo di trapiantare cellule sane nell’uomo, per rimpiazzare quelle danneggiate da malattie come il Parkinson e il diabete’’.
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 09-09-2006, 08.46.41   #2
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Staminali: Da Clonazione Create Prime Linee Di Cellule Umane 'su Misura'

Citazione:
Originalmente inviato da Alessandro D'Angelo
Gentili amici,
una notizia interessante:

STAMINALI: DA CLONAZIONE CREATE PRIME LINEE DI CELLULE UMANE 'SU MISURA'
#############
Milano, (Agenzia Adnkronos) - Create in laboratorio, grazie alla clonazione, le prime 11 linee di cellule staminali umane ‘’su misura’’, con le caratteristiche genetiche di pazienti malati o vittime di incidenti. Pronte dunque, ma solo in teoria, ad essere trapiantate. Lo studio, condotto su 11 pazienti dai 2 ai 56 anni, ha sfruttato cellule umane adulte prelevate dalla pelle. La ricerca realizzata da un team di ricercatori sudcoreani comportera’ un enorme passo avanti nel velocizzare e rendere piu’ efficiente la produzione di cellule staminali ‘su misura’, ‘’e pone gli scienziati piu’ vicini all’obiettivo di trapiantare cellule sane nell’uomo, per rimpiazzare quelle danneggiate da malattie come il Parkinson e il diabete’’.

Evviva! Allelujah! ma che serva a TUTTA L'UMANITA' e non solo ai pochi che potranno permetterselo....
La qualità della vita va migliorata per tutti ma purtroppo sappiamo quanto sia diversa la condizione di chi abita questo pianeta
paperapersa is offline  
Vecchio 18-09-2006, 15.07.10   #3
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Riferimento: Staminali: Da Clonazione Create Prime Linee Di Cellule Umane 'su Misura'

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Evviva! Allelujah! ma che serva a TUTTA L'UMANITA' e non solo ai pochi che potranno permetterselo....
La qualità della vita va migliorata per tutti ma purtroppo sappiamo quanto sia diversa la condizione di chi abita questo pianeta
#########################
Ecco una conferma interessante:
*Staminali adulte tornano embrionali grazie a 4 fattori* ]|-
12/09/2006 - Con l'introduzione di appena quattro fattori le cellule
adulte potranno comportarsi come cellule staminali embrionali
pluripotenti, in grado cioe' di differenziarsi in molti altri tipi di
cellule, permettendo cosi' la cura di diverse malattie. Se sara'
possibile ottenere le cellule pluripotenti direttamente dalle cellule
del paziente, inoltre, si potra' aggirare anche il problema etico
legato all'uso degli embrioni umani e passare dalla sperimentazione
sui topi a quella umana.
E' il risultato delle ricerche di alcuni scienziati giapponesi
pubblicato sulla rivista Cell. Come spiega Shinya Yamanaka
dell'universita' di Kyoto (Giappone), "le cellule umane staminali
embrionali potrebbero essere usate nella cura di alcuni disturbi come
il Parkinson, lesioni al midollo spinale e il diabete".
I ricercatori hanno utilizzato le conoscenze su 24 geni noti per dare
alle cellule staminali embrionali il loro carattere di
pluripotenzialita' e li hanno utilizzati come fattori candidati per
dare alle cellule staminali adulte la capacita' di tornare indietro
nello sviluppo. Sotto l'azione dei geni, le cellule adulte hanno
cominciato a regredire, diventando sempre meno specializzate e sempre
piu' simili a cellule pluripotenti capaci di ripartire nello sviluppo
e tornare a specializzarsi secondo strade diverse. Dei 24 fattori
studiati, 4 si sono dimostrati idonei allo scopo.
Secondo Yamanaka "la scoperta e' un passo importante che potrebbe
permettere la creazione di cellule pluripotenti direttamente dalle
cellule somatiche dei pazienti". A detta del ricercatore, tuttavia,
"sebbene queste novita' potrebbero avere vaste applicazioni, lo studio
sulle cellule staminali embrionali deve fare ancora molta strada".
Anche perche', conclude Yamanaka,"non e' ancora del tutto chiaro se le
cellule pluripotenti siano in grado di sostituire in ogni funzione le
cellule staminali embrionali".
"E' una scoperta che, se confermata, e' da premio Nobel", commenta
Angelo Vescovi, docente di Biologia Cellulare, Dipartimento di
Biotecnologie e Bioscienze all'Universita' di Milano "Bicocca". "Sa
cosa vuol dire questa scoperta traslata su un essere umano? Vuol dire
che se da una persona adulta o da un neonato vengono prelevate cellule
della pelle e vengono sottoposte alla procedura sperimentata da
Yamanaka, si possono produrre cellule staminali embrionali
pluripotenti che, conservate, potranno essere utilizzate, in futuro,
dalla stessa persona dalla quale sono state prelevate. E quando si
scoprira' come produrre un organo queste cellule si potranno
utilizzare per fare trapianti senza problemi di rigetto".
E' come dire che ad ognuno di noi verra' data la possibilita' di avere
le proprie cellule clonate da poter usare in caso di necessita'. Per
analogia, sara' come avere a disposizione un corpo di ricambio
Considerando che la ricerca pubblicata il 10 agosto e' stata, quasi
certamente presentata per la pubblicazione parecchi mesi prima, questo
fa pensare che, mentre in Italia montava la polemica referendaria
sull'opportunita' di produrre cellule staminali embrionali umane, gli
scienziati avevano gia' a portata di mano una via alternativa per
derivare cellule staminali embrionali pluripotenti senza mettere in
pericolo la vita dell'embrione, facendo superare, di colpo gran parte
dei problemi etici, morali, religiosi che in molti paesi hanno
rallentato la ricerca".
Ma come spiega ancora Vescovi ci saranno anche altre reazioni a catena
che esperimenti come quello giapponese potranno innescare.
"L'esperimento giapponese ci dice che potremo avere cellule staminali
clonate senza coinvolgere alcun embrione. Questo fara' cadere il
problema etico, che a molti serviva come paravento dietro il quale si
celano gli enormi interessi che ruotano intorno ai metodi brevettati
per preparare le cellule embrionali staminali. Non mi riferisco alla
tecnica usata da Lanza, che, probabilmente non ha quegli elementi di
novita' che permettono di aggirare i brevetti, ma sicuramente alle
tecniche piu' innovative, come quella di Yamanaka che permettendo di
produrre cellule staminali embrionali senza utilizzare gli embrioni,
rischiano di mettere in seria difficolta' i brevetti che sono stati
depositati e che proteggono l'utilizzo delle CSE. "In altre parole se
queste nuove tecniche che stanno maturando dovessero avere successo,
molti brevetti sulle tecniche ora piu' in uso potrebbero crollare,
perche', ognuno potrebbe farsi le "sue" staminali, non coperte da
diritti di proprieta' intellettuale, mettendo a rischio investimenti
di milioni di euro fatti da gruppi industriali o grossi laboratori che
in qualche modo "controllano" l'utilizzo delle cellule. "Negli ultimi
anni, in questo settore, si sono sviluppate nuove tecniche non
soltanto per pulsione scientifica, ma perche' possono nascere nuovi
brevetti , anche se, sia chiaro, questo e' un fatto positivo. Oggi, a
mio parere -conclude Vescovi- il valore etico potrebbe diventare un
fattore di valutazione per l'assegnazione dei brevetti. E' piu' facile
che questa nuova tecnica, che promette di risolvere problemi etici e
religiosi, ottenga il brevetto perche' da' una svolta rispetto alle
tecniche precedenti".
http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=4361
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 18-09-2006, 15.52.19   #4
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Riferimento: Staminali: Da Clonazione Create Prime Linee Di Cellule Umane 'su Misura'

Gentili amici,
finalmente anche il papa Benedetto XVI ha dato il via libera alla ricerca sulle staminali, se al servizio della vita.
#####
Nel discorso rivolto oggi ai medici cattolici partecipanti al Congresso Internazionale sul tema: «Le cellule staminali: quale futuro in ordine alla terapia?», ricevuti nel salone degli Svizzeri a Castegandolfo, il Papa ha definito la scienza «due volte ricca di umanità» quando si applica al sollievo della sofferenza, «per lo sforzo dell’ingegno investito nella ricerca e per il beneficio annunciato a quanti sono afflitti dalla malattia. Anche coloro che forniscono i mezzi finanziari e incoraggiano le strutture di studio necessarie partecipano al merito di questo progresso sulla strada della civiltà». La ricerca sulle cellule staminali somatiche «merita approvazione ed incoraggiamento quando coniuga felicemente insieme il sapere scientifico, la tecnologia più avanzata in ambito biologico e l’etica che postula il rispetto dell’essere umano in ogni stadio della sua esistenza. Le prospettive aperte da questo nuovo capitolo della ricerca sono in se stesse affascinanti, perché lasciano intravedere la possibilità di curare malattie che comportano la degenerazione dei tessuti, con i conseguenti rischi di invalidità e di morte per chi ne è affetto».
Benedetto XVI, smentendo in qualche modo l’immagine diffusa di un Papa "oscurantista" sulla ricerca e sulla bioetica, ha detto di voler lodare «quanti si applicano a questa ricerca e quanti ne sostengono l’organizzazione e i costi. Vorrei in particolare - ha aggiunto - esortare le strutture scientifiche che si rifanno per ispirazione e per organizzazione alla Chiesa Cattolica a incrementare questo tipo di ricerca e a stabilire i più stretti contatti fra loro e con quanti perseguono nei debiti modi il sollievo della sofferenza umana. Mi sia lecito anche rivendicare, di fronte a frequenti e ingiuste accuse di insensibilità rivolte alla Chiesa, il costante sostegno da essa dato nel corso della sua bimillenaria storia alla ricerca rivolta alla cura delle malattie e al bene dell’umanità. Se resistenza c’é stata - e c’é tuttora - essa era ed è nei confronti di quelle forme di ricerca che prevedono la programmata soppressione di esseri umani già esistenti, anche se non ancora nati. In tali casi la ricerca, a prescindere dai risultati di utilità terapeutica, non si pone veramente a servizio dell’umanità. Passa infatti attraverso la soppressione di vite umane che hanno uguale dignità rispetto agli altri individui umani e agli stessi ricercatori. La storia stessa ha condannato nel passato e condannerà in futuro una tale scienza, non solo perché priva della luce di Dio, ma anche perché priva di umanità».
Di fronte alla diretta soppressione dell’essere umano «non ci possono essere né compromessi né tergiversazioni; non si può pensare che una società possa combattere efficacemente il crimine, quando essa stessa legalizza il delitto nell’ambito della vita nascente. In occasione di recenti Congressi della Pontificia Accademia per la Vita ho avuto modo di ribadire l’insegnamento della Chiesa, rivolto a tutti gli uomini di buona volontà, circa il valore umano del neo concepito, anche quando viene considerato prima del suo impianto in utero. Il fatto che voi, in questo Congresso, abbiate espresso l’impegno e la speranza di conseguire nuovi risultati terapeutici utilizzando cellule del corpo adulto senza ricorrere alla soppressione di esseri umani neo concepiti, e il fatto che i risultati stiano premiando il vostro lavoro, costituiscono una conferma della validità del costante invito della Chiesa al pieno rispetto dell’essere umano fin dal concepimento.
###############
Il bene dell’uomo - ha concluso Benedetto XVI - va ricercato non soltanto nelle finalità universalmente valide, ma anche nei metodi utilizzati per raggiungerle: il fine buono non può mai giustificare mezzi intrinsecamente illeciti. Non è soltanto questione di sano criterio per l’impiego delle limitate risorse economiche, ma anche, e soprattutto, di rispetto dei fondamentali diritti dell’uomo nell’ambito stesso della ricerca scientifica».
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 18-09-2006, 23.05.58   #5
joannes
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-05-2005
Messaggi: 329
Riferimento: Staminali: Da Clonazione Create Prime Linee Di Cellule Umane 'su Misura'

bè? nessun applauso al papa da chi lo critica sempre?
l'importante è la vita, che rimanga il valore piu alto e non venga usurpata dal pensiero corrente in tutte le sue forme, aborto compreso se non primario!
joannes is offline  
Vecchio 19-09-2006, 06.55.44   #6
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Staminali: Da Clonazione Create Prime Linee Di Cellule Umane 'su Misura'

QUOTE=joannes]bè? nessun applauso al papa da chi lo critica sempre?
l'importante è la vita, che rimanga il valore piu alto e non venga usurpata dal pensiero corrente in tutte le sue forme, aborto compreso se non primario![/quote] ogni tanto smette di fare il teologo
e diventa.........umano
paperapersa is offline  
Vecchio 26-09-2006, 17.14.03   #7
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Riferimento: Staminali: Da Clonazione Create Prime Linee Di Cellule Umane 'su Misura'

Io l'applauso lo farei più ai ricercatori e agli uomini di scienza che al Papa...
Credo sia mille volte più meritato
Anche per i progressi che si stanno avendo con la microbiologia e le particelle infinitamente piccole che favoriscono la lotta contro il tumore.

è stato aperto un nuovo centro di ricerche genetiche anche poco distante da dove vivo... si vedono anche da questo punto di vista i progressi!
MocassinoH2O is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it