Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-12-2006, 02.22.05   #1
Mr.Chakra
Ospite abituale
 
L'avatar di Mr.Chakra
 
Data registrazione: 27-09-2006
Messaggi: 64
Question Opera naturale?

Mercoledì mattina seguivo una lezione di organismo animale che trattava il mimetismo. è stato molto interessante ma ad un certo punto le cose non mi tornavano, perchè si andava oltre al senso biologico e naturale
Sappiamo tutti di cosa si tratta il mimetismo, cioè la capacità di celare la propria presenza o di modificarla per non farci notare da prede o predatori. Abbiamo parlato dei soliti camaleonti, pesci che assumono l'aspetto di pulitori ma invece confondono la preda, farfalle con occhi dipinti sulle ali, insetti stecchi e serpenti corallo innoqui che sono identici a quelli velenosi.
Ma la cosa che vien naturale capire è che questi animali (mimi) hanno modificato il loro aspetto in base ad un imput dato dall'ambiente (sogliola) o da oggetti o essere inanimati, come sassi o piante, (insetto stecco) o perfino da altri animali (i serpenti corallo). Invece ho scoperto un caso anomalo (forse ne esisteranno degli altri) cioè è un essere inanimato a mimare un animale: esiste una orchidea che ha sviluppato una colorazione uguale a quelle delle api, possiede peli che sono identici a quelle delle api e non è tutto , produce anche un feromone che è una sostanza molto attrattiva per le api, tutto ciò per facilitare l'impollinazione da parte di questi insetti.
Mentre nel primo caso sono gli animali che prendono spunto da altri imput in quest'ultimo caso è una pianta: la stranezza dov'è?
è chiaro che gli animali possono ricevere gli imput in quanto possiedono organi di senso di qualsiasi tipo, quindi l'imput viene ricevuto ed elaborato. Ma una pianta come può riuscire a vedere il colore delle api? a sentire che possiede peli sugli arti? a sapere che producono un tipo di feromone? le piante non hanno organi di senso... l'unica cosa che riescono a percepire è la temperatura, l'umidità, la luce e la gravità.. nient'altro...
come è potuto accadere una fatto simile... chi ha "insegnato" a quella fantastica orchidea come è un ape?
Mr.Chakra is offline  
Vecchio 11-12-2006, 23.19.44   #2
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Opera naturale?

Citazione:
Originalmente inviato da Mr.Chakra
Mercoledì mattina seguivo una lezione di organismo animale che trattava il mimetismo. è stato molto interessante ma ad un certo punto le cose non mi tornavano, perchè si andava oltre al senso biologico e naturale……………
………………………..……..
………… è chiaro che gli animali possono ricevere gli imput in quanto possiedono organi di senso di qualsiasi tipo, quindi l'imput viene ricevuto ed elaborato. Ma una pianta come può riuscire a vedere il colore delle api? a sentire che possiede peli sugli arti? a sapere che producono un tipo di feromone? le piante non hanno organi di senso... l'unica cosa che riescono a percepire è la temperatura, l'umidità, la luce e la gravità.. nient'altro...
come è potuto accadere una fatto simile... chi ha "insegnato" a quella fantastica orchidea come è un ape?
Sono solo reminiscenze dei tempi della scuola, ma mi pare che esistono delle forme di vita, soprattutto marine, che si collocano a metà strada tra il regno animale ed il regno vegetale. La natura è un architetto incredibile……. e questo, i nostri antenati che veneravano le forze della natura lo sapevano bene..... poi in qualche modo abbiamo perso la memoria dimenticando la natura e pensando di poter fare meglio di lei....

VanLag is offline  
Vecchio 13-12-2006, 22.18.31   #3
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Riferimento: Opera naturale?

Citazione:
Originalmente inviato da Mr.Chakra
Mercoledì mattina seguivo una lezione di organismo animale che trattava il mimetismo. è stato molto interessante ma ad un certo punto le cose non mi tornavano, perchè si andava oltre al senso biologico e naturale
Sappiamo tutti di cosa si tratta il mimetismo, cioè la capacità di celare la propria presenza o di modificarla per non farci notare da prede o predatori. Abbiamo parlato dei soliti camaleonti, pesci che assumono l'aspetto di pulitori ma invece confondono la preda, farfalle con occhi dipinti sulle ali, insetti stecchi e serpenti corallo innoqui che sono identici a quelli velenosi.
Ma la cosa che vien naturale capire è che questi animali (mimi) hanno modificato il loro aspetto in base ad un imput dato dall'ambiente (sogliola) o da oggetti o essere inanimati, come sassi o piante, (insetto stecco) o perfino da altri animali (i serpenti corallo). Invece ho scoperto un caso anomalo (forse ne esisteranno degli altri) cioè è un essere inanimato a mimare un animale: esiste una orchidea che ha sviluppato una colorazione uguale a quelle delle api, possiede peli che sono identici a quelle delle api e non è tutto , produce anche un feromone che è una sostanza molto attrattiva per le api, tutto ciò per facilitare l'impollinazione da parte di questi insetti.
Mentre nel primo caso sono gli animali che prendono spunto da altri imput in quest'ultimo caso è una pianta: la stranezza dov'è?
è chiaro che gli animali possono ricevere gli imput in quanto possiedono organi di senso di qualsiasi tipo, quindi l'imput viene ricevuto ed elaborato. Ma una pianta come può riuscire a vedere il colore delle api? a sentire che possiede peli sugli arti? a sapere che producono un tipo di feromone? le piante non hanno organi di senso... l'unica cosa che riescono a percepire è la temperatura, l'umidità, la luce e la gravità.. nient'altro...
come è potuto accadere una fatto simile... chi ha "insegnato" a quella fantastica orchidea come è un ape?
Ciao!
Più si comprende dei processi della natura, più probabile sembra che tutti siano espressione di logica e risultato di pianificazione.
La domanda è allora; chi ha fatto il piano e come funziona in realtà l'evoluzione? La primitiva idea che tutto sarebbe risultato dal caso non può soddisfare i bisogni intellettuali dell'uomo moderno di una vera comprenzione dei fenomeni naturali.
Per me è ovvio che la logica dei fenomeni fisici della natura, rivela l'esistenza di qualcosa "spirituale" cioè qualcosa invisibile dietro i fenomeni della natura che li guida. Questa parte invisibile della natura e della vita dev essere studiata scientificamente per capire veramente la vita.
Rolando is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it