Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 09-02-2007, 13.53.42   #11
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: Cos’è il vuoto spirituale di cui parlano i maestri?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
In pratica...perche' e' necessaria la pratica...seduti in silenzio (almeno all'inizio)...
C'e' uno Spazio immenso che contiene tutti i mondi e tutti gli esseri che li abitano
ogni cosa sorge e torna a quel vuoto
basta osservare, guardarsi intorno
ogni cosa e' in continuo movimento...nel vuoto.
I suoni, la materia che compone gli oggetti, le nuvole nel cielo..i pensieri nella mente
sono un unico fiume di energia.
A livello atomico e sub-atomico c'e' sempre il Vuoto e l'Energia.
Il Vuoto e' una sorta di cornucopia da cui miracolosamente sorgono infinite "creazioni spontanee".
Qualcuno e' testimone e percettore di questa "meraviglia".
Quel qualcuno siamo noi e li siamo gli uni uguali agli altri, Papa' e Mamma sono il Vuoto e l'Energia e per noi sono fonte di Vita e continuo stupore.

Nella vita se non c'e' Spazio, ma solo pieno, se cioe' viviamo aggrappati all'energia, a cio' che si manifesta, veniamo travolti.
Se dall'altra parte ci fiondiamo nel Vuoto otteniamo un surreale sogno in cui la Vita ci appare come una falsa chimera, una illusione magica senza alcun senso.
Il primo problema ha condizionato le tradizioni spirituali occidentali.
Il secondo quelle orientali.
Tuttavia all'interno delle une e delle altre c'e' chi ha testimoniato qualcosa che sta i mezzo: la pura Coscienza...che e' Figlia di quei due.

In pratica se nella Vita c'e' troppo pieno, bisogna lasciare un po' di spazio.
In una relazione, per esempio, se siamo troppo invadenti, possessivi, non lasciamo spazio....
Se seminiamo troppi semi in un pezzo di terra, senza lasciar spazio tra l'uno e l'altro, le piantine faticheranno a crescere.
Se tra un pasto e l'altro non lasciamo spazio, ci riempiamo di cibo sino a scoppiare.
L'Arte di lasciare che ci sia spazio, di accorgersi di quello spazio naturale, anche tra un pensiero e l'altro, si chiama "Contemplazione" (la distinguo dalla meditazione che e' piu' associata con la concentrazione).

Grazie Yam, per averci donato le perle del tuo Essere.
Le tue note s’intonano con il grande Musico Universale.
Un abbraccio.
SalvatoreR.


Ogni essere umano, pur essendo nell’essenza uguale all’altro, ne differisce nel relativo per il grado di coscienza raggiunto.
Da queste differenze scaturiscono culture, abitudini e religioni diverse.
salvatoreR is offline  
Vecchio 09-02-2007, 18.31.17   #12
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Cos’è il vuoto spirituale di cui parlano i maestri?

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
già yam...
e penso che alla fine tutti quelli che storicamente fanno riferimento al libero arbitrio si riferiscano bene o male a quello che hai appena detto.

l'equilibrio c'è...
ma l'uomo a volte se ne discosta per "comprenderlo" (figliol prodigo)
oppure vi si perde in esso (cade nel "vuoto totale")
o proprio non lo vede (vive costantemente il "pieno")

proprio come in kabbalah vi sono due sentieri laterali
e uno centrale (fatto di unione e equilibrio dei due)

sei d'accordo?

Un salutone

Si certo, e' importante mettere in atto una centratura nello spontaneo sentire del cuore, che e' pura presenza.
Li ci sono tutte le qualita'. Sono presenti spontaneamente, sono Sue caratteristiche.
Ma all'inizio e' difficile.
Nel Tantra si inizia con il ricordarsi di visualizzare una fiamma nel centro del petto, dove ha sede l'Anima*.
Piano piano si scende dalla testa al cuore dove non ci sono reazioni brusche e violente....mai!
L'ego, la mente si impossesseranno sempre meno di noi e un senso di pace profonda puo' manifestarsi.
L'ansia scompare, la paura lascia il posto al coraggio, la debolezza al vigore e tante altre belle e semplici cose.

L'Anima si forma attraverso lo Spirito nel momento dell'incarnazione.
Yam is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it