Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 26-02-2007, 11.22.17   #21
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

Cara Viandante,
è un piacere leggerti.
"È in ebraico che si fa questa operazione nel senso che bereshit si divide anche in bet-resh-alef (che si legge barà = creò) e shin-he-yod-tau (shit = il sei)
Da una parola si può anche ottenerne due diverse dividendola, quindi significa sia in principio ed è giusto, ma anche creò il sei."
Ed è una gioia risponderti. Sembri un oracolo e lo dico consentendo.
BET RESH ALEF e SHIT come 6!
Creò il sei significa creò completezza dell’inizio . ASH è sei in sumero ed uno perché completa le due mani!
BET è lettura di TE BE ‘mi connetto (TE) all’Essere (BE).
RESH è RE SH, Sole Luna, Sole che sorge in egizio ed in ebraico, più esattamente SH ER Luna Sole. Come sermo (Apuleio: At ego tibi sermone) di Apuleio SH ER MU, cammino ER immortale MU di SH, Iside.
"Così come be re shit anche se le si traduce in 'essere camino sole luna' resta il fatto che per un ebreo significava solo in principio e solo quello."
Tu mi dai la coincidenza tra la lettura storica ebraica e la lettura metalinguistica sumera. Così come ‘bene’ in ebraico mi dicono significhi solo ‘figli’ mentre in sumero BE NE è ‘generazione dell’Essere’.
Comprova il libro di Giobbe, dove gli Ebrei traducono BENE ELOHIM, figli di Dio, contraddetto da BENE RESEP, dove RESEP è il RASH AP dio della peste, demoniaco. BENE RESEP viene invece tradotto con scintille.
Restu in accado è RESHT U, dove U è Alto Cielo = ANTA: ANTARESHT esce da RESHTU.
Carlo Forin is offline  
Vecchio 26-02-2007, 12.16.23   #22
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

a me sembra un bell'esercizio mentale.
aggiunge qualcosa alla vostra consapevolezza?

a me pare non aggiunga nulla.
ossia il "succo" non sta qui (senza nulla togliere al vostro interessante disquisire)
turaz is offline  
Vecchio 01-03-2007, 12.57.43   #23
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

Ti ringrazio Carlo, mi lusinga il complimento soprattutto se fatto da te, ma non posso prendermi il merito per qualcosa che non è farina del mio sacco ma semplice spiegazione di alcune parti dello Zohar.
È in questo testo infatti che si legge come viene scomposta una parola e quale altro significato può celarsi dietro le stesse parole.
Se quello che ho scritto qui ti piace dovresti leggerlo lo Zohar, magari te ne innamori come ne sono follemente innamorata io della cabala.

Ma er sh ha anche a che fare con ru sha? (rosa?) o son termini diversi?
La_viandante is offline  
Vecchio 01-03-2007, 14.24.25   #24
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

quale "branca" della cabala?

personalmente ritengo validi gli insegnamenti di louria presi con le dovute pinze.
gli altri li considero poco o nulla
turaz is offline  
Vecchio 12-04-2007, 03.39.15   #25
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

Mi sembra strano che in questo forum si stia parlando di tutto fuorché
dell'influenza religiosa dei Cananei sulla Bibbia, come da reperti
archeologici su scrittura cuneiforme, ritrovati nell'archivio statale
della città di Ugarit, da una spedizione francese, e della città di Ebla,
da una spedizione italiana, capitanata dal Prof. Matthie, avente come
traduttore il Prof. Paolo Xella. El e Baal, riportati nella Bibbia, come Dei
portati dagli stranieri, scandalizzavano Salomone, poiché una delle tante
mogli regine gli costruiva degli altari, salvo poi riportare degli interi versetti
dalle scritture cananee, pari pari sulla Bibbia.

In questo momento non posso essere più preciso con i riferimenti, poiché
il materiale non l'ho sotto mano, ma, in tal senso, si potrà leggere
qualcosa d'interessante sempre sul forum di spiritualità,
riportato dal sottoscritto, nel trehnd di pag. 2, avente
per titolo: LA BIBBIA E' ATTENDIBILE? Cioè si può affermare
che la Bibbia ecc. Proposto da LucioP.

coffee. Shalom.
katerpillar is offline  
Vecchio 18-04-2007, 15.49.08   #26
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

Io non so nulla dei Caldei kater, molto interessante anche quello che dici nell’altro thread, perché non ne fai una disamina più accurata, qui o in un altro thread, come vuoi tu, sono curiosa di saperne di più.
Da quello che ne so io l’elohim era un’evoluzione di el ed eloah cananei, oltre che tutto il genesi è un remake dell’enuma elish.
Dovrebbe leggersi il primo versetto infatti al principio del creare degli elohim quando i cieli e la terra erano informi, … sembra molto il quando in alto sumero.
Cercavo altre analogie.
La_viandante is offline  
Vecchio 18-04-2007, 17.28.42   #27
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

Citazione:
Originalmente inviato da La_viandante
Ti ringrazio Carlo, mi lusinga il complimento soprattutto se fatto da te, ma non posso prendermi il merito per qualcosa che non è farina del mio sacco ma semplice spiegazione di alcune parti dello Zohar.
È in questo testo infatti che si legge come viene scomposta una parola e quale altro significato può celarsi dietro le stesse parole.
Se quello che ho scritto qui ti piace dovresti leggerlo lo Zohar, magari te ne innamori come ne sono follemente innamorata io della cabala.

Ma er sh ha anche a che fare con ru sha? (rosa?) o son termini diversi?

Cara Viandante, sono venuto chiamato da te e ti depongo quello che mi sono portato dietro:

Riflessione TO sul nome Anania degli Atti degli Apostoli (5 e 9).
In sumero, AN AN IA significa ‘luogo (IA) dei Cieli (AN)’.
L’aramaico, l’ebraico parlato in Israele al tempo di Gesù, è il risultato della trasformazione della lingua d’Israele per la cattività babilonese. Dunque, ragionevolmente può essere la lingua viva emersa dall’immersione in una parlata locale conservativa del sumero di UR da cui Abramo partì (verso il 1850 a.C.).
Compare un personaggio Ananìa in relazione con Pietro (5) e un altro personaggio Ananìa in relazione con Paolo (9).
La mente moderna non dà importanza ai nomi. L’antica ne dava molta, tant’è che Saulo è il persecutore dei Cristiani e Paolo è il predicatore, apostolo nello Spirito: il battesimo ha cambiato nome e personaggio, ed il persecutore si è fatto perseguitato.

La parola di Dio è viva e si dispiega nel tempo: Anania mostra come il suo significato originale cambi negli Atti in relazione col soffio dello Spirito.

Il significato di Ananìa di Pietro e di quello di Paolo.

Chi era Saulo, il proto-Paolo?
7 58 E i testimoni deposero il loro mantello ai piedi di un giovane, chiamato Saulo. E così lapidavano Stefano mentre pregava…
8 Saulo era tra coloro che approvavano la sua uccisione.

Chi era Ananìa di Pietro?
5 1 Un uomo di nome Anania con la moglie Saffira vendette un suo podere e, tenuta per sé una parte dell’importo d’accordo con la moglie, consegnò l’altra parte deponendola ai piedi degli apostoli. […] Ma Pietro gli disse: -Ananìa, perché mai satana si è così impossessato del tuo cuore che tu hai mentito allo Spirito Santo e ti sei trattenuto parte del prezzo del terreno? […]

Chi era Ananìa di Paolo?
9 10 Ora c’era a Damasco un discepolo di nome Ananìa e il Signore in una visione gli disse: -Ananìa!-. […] Ma il Signore disse: -Va’, perché egli è per me uno strumento eletto per portare il mio nome dinanzi ai popoli, ai re e ai figli di Israele; e io gli mostrerò quanto dovrà soffrire per il mio nome-. Allora Ananìa andò, entrò nella casa, gli impose le mani e disse: -Saulo, fratello mio, mi ha mandato a te il Signore Gesù, che è apparso sulla via per la quale venivi, perché tu riacquisti la vista e sia colmo di Spirito Santo-. E improvvisamente gli caddero dagli occhi come delle squame e ricuperò la vista; fu subito battezzato, poi prese cibo e le forze gli ritornarono.

Dal discorso di Pietro presso Cornelio.
10 37 Voi conoscete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, incominciando dalla Galilea, dopo il Battesimo predicato da Giovanni; cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nazaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui. E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo ad una croce, ma Dio lo ha resuscitato al terzo giorno e volle che apparisse, non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua resurrezione dai morti.

Gesù è il fatto storico che distingue il potere di Dio dal potere del diavolo, Anania di Paolo da Anania condannato da Pietro. Come fatto divino Gesù è dato resuscitato in modo storico a dei testimoni prescelti da Dio, come Dio ha prescelto la testimonianza di un Anania dall’altro.
Gesù ha profetizzato il libero rinnegamento di Pietro e lo Spirito ha convertito Saulo (SHA UL utero antico) in Paolo incaricando Anania di dargli la vista.
AN AN IA è ‘luogo dei Cieli’ –in sumero- in quanto lo Spirito vi è spirato –ed è Anania di Paolo-; è ‘luogo da inferno’ in quanto satana vi è spirato –ed è Anania di Pietro- [lo gnosticismo, come pratica religiosa precristiana, confonde divinità dei Cieli e degli Inferi, Ananìa e Ananìa].
Dal punto di vista scritturale Anania è uguale ad Anania e sul piano storico non ci è dato modo di valutare la libertà di scelta di Anania di Pietro, mentre ci è chiara la non libertà di scelta di Saulo –‘strumento eletto’-, che è diventato Paolo grazie all’Anania che l’ha visitato. Paolo è il risultato della trasformazione, mentre Pietro è il capo dei testimoni diretti.

Faccio queste considerazioni sulla libertà dell’uomo e sul piano di Dio perché rispondono alla mia esigenza di capire come si combinino.

PER QUEL CHE RIGUARDA LA TUA CURIOSITà, cara Viandante: RU SHA è la combinazione del massimo del sacro sumero (RU) ed il massimo del sacro accado (SHA utero).
Ruah è lo Spirito ebraico conservativo del sumero RU A (l'apposizione della acca indicava la posizione Aldilà). A è il seme.
Mi diverte sia il fatto che abbiamo compitato tutti: rosa, rosae...senza saperlo, sia il fatto che il massimo semiologo abbia titolato 'Il nome della rosa' il libro che ha venduto in 50 milioni di copie, come per dire: enigma!
Credo che la rosa damascena trigintifoglia sia la rosa antica che veniva identificata con RU SHA.
Carlo Forin is offline  
Vecchio 18-04-2007, 19.23.09   #28
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

e stefano (kelilan) cosa significa?

chissà...

avevo posto una domanda.
quale branca della kabala?

louria o altri?
turaz is offline  
Vecchio 18-04-2007, 22.22.40   #29
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

X La_viandante:

Riferimento: è molto interessante quello che hai scritto nell'altro
thread, perché non ne fai una disamina ecc.
------------------------------------------------------------

Affrontare certi argomenti è molto difficile, farlo nel web,
a mio modo di vedere, è impossibile.

Infatti, nessuno ha ritenuto interessante o non n'aveva le
esperienze necessarie per rispondere, su quello riportato
nell'altro thread.
Mi sono intromesso nelle vostre argomentazioni, perchè mi
è sembrato di riconoscere una certa competenza "disincantata",
ma non avendo seguito la scoperta delle due città Cananee,
è difficile interloquire.

In ogni caso vi è un libro che io ho cercato per dodici anni,
e per il quale il Prof. Paolo Xella è stato licenziato dal suo
incarico di traduttore ufficiale, poiché la spedizione
non voleva che rivelasse il contenuto delle scritture cananee.

Il libro si intitola: Gli Antenati di Dio- di Paolo Xella edizioni
Esse 2,
che sono riuscito a trovare, tanto tempo fa, nella
libreria evangelica di Piazza Cavour a Roma.

Vi garantisco che è risultato veramente affascinante vedere
come i fatti del tempo si siano sovrapposti tra varie culture,
quattrocento anni prima del pentateuco, avendo ritrovato
in un archivio statale: le entrate e le uscite di quelle città, gli
usi i costumi e la religione professata; dove risulta El era il
loro dio e Baal il figlio. Credo che nella lingua cananea El
significhi proprio dio

PS. Per altro, da quel poco che sò, mi sembra che Elohim sia il
plurale di Eloaht, che significa signore. Il plurale signori nel senso
di dio e dei.
In una delle tante Bibbie "primitive" l'introduzione era la seguente:
e gli Elohim scesero dal cielo; ovvero: e gli dei scesero dal cielo.

Se sbaglio "corregitemi".

katerpillar is offline  
Vecchio 19-04-2007, 06.56.02   #30
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: Ab Zu ma rështû zärûshun / bereshit bara

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
X La_viandante:

Riferimento: è molto interessante quello che hai scritto nell'altro
thread, perché non ne fai una disamina ecc.
------------------------------------------------------------

Affrontare certi argomenti è molto difficile, farlo nel web,
a mio modo di vedere, è impossibile.

Infatti, nessuno ha ritenuto interessante o non n'aveva le
esperienze necessarie per rispondere, su quello riportato
nell'altro thread.
Mi sono intromesso nelle vostre argomentazioni, perchè mi
è sembrato di riconoscere una certa competenza "disincantata",
ma non avendo seguito la scoperta delle due città Cananee,
è difficile interloquire.

In ogni caso vi è un libro che io ho cercato per dodici anni,
e per il quale il Prof. Paolo Xella è stato licenziato dal suo
incarico di traduttore ufficiale, poiché la spedizione
non voleva che rivelasse il contenuto delle scritture cananee.

Il libro si intitola: Gli Antenati di Dio- di Paolo Xella edizioni
Esse 2,
che sono riuscito a trovare, tanto tempo fa, nella
libreria evangelica di Piazza Cavour a Roma.

Vi garantisco che è risultato veramente affascinante vedere
come i fatti del tempo si siano sovrapposti tra varie culture,
quattrocento anni prima del pentateuco, avendo ritrovato
in un archivio statale: le entrate e le uscite di quelle città, gli
usi i costumi e la religione professata; dove risulta El era il
loro dio e Baal il figlio. Credo che nella lingua cananea El
significhi proprio dio

PS. Per altro, da quel poco che sò, mi sembra che Elohim sia il
plurale di Eloaht, che significa signore. Il plurale signori nel senso
di dio e dei.
In una delle tante Bibbie "primitive" l'introduzione era la seguente:
e gli Elohim scesero dal cielo; ovvero: e gli dei scesero dal cielo.

Se sbaglio "corregitemi".


Non sbagli. E trovo molto interessante 'Gli Antenati di Dio' di cui parli. El è appunto un antenato, EL I particolarmente, sentiero I a EL. Ne parlo in www.nomix.it /onomasiologia. EL è una delle dizioni di EL LIL/EN LIL/IL/EL, il dio sovrano degli Accadi, figlio di (UR) AN/ANU/ANI, fratello (gemello!?) di EN KI.
E' il numero 50, come L dei Romani. Per inciso non ho interessi per la kabala ebraica medievale, mentre ho interesse per KA BA LA, 'anima soggetto va oltre' sumero.
Elohim è plurale, infatti viene detto 'protostorico' dai biblisti ebrei.
BERESHIT BARA ELOHIM inizia con BE, l'Essere. L'Essere Elohim plurale? Sì, perchè era maschio e femmina contemporaneamente, dio e diavolo insieme, confusione assoluta...eppure: Essere! AB ZU, Absurdu, Assurdo, Abisso.
Carlo Forin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it