Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 14-03-2007, 12.21.59   #1
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Dio e i Dinosauri

Apro questo topic per parlare di un grosso paradosso interno alla concezione religiosa del creazionismo.

Strano è che questo problema non viene mai affrontato, forse perchè ci si dimentica, o meglio, si preferisce dimenticarlo.

La domanda in breve è questa: COme è possibile ammettere che Dio ha creato sulla terra i Dinosauri PRIMA dell'uomo, ne abbia fatti migliaia, forse milioni di specie diverse, di ogni genere e dimensione e dopo più di cento milioni di anni li abbia cancellati dalla terra all'improvviso?

COme far concidere l'idea del disegno intelligente, con una tale evidente prova di Evoluzione che si contrappone inevitabilmente alla creazione?

Pensate che quando i primi fossili vennero scoperti, si pensava appartenessero a specie animali attualmente esistenti sulla terra perchè si credeva che Dio non avrebbe mai permesso ad un animale di estinguersi, e invece ecco la realtà.

Non è tutto molto più logico se ci si affida alla semplice evoluzione casuale piuttosto che ad un disegno intelligente che di intelligente (dato queste estinzioni di massa) sembra avere ben poco?
alessiob is offline  
Vecchio 14-03-2007, 17.15.02   #2
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: Dio e i Dinosauri

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
Apro questo topic per parlare di un grosso paradosso interno alla concezione religiosa del creazionismo.

COme far concidere l'idea del disegno intelligente, con una tale evidente prova di Evoluzione che si contrappone inevitabilmente alla creazione?

Pensate che quando i primi fossili vennero scoperti, si pensava appartenessero a specie animali attualmente esistenti sulla terra perchè si credeva che Dio non avrebbe mai permesso ad un animale di estinguersi, e invece ecco la realtà.

Non è tutto molto più logico se ci si affida alla semplice evoluzione casuale piuttosto che ad un disegno intelligente che di intelligente (dato queste estinzioni di massa) sembra avere ben poco?

Vi sono di quelli che chiedono la dimostrazione dell’esistenza di Dio.
Allora faccio alcune domande:
E’ credibile che tutte le cose esistenti, dall’atomo alle galassie si siano fatte da sole?
Non è mai avvenuto che gli strumenti di cui l’uomo si serve, siano stati trovati belle e fatti.
E le leggi che regolano tutto ciò che esiste fino agli universi, in un’armonia universale?

Ma se “ il caso “ è capace di far questo, allora è lui il Dio e va bene lo stesso. Il nome non ha importanza. Ma se per “il caso” vuol intendersi una combinazione fortuita di elementi fuori di ogni legge, allora siamo fuori dalla ragione e dalla scienza vera. Non c’è cosa che non sia regolata da leggi.
La grande Intelligenza si esprime in vario modo attraverso gli uomini e le cose, nelle manifestazioni più diverse secondo gli strumenti di cui si serve. Si manifesta nell’opera meravigliosa della natura, nell’armonia degli universi. Si riconosce nella Vita degli innumerevoli sistemi stellari, regolati nei loro movimenti come un grandioso orologio; nelle galassie che si muovono intorno a centri più vasti. Nelle grandi correnti di energia che scaturiscono da centri nascosti che passano attraverso gli spazi stellari.
Nella vita a noi più vicina si manifesta nella natura del regno minerale, vegetale e animale; nell’atomo, come un sistema solare in miniatura, nell’esattezza matematica delle strutture dei cristalli e delle cellule.
Tutto ci parla di un pensatore, di un’Intelligenza dietro l’universo e operante attraverso l’universo, che si manifesta con le sue leggi per mezzo delle quali governa tutto quanto esiste. La ragione non distorta deve ammettere tutto ciò, anche se non ne sappiamo altro. E dinanzi a chi ha saputo fare tanto è pure naturale e ragionevole che l’uomo s’inchini riverente non sapendo eguagliarlo e fare altrettanto.
Dare un nome alla forza Onnipotente che governa i cosmi è abbassare la Divinità al nostro livello.
Definire la Divinità è limitarla, quindi negarla. Non si può definire l’Infinito.



È difficile opera trovare il padre e creatore di questo universo visibile; quando poi l’hai trovato, è impossibile parlarne ad altri.
Platone.
salvatoreR is offline  
Vecchio 14-03-2007, 18.44.39   #3
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Dio e i Dinosauri

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
Apro questo topic per parlare di un grosso paradosso interno alla concezione religiosa del creazionismo.

Strano è che questo problema non viene mai affrontato, forse perchè ci si dimentica, o meglio, si preferisce dimenticarlo.

La domanda in breve è questa: COme è possibile ammettere che Dio ha creato sulla terra i Dinosauri PRIMA dell'uomo, ne abbia fatti migliaia, forse milioni di specie diverse, di ogni genere e dimensione e dopo più di cento milioni di anni li abbia cancellati dalla terra all'improvviso?

COme far concidere l'idea del disegno intelligente, con una tale evidente prova di Evoluzione che si contrappone inevitabilmente alla creazione?

Pensate che quando i primi fossili vennero scoperti, si pensava appartenessero a specie animali attualmente esistenti sulla terra perchè si credeva che Dio non avrebbe mai permesso ad un animale di estinguersi, e invece ecco la realtà.

Non è tutto molto più logico se ci si affida alla semplice evoluzione casuale piuttosto che ad un disegno intelligente che di intelligente (dato queste estinzioni di massa) sembra avere ben poco?

Non si può credere alla Bibbia parola per parola! neanche i bambini lo fanno più! E' ovvio che la Bibbia è simbolo di un processo evoluzionistico
che mano a mano che la scienza scopre, si evidenzia sempre di più....
tuttavia è innegabile che le leggi di armonia del cosmo non possono essere casuali. Leggi di attraione, repulsione, magnetismo, equilibrio,
tutto sembra funzionare in maniera perfetta e noi formichine tentiamo di dare
spiegazioni a questa ARMONIA affidandoci al caso?
Se sei amante della statistica e del calcolo della probabilità puoi rispondermi?
Quante probabilità ci siano che una scimmia riesca a ricomporre tuttta la Bibbia se scomponessimo la stessa in tutte le parole che essa contiene?
Potrebbe riuscirci per caso? E in quanti miliardi di anni?
paperapersa is offline  
Vecchio 14-03-2007, 23.03.05   #4
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Dio e i Dinosauri

Torino, 14/03/07

Hai sostenitori del "caso"

Permettimi di condividere con te un brano di una lettera, fittizia, scritta da Dio

“Sei cieco? Il sole sorge e tramonta senza che tu lo veda? No. Tu puoi vedere… e le centinaia di migliaia di recettori che ho messo nei tuoi occhi ti permettono di godere la magia di una foglia, di un fiocco di neve, di un lago, un’aquila, un bambino, una nuvola, una stella, una rosa, un arco baleno… e l’amore. Considerarla una benedizione.

Sei sordo? Un bambino ride o piange senza che tu te ne accorga? No. Tu puoi sentire… e le ventiquattromila fibre che ho costruito in ciascuna delle tue orecchie vibrano al suono del vento tra gli alberi, delle onde sugli scogli, della maestà di un’opera lirica, del grido di una rondine, di un bambino che gioca… e delle parole ‘ti amo’. Considerarla un'altra benedizione.

Sei muto? Le tue labbra si muovono solo per emettere saliva? No. Tu puoi parlare… meglio di qualsiasi altra creatura, e le tue parole possono calmare la rabbia, rincuorare lo scoraggiato, spronare l’arrendevole, rallegrare l’infelice, riscaldare chi è solo, lodare chi lo merita, incoraggiare lo sconfitto, insegnare all’ignorante… e dire ‘ti amo’. Considerarla un'altra benedizione.

Sei paralizzato? La tua forma inerte rovina la terra? No. Puoi muoverti. Non sei un albero condannato all’immobilità mentre il vento e il mondo abusano di te. Puoi correre, danzare, lavorare, perchè dentro di te ho posto cinquecento muscoli, duecento ossa, e undici chilometri di fibre nervose, tutte sincronizzate da me per rispondere ai tuoi ordini. Considerarla un'altra benedizione.

…..Il tuo cuore è debole? Fatica e stenta a mantenerti in vita? No. Il tuo cuore è forte. Tocca il tuo petto e senti il suo ritmo, il suo pulsare, ora dopo ora, giorno e notte trentasei milioni di battiti annui, anno dopo anno; esso pompa il sangue attraverso gli oltre 96 mila chilometri di vene, arterie e capillari… pompando più di 225 tonnellate ogni anno. L’uomo non ha mai creato una simile macchina. Considerarla un'altra benedizione.

Hai qualche malattia della pelle? Le persone si allontanano inorridite quando ti vedono?
No. La tua pelle è bella ed è una meraviglia della creazione, bisognosa solo di un pò di sapone e crema, pulizia e cura. Col passare del tempo tutti i metalli si ossidano e arrugginiscono, ma non la tua pelle. Persino il metallo più resistente si consumerà per l’usura, ma non quello strato che io ho costruito intorno a te. Si rinnova costantemente, le vecchi cellule sostituite da quelle nuove. Considerarla un'altra benedizione.

I tuoi polmoni sono ostruiti? Il soffio della vita fatica ad entrare nel tuo corpo? No. I tuoi boccaporti ti sostengono anche nell’ambiente più inquinato, ed essi lavorano sempre per filtrare l’ossigeno apportatore di vita, tramite seicento milioni di cavità, mentre liberano il nostro corpo dai residui tossici contenuti nei gas e nei fumi. Considerarla un'altra benedizione.
Il tuo sangue è avvelenato? E’ diluito con acqua o infettato dal pus? No. Nei tuoi cinque litri di sangue ci sono ventidue mila miliardi di cellule e in ogni cellula ci sono milioni di molecole, e dentro la molecole atomi che oscillano con una velocità che supera dieci milioni di volte al secondo. Ogni secondo muoiono due milioni di cellule nel sangue per essere sostituite da altri due milioni, in una specie di risurrezione che si verifica continuatamene dal momento della nostra nascita… Considerarla un'altra benedizione.
Sei forse debole di mente? Non riesci più a pensare da solo? No. Il tuo cervello è la struttura più complessa dell’universo.

Nel tuo chilo e mezzo ci sono tredici miliardi di cellule nervose… Per aiutarti a catalogare ogni percezione, ogni suono, ogni gusto, profumo, o azione che hai vissuto fin dal giorno della tua nascita. Ho impiantato nelle tue cellule più di mille miliardi di miliardi di molecole proteiche. Ogni cosa accaduta nella tua vita è pronta per essere richiamata. Per assistere il tuo cervello ho disseminato su tutto il tuo corpo quattro milioni di recettori sensibili al calore. Tu sei protetto più di quanto faccia qualsiasi nazione con le proprie riserve auree.

"Tu sei la mia creazione più speciale."

Dentro di te c’è energia atomica sufficiente a distruggere la più grande delle metropoli del mondo… e ricostruirla.
Sei Povero?... No. Sei ricco”. <O. Mandino. The Createsi Miracle in the world, Bantam Books, N.Y., 1977, pp.93-96.>

Noi siamo fatti in modo incredibile.
Lucio P. is offline  
Vecchio 15-03-2007, 09.30.55   #5
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Dio e i Dinosauri

La vera preesistenza

Quante specie di presistenza e di fenomeni esistono?

Taluni sapienti e filosofi ammettono due specie di preesistenza: Preesistenza essenziale e preesistenza di tempo. I fenomeni sono anche essi di due specie: Fenomeni essenziali e fenomeni temporali.

La Preesistenza essenziale è quella non preceduta da una causa, mentre i fenomeni essenziali sono preceduti da una causa.

La preesistenza di tempo non ha principio, mentre i fenomeni di tempo hanno un principio ed una fine poichè l'esistenza delle cose dipende da quattro cause; la causa efficiente, la materia, la forma e la causa finale.

Ad esempio, una sedia ha un costruttore, il falegname; una sostanza, il legno; una forma, quella di sedia, e uno scopo, quello di essere usato come sedile. Perciò, questa sedia è essenzialmente fenomenica inquanto procede da una causa e la sua esistenza dipende da altre cause. Tale tipo di esistenza è quindo fenomenico, essenziale, reale.

Ora, quaesto mondo dell'esistenza, in relazione col suo fattore, ha un'esistenza reale. Come il corpo è sostenuto dallo spirito, in rapporto allo spirito, esso è un fenomeno essenziale. Lo spirito però è indipendente dal corpo, e, in rapporto ad esso, costituisce una preesistenza essenziale. Sebbene i raggi siano sempre inseparabili dal sole, tuttavia, il sole è preesistente e i raggi sono fenometici, poichè l'esistenza dei raggi dipende da quella del sole; mentre l'esistenza del sole non dipende da quella dei raggi; in altri termini, il sole è il donatore, i raggi sono il dono.

La seconda preposizione è che esistenza e non-esistenza sono entrambe relative. Dicendo che la tal cosa venne all'esistenza dalla non esistenza, non ci si riferisce alla non esistenza assoluta, ma si intende che la condizione precedente, confrontata a quella attuale, era nulla. La nullità assoluta non può diventare esistenza in quanto non ha in sè capacità di esistere. L'uomo esiste come esiste il minerale; ma la esistenza del minerale confrontata a quella dell'uomo è nulla; infatti, quando il corpo dell'uomo è annientato, esso ritorna alla non-esistenza e ridiventa polvere minerale. Ma quando la polvere progredisce nel corpo umano e il corpo morto diventa vivo, l'uomo accede all'esistenza.

In effetti tutti gli stadi inferiori sono il nulla rispetto a quelli superiori, perciò sebbene il mondo contigente esista, in confronto all'esistenza di Dio è un nulla. l'uomo e la polvere esistono entrambi, ma quale differenza fra l'esistenza del minerale e quella dell'uomo! La prima è non-esistenza confrontata alla seconda.

Allo stesso modo, l'esistenza della creazione, in relazione all'esistenza di Dio, è non-esistenza. Appare quindi evidente che, sebbene gli esseri umani esistano, in relazione a Dio e al Verbo di Dio essi sono come non esistenti. Tale è il principio e la fine della Parola Divina che dice: <<Io sono l'Alfa e l'Omega>>; Egli è infatti il principio e la fine della Generosità. Il Creatore ha sempre avuto una creazione; i raggi hanno sempre brillato e scintillato per la realtà del sole, e - senza i raggi - il sole sarebbe oscurità opaca. I nomi e gli attributi di Dio implicano l'esistenza di esseri, e la Generosità Eterna non cessa. Se dovesse aver fine si porrebbe come opposto delle perfezioni di Dio.

Dio era preesistente anche ai dinosauri, ed i dinosauri in rapporto all'uomo erano non-esistenza inquanto parte del mondo animale. Dio circonda le cose e non può essere circondato, Non è da Dio che viene la distruzione perchè la fine avvenire se vi è un principio, Dio non ha principio è pertanto è esistente in eterno, "il Creatore a sempre avuto una creazione".

Sinceri saluti.
hetman is offline  
Vecchio 19-03-2007, 18.30.02   #6
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: Dio e i Dinosauri

Vi ringrazio per le risposte, ma nessuno ha fornito un quadro logico dove collocare i DInosauri nella creazione divina.


Insomma sembra che questi dinosauri siano stati tagliati fuori dai piani di DIo, eppure essi sono vissuti per molto, molto più tempo dell'uomo.


La domanda: PErchè DIo ha distrutto i dinosauri?

Rimane senza risposta a meno che si consideri la concezione creazionista errata.
alessiob is offline  
Vecchio 19-03-2007, 19.52.40   #7
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Dio e i Dinosauri

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
Vi ringrazio per le risposte, ma nessuno ha fornito un quadro logico dove collocare i DInosauri nella creazione divina.


Insomma sembra che questi dinosauri siano stati tagliati fuori dai piani di DIo, eppure essi sono vissuti per molto, molto più tempo dell'uomo.


La domanda: PErchè DIo ha distrutto i dinosauri?

Rimane senza risposta a meno che si consideri la concezione creazionista errata.

DIO NON HA DISTRUTTO NIENTE E NESSUNO.

Oppure Pensi che il TITANIC è stato affondato da DIO?

E' forse Dio che fa venire i terremoti o le eruzioni vulcaniche?

Continuiamo ad incolpare Dio per tutti i mali del mondo, quando sappiamo che tutto quel che succede è solo naturale e non spirituale.

Genesi 9:12-17
" Dio disse:
«Ecco il segno del patto che io faccio tra me e voi
e tutti gli esseri viventi che sono con voi,
per tutte le generazioni future.
Io pongo il mio arco nella nuvola e servirà di segno
del patto fra me e la terra.
Avverrà che quando avrò raccolto delle nuvole al di
sopra della terra, l'arco apparirà nelle nuvole;
io mi ricorderò del mio patto fra me e voi e ogni essere
vivente di ogni specie, e le acque non diventeranno
più un diluvio per distruggere ogni essere vivente.
L'arco dunque sarà nelle nuvole e io lo guarderò per
ricordarmi del patto perpetuo fra Dio e ogni essere
vivente, di qualunque specie che è sulla terra».
Dio disse a Noè: «Questo è il segno del patto che io
ho stabilito fra me e ogni essere vivente che è sulla terra».
hetman is offline  
Vecchio 19-03-2007, 20.56.26   #8
mega
Ospite
 
Data registrazione: 24-08-2006
Messaggi: 18
Riferimento: Dio e i Dinosauri

Citazione:
Da alessiob

Dio e i Dinosauri
Apro questo topic per parlare di un grosso paradosso interno alla concezione religiosa del creazionismo.

Strano è che questo problema non viene mai affrontato, forse perchè ci si dimentica, o meglio, si preferisce dimenticarlo.

La domanda in breve è questa: COme è possibile ammettere che Dio ha creato sulla terra i Dinosauri PRIMA dell'uomo, ne abbia fatti migliaia, forse milioni di specie diverse, di ogni genere e dimensione e dopo più di cento milioni di anni li abbia cancellati dalla terra all'improvviso?

COme far concidere l'idea del disegno intelligente, con una tale evidente prova di Evoluzione che si contrappone inevitabilmente alla creazione?

Pensate che quando i primi fossili vennero scoperti, si pensava appartenessero a specie animali attualmente esistenti sulla terra perchè si credeva che Dio non avrebbe mai permesso ad un animale di estinguersi, e invece ecco la realtà.

Non è tutto molto più logico se ci si affida alla semplice evoluzione casuale piuttosto che ad un disegno intelligente che di intelligente (dato queste estinzioni di massa) sembra avere ben poco?

Scusami se mi intrometto, ma vorrei dare anche il mio umile contributo.

L'eterno dilemma di chi ha realizzato tutte le cose sia sulla terra che nell'universo, sicuramente non il Dio della Bibbia un Dio confusionario, incoerente e contraddittorio non attendibile e quindi non reale.

Mentre sia le leggi universali ed anche la vita sulla terra sono di una tale armonia e genialità da lasciare sgomento un osservatore attento.

I dinosauri fanno parte di quel progetto universale che consente ad ogni essere vivente di evolversi entro la propria specie ed anche di estinguersi allo stesso modo come avviene per tutte le cose dell'universo sottoposte alle rigide leggi naturali e di casualità.

Questa intelligenza sconosciuta e impersonale priva di ogni sentimento (e che non avremo mai il piacere di conoscere) ha progettato il prototipo di ogni essere vivente e anche del' uomo che nel corso della sua evoluzione si è continuamente migliorato sviluppando anche quei sentimenti di umanità oggi presenti in ognuno di noi.

Questo si intende è solamente il mio pensiero.

Saluti a tutti
mega is offline  
Vecchio 19-03-2007, 21.12.09   #9
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Dio e i Dinosauri

Bella domanda!

Rispondo in mio nome e per mio conto, Dio, che già chiamarLo è un'assurdità perchè inconoscibile e indefinibile, potremmo anche chiamarlo mister X e non farebbe differenza alcuna, ha creato il Tutto.

Le Religioni hanno messo l'uomo al centro dell'universo con somma presunzione ed arroganza.

L'uomo non è, non è mai stato, al centro di niente. E qualche volta mi viene da pensare che il Creatore si sia un tantino pentito di aver fatto una forma così terribile e distruttiva.

Torniamo ai dinosauri, io li vedo parte integrante del creato, del tutto.
Chi ci dice che il nostro spirito, nelle precedenti incarnazioni, non abbia sperimentato anche la vita in un dinosauro?

L'evoluzione è una regola importante del gioco chiamato vita, e noi ne facciamo parte come ogni creatura su questo Pianeta.
Nulla si crea e nulla si distrugge, la morte del bruco porta alla vita della farfalla. Un'isola sprofonda negli abissi ed una montagna si innalza. Niente è "per sempre" altrimenti regnerebbe la morte.

Quando inizi a guardare il mondo con altri occhi puoi accorgerti che una montagna è viva, una pietra è viva, un lombrico è vivo, l'acqua è viva, la terra è viva.

C'è qualcuno che crede che l'uomo come lo conosciamo adesso sia destinato a durare per sempre? Se riesce a superare la sua autodistruzione programmata e innescata forse avrà un poco di tempo in più altrimenti 50 anni sono anche troppi.
E ci meravigliamo dei dinosauri che, poveretti, forse sono morti a causa di un meteorite precipitato sulla terra, ma noi esseri umani ci stiamo estinguendo con le nostre stesse mani.

I nostri spiriti forse sono simili all'acqua, una volta entrata in un contenitore ne assume la forma.

Lo spirito entra in una forma ed impara a gestirla, magari occorrono milioni di anni per imparare ad usarla bene, e poi zac, succede qualcosa e deve ricominciare d'accapo.

Se andiamo avanti di questo passo fra non molti anni, dovremmo reincarnarci in scorpioni o esseri unicellulari per ricominciare il ciclo della vita su questo pianeta meraviglioso.

Dio ci ha mandato qui in questa scuola per imparare ma anche per divertirci, e noi non solo abbiamo distrutto la scuola ma ci siamo fatti intrappolare dal potere che ci tiranneggia.

Niente ci è estraneo nello spazio e nel tempo.
Mary is offline  
Vecchio 20-03-2007, 06.47.06   #10
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Dio e i Dinosauri

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Bella domanda!

Rispondo in mio nome e per mio conto, Dio, che già chiamarLo è un'assurdità perchè inconoscibile e indefinibile, potremmo anche chiamarlo mister X e non farebbe differenza alcuna, ha creato il Tutto.

Le Religioni hanno messo l'uomo al centro dell'universo con somma presunzione ed arroganza.

L'uomo non è, non è mai stato, al centro di niente. E qualche volta mi viene da pensare che il Creatore si sia un tantino pentito di aver fatto una forma così terribile e distruttiva.

Torniamo ai dinosauri, io li vedo parte integrante del creato, del tutto.
Chi ci dice che il nostro spirito, nelle precedenti incarnazioni, non abbia sperimentato anche la vita in un dinosauro?

L'evoluzione è una regola importante del gioco chiamato vita, e noi ne facciamo parte come ogni creatura su questo Pianeta.
Nulla si crea e nulla si distrugge, la morte del bruco porta alla vita della farfalla. Un'isola sprofonda negli abissi ed una montagna si innalza. Niente è "per sempre" altrimenti regnerebbe la morte.

Quando inizi a guardare il mondo con altri occhi puoi accorgerti che una montagna è viva, una pietra è viva, un lombrico è vivo, l'acqua è viva, la terra è viva.

C'è qualcuno che crede che l'uomo come lo conosciamo adesso sia destinato a durare per sempre? Se riesce a superare la sua autodistruzione programmata e innescata forse avrà un poco di tempo in più altrimenti 50 anni sono anche troppi.
E ci meravigliamo dei dinosauri che, poveretti, forse sono morti a causa di un meteorite precipitato sulla terra, ma noi esseri umani ci stiamo estinguendo con le nostre stesse mani.

I nostri spiriti forse sono simili all'acqua, una volta entrata in un contenitore ne assume la forma.

Lo spirito entra in una forma ed impara a gestirla, magari occorrono milioni di anni per imparare ad usarla bene, e poi zac, succede qualcosa e deve ricominciare d'accapo.

Se andiamo avanti di questo passo fra non molti anni, dovremmo reincarnarci in scorpioni o esseri unicellulari per ricominciare il ciclo della vita su questo pianeta meraviglioso.

Dio ci ha mandato qui in questa scuola per imparare ma anche per divertirci, e noi non solo abbiamo distrutto la scuola ma ci siamo fatti intrappolare dal potere che ci tiranneggia.

Niente ci è estraneo nello spazio e nel tempo.

quanto disfattismo! eppure uomini come Leonardo hanno avuto
la genialità e l'intuizione di tutto ciò che oggi ha fatto progredire l'umanità, geni come Beethoven e Mozart hanno dato all'uomo musica che sa di infinito....e ancora grandi scienziati e artisti mettono in pratica tutto ciò
che rende questo mondo più vivibile e bello.
Se l'uomo non fosse "a sua immagine" se non avesse la creatività forse avresti
ragione, potrebbe essere scorpione o scarafaggio.
Ma quanta intelligenza in embrione nel mondo animale!!! quantio poco ancora comprendiamo di questo mondo e del disegno intelligente che vi è insito.
Sono d'accordo sull'impermanenza delle forme, ma non sull'immanenza dello spirito nella materia. Ed è grazie a questo che tutto evolve verso ........ non sappiamo quale sarà il futuro evolutivo,ma il passato la dice lunga no?
paperapersa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it