Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 24-03-2007, 15.28.55   #1
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Mi è arrivata una triste notizia e mi diceva che U.G. Krishnamurti
aveva lasciato il corpo, o come dicono molti altri, è morto.
Mi piace ricordarlo, anche se non lo ho mai conosciuto personalmente, ma
solo leggendo alcuni suoi libri, come un piccolo grande Uomo. Più unico
che raro. Un uomo veramente naturale.
Un individuo che aveva il coraggio totale di andare controcorrente nel
mare magnum del conformismo spirituale.
E' stato anche definito l'anarchico Divino. E' una definizione che gli
calza molto bene e riflette la sua originale natura.
Ho faticato a volte ad accettare le sue forti provocazioni al mio ego
spirituale.
Ho dovuto digerirlo e metabolizzarlo ben bene prima di assimilare il suo
profondo messaggio. Dopo il rifiuto iniziale il mio stomaco di
ricercatore ha compreso la sua grandezza e forza. La radicalità del suo
pensiero, se giustamente compresa, è liberatoria.
Egli non dava spazio a nessuna nostra illusione in campo spirituale.
I suoi discorsi erano dinamite per le credenze e convinzioni sulle quali
avevano investito. Con non c'era spazio per l'attaccamento a qualsiasi
sorta di identificazione spirituale. I suoi discorsi, i suoi dialoghi,
erano roba per persone che erano pronte a non più raccontarsela, per ricercatori maturi.
Si potrebbe dire ancora molto su di lui, su quello che ha significato il
suo esplosivo e anticonformista insegnamento. Se vogliamo il discorso è
aperto.
Ricordandolo, apro questo spazio per chi volesse dire o raccontare
qualcosa su di lui, cosa ci ha dato, cosa ci ha rappresentato.

Grazie di tutto quel che mi hai donato U.G.
La pace sia ancora con Te.

Namasté

Mirror
Mirror is offline  
Vecchio 24-03-2007, 18.24.40   #2
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Contemporaneamente vedo si sono aperte due finestre con la stessa notizia..
con la stessa discrezione..

pur condividendo le tue parole Mirror, pur non avendo mai conosciuto questo Maestro personalmente, ho da tempo abbracciato tratti del suo percorso..

Mi ha aiutato a chiarire molti punti.. a capire cosa stesse succedendo..
ed è per questo che non sento la sua morte, ma ancor più Viva la sua Essenza..

Un grazie per ciò che Mi ha dato.. quando è stato il momento..

namastè..
atisha is offline  
Vecchio 24-03-2007, 19.01.22   #3
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Citazione:
Originalmente inviato da Mirror
Mi è arrivata una triste notizia e mi diceva che U.G. Krishnamurti
aveva lasciato il corpo, o come dicono molti altri, è morto.
Mi piace ricordarlo, anche se non lo ho mai conosciuto personalmente, ma
solo leggendo alcuni suoi libri, come un piccolo grande Uomo. Più unico
che raro. Un uomo veramente naturale.
Un individuo che aveva il coraggio totale di andare controcorrente nel
mare magnum del conformismo spirituale.
E' stato anche definito l'anarchico Divino. E' una definizione che gli
calza molto bene e riflette la sua originale natura.
Ho faticato a volte ad accettare le sue forti provocazioni al mio ego
spirituale.
Ho dovuto digerirlo e metabolizzarlo ben bene prima di assimilare il suo
profondo messaggio. Dopo il rifiuto iniziale il mio stomaco di
ricercatore ha compreso la sua grandezza e forza. La radicalità del suo
pensiero, se giustamente compresa, è liberatoria.
Egli non dava spazio a nessuna nostra illusione in campo spirituale.
I suoi discorsi erano dinamite per le credenze e convinzioni sulle quali
avevano investito. Con non c'era spazio per l'attaccamento a qualsiasi
sorta di identificazione spirituale. I suoi discorsi, i suoi dialoghi,
erano roba per persone che erano pronte a non più raccontarsela, per ricercatori maturi.
Si potrebbe dire ancora molto su di lui, su quello che ha significato il
suo esplosivo e anticonformista insegnamento. Se vogliamo il discorso è
aperto.
Ricordandolo, apro questo spazio per chi volesse dire o raccontare
qualcosa su di lui, cosa ci ha dato, cosa ci ha rappresentato.

Grazie di tutto quel che mi hai donato U.G.
La pace sia ancora con Te.

Namasté

Mirror
Lo avevo scritto in risposta a Yam, ma credo che il posto giusto sia in questo 3d di Mirror.

U.G. Krishnamurti è morto a Vallecrosia, in Italia, due giorni fa, esattamente il 22 marzo 2007, alle ore 14,30. Nel suo sito ufficiale c’è il necrologio, (purtroppo in inglese), con una bella foto dell’"ultimo" U.G.



Personalmente in questo momento non ho voglia di dire niente diciamo che sto elaborando il lutto, perché per me è stato una persona “speciale”.
La sua fine è stata da grande quale è vissuto. Se avrò animo racconterò quello che ho visto 14 giorni fa quando l’ho incontrato per l’ultima volta ed anche quello che mi hanno raccontato degli ultimi momenti….. sempre che qualcuno non lo avrà fatto prima di me.

VanLag is offline  
Vecchio 24-03-2007, 20.07.23   #4
erasmo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-01-2007
Messaggi: 92
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Lo avevo scritto in risposta a Yam, ma credo che il posto giusto sia in questo 3d di Mirror.

U.G. Krishnamurti è morto a Vallecrosia, in Italia, due giorni fa, esattamente il 22 marzo 2007, alle ore 14,30. Nel suo sito ufficiale c’è il necrologio, (purtroppo in inglese), con una bella foto dell’"ultimo" U.G.



Personalmente in questo momento non ho voglia di dire niente diciamo che sto elaborando il lutto, perché per me è stato una persona “speciale”.
La sua fine è stata da grande quale è vissuto. Se avrò animo racconterò quello che ho visto 14 giorni fa quando l’ho incontrato per l’ultima volta ed anche quello che mi hanno raccontato degli ultimi momenti….. sempre che qualcuno non lo avrà fatto prima di me.



già Mirror ha detto molto bene parecchie cose che anch'io penso

posso solo dire che in vari passaggi della mia vita, ho letto Krishnamurti sempre con profitto, sempre per andare avanti
ho letto anche libri di K che i miei amici, conoscendomi, mi reagalarono in diverse circostanze
io sono cattolico : e lascio ad altri le etichette che mi hanno dato e mi danno sia per quello che dico e sia per quello che ho scritto

quello che so, è che sempre ( dico : sempre ) K mi ha aiutato ad approfondire, a capire, a dissacrare, a proteggere la mia fede

grazie
le persone come Lui sono benedetti e rari
pace alla grande sua anima
erasmo is offline  
Vecchio 25-03-2007, 12.02.42   #5
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

[quote=erasmo]
Citazione:
...posso solo dire che in vari passaggi della mia vita, ho letto Krishnamurti sempre con profitto, sempre per andare avanti
ho letto anche libri di K che i miei amici, conoscendomi, mi reagalarono in diverse circostanze
io sono cattolico : e lascio ad altri le etichette che mi hanno dato e mi danno sia per quello che dico e sia per quello che ho scritto

quello che so, è che sempre ( dico : sempre ) K mi ha aiutato ad approfondire, a capire, a dissacrare, a proteggere la mia fede.

Caro Erasmo, sinceramente, pur con tutta la buona volontà, non riesco a comprendere come tu abbia potuto ricavare conforto e rafforzamento alla tua fede leggendo U.G. Krishnamurti.
Ciò mi meraviglia perché, in tutti i suoi messaggi, egli non faceva altro che demolire ogni credenza nella quale noi riponiamo lE aspettative religiose di ogni genere.
Trovo abbastanza strano, curioso, che ti abbia fatto questo effetto.
Mi piacerebbe sapere come ciò possa essere accaduto; come hai potuto conciliare il suo messaggio con il rafforzamento della tua fede cattolica.

Sei sicuro che fosse U.G. Krishnamurti e non Jiddu K.?
Anche se J.K. non era da meno per quanto riguardava toglierti dalla mente le illusioni spirituali: ovvero ogni genere di credenza.

Mirror is offline  
Vecchio 28-03-2007, 09.32.13   #6
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Gli ultimi 10 giorni....

Citazione:
Originalmente inviato da Mirror
Mi è arrivata una triste notizia e mi diceva che U.G. Krishnamurti aveva lasciato il corpo, o come dicono molti altri, è morto.

Cronaca presa da:

http://www.mumbaimirror.com/net/mmpa...27e6b&pageno=2

Tradotto da VanLag

Mahesh, (uno degli amici di U.G. da più lunga data, uomo molto pragmatico oltre che famoso produttore e regista indiano *nota mia*), ha avuto il privilegio di spendere 10 giorni in Italia con U.G. prima della sua morte. Egli ha aggiunto: - e quei 10 giorni significano per me in termini di esperienza e di arricchimento più dei 30 anni che l’ho conosciuto. Ci vorrà per me più di una vita per filtrare capire ed elaborare i pensieri e le opinioni che lui ha condiviso con me durante quei 10 giorni. Ci vorrà molto prima che riesca a dire qualche cosa riguardo a quei giorni gloriosi e struggenti.

E’ stato lasciato a Mahesh di occuparsi del “funerale” di U.G. (dice ancora Mahesh) - Egli mi ha dato la responsabilità di controllare che gli fosse permesso morire nel modo che egli voleva. – E la cosa più impegnativa a cui dovetti provvedere è stata la cremazione. E’ morto in un pomeriggio assolato alle 14,30 in una villa in Vallecrosia, Italia. Solo i miei due amici americani ed io eravamo con lui quando la fine è arrivata. Egli aveva chiesto a tutti gli altri di andarsene. Lo abbiamo cremato il giorno 23 Marzo.




Ultima modifica di VanLag : 28-03-2007 alle ore 11.22.37.
VanLag is offline  
Vecchio 28-03-2007, 11.12.24   #7
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: Gli ultimi 10 giorni....

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Mahesh, (uno degli amici di U.G. da più lunga data, uomo molto pragmatico oltre che famoso produttore e regista indiano *nota mia*), ha avuto il privilegio di spendere 10 giorni in Italia con U.G. prima della sua morte. Egli ha aggiunto: - e quei 10 giorni significano per me in termini di esperienza e di arricchimento più dei 30 anni che l’ho conosciuto. Ci vorrà per me più di una vita per filtrare capire ed elaborare i pensieri e le opinioni che lui ha condiviso con me durante quei 10 giorni. Ci vorrà molto prima che riesca a dire qualche cosa riguardo a quei giorni gloriosi e struggenti.

Quel che noto però è la totale disinformazione sulla morte di U.G. da parte dei mass media, almeno qui in Italia.
Evidentemente questo fatto non fa notizia per loro.
Un individuo di tale statura umana, oltre ad essere stato sostanzialmente ignorato dai mezzi di comunicazione di massa in vita, non viene nemmeno menzionato quando lascia il corpo.
Ne prendo atto con dispiacere ma anche con realismo.
Si vede che questi mass media hanno cose più importanti da raccontare: gossip, orrori, brutture di ogni genere e amenità varie.
Non c'è tempo e spazio per parlare di questi significativi individui, da cui tutti avremmo molto da imparare.
Non so se è ignoranza o scelta volontaria di rimozione ,per paura di affrontare discorsi imbarazzanti per le nostre fittizie identità.
Comunque resta il fatto che non se ne parla.
Questo è un altro segno, per me, del livello di coscienza in cui è immerso il nostro mondo, impregnato di superficialità e d'inconsapevolezza.

Mirror is offline  
Vecchio 28-03-2007, 11.16.06   #8
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Gli ultimi 10 giorni....

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag

Grazie VanLag, se poi ci racconti cosa hai sentito tu quando lo hai incontrato...
Yam is offline  
Vecchio 28-03-2007, 12.48.24   #9
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

io non conoscevo u.g. khrisnamurti e nemmeno i suoi scritti (mai letto nulla)
so però che giovedi 22 marzo stavo fisicamente male e avevo una sensazione interiore di "attesa" di qualcosa.
non so se si ricolleghi a questo.
Fatto sta che verso sera è passata.

non so forse sono "visionario" ma a sensazione mi sa che le cose erano collegate.

un saluto
turaz is offline  
Vecchio 28-03-2007, 13.25.40   #10
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Gli ultimi 10 giorni....

Citazione:
Originalmente inviato da Mirror
Quel che noto però è la totale disinformazione sulla morte di U.G. da parte dei mass media, almeno qui in Italia. Evidentemente questo fatto non fa notizia per loro.
La cultura occidentale non prevede che ci sia spazio per “individui di tale statura umana” che si muovano nell’ambito diciamo, spirituale. Il posto d’onore della spiritualità in occidente è di monopolio. Quando appare qualcuno di questi individui viene automaticamente ignorato e rimosso dalla coscienza collettiva, secondo uno specifico programma di condizionamento culturale.
Fa eccezione “la nicchia”, cioè quella fascia più o meno vasta, di umanità risvegliantesi, che inizia a vedere oltre i condizionamenti culturali.
Ramana, Nisargadatta, Osho, J. Krishnamurti, etc… appartengono tutti ad una letteratura di nicchia nella quale si dibattono spesso con fatica molti ricercatori sinceri. Forse è un bene che tali fenomeni rimangano a latere, delle masse perché la massificazione finirebbe per deturpare il fenomeno. “Il fiore raro” sarebbe portato in un circo e diventerebbe un fenomeno da baraccone…. Meglio che rimanga accessibile ai pochi ricercatori in grado di discernere.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Grazie VanLag, se poi ci racconti cosa hai sentito tu quando lo hai incontrato...
Quando l’ho incontrato quando? L’ultima volta o la prima, o le altre volte che sono andato da lui?
Sull’ultima volta lo ha già detto in modo egregio Pierluigi, ho visto una: - fiamma guizzante di vita (che) sosteneva e illuminava tutti - Ho sentito l’invincibilità della vita sulla morte. Ho sentito che U.G. non aveva mentito sul suo distacco, che era veramente oltre. Ho capito cosa intendeva Socrate quando disse: - vivere o morire è uguale. – Ho avuto conferma che certe cose ci sono e sono vere.

Comunque aspetto con curiosità eventuali scritti di Mahesh!!!

VanLag is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it