Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 28-03-2007, 14.51.09   #11
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Citazione:
Originalmente inviato da Mirror
Ricordandolo, apro questo spazio per chi volesse dire o raccontare qualcosa su di lui, cosa ci ha dato, cosa ci ha rappresentato.
Nell'attesa che qualcun altro, ascoltando l’appello di Mirror, sentisse di voler dire qualche cosa su questo maestro, vado avanti a tradurre le testimonianze che trovo sul web e che mi sembrano significative, chiedendo comprensione per le mie traduzioni. (nessuno ha ancora accennato a pagarmi per queste ).

Questa testimonianza credo sia di un indiano/a (Per chi conosce l'inglese, il breve stralcio riportato è ricco di commenti).

Il mio amico da lungo tempo U.G. Krsihnamurti è morto in Vallecrosia Italia all’età di 89 anni. Cosa posso dire? Mi sono divertito/a ad ascoltarlo. Ho avuto dei bei momenti, momenti di silenzio, di coscienza, con lui.

UG sono contento di avere avuto l’opportunità di vederti nel momento dell’ultimo respiro. Per una volta l’Italia è entrata in modo indelebile nella mia memoria.

Noi abbiamo avuto le nostre discussioni, le nostre battaglie ma anche amore dietro a queste. Non sono mai stato un suo discepolo ne un suo seguace ma lo amavo.

Tutti i nostri incontri erano “***tra i respiri”…. (***non so come tradurlo).

All’inferno cosa? Celebro la tua morte come ho celebrato la tua vita.

Addio UG

Con amore
Suresh


Tratto da: http://sureshg.wordpress.com/2007/03...hnamurti-died/

Tradotto da VanLag

VanLag is offline  
Vecchio 28-03-2007, 15.45.30   #12
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
io non conoscevo u.g. khrisnamurti e nemmeno i suoi scritti (mai letto nulla)
so però che giovedi 22 marzo stavo fisicamente male e avevo una sensazione interiore di "attesa" di qualcosa.
non so se si ricolleghi a questo. Fatto sta che verso sera è passata.

non so forse sono "visionario" ma a sensazione mi sa che le cose erano collegate.

un saluto

Le nostre sensazioni interiori hanno innumerevoli cause che spesso noi stessi non possiamo individuare. Tutti siamo collegati a tutto, questo è abbastanza certo, ma chi può dire se tra te e UG ci sia qualche connessione speciale? Solo tu puoi indagare la natura di quella sensazione interiore di "attesa" per vedere se può essere collegata con U.G.

A me personalmente ha impressionato la lettera che Stefano ha scritto per la scomparsa del suo amico. Non so se l’avete letta, è in Esperienze e si intitola “Ciao Adriano”.

Perché mi ha impressionato?

Mi ha impressionato, non tanto per il contenuto ma per la coincidenza. Stefano, (che come ha testimoniato è stato più volte da U.G.), in quella lettera celebra in modo sentito, la scomparsa di una persona che per lui è stata evidentemente molto importante. Ma in quei giorni stava “lasciandoci” anche U.G. e chissà se a muovere il bisogno di scrivere quell’addio, in Stefano non sia stata una parte di lui che sentiva che stava per andarsene anche un’altra persona che lui stimava, cioè U.G.?
Chi lo sa se salutando Adriano Stefano non stesse salutando anche U.G.?

Coincidenze? Visioni? Deliri?

Può essere, io ho una certa età e posso anche delirare Ok?

Ma chissà perché l’11 gennaio scorso, ho pubblicato in internet un lavoro su Douglas Harding, (la data è documentabile), che conoscevo personalmente, e qualche giorno fa ho scoperto che Douglas è morto l’11 gennaio di quest’anno?

Però io starei fuori da questi ambiti che lasciano troppo spazio all’interpretazioni. Poi finisce che qualcuno si monta la testa e pensa di avere i poteri mentre tutto ciò è solo il modo nel quale "funzioniamo".

VanLag is offline  
Vecchio 28-03-2007, 16.39.16   #13
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

a mio avviso sono collegate.
non ero mai stato interiormente in quel modo.
sensazione "pesante".

(p.s. io tra le altre cose mi chiamo stefano)

ciao
turaz is offline  
Vecchio 28-03-2007, 17.20.43   #14
Alék
alék
 
L'avatar di Alék
 
Data registrazione: 28-03-2007
Messaggi: 23
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Salve a tutti. Sono nuovo di pacca in questo Forum interessante e partecipo volentieri.

Su "Perle di saggezza" vi si trovano alcune frasi di Krishnamurti e le ho rilette volentieri. Ovvio che, queste frasi, mi hanno dato una minima indicazione di che uomo sia, ma ciò non esclude il mio apprezzamento. Come maestro spirituale ne ho sentito parlare in diverse occasioni e sempre con gratitudine e ammirazione nei suoi confronti.

Mi sarei meravigliato molto se i media avessero accennato al suo trapasso... in fondo lui non ha nulla a che fare col mondo eclatante del consumismo, e credo che certi giornali l'abbiano ritenuto "infruttuoso"....lasciamogliel o credere, dopo tutto ognuno dorme nel proprio letto e la sveglia suona in ore diverse.

Sapete cosa? Non mi va tanto giù il titolo di questa discussione...mi fa pensare che non avremmo più a che fare con lui...mah ! sarò troppo pignolo...

ci sentiamo...
Alék is offline  
Vecchio 28-03-2007, 18.32.35   #15
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: Gli ultimi 10 giorni....

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
La cultura occidentale non prevede che ci sia spazio per “individui di tale statura umana” che si muovano nell’ambito diciamo, spirituale. Il posto d’onore della spiritualità in occidente è di monopolio. Quando appare qualcuno di questi individui viene automaticamente ignorato e rimosso dalla coscienza collettiva, secondo uno specifico programma di condizionamento culturale.
Fa eccezione “la nicchia”, cioè quella fascia più o meno vasta, di umanità risvegliantesi, che inizia a vedere oltre i condizionamenti culturali.
Ramana, Nisargadatta, Osho, J. Krishnamurti, etc… appartengono tutti ad una letteratura di nicchia nella quale si dibattono spesso con fatica molti ricercatori sinceri. Forse è un bene che tali fenomeni rimangano a latere, delle masse perché la massificazione finirebbe per deturpare il fenomeno. “Il fiore raro” sarebbe portato in un circo e diventerebbe un fenomeno da baraccone…. Meglio che rimanga accessibile ai pochi ricercatori in grado di discernere.

Aldilà di tutte le considerazioni che si possono fare su queste rimozioni, comprendo le implicazioni che potrebbero avere sul pensiero contemporaneo le 'idee' di questi uomini se diffuse su vasta scala.
Il potere religioso istituzionalizzato andrebbe perdendo la sua egemonia, perché le menti si aprirebbero a visioni ben più vaste da quelle in cui ora sono condizionate.
Però mi sembra anche giusta la riflessione che tu fai al riguardo del fatto che il fenomeno della ricerca sincera e libera sia auspicabile che rimanga marginale, resti un fenomeno di nicchia. Non ha bisogno di essere fagocitato da questa società dello spettacolo, della banalizzazione.

L'importante è che il messaggio ci sia, ed è per chi anela al vero: questi sono sempre minoranze, spiriti coraggiosi che vogliono sperimentare piuttosto che credere acriticamente.
La spiritualità per me è anche questo: ricerca personale, esperienza diretta.

Mirror is offline  
Vecchio 28-03-2007, 22.09.31   #16
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Buona sera!
sono perplesso per queste sensazioni o premonizioni o quant'altro; è un tentativo di "prova" di interconnessione o un canale privelegiato... secondo voi per U.G. avrebbero senso questi posts..Lui che per primo,non lo conosco ,nemmeno i suoi scritti, mi baso su quanto postato da yam, dice di non prendere sul serio quanto dice...perchè è possibile che dopo potrebbe dire il contrario? e se anche fosse vero (premonizioni o sensazioni)farebbe di voi che cosa? senza ipocrisia..solo per "conoscere". claudio
fallible is offline  
Vecchio 29-03-2007, 09.59.08   #17
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

nulla fallible nulla.
solo con-divisione.
e magari neppure quello.

ciao
turaz is offline  
Vecchio 29-03-2007, 12.13.14   #18
Alék
alék
 
L'avatar di Alék
 
Data registrazione: 28-03-2007
Messaggi: 23
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
Buona sera!
sono perplesso per queste sensazioni o premonizioni o quant'altro; è un tentativo di "prova" di interconnessione o un canale privelegiato... secondo voi per U.G. avrebbero senso questi posts..Lui che per primo,non lo conosco ,nemmeno i suoi scritti, mi baso su quanto postato da yam, dice di non prendere sul serio quanto dice...perchè è possibile che dopo potrebbe dire il contrario? e se anche fosse vero (premonizioni o sensazioni)farebbe di voi che cosa? senza ipocrisia..solo per "conoscere". claudio


La mia riflessione riguardo il tuo post é che, di fondo, intravvedo la stessa cosa che hai fatto notare tu. Nel tuo post, invece, intravvedo una sorta di resistenza a ciò che viene scritto....potrei pensare anch'io che il tuo post vorrebbe dar prova di interconnessione in un canale privilegiato....

Non credo alle parole di Krishnamurti quando afferma di non prendere sul serio ciò che dice, non letteralmente almeno. Secondo me é un segnale per alleviare il falso senso di Sé, per non prendere sul serio l' ego...una riflessione alle sue parole, piuttosto che un ascolto.
Alék is offline  
Vecchio 29-03-2007, 13.16.12   #19
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Salve e buon giorno!
intravvedo una sorta di resistenza a ciò che viene scritto
non è nel mio agire porre resistenza nel dialogo, è un "monito" a due amici di cui conosco la limpidezza e che, come tutti, a volte vedono (o vogliono vedere) connessioni che già sono e che in quanto tali producono "effetti" (non fosse altro per questi posts); ho postato quanto sopra perchè si dovrebbe allora "sentire" anche il trapasso del malato che ora sta lasciando questa vita...non ci sono "spiritualità (essenze)" di 1° o 2° grado claudio
fallible is offline  
Vecchio 29-03-2007, 14.09.12   #20
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: U.G. Krishnamurti ci ha lasciato.

Il m'a appris le passage de l'émotion liée à l'angoisse de la mort au « sentiment » du mourir dans la vie.

Mi ha insegnato il passaggio dell'emozione legata all'angoscia della morte al "sentimento" di morire nella vita.


klee is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it