Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 02-09-2007, 17.52.52   #21
Kekkolo86
Ospite
 
Data registrazione: 28-08-2006
Messaggi: 6
Riferimento: Papa Bendetto XVI è un conservatore?

Ciao Lucilla86,
sono d'accordo con quello che dici.
Oggi addirittura siamo arrivati a trovare la scusa che i valori stanno cambiando, che il mondo è ormai andato verso un'altra direzione...
Ma è proprio vero che i valori cambiano? Quegli stessi valori che hanno retto il mondo dalla sua nascita?
Benedetto XVI si propone solo di continuare quel lavoro di fortificazione dei valori saldi e centrali della vita cristiana e questo lo rende, a prima vista, un conservatore accanito proprio perchè questi valori non fanno parte dell'attuale società, o se ne fanno parte risultano sfocati e, quindi, da recuperare.
Kekkolo86
Kekkolo86 is offline  
Vecchio 02-09-2007, 18.34.13   #22
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Papa Bendetto XVI è un conservatore?

Citazione:
Originalmente inviato da Lucilla86
Concordo in pieno con kekkolo86 e poi vorrei anch'io da Horus prove di quello che sostiene.
Ritornando a Benedetto XVI vorrei dire che come Papa sta cercando di portare avanti l'idea che un giorno, tramite il Dialogo Ecumenico, ci sia una maggiore collaborazione e intesa tra le chiese non ritenute cattoliche..quindi sulla base di questo non riterrei affatto Benedetto XVI un conservatoe, anzi bisognadargli merito a questa difficile missione che è l'obiettivo principale del suo mandato apostolico e di Pontefice.
Se consideriamo Benedetto XVI conservatore solo perchè fa molta attenzione alla dottrina puradella Chiesa chiediamoci il perchè lo faccia..
cominciate a guardarvi intorno e ditemi se il mondo gira così semplicemente tanto da prenderci il lusso di farci mancare qualche punto di riferimento in più.
Lucilla86

Resto esclusivamente sul tema del 3d.
Ma quale "Ecumenismo", hai sentito quello che dice.
Secondo me S.S. non è ne un conservatore ne un riformista ma solo un restauratore (riportare indietro agli antichi splendori).
In primo luogo non può essere un conservatore inquanto dopo 25 anni (un quarto di secolo) di pontificato riformista, aperto alle nuove generazioni, con idee veramente illuminate di Giovanni Paolo II, essere conservatori avrebbe dovuto significare "continuare semplicemente ciò che era precedentemente".
Essere riformista dovrebbe significare dare una ventata nuova, nuove idee, nuove spiegazioni teologiche etc.
Ma restauratore mi sembra si addica molto meglio, un Papa che torna alla teologia di secoli indietro, che si intromette in questioni da potere temporale,
che con tutti i problemi interni alle istituzioni eclesiale, evito di citare ciò che è stato pubblicato su tutti i giornali del mondo, che viene eletto Papa quasi a voler difendere ciò che resta, un "Pastore Tedesco" alle soglie di Pietro.
Solo un "Restauratore" e chi sà se ne ha le capacità, visto ciò che continua a succedere, castità dei preti (che secondo me è solo DOGMATICA), prelati pedofili non estromessi ma solo spostati da una diocesi all'altra senza pensare ai ragazzi che sono stati offesi e quelli che potrebbero essere offesi, allo scontro con la "Teologia della Liberazione" sud americana, e tanto altro ancora che sarebbe lungo riportare.
Solo un "Restauratore" che si trova in un'epoca sbagliata, ove non può più sguinzagliare i Suoi "Gesuiti" e la Sua "Inquisizione".
Il problema però non è solo della Chiesa Cattolica, è un male che colpisce tutte le Chiese e non solo quelle Cristiane, un esempio è il crescente "fanatismo" in tutte le Fedi.
Per Benedetto XVI "Ecumenismo" significa Chiesa Cattolica "Caput Mundi", quasi gli USA delle Chiese, un Bush in "sottana bianca".
Da quando si confonde Religione con Chiese l'umanità si è persa, si è cercata una guida all'esterno di se stessi quando invece è dentro di se.

Saluti, Hetman
hetman is offline  
Vecchio 01-10-2007, 00.36.02   #23
Horus_il_falco
Nuovo iscritto
 
Data registrazione: 19-08-2007
Messaggi: 148
Riferimento: Papa Bendetto XVI è un conservatore?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Ma perchè cosa "di nuovo" ha portato questo Papa?
A detta dei suoi "sostenitori" vuole unire, ma in realtà continuamente
erige muri invalicabili....
i ponti sono nei cuori e nelle coscienze di chiunque sa vedere oltre
le apparenze.

La disunione... un castigo,
disse Dio al profeta Zaccaria: prendi un bastone e chiamalo unione, ... adesso spezza il bastone ,... e quelli che mi vedevano compresero che parlavo come segno di ció che Dio dice e fa (profetizzava...)

Pontefice colui che costruisce i ponti, i legami;
pontifix maximun;
unisce il cielo e la terra, la scala di giacobbe;

Per unire una sfera sopra un cubo e che non cada c'é proprio bisogno di ponticelli che facciano che non rotoli via. cosí per unire la terra al cielo ci vuole il pontefice massimo. gli islamici invece hanno inserito metá della sfera dentro il cubo, ... che pretese!

E' vero il bello, é bello perché é vero... Ecco Nicodemo un vero israelita in cui non vi é inganno...
E' vero ció che appare
Le apparenze non ingannano.
Sono soltanto apparenze, non sono quelle che ci ingannano.
Horus_il_falco is offline  
Vecchio 01-10-2007, 04.12.18   #24
Horus_il_falco
Nuovo iscritto
 
Data registrazione: 19-08-2007
Messaggi: 148
Riferimento: Papa Bendetto XVI è un conservatore?

Citazione:
Originalmente inviato da Alessandro D'Angelo
--------------------------
piccolo chiarimento attinto da un articolo dell'Avvenire del 13 luglio 07:
"l'alto prelato Kasper ha affermato : «non c'è nulla di nuovo; quindi espone e spiega la posizione già finora sostenuta dalla Chiesa cattolica. Non si è verificata una situazione nuova e quindi non esiste neppure una ragione oggettiva di indignazione o motivi per sentirsi trattati rudemente».
Del resto – osserva il presidente del Pontificio Consiglio – recentemente sono stati proprio partner protestanti a chiedere «un ecumenismo dal profilo definito». E allora esprimere con chiarezza le proprie posizioni «non limita il dialogo, anzi lo favorisce».
----------------
«Il documento – continua il porporato – NON nega che le Chiese protestanti siano Chiese, bensì dice che esse NON sono Chiese in senso proprio, cioè NON sono Chiese nel senso in cui la Chiesa cattolica comprende se stessa in quanto Chiesa».
-----------------
Un’affermazione – commenta Kasper – che «per qualunque persona di media formazione ecumenica è di per sé ovvia». Le stesse Chiese evangeliche, infatti, «non vogliono essere Chiesa nel senso della Chiesa cattolica; esse privilegiano un concetto di Chiesa e di ministero che, a sua volta, non risponde al concetto proprio dei cattolici» . Lo stesso recente documento evangelico su «Ministero e Ordinazione», afferma che la comprensione di Chiesa e di Ministero della Chiesa cattolica non è «propria» ai protestanti.
«Quando, a seguito della Dichiarazione Dominus Iesus, ho affermato che le Chiese protestanti sono Chiese di un altro tipo – osserva ancora Kasper –, ciò non era in contrasto con la formulazione della Congregazione per la dottrina della fede, come pretendevano alcune reazioni da parte evangelica. Al contrario ho cercato una interpretazione appropriata della quale sono convinto a tutt’oggi».
-------
La Dichiarazione della Congregazione per la dottrina della fede non fa altro che evidenziare che noi usiamo la parola Chiesa attribuendo ad essa un significato che non è pienamente uguale».
Ma annotare una differenza non significa trascurare il fatto che «ciò che ci unisce è più grande di ciò che ci divide». Ad esempio – osserva ancora il presidente del Pontificio Consiglio – «non si deve sorvolare su quanto la Dichiarazione afferma in modo positivo riguardo alle Chiese protestanti, e cioè che Gesù Cristo è effettivamente presente in esse per la salvezza dei loro membri. Tenendo conto del passato, non si tratta di un’affermazione ovvia. Include il riconoscimento del battesimo, e pur tenendo conto delle importanti differenze che esistono, la Dichiarazione contiene anche una serie di affermazioni positive sull’ultima Cena celebrata nella Chiesa protestante». Di qui l’invito a guardare avanti: «La Dichiarazione NON costituisce un regresso rispetto al progresso ecumenico già raggiunto, ma ci impegna a risolvere i compiti ecumenici che ci stanno ancora davanti – è la conclusione di Kasper –.
Queste differenze dovrebbero spronarci e non sconvolgerci perché le chiamiamo per nome. In u ltima analisi la Dichiarazione è un invito urgente a continuare un dialogo sereno».

Si, é vero, ma gli ortodossi invece?
non sono cattolici, ma si sono chiesa come inteso dalla chiesa cattolica, infatti per un cattolico é valida la comunione fatta in una chiesa ortodossa, se proprio non ha trovato una cattolica da poter andare. E viceversa.

La Chiesa cattolica ammette che il battesimo dato dai protestanti é valido anche all'interno della Chiesa cattolica. Cioé se ti converti dal protestantesimo, non ti devi ribattezzare.

Ricordiamo che il credo o simbolo di fede apostolica é stato redatto in tempi non sospetti quando non vi era stato lo scisma d'oriente (mancavano 700 anni)
e ancor meno la divisione europea fra cattolici e protestanti, e anglicani pure che da par loro sono protestanti ma penso che la Chiesa cattolica riconosce la loro chiesa intesa come la loro, cioé con vescovi ecc...

Nel credo apostolico di Nicea ripetiamo: Credo nella Chiesa Una, Santa, Cattolica e Apostolica, professo un solo battesimo...

Cioé io credo che la chiesa di Gesú sia una sola ed abbia una sua unitá come le braccia sono unite al corpo e anche le dita e pure l'appendice se vogliamo esser ancor piú chiari.
Il corpo umano é uno, il corpo mistico di Cristo, pure, cerchiamo di causarle meno dolore nelle sue piaghe.

Che sia Santa cioé che nel suo interno sia una istituzione anche divina dove vi é un qualcosa di non corruttibile anche di fronte agli abusi piú tremendi che possano fare i loro membri ecc...E con questo non si ipotizza la giustificazione di malefatte ecc... semmai la possibilitá di pentirsi davanti a Dio stesso e di essere perdonati con il proposito e la coscienza dei propri peccati proponendo di non cometterli piú con l'aiuto di Dio.
con l'aiuto di Dio, significa con l'indulgenza o le indulgenze offerte dalla Chiesa che prende dal tesoro dei meriti dei santi e di Gesú stesso e li applica a noi stessi dopo averci mediato il perdono dei peccati da parte di Dio con il nostro buon proposito. Quindi fonte di santitá.

Cattolica, cioé universale come una tunica multicolore un corpo di persone che parla in svariati linguaggi e lingue, universale in senso umano, cioé che ricerca i figli di Dio in tutto il mondo e in senso filosofico di una mentalitá secondo il tutto.
Ci sono cioé cattolici che non hanno una mentalitá cattolica in senso filosofico e non cattolici che hanno una mentalitá cattolica nel senso greco della parola. Secondo la totalitá, o universale.
Infatti viene pur detto "la Chiesa Universale" , usato peró per dire la Chiesa di oggi e tutti quelli che sono morti nella chiesa di ieri, i santi e pure gli angeli del cielo, ed anche quelli nel mondo non cattolici che Cristo secondo vie a Lui note ha salvato e salva.

Apostolica, che si basa sulla testimonianza degli apostoli e dei loro sucessori. sicuramente i protestanti non sono apostolici in questo senso.
Horus_il_falco is offline  
Vecchio 02-10-2007, 23.49.12   #25
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Papa Bendetto XVI è un conservatore?

Citazione:
Originalmente inviato da ozner
A me sembra che il Papa sia più che riformista perchè volge lo sgardo molto indietro, quando la Chiesa era una, santa,cattolica e apostolica, quando asserisce che OGGI la vera religione è quella cattolica, con gran disillusione dei Protestanti e degli Ortodossi che si sono scissi proprio per le malefatte dei Papi del passato.
Ozner.
------------------------------------------------------------
salve, la rivalita' tra Roma e Costantinopoli ( dopo che questa dal maggio del 330 è ufficialmente capitale dell'impero) è nata proprio da questo fatto storico. Infatti al Concilio del 451 di Calcedonia - convocato dall' imperatrice Pulcheria e suo consorte Marciano - fu approvato il famoso canone 28 ( a completamento del 3 canone di Costantinopoli del 381 ) che attribuiva alla nuova capitale dell'impero = pari dignita', come quella riservata a Roma, ( sul cui trono di Pietro era Leone, detto Magno ). La motivazione fu perche' entrambe erano citta' imperiali di pari grado ! Ovviamente il vescovo di Roma, Leone dichiaro' nullo quell 'articolo poichè sminuiva il suo ruolo di successore di Pietro ---- Da ricordare comunque che è proprio Leone che si appropriera' del titolo di Pontefice Massimo = titolo pagano ricoperto dagli imperatori romani ( come capo supremo della casta sacerdotale). Infatti nel 379 l'imperatore Graziano rinuncio' a quel titolo - e Leone se lo attribui' come capo induscusso della chiesa !!!!! - Come non dimenticare poi lo " sgarbo " sulla questione del " Filioque fatto dalla chiesa Latina !! e poi il massacro durante la Crociata del 1204. ----------- Quanto all'ultima presa di posizione dell'attuale vescovo di Roma che dire? Contento lui - contenti tutti ( cattolici )- cordialita'
sebastianb is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it