Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-09-2007, 10.54.09   #1
berenger11
Ospite abituale
 
L'avatar di berenger11
 
Data registrazione: 10-08-2007
Messaggi: 222
Dio approverà le nostre discussioni?

Domanda un po' surreale, ma io me lo chiedo spesso. Sia il Dio del vecchio testamento, sia Gesù, ammettendo la loro esistenza, erano abbastanza drastici, uno nei metodi, l'altro nei giudizi, con chi li metteva in dubbio. Cosa penseranno del fatto che noi stiamo qui a discutere i come e i perchè; saranno felici che qualcuno si interessa a ciò in cui crede o non crede o gli hanno detto di credere, oppure preferiranno i classici credenti che non si fanno domande e prendono tutto per buono?
berenger11 is offline  
Vecchio 08-09-2007, 14.51.45   #2
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Riferimento: Dio approverà le nostre discussioni?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Domanda un po' surreale, ma io me lo chiedo spesso. Sia il Dio del vecchio testamento, sia Gesù, ammettendo la loro esistenza, erano abbastanza drastici, uno nei metodi, l'altro nei giudizi, con chi li metteva in dubbio. Cosa penseranno del fatto che noi stiamo qui a discutere i come e i perchè; saranno felici che qualcuno si interessa a ciò in cui crede o non crede o gli hanno detto di credere, oppure preferiranno i classici credenti che non si fanno domande e prendono tutto per buono?

secondo te perché ci avrebbero dato un cervello, altrimenti?
ancient is offline  
Vecchio 18-09-2007, 02.05.01   #3
Horus_il_falco
Nuovo iscritto
 
Data registrazione: 19-08-2007
Messaggi: 148
Riferimento: Dio approverà le nostre discussioni?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Domanda un po' surreale, ma io me lo chiedo spesso. Sia il Dio del vecchio testamento, sia Gesù, ammettendo la loro esistenza, erano abbastanza drastici, uno nei metodi, l'altro nei giudizi, con chi li metteva in dubbio. Cosa penseranno del fatto che noi stiamo qui a discutere i come e i perchè; saranno felici che qualcuno si interessa a ciò in cui crede o non crede o gli hanno detto di credere, oppure preferiranno i classici credenti che non si fanno domande e prendono tutto per buono?

Forse ambedue, dipende...
Perchè i credenti hanno avuto per lungo tempo paura della critica perchè spesso la critica era considerata un peccato, o peccato di critica, ma non è sempre così, è per una parola che bisogna aver paura di criticare in senso umano e doveroso del termine? badiamo alle realtà non facciamoci fregare dai termini che non siamo il dizionario etimologico poi!
Per uscire dall'omologazione della famiglia, della società, degli strumenti di diffusione del pensiero, della scuola, insomma dalle varie omologazioni, bisognerebbe proprio avere libertà di aderire ai sintomi della presenza dell'essere per poi esseri liberi da. Prima liberi di (fare ecc..) poi liberi dalle omologazioni, dalla schiavitu mentale.
Criticare significa che non puoi prendere per buono tutto ciò che ti diceva la mamma, a 5 o 6 anni si, chiaro, ma poi sopratutto nell'adolescenza bisogna mettersi il sacco sulle spalle e far diventare problema le cose che credevamo, non bisogna essere così come hai descritto il classico credente, che non credo sia poi così classico come dici tu.
Insomma Dio approverebbe la nostra discussione nel rispetto della libertà di ciascuno.
Deve diventare problema si deve dire da se stessi, si oppure no, oppure dubito.
Ma il dubbio bisogna riconoscere che è una condizione di passaggio nella conoscenza.
insomma Dio lo approverebbe.
Horus_il_falco is offline  
Vecchio 19-09-2007, 19.31.29   #4
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Dio approverà le nostre discussioni?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Domanda un po' surreale, ma io me lo chiedo spesso. Sia il Dio del vecchio testamento, sia Gesù, ammettendo la loro esistenza, erano abbastanza drastici, uno nei metodi, l'altro nei giudizi, con chi li metteva in dubbio. Cosa penseranno del fatto che noi stiamo qui a discutere i come e i perchè; saranno felici che qualcuno si interessa a ciò in cui crede o non crede o gli hanno detto di credere, oppure preferiranno i classici credenti che non si fanno domande e prendono tutto per buono?
Dio non può avere preferenze, Dio è AMORE INCONDIZIONATO.
Tutto ciò che tu chiedi è frutto di tue paure, talmente cristallizzate nel tuo subconscio, da non vederel'assurdità delle tue domade.
Ti hanno sempre parlato di un Dio da temere, iracondo e vendicativo
proprio come a volte lo siamo noi......e hai dimenticato quanto
invece è eterna e infinita la Sua misericordia.
Tu non hai figli ma se un giorno ne avrai, amerai sicuramente tutti i tuoi figli
allo stesso modo, sia che essi ti amino e te lo dimostrino, sia che per
i loro personalissimi motivi non te lo dimostrino e siano scontrosi o ribelli.
E LORO SAPRANNO SEMPRE DI ESSERE AMATI IN QUANTO FIGLI.
ho conosciuto personalmente un padre che ha assistito il proprio figlio
che si è allontanato da lui e ha vissuto senza regole e finendo per divenire un alcolizzato, e ammalato di cirrosi e di Aids. Lo ha amato teneramente fino alla fine, sapendo da medico che non c'erano speranze. Gli è stato vicino
con affetto incredibile, pur avendo ricevuto dal figlio solo dispiaceri...
per me è stato un esempio vivente di amore incondizionato.
paperapersa is offline  
Vecchio 19-09-2007, 22.11.40   #5
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Dio approverà le nostre discussioni?

Partendo dalla semplice fatto che fino ad un non lontanissimo tempo fa parlare, criticare, dubitare delle "verità" imposte dai poteri indiscutibili e potenti della chiesa poteva costare la scomunica (e a quei tempi voleva dire essere emarginati) se non la vita stessa o indicibili torture, possiamo dire che stiamo solo vivendo la nostra esperienza terrena un poco più liberamente.

Se Dio è Amore non solo approverà le nostre discussioni ma ne sarà finalmente soddisfatto.
Esempio banale e terreno: una madre che ama vermanete suo figlio vivrà con gioia la ricerca di indipendenza, di vita che il figlio fa con i propri piedi.

Ci hanno tenuto al guinzaglio stretto solo per poter avere un potere indiscusso. Non solo lavaggio del cervello ma totale asservimento ai loro voleri.

Oggi tentiamo di riprendere il cammino iniziato duemila anni fa e forzatamente abbandonato pochi anni dopo.

Semplicemente utlizzando il dono dell'intelligenza e dell'amore che Dio ci ha fatto possiamo riprendere il nostro cammino.

Senza la libertà non può esservi amore, e senza amore non può esservi libertà.
Imporre a qualcuno di provare piacere equivale a privarlo di ogni piacere.

Imporre a qualcuno Dio e ipotetici Suoi comandamenti equivale a privarlo di Dio e di ogni bene.

Discutendo, dubitando, cercando noi cresciamo, diveniamo consapevoli, possiamo trovare Dio.
Se Dio è amore vorrà essere amato in libertà e fino ad oggi nessuna religione proclama la libertà o permette la libertà.
Mary is offline  
Vecchio 20-09-2007, 07.14.36   #6
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Dio approverà le nostre discussioni?

Citazione:
Originalmente inviato da Mary

Se Dio è Amore non solo approverà le nostre discussioni ma ne sarà finalmente soddisfatto.
Esempio banale e terreno: una madre che ama vermanete suo figlio vivrà con gioia la ricerca di indipendenza, di vita che il figlio fa con i propri piedi.

Ci hanno tenuto al guinzaglio stretto solo per poter avere un potere indiscusso. Non solo lavaggio del cervello ma totale asservimento ai loro voleri.

Oggi tentiamo di riprendere il cammino iniziato duemila anni fa e forzatamente abbandonato pochi anni dopo.

Semplicemente utlizzando il dono dell'intelligenza e dell'amore che Dio ci ha fatto possiamo riprendere il nostro cammino.

Senza la libertà non può esservi amore, e senza amore non può esservi libertà.
Imporre a qualcuno di provare piacere equivale a privarlo di ogni piacere.

Imporre a qualcuno Dio e ipotetici Suoi comandamenti equivale a privarlo di Dio e di ogni bene.

Discutendo, dubitando, cercando noi cresciamo, diveniamo consapevoli, possiamo trovare Dio.
Se Dio è amore vorrà essere amato in libertà e fino ad oggi nessuna religione proclama la libertà o permette la libertà.


"conoscerete la verità e sarete liberi"!
L'IO SONO è la via , la verità e la vita! La scoperta di questa verità
libera l'uomo poichè comprende cosa vuol dire "a sua immagine lo creò!"
paperapersa is offline  
Vecchio 26-09-2007, 10.48.51   #7
Azil
Ospite
 
Data registrazione: 25-09-2007
Messaggi: 3
Riferimento: Dio approverà le nostre discussioni?

Nel libro di Giosuè troviamo:
[8]Non si allontani dalla tua bocca il libro di questa legge, ma mטditalo giorno e notte, perchי tu cerchi di agire secondo quanto vi ט scritto; poichי allora tu porterai a buon fine le tue imprese e avrai successo.

Mi pare che questo non solo risponda alla domanda iniziale ma che questo ci è espressamente richiesto. Nell'ebraismo uno dei precetti più importanti è lo studio della Torah, studio che intende un continuo approfondimento di quanto in essa scritto.
Azil is offline  
Vecchio 26-09-2007, 13.21.44   #8
crepuscolo
viandante
 
Data registrazione: 19-11-2006
Messaggi: 199
Riferimento: Dio approverà le nostre discussioni?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Domanda un po' surreale, ma io me lo chiedo spesso. Sia il Dio del vecchio testamento, sia Gesù, ammettendo la loro esistenza, erano abbastanza drastici, uno nei metodi, l'altro nei giudizi, con chi li metteva in dubbio. Cosa penseranno del fatto che noi stiamo qui a discutere i come e i perchè; saranno felici che qualcuno si interessa a ciò in cui crede o non crede o gli hanno detto di credere, oppure preferiranno i classici credenti che non si fanno domande e prendono tutto per buono?

e tu approvi le nostre discussioni?
in fondo il tuo dubbio avviene solo dalla lettura di testi comunque scritti da uomini, lasciamo i testi e chiediamoci se noi approviamo...quella è la risposta al tuo quesito
crepuscolo is offline  
Vecchio 27-09-2007, 00.18.23   #9
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Dio approverà le nostre discussioni?

Citazione:
Originalmente inviato da berenger11
Preferiranno i classici credenti che non si fanno domande e prendono tutto per buono?

Esaminate ogni cosa e ritenete il bene.
(Paolo in 1 Tessalonicesi 5:21)

Elijah is offline  
Vecchio 28-09-2007, 01.00.05   #10
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Dio approverà le nostre discussioni?

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Dio non può avere preferenze, Dio è AMORE INCONDIZIONATO.
Tutto ciò che tu chiedi è frutto di tue paure, talmente cristallizzate nel tuo subconscio, da non vederel'assurdità delle tue domade.
Ti hanno sempre parlato di un Dio da temere, iracondo e vendicativo
proprio come a volte lo siamo noi......e hai dimenticato quanto
invece è eterna e infinita la Sua misericordia.
Tu non hai figli ma se un giorno ne avrai, amerai sicuramente tutti i tuoi figli
allo stesso modo, sia che essi ti amino e te lo dimostrino, sia che per
i loro personalissimi motivi non te lo dimostrino e siano scontrosi o ribelli.
E LORO SAPRANNO SEMPRE DI ESSERE AMATI IN QUANTO FIGLI.
ho conosciuto personalmente un padre che ha assistito il proprio figlio
che si è allontanato da lui e ha vissuto senza regole e finendo per divenire un alcolizzato, e ammalato di cirrosi e di Aids. Lo ha amato teneramente fino alla fine, sapendo da medico che non c'erano speranze. Gli è stato vicino
con affetto incredibile, pur avendo ricevuto dal figlio solo dispiaceri...
per me è stato un esempio vivente di amore incondizionato.
----------Salve, mi riferisco alle tue prime frasi ( .... e frutto di paure talmente cristallizzate nel tuo subconscio da non veder l'assurdita' delle tue domande..ecc....)- cosa vuoi dire ? E' la conferma invece che tali paure sedimentate nel subconscio di chi ha proposto la discussione, è frutto di un'errata educazione. E chi poteva impartire tali paure ( del diavolo - dell'inferno . del fuoco eterno -ecc..)? se non il clero ? Ma tu che ti esprimi in tal senso - conosci la " sua " storia? Sull'educazione ai fanciulli da parte del clero - ti consiglio ( fraternamente ) un saggio di A.Schopenhauer. Questi evidenzia come il clero sia molto interessato a " castrare " la mente dei puri - inculcando fobie e/o sensi di colpa, che condizioneranno l'esistenza dell'individuo. Per troppi secoli siamo stati sotto il giogo opprimente del clero. Lo sai " Paperapersa" qualche secolo fa cosa andava incontro chi "azzardava " a ragionare con la sua testa? Il confronto è utile perchè c'è uno scambio di idee. Non prendere come se tutto fosse scontato. Se il proponente di questo argomento ha espresso un suo dubbio, ha commesso peccato mortale? E' proibito ? E' un modo per sparlare ? E' un 'atteggiamento contro la chiesa? - allora un po' di tolleranza - Il tempo della Santissima Inquisizione è finito da un pezzo ( ringraziamo il cielo ) - cordialita'
sebastianb is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it