Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 20-01-2008, 11.38.29   #1
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Essere come dis-inter-esse. Dalla corporeità alla carità

L'amore mette in luce l'esistenza concreta dell'uomo
attraverso un'analisi della corporeità nella sua costitutiva
dimensione intersoggettiva.
La scoperta e l'accoglimento del corpo come dono, non solo permettono all'uomo contemporaneo di uscire da una prospettiva nichilista, ma lo proiettano verso l'altro.

Un'apertura all'altro,
non vista in un'ottica puramente teorica,
ma recepita e assunta come prossimità responsabile.
Essere per l'altro è l'orizzonte di senso che, abbandonando la dimensione conflittuale dell'esistenza, lascia venir fuori la capacità positiva dell'uomo di prendersi cura dell'altro fino a sostituirsi.

E' la responsabilità che crea responsabilità.La carità non cerca il suo interesse, ma è invito umile, costruttivo, mai appariscente e arrogante, rivolto all'uomo del nostro tempo, perché possa ritrovarsi in quel passo oltre, che chiede ed esige gratuità e dono di sé.

Cosa significa per voi "dalla corporeità alla carità"? g r a z i e clelia
klee is offline  
Vecchio 20-01-2008, 14.00.37   #2
daniele75
Ospite abituale
 
L'avatar di daniele75
 
Data registrazione: 12-10-2007
Messaggi: 127
Riferimento: Essere come dis-inter-esse. Dalla corporeità alla carità

Citazione:
Originalmente inviato da klee
L'amore mette in luce l'esistenza concreta dell'uomo
attraverso un'analisi della corporeità nella sua costitutiva
dimensione intersoggettiva.
La scoperta e l'accoglimento del corpo come dono, non solo permettono all'uomo contemporaneo di uscire da una prospettiva nichilista, ma lo proiettano verso l'altro.

Un'apertura all'altro,
non vista in un'ottica puramente teorica,
ma recepita e assunta come prossimità responsabile.
Essere per l'altro è l'orizzonte di senso che, abbandonando la dimensione conflittuale dell'esistenza, lascia venir fuori la capacità positiva dell'uomo di prendersi cura dell'altro fino a sostituirsi.

E' la responsabilità che crea responsabilità.La carità non cerca il suo interesse, ma è invito umile, costruttivo, mai appariscente e arrogante, rivolto all'uomo del nostro tempo, perché possa ritrovarsi in quel passo oltre, che chiede ed esige gratuità e dono di sé.

Cosa significa per voi "dalla corporeità alla carità"? g r a z i e clelia

Dalla corporeità alla carità.............che belle parole........
Ci vedo una comprensione profonda che svela il mondo illusorio dell'ego che separa e distingue.....ci vedo un riconoscere di una realtà comune senza termini e distinzioni che trascende l'essere separato dagli altri,ci vedo un passaggio consapevole al puro senso dell'amore,ci vedo carità,consapevolezza e compassione nel diffondere luce,illuminare l'oscurità che dilaga a macchia d'olio il pianeta
-spero di non essere uscito fuori tema-
daniele75 is offline  
Vecchio 20-01-2008, 16.48.15   #3
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Essere come dis-inter-esse. Dalla corporeità alla carità

Salve e buon pomriggio!
"dalla corporeità alla carità"? = dal soggetto al sogggetto per...

hai descritto in forma poetica l'assistenza infermieristica claudio
fallible is offline  
Vecchio 20-01-2008, 16.54.13   #4
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Riferimento: Essere come dis-inter-esse. Dalla corporeità alla carità

Sì,penso quello che hai scritto è quello che percepisco.Non è facile da interpretare ma mi piace tanto :

La carità er me è avere ottenuto un grande pregio

Trovare nel tempo tanta sofferenza ed è con l'intelligenza emotiva che la persona riesce ad invecchiare..ad accettare la malattia .Ella crea della sua

esperienza una nuova via di uscita : uno stradello illuminato

Dalle sofferenze nasce una nuova energia..e questa energia si è

trasformata in Amore e si è dichiarata Amore

E' nell'Amore che si riesce ad avvicinarci all'Altro


Il corpo assume così un valore simbolico:
esso comunica con il linguaggio delle emozioni e
dell'affettività significati che la coscienza è chiamata
, poi, a riconoscere e ad interpretare.

Per esempio "Il pianto spontaneo di un neonato
esprime una domanda di aiuto,
prima ancora che egli ne sia cosciente.

Essere un essere umano
nella dualità
essere un essere umano
chiedo aiuto anche se
non ha bisogno

Dis-inter-esse = fingere di essere interessato
fingere di conoscore la luce dell'Amore per
una semplice vergogna

la vergogna nell'umiltà ..???
klee is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it