Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 23-03-2008, 02.50.43   #11
silvanos
Ospite
 
Data registrazione: 11-01-2008
Messaggi: 12
Riferimento: Il Buddhismo della Soka Gakkai: I Furbetti del 'Gohonzino'

Primo Consiglio dei Rappresentanti Regionali e dei Vice-Rappresentanti della Hokkeko
Daibyakuho, 01/09/1994

Prima Parte

Nichijun Fujimoto scriveva nel 1994:

In occasione del consiglio dei rappresentanti regionali (koto) e dei vice-rappresentanti (fuku-hoto) della Hokkeko, che si sono radunati qui da tutto il paese, ho deciso di stilare un compendio riguardo ai problemi che abbiamo riscontrato con la Soka Gakkai. Sono certo che tutti voi siete al corrente della situazione, ma vi prego di considerare ciò come una revisione generale di ciò che ha avuto luogo.
Inoltre, per me sarà di estrema gioia se il mio discorso potrà essere di maggior aiuto ad approfondire la vostra comprensione delle circostanze e, in più, se riuscirà a rendere ancora più efficace lo shakubuku ed il ri-shakubuku del Vero Buddismo.

La dottrina della Nichiren Shoshu: il Buddismo del Patrimonio della Legge
Come sapete, Nichiren Shoshu è una denominazione creata settecento anni fa da Nichiren Daishonin. Essendo il Vero Budda dell'Ultimo Giorno della Legge, il Daishonin inscrisse il Gohonzon delle Tre Grandi Leggi Segrete e, così facendo, stabilì il fondamento per la salvazione di tutta l'umanità. Così, egli dedicò tutta la sua vita alla propagazione. Quindi, trasferì tutti i suoi insegnamenti buddisti nel Dai-Gohonzon dell'Alto Santuario del Vero Buddismo del secondo Alto Sacerdote Nikko Shonin.

Succeduto al Daishonin, Nikko Shonin risiedette a Minobu; è a causa delle calunnie perpetrate da Hakiri Sanenaga, l'intendente del distretto, e da Mimbu Niko, che egli decise di vivere a Minobu. Una volta stabilito che il Monte Fuji sarebbe stato il luogo in cui si sarebbe eretto l'Alto Santuario del Vero Buddismo, Nikko Shonin eresse il Taisekiji con l'aiuto e la protezione del magnate Nanjo Tokimitsu. Poi, il Patrimonio della Legge venne trasmesso all'unico successore, il terzo Alto Sacerdote Nichimoku Shonin. Ciò concretizzò con fermezza le fondamenta del futuro di Kosen-rufu. Successivamente, il Patrimonio della Legge fu trasferito da Nichimoku Shonin a Nichido Shonin e ancora dopo a Nichigyo Shonin e ai successivi alti sacerdoti fino all'attuale settantasettesimo Alto Sacerdote Nikken Shonin.

Il secondo Alto Sacerdote Nikko Shonin Affermava:
"In questo Buddismo, il maestro istruisce il discepolo e lo conduce alla Buddità. Se sorge dissenso nella relazione tra maestro e discepolo, anche se il discepolo sostiene lo stesso Sutra del Loto, egli cadrà
nell'inferno dell'incessante sofferenza". (Rekidai Hossu Zenshu)

Il Buddismo del Daishonin ci insegna a pregare di fronte al Dai-Gohonzon - l'essenza dell'Alto Santuario del Vero Buddismo - come oggetto di venerazione. Per di più, esso ci insegna a sforzarci e a tendere verso la fede e la pratica basate sulle direttive date dall'Alto Sacerdote che impersonifica il collegamento tra maestro e discepolo e il Patrimonio della Legge trasmesso a un'unica persona. Qui è presente il motivo che ci condurrà all'illuminazione.
Il Daishonin e il secondo Alto Sacerdote Nikko Shonin insegnarono che, se noi non seguiamo tali istruzioni, non solo non saremo in grado di ottenere
l'illuminazione, ma in più cadremo nell'inferno dell'incessante sofferenza. Questa è stata la tradizione di fede e di pratica nella Nichiren Shoshu degli ultimi settecento anni. Per quanto il mondo possa cambiare in futuro e al di là di qualunque problema si possa creare su questi punti, questo è il fondamento della nostra fede e pratica che rimarrà inalterato per l'eternità.

In passato Ikeda abbracciava i Corretti Principi

Continua Fujimoto:

Fino a pochi anni fa, la Soka Gakkai seguiva l'obiettivo di fede e di pratica fondamentale della Nichiren Shoshu. Infatti, quando il gruppo Shoshinkai violò i principi del nostro culto e si allontanò fino a negare il Vero Patrimonio della Legge, Daisaku Ikeda disse:

"Il principio fondamentale della Nichiren Shoshu è il Patrimonio della Legge trasmesso ad un'unica persona. E' difatti obiettivo corretto sia per i sacerdoti che per i laici seguire l'Alto Sacerdote che abbia ricevuto il Patrimonio della Legge. Se cadiamo in errore su questo singolo punto, ogni cosa crollerà. La Soka Gakkai ha seguito i successivi Alti Sacerdoti. Sono sicuro quindi che prospereremo per l'eternità".
(24 Gennaio 1982, Soka Univ. gymnasium: "Kofu to Jinsei Wo Kataru", Vol. 3, pag. 32)

Egli disse anche:

"Vorrei discutere il fortunato detto:
'E' inutile abbracciare il Sutra del Loto senza il Patrimonio della Legge'.
La fazione di Minobu della setta Nichiren recita lo stesso Daimoku: Nam-Myoho-Renge-Kyo. I suoi seguaci hanno il Gosho. Essi recitano gli stessi sutra, i capitoli Hoben e Juryo del Sutra del Loto. Si aggiunga che i membri della Shoshinkai, che in precedenza furono sacerdoti della Nichiren Shoshu, pregano davanti al Gohonzon aprovato dal nostro Alto Sacerdote. Loro recitano gli stessi sutra e cantano il nostro stesso Daimoku. Superficialmente, le loro attività sembrano identiche alle nostre, ma nelle loro pratiche, essi non seguono i principi del Patrimonio della Legge trasmesso ad un'unica persona o la corretta trasmissione della pura Legge da un ricettacolo a un altro [ciò sta a significare che la persona che riceve la trasmissione della Legge è diversa, ma la Legge di per sé rimane assoluta].
Se la nostra pratica non si basasse sul Patrimonio della Legge della corretta trasmissione della pura Legge da un ricettacolo a un altro, sarebbe inutile per noi possedere qualunque tipo di Gohonzon, e non
riceveremmo nessun tipo di beneficio. In altre parole: "E' inutile abbracciare il Sutra del Loto senza il Patrimonio della Legge".
(11 Maggio 1986, Kanagawa Culture Center, "Kofu to Jinsei Wo Kataru", Vol. 8, pag. 228)

Oggi, la Soka Gakkai di Ikeda sta facendo esattamente la stessa cosa che precedentemente criticò al gruppo Shoshinkai.

http://www.geocities.com/chris_holte...sm/expel1.html


Rieccolo:
Vi ricordo ancora una volta gli indirizzi in cui la mirabolante discussione volta a sostenere i “peccati terreni” della Soka Gakkai è in atto:

http://www.janula.com/gente/forummostra.php?cod=33

http://sokagakkai.splinder.com/post/...mment-43520306

Ma soprattutto, e ditemelo se sbaglio, su:

http://www.politicaonline.net/forum/...d.php?t=389346


Saluti,


s.
silvanos is offline  
Vecchio 23-03-2008, 04.07.46   #12
silvanos
Ospite
 
Data registrazione: 11-01-2008
Messaggi: 12
Riferimento: Il Buddhismo della Soka Gakkai: I Furbetti del 'Gohonzino'

Il New Clean Government Party

Il New Clean Government Party o NKP, - il più delle volte tradotto come "New Komeito Party" -, come conosciuto in Giappone, è un partito politico giapponese affiliato al movimento religioso Soka Gakkai. E' la risposta giapponese al CDU tedesco. L'attuale New Clean Government Party si formò come risultato della fusione tra il Clean Government Party (precedente) e il New Peace Party, il 7 Novembre del 1998. Il New Komeito è considerato in larga parte l'arma politica della Soka Gakkai per realizzare il disegno che vorrebbe il Buddismo Soka la religione di stato giapponese, e, in ultimo, del mondo intero. Daisaku Ikeda, capo della Soka Gakkai, è considerato de facto il capo del New Komeito. Ikeda ha detto che il proposito del coinvolgimento politico della Soka Gakkai è quello di istituire il "Obutsu Myogo", o "Democrazia Buddista", uno stato teocratico.
Il partito è di destra, conservatore, ed è quindi il partito teocratico buddista della Soka Gakkai.

La missione del partito è di rendere pionieristica "la politica basata sulla gente, una politica basata sull'umanitarismo che tratta la vita umana con il massimo rispetto e cura" (New Komeito, 2002). Dal punto di vista nazionale, i propositi del partito includono la riduzione della burocrazia e del governo centrali, l'aumento della trasparenza negli affari pubblici, l'aumento dell'autonomia locale (prefetturale) con il settore privato che deve giocare un ruolo centrale. Riguardo alla politica estera, il partito si augura di eliminare le armi nucleari e i conflitti armati in generale. Facendo ciò, il partito spera di veder sorgere "l'alba di una nuova civilizzazione dell'umanità" (Ibid).

Il Partito New Komeito ha un predecessore con un'ideologia similare (sebbene più a sinistra e molto radicale), ma, l'attuale partito conservatore, più moderato, fu creato nel 1998, come già detto, con una fusione tra il Clean Government Party e il New Peace Party. Esso si coalizzò con i libel democratici ed ebbe la meglio durante le elezione parlamentari del 2000/2001.

Durante le elezioni per la Dieta del 2003/2004, il Partito New Komeito vinse insieme al Partito Liberal Democratico con cui formò la coalizione. Esso è una delle maggiori forze politiche del Giappone moderno.

Attualmente, il partito fa parte della coalizione di maggioranza insieme al Partito Liberal Democratico (LDP), ed ha supportato a tutti gli effetti l'invio delle truppe giapponesi in Iraq nel 2004.

Il partito spartisce i suoi sostenitori con il LDP, formati da colletti bianchi burocrati e popolazioni rurali, ma viene sostenuto anche da leader religiosi.

Politicamente, il partito è di destra, conservatore, teocratico-buddista.

http://www.economicexpert.com/a/New:...ment:Party.htm
silvanos is offline  
Vecchio 23-03-2008, 20.16.27   #13
silvanos
Ospite
 
Data registrazione: 11-01-2008
Messaggi: 12
Riferimento: Il Buddhismo della Soka Gakkai: I Furbetti del 'Gohonzino'

Nel blog di Beppe Grillo, che alle volte stimo ed altre meno, ho trovato conferma ad un'allegra notiziola. Tale allegra notiziola riguarda ovviamente la Soka Gakkai, che ancora un volta, nel bene e nel male, viene accostata alla Chiesa Cattolica... Questa notizia vi farà girare ancora di più tutte le castagne glassate che tenete proprio lì perché riguarda le nostre tasche, e se a caval donato non si guarda in bocca, è vero anche che a caval rubato si usa la forca:

... "Più di 100 giornali o periodici cattolici sono finanziati dallo Stato. Ma non erano sufficienti l'otto per mille e l'esenzione degli immobili religiosi dall'ICI? Le nostre tasse contribuiscono a "La Voce dei Berici della Diocesi di Vicenza" e a "La Valsusa della Stampa Diocesana Segusina".
Imperdibili per i fedeli più devoti.

"Le testate percettrici di contributi diretti, relativi all’anno 2003, risultavano dunque 386, divise in otto categorie...

QUARTA CATEGORIA: in pratica, monopolio di testate facenti capo, direttamente o indirettamente, alla Chiesa cattolica (diocesi, arcidiocesi, ordini religiosi, conventi, associazioni e opere pie, confraternite, ecc.). Fra i 106 «periodici editi da cooperative, fondazioni o enti morali ovvero da società il cui capitale sociale sia detenuto da cooperative, fondazioni o enti morali» si contavano sulla punta delle dita di una sola mano quelli editi da organizzazioni non cattoliche come l’Istituto Buddista e non religiose come l’ANMIL (Associazione dei Mutilati e Invalidi del Lavoro) e la Federazione Orticoltori.
A primeggiare era la Società San Paolo. Fondata nel 1914 da don Giacomo Alberione, opera in trenta nazioni «e in molteplici campi di attività: editoria libraria, giornalistica, cinematografica, musicale, televisiva, radiofonica, audiovisiva, multimediale, telematica; centri di studio, ricerca, formazione, animazione». I Paolini sono impegnati programmaticamente e sistematicamente «nella diffusione del messaggio cristiano utilizzando i mezzi che la tecnologia mette a disposizione dell’uomo di oggi per comunicare». E la Periodici San Paolo, in particolare, riusciva a utilizzare puntualmente anche i contributi messi a disposizione dallo Stato italiano, assommando con sei testate una cifra superiore al miliardo delle vecchie lire: Famiglia Cristiana (210 mila euro), Il Giornalino (210 mila), Jesus (49 mila), Vita Pastorale (34 mila), Famiglia Oggi (5 mila) e Letture (5 mila).
A parte la San Paolo, la gran parte delle testate di questa categoria si accontentavano di contribuzioni sotto i 50 mila euro: la più bassa in assoluto, meno di duemila euro, quella assicurata alla Impresa Tecnoeditoriale Lombarda per la Rivista Diocesana Milanese. Solo quindici riviste riuscivano ad aggiudicarsi un aiuto pubblico compreso fra i 50 mila e i 100 mila euro: L’amico del Popolo (102 mila), Città Nuova della Pia Associazione Maschile opera di Maria (94 mila), Toscana Oggi (89 mila), La Vita del Popolo dell’Opera San Pio X (82 mila), Corriere di Saluzzo (80 mila), Verona Fedele (74 mila), Il Popolo dell’Opera Odorico da Pordenone (65 mila), La Vita Cattolica (64 mila), L’Azione della Diakonia Ecclesiale (63 mila), La Difesa del Popolo (61 mila), La Voce dei Berici della Diocesi di Vicenza (57 mila), Adista «fatti, notizie, avvenimenti su mondo cattolico e realtà religiose» (56 mila), La Voce del Popolo «settimanale di informazione della cultura cattolica di Brescia. Documenti e informazioni sulla Diocesi e sulla Curia Vescovile» (56 mila), Il Nuovo Rinascimento dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai (52 mila) e La Valsusa della Stampa Diocesana Segusina (51 mila).
Nel 2004 queste testate passeranno da 106 a 115, per una contribuzione complessiva di 3 milioni 674 mila."
Beppe Lopez, La Casta dei giornali, ed. Nuovi Equilibri

http://www.beppegrillo.it/2008/01/la..._dei_gi_4.html

s.
silvanos is offline  
Vecchio 24-03-2008, 09.32.21   #14
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Il Buddhismo della Soka Gakkai: I Furbetti del 'Gohonzino'

Verrà mai il giorno in cui TUTTE le religioni di questo mondo si alimenteranno di pura spiritualità e del necessario per vivere?

L'esempio dei monaci buddisti è il più esemplare, quello a cui tutti e dico tutti coloro che si professano "sacerdoti" dovrebbero attenersi.

La ricchezza impedisce di entrare nella spiritualità ed anche lo sperpero.
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it