Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 13-02-2008, 12.15.58   #1
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
la memoria

Salve e buon giorno!
questa mattina mentre andavo a comprare il pane, faccio il turno pomeridiano, mi è capitato, passando vicino ad una carrozzina, di "guardare" quell'esserino steso nella culla; sono rimasto colpito dalla sua luminosità, una polla di energia non offuscata da nulla , ho visto come la memoria sia causa dell' offuscamento del proprio essere, è a causa sua che poco a poco si costruscono muri che fanno da argine a questa energia senza confini...non so se sono riuscito ad esprimere quanto "vissuto" anche perchè è memoria claudio
fallible is offline  
Vecchio 13-02-2008, 12.57.36   #2
daniele75
Ospite abituale
 
L'avatar di daniele75
 
Data registrazione: 12-10-2007
Messaggi: 127
Riferimento: la memoria

Citazione:
Originalmente inviato da fallible
Salve e buon giorno!
questa mattina mentre andavo a comprare il pane, faccio il turno pomeridiano, mi è capitato, passando vicino ad una carrozzina, di "guardare" quell'esserino steso nella culla; sono rimasto colpito dalla sua luminosità, una polla di energia non offuscata da nulla , ho visto come la memoria sia causa dell' offuscamento del proprio essere, è a causa sua che poco a poco si costruscono muri che fanno da argine a questa energia senza confini...non so se sono riuscito ad esprimere quanto "vissuto" anche perchè è memoria claudio

Ottima osservazione,si é vero la memoria costruisce concetti e basi su come vivere,il segreto é rimanere lucidi,curiosi e spontaneamente umili,considerare la conoscenza come veicolo per comunicare ma non esserne vittima....
-Chi ritornerà bambino vedrà il regnio di Dio-
daniele75 is offline  
Vecchio 13-02-2008, 20.32.23   #3
Rising Star
Ospite abituale
 
L'avatar di Rising Star
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 213
Riferimento: la memoria

Complimenti per la sensibilità, amico Fallible.
Tuttavia credo che non sia una questione di memoria, che è solo un serbatoio, un accumulatore di "esperienze ponderate". In virtù di quello che presumo di aver compreso dalla tua osservazione, credo che siano sia le informazioni che ci vengono dall'esterno, sia le esperienze che viviamo, ad influenzare e formare il nostro essere, sulla base del nostro essere stesso. Credo inoltre, che tutto dipenda dai riferimenti, dai principi sui quali costruiamo il nostro essere; a seconda dei principi che adottiamo, l'informazione o l'esperienza viene elaborata in maniera differente, ed in maniera differente viene costruito l'essere. La memoria diviene quindi il posto dell'informazione o dell'esperienza mediata od elaborata.
In questo momento mi viene il dubbio se postare o no questo mio intervento: probabilmente è inutile. Beh, ci provo. (Scusate: postumi dell'influenza!)
Saluti a tutti.
Rising Star is offline  
Vecchio 13-02-2008, 21.05.18   #4
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: la memoria

La memoria non e' mai causa di nulla e questo i bambini lo sanno molto bene,
lo sanno bene anche i pedofili che stanno scendendo vertiginosamente a livelli sempre piu' infantili. Prima dei tre anni non c'e' ancora nessuna struttura esperenziale, nessuna difesa, nessuna preoccupazione, nessun imbarazzo, nessun pericolo di fare brutta figura, Non c'e' un se' da proteggere, non si deve sostenere una parte, non ci si deve comportare forzatamente in un certo modo, nulla di tutto questo viene richiesto, nulla di tutto questo e' necessario. E questo bisogno di sperimentare il non-necessario si sta riversando proprio sui bambini, troppo rischioso il guru, se poi non sono all'altezza ?
Flow is offline  
Vecchio 14-02-2008, 10.23.24   #5
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: la memoria

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Prima dei tre anni non c'e' ancora nessuna struttura esperenziale, nessuna difesa, nessuna preoccupazione, nessun imbarazzo, nessun pericolo di fare brutta figura, Non c'e' un se' da proteggere, non si deve sostenere una parte, non ci si deve comportare forzatamente in un certo modo, nulla di tutto questo viene richiesto, nulla di tutto questo e' necessario. E questo bisogno di sperimentare il non-necessario si sta riversando proprio sui bambini, troppo rischioso il guru, se poi non sono all'altezza ?

Non e' vero che prima dei tre anni.....
Da zero anni inizia la relazione con l'oggetto primario: la tetta (o la tettarella nel caso del biberon).
A suo tempo studiai Melanie Klein
Yam is offline  
Vecchio 14-02-2008, 11.01.32   #6
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: la memoria

Noi viviamo nel passato...cioe' nella memoria.
Se cosi non fosse al mattino, dopo il risveglio, ci ritroveremmo in un mondo a noi completamente sconosciuto. La memoria e' il conosciuto.
Come dice Rising Star e' un serbatoio di esperienze, un contenitore....di esperienze "sensibili".
Quando vedo un albero c'e' un istante in cui la memoria non ha ancora incominciato a funzionare, quell'istante e' molto prezioso per lo Yoga (intendo per Yoga qualsiasi tipo di sensibilita' spirituale codificata o non codificata il cui significato e' la ricerca della sorgente di tutta la manifestazione e il ricongiungimento ad essa...).
Vivere nel passato quindi significa vivere in quel mondo costruito dalla memoria, che e' un mondo di "pensiero". La memoria e' piena dei nomi dati agli oggetti e delle istanze emotive accumulate nel contatto del soggetto con gli infiniti oggetti (con cui e' entrato in con-tatto dal momento della nascita.....ma anche prima...avendo ogni individuo in se una eredita'...diciamo ambientale...). Nel momento del contatto scattano dinamiche di attrazione o repulsione o indifferenza. Cosi ogni volta che on oggetto si ripresenta alla coscienza, la memoria entra in azione: se ho avuto paura di un cane...ogni volta che vedro' un cane quella stessa paura si ripresentera'. (vissuti arcaici e coazione a ripetere in certa psicoanalisi...Vasanas nello Yoga)
La memoria e' una funzione della mente...o una finzione della mente?
Yam is offline  
Vecchio 14-02-2008, 12.30.03   #7
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Lo siamo anche noi...

Finito di leggere queste parole, alzati, trova uno specchio e guarda i tuoi occhi, avvicinati e godi della loro bellezza quanto più a lungo possibile, senza sentirti costretto naturalmente e stando attento; potrai ritrovare per un istante, o forse più, questa mancanza di memoria, questo flusso atemporale, potrai quasi sentire lo scricchiolare di quei muri, ormai lontani, e dimenticarti per un attimo chi o cosa stai guardando e pure che stai guardando qualcosa.



nexus6 is offline  
Vecchio 14-02-2008, 12.34.42   #8
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: la memoria

Salve e buon giorno!
grazie per le risposte, flow se tentassi di essere meno oppositivo e più proponente forse ne trarremmo beneficio tutti, il mio più che un argomento di discussione è stata una condivisione di una sensazione...nulla di più; mi ritorna sempre a mente quanto diceva don Juan riguardo la "costruzione" del nostro mondo, ricordo che la realtà veniva percepita come "nagual" e "tonal", la prima è quella percezione dove il tutto non viene classificato e allora la sedia smette di essere sedia pur mantenedo la sua funzione, il tonal è tutto quello che deriva dall'esperienza e frutto della classificazione; dice bene flow quando afferma che non c'è ancora nessuna struttura esperenziale claudio
fallible is offline  
Vecchio 14-02-2008, 14.08.00   #9
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Aneddoto... :-)

A me sin da bambino, vi dirò, succedeva tutto ciò preferibilmente con le forchette, chissà perchè(!): se ne stava lì, in mano, e ad un certo punto mi dimenticavo a che serviva, mi dimenticavo il nome di quell'oggetto, lo guardavo e lo toccavo come fosse la prima volta, beh... è parecchio strano, il metallo, quelle punte... poi pian piano mi tornava in mente il nome "for-chet-ta"... che strano, mi son sempre detto, quanto è stupido questo nome... "forchetta", pensateci... ... adesso basta che lo ripeta qualche volta, così come qualsiasi altro, ed inizia a perdere il suo significato...

... mi ha sempre parecchio affascinato questa questione...

... la "memoria"... bah...


nexus6 is offline  
Vecchio 14-02-2008, 15.36.48   #10
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: la memoria

Sono seduto e sto leggendo un libro, non importa se e' un libro spirituale o un topolino, all'improviso si stacca la coscienza, non so come spiegare.. si stacca la coscienza di veglia, si staccano le mani che reggono il libro, all'improvviso non c'e' piu' nulla che mi dice che sono sveglio e che quelle sono le mie mani. E' terra di nussuno, non c'e' nemmeno niente che mi dice che fino ad un attimo prima c'era uno stato di coscienza, guardo il libro e non riesco a quantificarne la grandezza, non riesco a trarre un significato dallo scritto, il respiro e' profondo, come sfondato, non conosco nulla e non manca nulla, non ci sono piu' impegni, non ci sono mai stati e mai ci saranno. E' il brodo primordiale del sonno profondo, da qui' non c'e' nessuna esigenza di andare altrove, nonostante tutto succede qualcosa, la torre riemerge e riappare il mondo, riappare il libro, gli insegnamenti e la paura.

E' come una maledizione, o c'e' l'uno o c'e' l'altro..
L'uno non riesce di accogliere l'altro, l'altro non riesce a penetrare l'uno..
Flow is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it