Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 18-02-2008, 16.04.45   #11
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Il testimone e i segreti della mente.

da testimone cosa cambia in ciò che si dice si pensa si fa?
all'occhio esteriore nulla all'occhio interiore tutto.
non c'è identificazione
turaz is offline  
Vecchio 18-02-2008, 17.50.24   #12
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: Il testimone e i segreti della mente.

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
da testimone cosa cambia in ciò che si dice si pensa si fa?
all'occhio esteriore nulla all'occhio interiore tutto.
non c'è identificazione

Infatti è così. Ma per chi non vive con la presenza di questo testimone - il cosiddetto terzo occhio aperto - non sembra vero, non sembra possibile.
Invece, come dici tu, con questa consapevolezza neutrale osservante cambia tutto. Non si possono fare e pensare le stesse cose come quando si è identificati. Per cui la qualità dell'azione e del pensiero assumono una operatività diversa, sicuramente meno egocentrica, se non impersonale.
E si sa che quando non c'è di mezzo il "me" e il "mio" le cose funzionano meglio per tutti. Si comunica e si opera con più armonia ed equilibrio.

Mirror is offline  
Vecchio 18-02-2008, 19.04.17   #13
marco cossu
Ospite abituale
 
L'avatar di marco cossu
 
Data registrazione: 30-01-2008
Messaggi: 92
Riferimento: Il testimone e i segreti della mente.

Citazione:
Originalmente inviato da salvatoreR
Tutto è mente.
L’identificazione con la mente crea l’illusione che esiste solo l’IO.
Il fuoco dell’EGO produce grandi distorsioni.
Il primo passo per capire la mente è sapere che possiamo osservarla.
Nel momento in cui cominciamo ad osservarla, si attiva un’intelligenza molto più grande della mente. Questa presenza che osserva è chiamata “testimone”.
Non è facile spiegare che cosa significhi “Essere testimone”. Solo la pratica lo rivela..
Il testimone non si contrappone alla mente. La mente pensa, il testimone non pensa “VEDE.”. ( con occhi interiori).
Il ruolo del testimone è vedere e capire “Ciò che si é"Il testimone vede e trasmette “ciò che è” senza giudizio, senza resistenza.
L’azione che nasce dalla comprensione profonda di “Ciò che si è” crea la sua accettazione.
Con questa silenziosa accettazione, arriva la tremenda energia nascosta nel presente, e in questa energia vi è abbondanza, pace, intelligenza e creatività.
Questi sono i doni del testimone.
Siete d’accordo sull’importanza del testimone?
Un
SalvatoreR.


Concordo sull'esistenza e sull'importanza del testimone e penso che quando il testimone smette realmente di giudicare la mente, il traguardo sia la fusione tra testimone, mente e corpo...il risultato di questo avvenimento è l'estasi, la coscienza/incoscienza totale, l'unione profonda e radicale con il tutto....lo zero, la pura neutralità, che libera dal benchè minimo scopo rappresenta la massima/minima espressione di noi stessi...

...e quando ci rendiamo conto di ciò che accade già non siamo più in uno stato di estasi...l'estasi non è osservabile, perchè in quel momento, osservatore, mente e corpo sono fusi in una cosa sola....
marco cossu is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it