Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 17-06-2003, 20.52.49   #1
Dani
Ospite
 
Data registrazione: 30-05-2003
Messaggi: 7
Nuove tendenze: Satanismo

Ciao a tutti,
è la prima volta che posto sul forum, anche se è da un po' che ne leggo le discussioni (ebbene sì, sono un guardone ). Volevo solo porvi questo problema e confrontarmi con voi.
Ho sentito molte persone parlare del satanismo come se si trattasse di una nuova religione finalizzata alla salvezza dell'uomo. C'è chi pensa che il satanismo possa permettere all'uomo di vivere pienamente la vita reale (quella sulla terra, considerata dalla religione cristiana una "prova" che l'uomo deve affrontare), chi invece considera Satana il vero Dio, affermando che in realtà Dio ha scacciato Satana (che quindi diviene il dio buono) solo per non permettergli di regnare...
Scarto a priori la seconda ipotesi, in quanto penso che in questo modo tutto possa essere messo in discussione... ho già seri dubbi riguardo l'esistenza di Dio, quindi, personalmente, preferisco non soffermarmi su tali rompicapo; non accetto la prima ipotesi, dal momento che per vivere bene la vita non si deve accettare il male...
Si tratta, secondo voi, di semplici tendenze che spesso servono a mostrarsi un po' trasgressivi (da notare l'avvicinamento al satanismo di molti gruppi metal, anche se si tratta di un discorso a parte), o sono nozioni da prendere maggiormente sul serio?
Cosa pensate a riguardo?
Dani is offline  
Vecchio 17-06-2003, 21.04.45   #2
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Secondo me sono argomenti da trattare con i guanti.
E' vero che alcuni si avvicinano più per moda che per altro, ma questo non mi convince ugualmente.
Il messaggio racchiuso nel 'seguire il male', producendolo a se stessi e agli altri, secondo me va solo combattuto.
Prendere sul serio si.
Perchè una società che porta a questo veramente ha qualcosa di malato che va assolutamente curato.
rodi is offline  
Vecchio 17-06-2003, 21.40.01   #3
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
La mia personale interpretazione del fenomeno...

Satanismo,per come lo intendo io,è la scielta della molteplicità rispetto all'uno.Dio è uno,il diavolo è colui che divide,è legione-"perchè noi siamo tanti".E' la molteplice apparenza mistificatrice rispetto all'unica verità.Ed io amo tutto questo!
Il satanista preferisce l'oscurità alla luce,oscurità come velo di maya che copre appunto la verità,la luce.Può essere utile perchè nell'oscurità cadono le differenze,non si distingue una cosa dall'altra,e ciò può tornare comodo;può essere anche un rifugio.I satanisti prediligono l'immanente al trascendente...per loro l'unica veirtà è qulla che hanno davnti agli occhi,non vi è nulla dietro...e per i più egocentrici l'unica realtà è il proprio io..ciò evita inutili sacrifici per raggiungere un ipotetico livello superiore e la possibilità di godere dei piaceri della vita senza il senso del peccato,ma anzi,come azione suprema in quanto appagante il proprio io...inquanto permette di afferrare il più possibile ciò che la vita ofre...I satanisti sono gli dei di se stessi,modulano i propri sensi assopendoli per ovattarsi nell oscurità o ampliandoli per assorbire il più possibile il mondo circostante...e qui si sfocia in quello che è il satanismo acido...
Questa è l'idea che mi sono fatto dei satanisti ascoltando certe musiche e leggendo testi di gente tenuta molto in considerazione da tali persone...e devo dire che come stile di vita non mi dispiacerebbe...anche se ha i suoi pesanti contro...si rischia di diventare dei marylin manson in miniatura...comunque persone eccentriche viste di mal'occhio...o comunque dallo stile di vita poco salubre....a non avere freni inibitori e una morale-guida si rischia di involvere allo stato animale se non si è un minimo intelligenti....troppa oscurità può portare certi animi alla depressione e alla paranoia...e le troppe mistificazioni alla pazzia...meglio uno stile di vita monolitico, limpido e luminoso?Boh...questo potrebbe sfociare in facili fascismi,o comunque in schemi troppo rigidi...come sempre il giusto sta nel mezzo!

Ultima modifica di sisrahtac : 17-06-2003 alle ore 21.48.16.
sisrahtac is offline  
Vecchio 17-06-2003, 22.49.12   #4
irene
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-11-2002
Messaggi: 474
Satana è spesso inteso,anche in letteratura,come la massima espressione del libero pensiero...del rifiuto del programmatico asservimento a dogmi o autorità di sorta...e,contemporaneamente,c ome ipostasi dell'esplosione gioiosa e libertaria dei sensi...
Probabilmente,questa versione "letteraria" è assai riduttiva rispetto alla reale portata della versione "biblica" di Satana.
Ma è anche l'unica interpretazione che renda accettabile,o anche francamente simpatico,il Diavolo.
Tutto ciò che da questo esorbita,e che conduca all'apologia del male e della violenza fini a sè stessi e glorificati nella loro essenza,va ovviamente rigettato in blocco.
Oggi il satanismo conosce una nuova primavera perchè non tutti riescono a ribellarsi in maniera costruttiva alle invisibili catene a cui oggi ci inchioda la nostra società.
E dunque,l'innata propensione alla distruttività,e alla violenza,di queste persone,le conduce all'affiliazione a queste sette sataniche,in cui ravvisano la possibilità finalmente espressa di vivere quella che la loro nevrosi definisce vita autentica,che poi non è altro che esaltazione dei propri istinti nel culto barbarico della violenza,del sesso,e del sangue.

Ultima modifica di irene : 17-06-2003 alle ore 22.54.27.
irene is offline  
Vecchio 21-06-2003, 16.16.15   #5
ksana
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-06-2003
Messaggi: 77
Poveri diavoli e diavoletti

Gli unici Satana, diavoli, dei, dio buono o cattivo, che conosco è la nostra ignoranza, che ci porta a fuggire verso queste immagini precostituite dalla mente umana, al fine di delegare o giustificare i nostri fallimenti e presunte vittorie.
Se proprio vogliamo usare questi termini, cerchiamo di non essere satana o altro che sia noi stessi
ksana is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it