Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 21-04-2008, 14.23.50   #11
manacoddi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 29-02-2008
Messaggi: 82
Riferimento: Farete cose ancora più grandi.........

Citazione:
Originalmente inviato da fmoo1949
Accettare che non possiamo capire tutto porta ad una scelta: cercare o rassegnarsi. Cerca chi ha sete di conoscenza, si rassegna chi?


Non si tratta di rassegnazione, ma di accettazione della realtà. E' una cosa ben diversa. La rassegnazione è qualcosa di triste e forzato, l'accettazione è una presa di coscienza. Un pò come avviene quando muore una persona cara...nelle prime fasi c'è la rassegnazione, poi, se si elabora bene il lutto,c'è l'accettazione piena dell'evento.
manacoddi is offline  
Vecchio 21-04-2008, 20.26.39   #12
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Farete cose ancora più grandi.........

Scopo della vita non è forse liberare la divinità che è in noi per poter tornare là da dove siamo venuti? Non è forse per questo che le persone anziane possono finalmente liberare la loro spiritualità senza paura di essere derise?

Io credo che la vita dia a ciascuno una serie di prove e difficoltà per liberare la propria spiritualità. Se riusciamo a vedere che abbiamo i mezzi di superare la prova invece di bere come vampiri le energie di altri, abbandonarci alla disperazione o ad "autorità morali" al di fuori di noi, ogni prova ci rende più forti per fare, appunto, cose ancora più grandi.

Con comportamenti da vampiro danneggiamo altri senza salvare noi stessi.

Le "autorità morali" possono anche aiutarci, indicarci la strada, offrire strumenti ma non possono superare la prova per noi.

Se non facciamo niente rimaniamo piccoli.
Monica 3 is offline  
Vecchio 21-04-2008, 21.10.37   #13
fmoo1949
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-10-2005
Messaggi: 224
Riferimento: Farete cose ancora più grandi.........

Citazione:
Originalmente inviato da manacoddi
Non si tratta di rassegnazione, ma di accettazione della realtà. E' una cosa ben diversa. La rassegnazione è qualcosa di triste e forzato, l'accettazione è una presa di coscienza.
Bene, se si accetta la realtà cosa impedisce di volerla o poterla conoscere?
fmoo1949 is offline  
Vecchio 22-04-2008, 00.06.26   #14
ciro
Ospite
 
Data registrazione: 21-04-2008
Messaggi: 6
Riferimento: Farete cose ancora più grandi.........

I monaci tibetani fanno opere d'arte di sabbia e una volta finite le distruggono, Il Budda non ha lasciato nessuno scritto, i profeti parlano in maniere interpretabili in mille modi .... perchè?
Il mondo muta e le parole sono troppo imperfette per esprimere concetti, cosi succede che le parole che in un momento interpretano una conoscenza superiore, dopo quel momento, a realta mutata, quelle parole restano come contenitori vuoti che poi, spesso, vengono riempiti del contrario.
Cosi la parola di gesù si è trasformata nel suo contrario, ovvero le dottrine delle varie chiese cristiane, cosi i tarocchi e l'astrologia si sono mutati nei ciarlatano di oggi; cosi le verità dell'unione del tutto, hanno dato motivi alla divisione degli uomini, cosi le idee di pace giustificano e promuovono le guerre ...
fanno bene i monaci tibetani a distruggere le loro opere, cosi evitano che si mutino nei loro opposti.
Probabilmente la vera conoscenza è tale finchè non si cristallizza in parole e discorsi.
ciro is offline  
Vecchio 22-04-2008, 06.57.00   #15
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Farete cose ancora più grandi.........

Citazione:
Originalmente inviato da ciro
I monaci tibetani fanno opere d'arte di sabbia e una volta finite le distruggono, Il Budda non ha lasciato nessuno scritto, i profeti parlano in maniere interpretabili in mille modi .... perchè?
Il mondo muta e le parole sono troppo imperfette per esprimere concetti, cosi succede che le parole che in un momento interpretano una conoscenza superiore, dopo quel momento, a realta mutata, quelle parole restano come contenitori vuoti che poi, spesso, vengono riempiti del contrario.
Cosi la parola di gesù si è trasformata nel suo contrario, ovvero le dottrine delle varie chiese cristiane, cosi i tarocchi e l'astrologia si sono mutati nei ciarlatano di oggi; cosi le verità dell'unione del tutto, hanno dato motivi alla divisione degli uomini, cosi le idee di pace giustificano e promuovono le guerre ...
fanno bene i monaci tibetani a distruggere le loro opere, cosi evitano che si mutino nei loro opposti.
Probabilmente la vera conoscenza è tale finchè non si cristallizza in parole e discorsi.

Tutto si evolve anche nel cervello dell'uomo
Q"uando i monaci distruggono le loro opere insegnano l'arte della
concentrazione e attenzione nel momento in cui relaizzi, dell'impegno nell'essere nel mondo, quando distruggono insegnano a non essere "del
mondo", dipendenti dalle opere che compi, ma soltanto strumento
per nuova creatività, per una nuova danza.
La parola di Gesù se ben compresa, se "masticata e digerita e assimilata"
è una potentissima fonte di energia e trasformazione interiore.
Chi sente il Cristo nascere dentro di sè non ha più bisogno di parole,
poichè permette al Cristo di operare tramite la sua piccola persona e riesce
a fare cose "grandi" soprattutto nel campo dell'amore e del perdono
ma anche in altri campi che sembrano così "umani e materiali"
come le ingegnosità degli ingegneri, le scoperte degli inventori,
i successi nella scienza e nella tecnica.
Non esiste alcunchè che sia demonizzabile se non l'assenza di amore.
L'unico antiCristo che io conosca è la separazione, l'inganno del giudicare
il tuo simile senza riconoscere che è il tuo specchio!
paperapersa is offline  
Vecchio 23-04-2008, 16.47.56   #16
robbybass
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-03-2008
Messaggi: 101
Riferimento: Farete cose ancora più grandi.........

E' sempre molto difficile e potenzialmente dannoso generalizzare,specialmente quando si pretende di fare delle previsioni cosmiche.
Ogniuno capisce quello che può e/o che vuole.
Avete tutti ragione e tutti torto (anche io).

E' chiaro che l'umanità a forza di errori va avanti, però è anche vero che più
si va avanti e più si vedono e progressivamente si accettano i propri limiti.
Se l'oscurantismo porta una parte dell'umanità a rinunciare alla religione come
verità in prestito ben venga secondo me.Così come ad un individualismo
cinico ma meno ipocrita rispetto ad un altruismo ostentato.

Io ho visto personalmente funzionare un miracolo, ma non c'era uno malato
e uno che guariva. C'èrano due che si sono dati appuntamento.
Uno era pronto per farsi guarire uno -doveva -guarire.
E' molto difficile da capire che nessuno ha il potere su nessuno.
Una cosa è spostare un oggetto, una cosa interferire nel mondo interiore
di un uomo. Sarebbe come dire che a uno può essere fatto un regalo e
ad un'altro no. Questo sarebbe profondamente ingiusto.
Nella parabola delle monete date ai lavoratori (matteo) Gesù dice a quello
che ha lavorato tutto il giorno e che ha preso gli stessi soldi di quello che
ha lavorato 2 ore : "Non mi lasci libero di dare i miei soldi a chi voglio?"
Qui potrebbe sembrare che a Gesù(Dio) fosse concesso di regalare ma
secondo me il vero significato è :Non giudicare perchè non sai la verità.
Magari intendendo che quell'uomo aveva lavorato poco quel giorno ma di
più il giorno prima, e questo solo Dio poteva saperlo.
robbybass is offline  
Vecchio 30-04-2008, 20.57.07   #17
manacoddi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 29-02-2008
Messaggi: 82
Riferimento: Farete cose ancora più grandi.........

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Tutto si evolve anche nel cervello dell'uomo
Q"uando i monaci distruggono le loro opere insegnano l'arte della
concentrazione e attenzione nel momento in cui relaizzi, dell'impegno nell'essere nel mondo, quando distruggono insegnano a non essere "del
mondo", dipendenti dalle opere che compi, ma soltanto strumento
per nuova creatività, per una nuova danza.
La parola di Gesù se ben compresa, se "masticata e digerita e assimilata"
è una potentissima fonte di energia e trasformazione interiore.
Chi sente il Cristo nascere dentro di sè non ha più bisogno di parole,
poichè permette al Cristo di operare tramite la sua piccola persona e riesce
a fare cose "grandi" soprattutto nel campo dell'amore e del perdono
ma anche in altri campi che sembrano così "umani e materiali"
come le ingegnosità degli ingegneri, le scoperte degli inventori,
i successi nella scienza e nella tecnica.
Non esiste alcunchè che sia demonizzabile se non l'assenza di amore.
L'unico antiCristo che io conosca è la separazione, l'inganno del giudicare
il tuo simile senza riconoscere che è il tuo specchio!


Parli sempre di amore, ma bisogna vedere cosa intendi per amore. Si possono usare le stesse parole ma dando significati diversi cambia tutto naturalmente. Parli di Gesù Cristo, ma stravolgi parecchie cose di ciò che ha detto Lui. E' sempre il solito discorso: se ognuno dà la sua interpretazione, dà la propria personale proiezione di Dio, cioè proietta se stesso, e di conseguenza esalta ed adora se stesso ( o l'essere umano, in quanto altro se stesso). Quando leggo i tuoi interventi non posso fare a meno di dirti sempre queste stesse cose, e mi viene un interno ribollire a veder così strumentalizzate e stravolte le parole del Signore.
E' giustissimo non giudicare il mio simile perchè è il mio specchio...nel farti notare queste cose, non mi sento migliore di te nè di nessun altro. Tutti quanti non possiamo che parlare da misero a misero, perchè siamo tutti miseri peccatori ( anche se a te, molto probabilmente questa definzione non garba tanto..) ....ma la Verità è una....
manacoddi is offline  
Vecchio 01-05-2008, 05.49.46   #18
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Farete cose ancora più grandi.........

Citazione:
Originalmente inviato da manacoddi
Parli sempre di amore, ma bisogna vedere cosa intendi per amore. Si possono usare le stesse parole ma dando significati diversi cambia tutto naturalmente. Parli di Gesù Cristo, ma stravolgi parecchie cose di ciò che ha detto Lui. E' sempre il solito discorso: se ognuno dà la sua interpretazione, dà la propria personale proiezione di Dio, cioè proietta se stesso, e di conseguenza esalta ed adora se stesso ( o l'essere umano, in quanto altro se stesso). Quando leggo i tuoi interventi non posso fare a meno di dirti sempre queste stesse cose, e mi viene un interno ribollire a veder così strumentalizzate e stravolte le parole del Signore.
E' giustissimo non giudicare il mio simile perchè è il mio specchio...nel farti notare queste cose, non mi sento migliore di te nè di nessun altro. Tutti quanti non possiamo che parlare da misero a misero, perchè siamo tutti miseri peccatori ( anche se a te, molto probabilmente questa definzione non garba tanto..) ....ma la Verità è una....
Lo so!!! la verità è solo la nascita dell'IO SONO
dentro ognuno di noi.
Sai quante proiezioni osservo intorno a me!
Ognuno che cerca di proiettare le sue paure inconsce sull'altro
attraverso le minacce, le promesse, l'"attento a te"!
Quanto poco amore c'è.....quanta poca libertà!
tENDIAMO TUTTI A POSSEDERE GLI ALTRI
perchè abbiamo paura di restare soli, non amati, non considerati
e strumentalizziamo gli altri per aumentare il nostro senso
di esserci e di possedere..
La differenza fra te e me è che io ho smesso di considerare miseri peccatori
sia me stessa che i miei simili.......
io considero tutti compresa me "piccole gocce di consapevolezza"
ingannate da ciò che ci sembra reale e che reale non è!
Sono convintissima che dobbiamo tutti liberarci da un grandissimo condizionamento mentale e cioè che non possiamo fare nulla
per cambiare la realtà!
Infatti non appena la nostra percezione della realtà cambia
avvengono mutamenti interni ed esterni meravigliosi e miracolosi.
Quello che io intendo per amore è proprio questo ......
entrare in contatto con l'unica sostanza che "tiene insieme questa realtà"
in cui attraverso il nostro esperire riusciamo
a "ritrovare la scintilla divina che è in ognuno di noi"
e da cui non ci siamo mai separati, qualunque cosa abbiamo voluto credere o abbiano voluto farci credere!
Ho pietà di una umanità che continua a non prendere in mano le redini della sua vita e che si fa soggiogare da false "credenze",
e continua ad ammalarsi perchè è socialmente utile,
a invecchiare perchè ci insegnano che è un processo naturale
inarrestabile, etc.......
Sono convinta che creiamo ciò in cui crediamo
e che non abbiamo bisogno di "capire" razionalmente
la vita, ma di "intuire" il mistero della stessa......
Non considero me stessa o l'uomo come una macchina cui cambiando
i pezzi si dona la vita......., sono certa però che l'uomo proprio
perchè è cosciente di "essere" ha in se le potenzialità per trasformare
sia se stesso che la realtà.
Il fatto che il mondo stia cambiando così velocemente
mi dà certezza che molti esseri umani hanno compreso
ciò e che più saremo più presto ci sveglieremo da questo
"lungo sonno" e che L'immaginazione creativa auspicata
da John Lennon realizzerà un mondo pacificamente condiviso....
nonostante i media vogliano farci credere il contrario attraverso la paura
che proiettano con le loro notizie catastrofiche.
paperapersa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it