Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 13-10-2003, 17.32.26   #21
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Carissimo elfo
ti ringrazio della risposta.

Mi sono posta più volte la domanda se volevo arrivare all'università. Tu hai fornito la giusta risposta.
Quando credi di aver sconfitto l'ego ecco che ti riappare più potente che mai. E quasi ti scoraggi nel procedere per il tuo sentiero.
Poi può capitarti di scoprire che non ci sono sentieri da percorre ma ci sei solo tu che devi confrontarti continuamente con te stesso. E ti rendi conto che continuerai a cadere nell'oscuirità della tua ombra. Più le ali ti porteranno in alto più profondo sarà il baratro entro cui facilmente ricadrai.

Ed è la certezza che non vi è alcuna certezza a rendere le tue ali libere. E' la certezza che non potrai mai adagiarti in niente e nessuno a renderti libero dalla paura.

Ti ringrazio
Un saluto
Mary
Mary is offline  
Vecchio 13-10-2003, 18.09.28   #22
Elfo
Ospite
 
Data registrazione: 29-05-2003
Messaggi: 12
Carissima Mary,
ogni cenno di calore umano è un balsamo per le ferite del guerriero e tu me lo hai donato.
Ogni ricercatore (preferisco chiamarlo guerriero) è solo, ma non si sente solo, proprio perchè incontra sulla sua strada altri guerrieri.
Non importa se le vie sono diverse...anzi...è questa la ricchezza...il guerriero ascolta, apprende da chiunque abbia qualcosa da dirgli senza arroganza....a volte anche da chi è arrogante!!!
Io credo che ogni ricercatore abbia una protezione, uno sguardo amorevole...è proprio la sua aspirazione che chiama questi aiuti...
Egli è solo, perchè è giusto che apprenda direttamente, ma non è solo...
Più avanza nella sua ricerca, più è la sua essenza che prende in mano le redini della vita e, in barba all'ego, fa sentire la sua voce.
Shanti
Elfo is offline  
Vecchio 14-10-2003, 00.18.27   #23
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Materialismo spirituale...

Credo che il probelma che Basil pone parta principalmente dalle motivazioni che portano una persona ad intraprendere un cammino ... spirituale.
A me pice chiamarlo semplicemente cammino.
Uno dei tanti problemi potrebbe essere che adesso tutto ciò che è "spirituale" è di moda. E allora si va a fare yoga o meditazione con lo stesso spirito con cui si va al supermercato.
Si accumulano sugli scaffali bei libri pieni di saggezza ma poi non si cambia di una virgola.
Ma poi, siccome si sono letti tanti libri, siccome si sono fatti tanti corsi, si crede di sapere. E questo è molto pericoloso.
Perchè i doni che si incontrano, che dovrebbero aiutare lungo il cammino, diventano invece ostacoli. Perchè senza una grande onestà verso se stessi o sotto la guida di un maestro fasullo (e ce ne sono tanti!) si scambiano per scopi. E si fa collezione anche di quelli, trasformandoli in strumenti di potere, gonfiandosi un po' come palloncini.

Il titolo che ho dato a questo intervento probabilmente lo conosci. E' il titolo di un bellissimo libro di un grande maestro tibetano (Trungpa Rinpoche) che diceva che noi occidentali, se ci viene offerto un bicchiere d'acqua, ci beviamo il bicchiere e buttiamo via l'acqua.

Se la motivazione della ricerca è genuina, allora non ci si perde facilmente. Ma in questo momento è perticolarmente difficile mantenerla genuina. Perchè dappertutto ci sono pubblicità che offrono scorciatoie per l'illuminazione, come se esistessero!
E invece è un percorso lungo, faticoso, impegnativo, senza nessuna garanzia, senza mete da raggiungere. E in cui mai, mai, mai, bisogna illudersi di essere arrivati. Perchè nemmeno l'illuminazione è uno stato definitivo. Diceva un maestro che ho già citato in un altro intervento che l'illuminazione è un processo quotidiano.

ciao

ps "dai loro frutti li riconoscerete"
Fragola is offline  
Vecchio 14-10-2003, 09.38.16   #24
Elfo
Ospite
 
Data registrazione: 29-05-2003
Messaggi: 12
Le parole materialismo spirituale mi fanno venire in mente il titolo di un libro, scritto da Satprem: "Mère e il Materialismo Divino", Ubaldini.

Quando ero ragazzo ed incontrai quel libro, le parole MATERIALISMO DIVINO furono per me una rivelazione...pensai subito: ecco, ho trovato ciò che sto cercando.

Il guerriero incontra sul cammino sirene e draghi, demoni che gli appaiono come angeli, angeli che gli appaiono come demoni.

Ma continuamente sente nel petto un richiamo, un grido, una strana nostalgia, che lo spinge a proseguire...non potrebbe fermarsi nemmeno se volesse... è un'aspirazione struggente che lo guida...

Questo è il senso della vita...trovare (o forse ritrovare) quell'attimo ineffabile nel respiro, nel fremere del corpo, nella pelle.... così come nella più alta esperienza di coscienza...

Niente lo ferma, ogni caduta, ogni errore, gli mostrano nuove possibilità.... ad ogni velo che si solleva corrisponde un assaggio d'amore...

Scusate...mi sono un pò lasciato andare...
Elfo is offline  
Vecchio 14-10-2003, 11.43.37   #25
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Veramente io per materialismo spirituale intendevo un'altra cosa ma quello che vuoi dire è chiaro.

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 14-10-2003, 23.02.07   #26
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Carissimo Elfo
è bello leggere parole che il mio spirito comprende.
Sì, anch'io mi sento un guerriero. E sento me stessa in ogni tua parola. Questo vuol dire che da qualunque strada si parta per andare a Roma le indicazioni restano sempre le stesse.
Le esperienze sono molto simili.

Anch'io mi sento sola ed è sempre un gioia poter incontrare altri guerrieri che fanno il mio stesso viaggio.

Provi anche tu la sensazione di avere sempre qualcuno o più di qualcuno che ti è accanto e ti aiuta?
Un grande abbraccio
Mary
Mary is offline  
Vecchio 14-10-2003, 23.10.03   #27
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Cara Fragola
condivido i tuoi pensieri.

Gli asceti di un tempo erano in qualche modo facilitati, quelli di oggi trovano più ostacoli.
Anche perché io sono del parere che non è più il tempo degli eremiti ma coloro che sono in cerca del proprio essere spirituale devono confrontarsi con il mondo che è stato costruito dai nostri avi o da noi stessi in altre vite.

Solo chi cerca se stesso nella confusione di questo mondo può comprendere sia se stesso che il mondo in cui vive.
Non è facile, ma sfido qualcuno a dirmi qualcosa che sia facile facile.
Persino fare un buon caffé può essere difficile!

Un abbraccio
Mary
Mary is offline  
Vecchio 20-10-2003, 14.01.47   #28
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Innanzitutto un ciao globale e 2 parole di presentazione: mi chiamo Alessandro e ho 40 anni.

Mi permetto di aggiungere alla vostra interessante discussione un punto che, ancora oggi, mi lascia oltremodo perplesso e dubbioso: come mai nella ricerca spirituale non c'è mai nessuno che può affermare (senza tema di essere smentito) di essere arrivato alla meta?

Voglio dire: in ogni campo della vita c'è chi insegna e chi impara. Poi ci sono i geni che arrivano da soli laddove non c'è mai stato nessuno. Ma questa è la classica eccezione che conferma la regola.

Perchè in questa strada siamo soli, così soli? A volte, quando sono di buonumore, mi faccio grasse risate sui miei patetici tentativi: voglio imparare a guidare la motocicletta senza sapere cos'è una moto e come funziona.........lo trovo ridicolo e, a dirla tutta, un pochino idiota. Quando non pericoloso.

Allora poi succede che dopo tanto vagare mi trovo a dire a me stesso: ma chi è che mi ha ficcato nel cuore (per non dire nel c...) questo desiderio profondo, assoluto, immenso di trascendenza quando poi non mi sono forniti i mezzi per soddisfarlo??? Questo è SADISMO!

Ma vi rendete conto che se avessi speso tutti questi anni nella ricerca di ben più prosaici piaceri e vantaggi oggi sarei materialmente e, forse, interiormente molto più soddisfatto!

E invece NO! Così come sono "vittima" di tutte le aberrazioni della mia natura (egoismi e meschinerie varie) sono pure vittima di quella che è la Madre di tutte le contraddizioni: desidero una cosa sola, bellissima ma sono assolutamente incapace a realizzarla! LA MIA NATURA ME LO IMPEDISCE!

E siccome non ho trovato uno e dico uno che in tutta onestà può affermare di avercela fatta (maestri, santoni e quant'altri) mi domando: non sarà frutto della nostra demotivazione sul reale e basta? Voglio dire: la realtà non ci soddisfa e visto che questa epoca ingenerosa non permette un briciolo di utopia, di sogno, insomma nulla ecco spuntare nei nostri poveri cuori affamati di giustizia, di amore, di pace questa strana faccenda della ricerca spirituale..........

A sto punto comincio ad avallare la teoria che Eco propone tra le righe del suo pendolo: è tutto un complotto!

Guardate non c'è pezza: tutti quelli che (secondo loro) ce l'hanno fatta non sono viventi! Quelli viventi si nascondono dietro il solito, noiosissimo quanto falso: non posso mangiare per te! Devi farlo tu! Ok rispondo io ma insegnami come fare cazzo!!

Come mai tutto quello che so fare io lo posso insegnare o quantomeno spiegare a chicchessia (anche cose veramente tecniche e complesse come un warrant di borsa p.es.) e invece loro, poverini, non riescono a trovare le parole????

Ma dai........

E concludo con la più amara delle considerazioni: seguire una delle religioni monoteiste, la Cabala (compreso Sepher Yetzirah), l'Alchimia, ogni sorta di rituale animista (J.Frazer-Il Ramo d'oro), lo Zen e mi fermo per non annoiarvi ma la lista sarebbe molto più lunga; rappresentano ESCLUSIVAMENTE un atto di fede.

Sperando di non avervi trasmesso depressione vi lascio sicuro che le vostre risposte saranno tutte apprezzatissime.

Ciao
freedom is offline  
Vecchio 20-10-2003, 14.12.29   #29
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile inconsapevolmente

nella tua domanda
hai già inserito la risposta:

"Ma vi rendete conto che se avessi speso tutti questi anni nella ricerca di ben più prosaici piaceri e vantaggi oggi sarei materialmente e, forse, interiormente molto più soddisfatto!"

40 anni sono pochi
hai ancora tutto il tempo
di recuperare il terreno perduto
e trovare la felicità
e soprattutto
lascia perdere le religioni
se cerchi delle risposte vere
a ciò che nessuna parola
potrà mai spiegare

Un Sorriso wahankh
dawoR(k) is offline  
Vecchio 20-10-2003, 14.54.09   #30
basil
Ospite abituale
 
L'avatar di basil
 
Data registrazione: 16-08-2003
Messaggi: 242
Attraverso i vetri, vedo nuvole grigie scorrere rapide...
alcune fronde mosse dal vento...

per oggi le mie certezze si fermano qui.

b.
basil is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it