Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 25-11-2003, 10.42.16   #11
eugenio
 
Messaggi: n/a
ecco

Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
Posso porre una domanda ad ambedue?

Mi serve per poi dare una risposta...

Avete mai provato (intendo, fatto l'esperienza)..di stati alterati indotti da elementi esterni al vostro corpo?
Non anelo ad una confessione, bensì...se possibile, vorrei capire se si parla su basi solide o per supposizioni che si basano su conoscenze acquisite all'esterno della nostra esistenza.



Ecco dd (ti posso chiamare così?) , Io non ho fatto nessuna esperienza significativa. Una sciocchezza ti dirò. Quando avevo problemi gravissimi, e non riuscivo a dormire, avevo provato a sedermi sul letto nella posizione del loto, e a concentrarmi sull'occhio della mente respirando con ampiezza e profondità. Ecco, dopo una diecina di minuti sentivo strani brividi, e avevo l'impressione di levitazione. Mi sembrava insomma il principio di un viaggio mentale. Tutto quì. Per il resto è tutto sentito dire, ma da persone con cui ho convissuto, cioè credibili. Ciao!
Eugenio
 
Vecchio 25-11-2003, 12.03.21   #12
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
Mi serve per poi dare una risposta...
Avete mai provato (intendo, fatto l'esperienza)..di stati alterati indotti da elementi esterni al vostro corpo?

Io ho fatto questa esperienza, ma ne parlo anche in funzione di quello che vedo e riconosco, quando mi imbatto in persone che lo fanno tuttora e che cercano questo stato di coscienza anche per "evadere dalla realtà", non avendo un secondo fine, oltre quello di indurre questo stato di alterazione. In questo caso, che a mio parere è il più comune, risiede in problema : in una sotra di non accettazione della propria condizione, al di là del fatto che questa alterazione possa essere o meno vantaggiosa.

Ciao.
Marco_532 is offline  
Vecchio 25-11-2003, 12.26.48   #13
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Marco, sempre sulle difensive è? .... allora, ho fatto questa domanda per un semplice motivo, aver fatto l'esperienza di alterazioni mentali condizionate ...induce in chi l'esperienza ha vissuto, una sorta di maggiore conoscenza dell'argomento. Questo non significa molto, dato che dipende da come l'esperienza viene vissuta, però..posso affermare che spesso, dopo l'assunzione di talune sostanze quale oppio o derivati, la mente acquisisce una maggiore ampiezza, l'aspetto di ciò che prima era importante assume sembianza d'inutilità. talvolta pare che il senso del tutto sia alla portata di mano, vicino ma irraggiungibile allo stesso tempo. Tu non erri quando dici che spesso si tramuta in semplice sballo, ma.. se pensi a come veniva utilizzato in alcuni ordini esoterici, sarà facile intuire non solo la preparazione emotivo/razionale che precede questo fatto, ma anche l'utilità del tutto per un ricercatore. E' un discorso spinoso e se vogliamo, pericoloso dato che potrebbe essere travisato ed assumere apparente sembianza d'invito al provare, di fatto, così non è.. vuole essere una considerazione su un argomento che in parte è lecito in parte troppo vicino alla linea di demarcazione tra lecito ed improprio.

marco, non sei il solo ad aver sperimentato quel dato effetto, magari non con quella coscienza che si dovrebbe usare in tal contesto... ma sicuramente avrai idea di che cosa significa alterazione indotta da elementi esterni.

Eugenio..dd va benissimo, è semplice e meno incasinato da scrivere... non dubito sulle tue affermazioni, la fiducia in persone che hanno provato e che narrano ciò che accade... se basata su salde fondamenta, può essere presa e fatta propria esperienza riflessa... valido spunto da cui partire per una discussione.
deirdre is offline  
Vecchio 25-11-2003, 12.33.04   #14
eugenio
 
Messaggi: n/a
eccomi

Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
Io ho fatto questa esperienza, ma ne parlo anche in funzione di quello che vedo e riconosco, quando mi imbatto in persone che lo fanno tuttora e che cercano questo stato di coscienza anche per "evadere dalla realtà", non avendo un secondo fine, oltre quello di indurre questo stato di alterazione. In questo caso, che a mio parere è il più comune, risiede in problema : in una sotra di non accettazione della propria condizione, al di là del fatto che questa alterazione possa essere o meno vantaggiosa.

Ciao.


Credo che il tuo problema sia quello di moltissime persone di oggi e di tutti i tempi passati. Cioè evadere dalla realtà. Ecco. Mi ricordo mio figlio, che poi ha finito per suicidarsi a 25 anni, proprio per problemi esistenziali, il quale una volta mi ha detto: "ma prenditi anche te una pastiglia, che starai meglio!" Io gli ho risposto che se volevo astrarmi per un pò, preferivo una bottiglia di Barolo. Eppure anche per me l'attrazione per l'esperienza di "altrove" era forte, ma ho sempre avuto paura di farmi succhiare dal gorgo. Forse se avessi una volontà di ferro potrei provare, ma non ce l'ho. Mi piace "lasciarmi andare". Di quì la mia estraneità personale. C'è da dire che io sono portato all'azione. Per cui invece di alterarmi in un'altra dimensione, preferisco rimanere nella dimensione che mi è stata "regalata"..ahahahah... Per poterla modificare a mio favore. Un attacco frontale insomma! Il destino sono io! E' una sfida che mi affascina. E ci sono anche riuscito, per la verità.
Mi sa che ne parleremo, perchè l'argomento è interessante.
Ciao dd !!! Eugenio
 
Vecchio 25-11-2003, 12.40.14   #15
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Re: eccomi

Messaggio originale inviato da eugenio
Citazione:
Credo che il tuo problema sia quello di moltissime persone di oggi e di tutti i tempi passati. Cioè evadere dalla realtà.

Il mio problema?.....forse hai letto male il mio post.

Citazione:
Eppure anche per me l'attrazione per l'esperienza di "altrove" era forte, ma ho sempre avuto paura di farmi succhiare dal gorgo.

Questa è consapevolezza.

Citazione:
C'è da dire che io sono portato all'azione. Per cui invece di alterarmi in un'altra dimensione, preferisco rimanere nella dimensione che mi è stata "regalata"..ahahahah...

E non ti pare che siamo daccordo?...a me si...

Per Deirdre:Sono in linea con le tue idee.

Ciao
Marco_532 is offline  
Vecchio 25-11-2003, 13.38.23   #16
eugenio
 
Messaggi: n/a
Re: Re: eccomi

Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
Messaggio originale inviato da eugenio


Il mio problema?.....forse hai letto male il mio post.



Questa è consapevolezza.



E non ti pare che siamo daccordo?...a me si...

Per Deirdre:Sono in linea con le tue idee.

Ciao


Marco, la mia era una risposta a Deidre. Mi fa piacere che siamo d'accordo. Ciao! Eugenio
 
Vecchio 25-11-2003, 13.48.26   #17
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Ho frainteso, visto che hai fatto riferimento al mio post......comunque sono contento...

Ciao.
Marco_532 is offline  
Vecchio 25-11-2003, 13.58.10   #18
eugenio
 
Messaggi: n/a
Citazione:
Messaggio originale inviato da Marco_532
Ho frainteso, visto che hai fatto riferimento al mio post......comunque sono contento...

Ciao.


Lo sai che è molto bella la tua firma : VIVI!
 
Vecchio 25-11-2003, 20.57.59   #19
Dariel
Ospite abituale
 
L'avatar di Dariel
 
Data registrazione: 07-11-2003
Messaggi: 65
Thumbs down il cervello: deux ex machina?

Mio caro amico, forse ne so meno di te, ma spesso la verità, credo, non si raggiunge con la conoscenza soltanto (satana, il principe del male, combatte la verità opponendo ad essa la menzogna), ma una buone dose di buon senso, forse, può rappresentare l'additivo al carburante necessario per volare nel mondo dell'impalpabile.
Il cervello, a mio parere, è uno strumento creato per agire su questa dimensione terrena. Ma chi dovrebbe usare il cervello? Noi, esseri spirituali, che immersi nella demnsità della materia dobbiamo agire e crescere ulteriormente nella verità. Ecco che il cervello si arricchisce di sinapsi in proporzione alla capacità di ragionare. L'uomo di neanderthal aveva lo stesso cervello nostro, intendo come struttura, essendo essi appartenuti alla razza umana, ma più piccolo perchè il ragionamento era limitato a soddisfare le esigenze di sopravvivenza, poi con l'evoluzione( ecco la prova dell'essere spirituale che siamo) qualcuno ha avuto la necessità di dipingere delle caverne e il cervello ha iniziato ad inspessire la sua sezione e ad aumentare le pieghe cerebrali (espediente per evitare di divenire capoccioni, in dimensione).
Quindi: il cervello=strumento, ma non fonte di conoscenza.
Dariel is offline  
Vecchio 26-11-2003, 11.51.58   #20
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Anche se non condivido tutto il tuo ragionamento, che il cervello sia un mezzo e non la conoscenza credo che non può essere confutato.
Marco_532 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it