Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-12-2003, 12.14.53   #1
Lucifero
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-12-2003
Messaggi: 179
Che cos'è l'Immaginazione? Perchè sfugge a ogni controllo?

Si parla sempre di Pensiero, di Anima, di Mente, Di Coscienza, di Maestri, di Dio, di Consapevolezza etcc. L'immaginazione invece sfugge a ogni controllo, a ogni discussione, a ogni analisi, perchè???
Ma cos'è esattamente l'Immaginazione?
Da cosa è costituita, quali sono le sue potenzialità creative e distruttive?
Che rapporti ha con lo spazio e il tempo?
Che rapporti ha con la Paura, la malattia, la sofferenza, la gioia, la vita e la Morte?
Lucifero is offline  
Vecchio 08-12-2003, 14.30.36   #2
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Questo quesito dovresti porlo nel forum di Psicologia.

Sono arrivato alla conclusione che per capire certi fenomeni come l'immaginazione, la coscienza, il pensiero, la memoria... bisogna per prima cosa essere informati scientificamente, vedere a che punto sono le ricerche scientifiche, e in questo la psicologia ha fatto molti passi avanti.
Prima la psicologia, poi dopo, si può analizzare tutto ciò nella filosofia e nella spiritualità. (è per questo che al primo anno uiversitario di filosofia non manca quasi mai un esame di psicologia generale).

L'immaginazione è la capacità di crearsi dei modelli mentali di fatti, persone, reali ed irreali...
C'è chi sicuramente ne sa più di me.
Dunadan is offline  
Vecchio 08-12-2003, 15.03.06   #3
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile Per me >

un esempio d'immaginazione
in una delle sue forme più splendenti
si ritrova
in queste parole di Breton :

“Quest’ estate le rose sono azzurre; il bosco è vetro. La terra drappeggiata nelle sue fronde mi fa tanto poco effetto come un fantasma. Vivere o cessare di vivere, sono soluzioni immaginarie. L’esistenza è altrove.”

delle quali però
nemmeno lui stesso,probabilmente
sarebbe in grado
di dirti il perchè
poichè l'immaginazione
in realtà è "altrove"
e si serve di noi
unicamente per la riproduzione

wahankh .
dawoR(k) is offline  
Vecchio 08-12-2003, 16.46.56   #4
Lucifero
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-12-2003
Messaggi: 179
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Questo quesito dovresti porlo nel forum di Psicologia.

Sono arrivato alla conclusione che per capire certi fenomeni come l'immaginazione, la coscienza, il pensiero, la memoria... bisogna per prima cosa essere informati scientificamente, vedere a che punto sono le ricerche scientifiche, e in questo la psicologia ha fatto molti passi avanti.
Prima la psicologia, poi dopo, si può analizzare tutto ciò nella filosofia e nella spiritualità. (è per questo che al primo anno uiversitario di filosofia non manca quasi mai un esame di psicologia generale).

L'immaginazione è la capacità di crearsi dei modelli mentali di fatti, persone, reali ed irreali...
C'è chi sicuramente ne sa più di me.

Dunadan, mi dai l'impressione di un abilissimo intellettuale, mi piaci!
La scienza psicologia, come la religione, è robetta per il popolo.
Sono daccordo con la tua conclusione, ma se ti rivolgi alla scienza psicologica, o alla religione, o a qualsiasi altra dottrina, per comprendere quello che tu chiami "certi fenomeni", invece di andare avanti ti assicuro che farai molti passi indietro. Per una semplice ragione: manca in ogn'una di loro LA SCIENZA DEL RICORDO DI SE', e cioè la SCIENZA DEL RISVEGLIO, la tecnica, una vera scuola con teoria, pratica e laboratorio.
Ci sarà una ragione del perchè un Maestro, un Illuminato viene definito <<UN ESSERE RISVEGLIATO!!!>>. Il motivo è proprio questo: che l’uomo NON RICORDA SE STESSO, NON E COSCIENTE DI SE'!!! Mentre il Risvegliato ha pieno Potere e Coscienza di Sé. Il vero ricercatore, quindi, deve prima di ogni altra cosa divenire cosciente che NON lo è affatto, che è in uno stato permanente di sonno, SONNO INFUSO, per l'appunto, dall'IMMAGINAZIONE. Ecco la fondamentale importanza della millenaria frase <<UOMO CONOSCI TE STESSO E CONOSCERAI DIO E L’UNIVERSO…>> Qui entra in gioco l’immaginazione.
Che cosè l’Immaginazione? Il malefico sonno che tiene imbrigliato e prigioniero <<la reale natura e la vera entità del’uomo, e cioè la Coscienza.
Ora Dunadan, pensi ancora che questo è un argomento da proporre al forum della psicologia?
Chi meglio dello stesso individuo può analizzare e scandagliare la propria Immaginazione e la propria Coscienza?
Chi trasmettere all'Essere di ogni uomo Ansia, Paura, Preoccupazioni, Dubbi, Inquietudini etc..non è forse l'Immaginazione?
La Causa di ogni infelicità dell'uomo non è forse l'Immaginazione?
E l'Immaginazione non è forse illusione, Maja?
Chi cerca, chi desidera, non è Immaginazione?
Il grande ostacolo allo sviluppo armonico dell'uomo è grande quanto una casa, ma nessuno lo vede, nessuno lo nota: questa è l'IMMAGINAZIONE.
Lucifero is offline  
Vecchio 08-12-2003, 17.52.47   #5
Dunadan
Ospite abituale
 
L'avatar di Dunadan
 
Data registrazione: 19-11-2003
Messaggi: 978
Grazie per i complimenti, ma io semplicemente ho cercato di capire il perchè ci siano alcune materie al primo anno di università, e le risposte stanno arrivando.
Ad esempio, è più facile capire le Categorie di Kant se si conosce più o meno come funziona il cervello.

Quindi dico: prima analizziamo come funziona il nostro cervello, poi possiamo immergerci a formulare ipotesi filosofiche e spirituali.
Tuttavia, se Lucifero ha posto la sua domanda qua, significa che ricerca un tipo di risposta spirituale, e credo che te ha indicato la via giusta: immaginare significa "immaginare paure, passioni, drammi...., illusione, desideri, TUTTO ciò che l'uomo elabora nella sua testa".
L'immaginazione è una delle armi più potenti che l'uomo ha, per incutere timore, o sollievo, per desiderare o rifiutare.

Ma infine, te in realtà cosa stai dicendo? Stai dicendo a cosa serve l'immaginazione, ma non che cosa è esattamente. (sembra una domanda alla Socrate)
Ma allora, cosa è IMMAGINARE?
Immaginare è rappresentazione mentale.
Cosa è la Coscienza? Rappresentazione mentale di se stessi.


Ma d'altronde Lucifero chiede anche questo: "rapporto dell'immaginazione con lo spazio, il tempo, paura, sofferenza.

E chiede anche "perchè l'immaginazione sfgge a ogni controllo?"
Perchè, spesso erroneamente, noi abbiamo la tendenza a focalizzarci su un problema alla volta e questa focalizzazione non sempre è a nostro piacimento, ne siamo vittime.

Quindi, noi due assieme, qualche risposta gliela abbiamo data.

Ultima modifica di Dunadan : 08-12-2003 alle ore 17.56.13.
Dunadan is offline  
Vecchio 08-12-2003, 22.42.16   #6
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
L'immaginazione

E’ un’attività consapevole, conscia e volontaria della nostra mente. Creativa (quando lo è … sempre?) che travalica la realtà e, in qualche misura, la modifica. E’ figlia della capacità d’astrazione e madre di sublimi opere d’ingegno. Supera il contingente, scavalca gli steccati, sbriciola gli ostacoli, dimezza le distanze, alimenta le speranze, nutre i sogni, interagisce con le emozioni e comprime la nostalgia e le angosce. L’immaginazione è il regno dell’impossibile che, nella visione, diviene possibile e concreto. E’ una chimerica illusione che … paradosso … diviene realistica esperienza. L’immaginazione elabora l’esistente aggiungendo ai frammenti di realtà quote d’impercetto 'fantasticamente' percepito, trasformandolo in un nuovo, vitale e pregnante consistente. Apre la ragione a nuove improbabili visioni, arricchendole d'ingredienti speciali che donano una nuova e più vitale 'conseguenza'. E’ la leva e il pungolo che sospinge l’uomo oltre la siepe del contingente, aprendo nuovi orizzonti al proprio animo. In quanto umana, relega in un angolo la trascendenza. Da essa, l’Uomo attinge nuova linfa per perpetuare e alimentare la propria voglia di VIVERE. E’ indistruttibile perché astratta, ma, una volta concepita, diviene realtà immutabile e punto di partenza per nuove e sempre più sublimi proiezioni. L’immaginazione è un paradosso ricolmo di naturale, eloquente 'significatività' ".

Ciao
visechi is offline  
Vecchio 09-12-2003, 02.51.00   #7
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Meglio di una buona foto questa tua descrizione dell'immaginazione. Complimenti.
...Visto che hai posto il tema ed hai magnificamente descritto come "vedi" l'immaginazione, chiedo troppo se ti prego di togliermi la soddisfazione di sapere cosa, in particolare, sia il preferenziale genere della tua immaginazione? ...Si, insomma, su cosa fantastichi tu preferibilmente? (scusa, ma non riesco a esprimermi più alla lunga di così, lo so che la leggibilità ci perde lo smalto, ma "salta chi può" ... )



Pax vobiscum...
Mistico is offline  
Vecchio 09-12-2003, 10.40.24   #8
Lucifero
Ospite abituale
 
Data registrazione: 07-12-2003
Messaggi: 179
Re: L'immaginazione

Citazione:
Messaggio originale inviato da visechi
E’ un’attività consapevole, conscia e volontaria della nostra mente. Creativa (quando lo è … sempre?) .......

Visechi, l’immaginazione è una Potente Energia Meccanica, e non è affatto un’attività volontaria e cosciente, poiché quando diviene volontaria, creativa e cosciente non è più immaginazione, ma PENSIERO. E’ la stessa differenza che c’è tra il giorno e la notte. Quando si parla di Immaginazione automaticamente vengono coinvolte le sfere emozionali, poiché non esiste Immaginazione se non vi è Emozione, Sensazioni e Sentimenti. E una volta coinvolte le sfere emotive, l’uomo non è più Cosciente di Sé. Quindi l’Immaginazione essendo nell’uomo la primaria energia che trasmette in modo costante e permanente ogni sorta di Emozioni e Sentimenti, Passioni e Desideri, dalle quali non riesce assolutamente a sottrarsi, esso vive avvilluppato, imbrigliato e prigioniero dalle sue stesse rappresentazioni (non evocate volontariamente) esclusivamente legate al proprio passato o al proprio futuro. In sostanza, l’uomo vive costantemente, in maniera incoscia, proiettato tra il passato e il futuro. E il PRESENTE? L’uomo non lo vive quasi mai, poiché è ASSENTE, DORME PROFONDAMENTE. Perché è assente? Perché l’immaginazione non può accedere nella dimensione PRESENTE, per il semplice motivo che il presente non fà parte del tempo, ma è uno stato di ESSERE. Lo stato di Essere Presente è COSCIENZA DI SE’ e per essere coscienti di sé bisogna necessariamente RISVEGLIARE LA PROPRIA COSCIENZA. Come si fa??? Combattere, vincere, trascendere ogni forma di IDENTIFICAZIONE, trasmessa per l’appunto dall’Immaginazione. Liberare la propria Immaginazione da ogni tipo di legame emozionale, da ogni attaccamento. Il lavoro, il travaglio di un vero ricercatore consiste proprio in questo!!! Tutto ciò che affermo non è pura speculazione, ma esperienza effettiva!!! Tutto ciò può essere costatato, analizzato e sperimentato.
Lucifero is offline  
Vecchio 09-12-2003, 11.44.13   #9
Golden
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 28-11-2003
Messaggi: 457
Lightbulb Re: Re: L'immaginazione

Citazione:
Messaggio originale inviato da Lucifero
Visechi, l’immaginazione è una Potente Energia Meccanica, e non è affatto un’attività volontaria e cosciente, poiché quando diviene volontaria, creativa e cosciente non è più immaginazione, ma PENSIERO. E’ la stessa differenza che c’è tra il giorno e la notte. Quando si parla di Immaginazione automaticamente vengono coinvolte le sfere emozionali, poiché non esiste Immaginazione se non vi è Emozione, Sensazioni e Sentimenti. E una volta coinvolte le sfere emotive, l’uomo non è più Cosciente di Sé. Quindi l’Immaginazione essendo nell’uomo la primaria energia che trasmette in modo costante e permanente ogni sorta di Emozioni e Sentimenti, Passioni e Desideri, dalle quali non riesce assolutamente a sottrarsi, esso vive avvilluppato, imbrigliato e prigioniero dalle sue stesse rappresentazioni (non evocate volontariamente) esclusivamente legate al proprio passato o al proprio futuro. In sostanza, l’uomo vive costantemente, in maniera incoscia, proiettato tra il passato e il futuro. E il PRESENTE? L’uomo non lo vive quasi mai, poiché è ASSENTE, DORME PROFONDAMENTE........

Bello questo intervento! molto chiaro (almeno per me).
La pretesa più ridicola trovo sia quella di voler a questo punto far valere la scienza quasi a contrasto.. a superstizione, senza indagare minimamente in modo diretto nel fenomeno stesso, senza trarne sperimentazione e lavoro. Si ha la pretesa di far prevalere intelletto e ragione, opprimendo l'opportunità di un risveglio di coscienza. Questo è substrato di paura..e per sconfiggere la paura necessita grande coraggio, coraggio che porta alla Fede (fiducia) dove nulla è lasciato a se stesso.
Il coraggio porta a casa....
Un saluto
Golden is offline  
Vecchio 09-12-2003, 16.50.11   #10
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Re: Re: L'immaginazione

Citazione:
Messaggio originale inviato da Lucifero
In sostanza, l’uomo vive costantemente, in maniera incoscia, proiettato tra il passato e il futuro. E il PRESENTE? L’uomo non lo vive quasi mai, poiché è ASSENTE, DORME PROFONDAMENTE.

Come si fa??? Combattere, vincere, trascendere ogni forma di IDENTIFICAZIONE, trasmessa per l’appunto dall’Immaginazione. Liberare la propria Immaginazione da ogni tipo di legame emozionale, da ogni attaccamento. Il lavoro, il travaglio di un vero ricercatore consiste proprio in questo!!! Tutto ciò che affermo non è pura speculazione, ma esperienza effettiva!!! Tutto ciò può essere costatato, analizzato e sperimentato.


Credo che il motivo per cui si tende a sfuggire dal qui ed ora è assai più semplice Lucifero: non ci piace! Come mai che quando sono nel benessere (raramente ahimè) vivo attimo per attimo senza lasciarmi scappare nulla? E passato e futuro scompaiono dalla mia coscienza?

Sul liberare la propria immaginazione da ogni tipo di legame emozionale penso che sia contronatura.......davvero tu ci riesci?

Ciao
freedom is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it